Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
100300 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Uni 10801. Avvio dei lavori per il gruppo "amministratori di condominio"
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Uni 10801. Avvio dei lavori per il gruppo "amministratori di condominio"

In fase di aggiornamento la normativa UNI 10801

Redazione Condominioweb  

Work in progress. Il nuovo gruppo di lavoro "Amministratori di condominio", operante all'interno della Commissione tecnica "Servizi", ha dato l'avvio, presso UNI, alla prima riunione operativa, ponendosi un obiettivo molto ambizioso.

L'intento, infatti, è quello di aggiornare la UNI 10801, cioè la norma attualmente in vigore in materia di funzioni e requisiti minimi di qualificazioneprofessionale dell'amministratore condominiale e immobiliare.

Pur essendo il punto di riferimento per i servizi erogati e per l'efficacia nella gestione dei servizi di carattere immobiliare, tale norma è ormai datata - risale al 1998 - e poco conforme al quadro legislativo vigente.

Una professione che cambia volto. Bisogna considerare che la gestione immobiliare, negli ultimi quindici anni, è stata interessata da numerosi provvedimenti:

· normativa sul certificato prevenzione incendi;

· normativa sulla sicurezza del lavoro;

· verifiche periodiche degli impianti elettrici, ed eventuale nuovo libretto elettrico

· la nuova disciplina, appena introdotta, sulle verifiche degli ascensoristici (ex DPR 8/2015);

· le novità riguardanti le regole fiscali (per esempio si veda il recente modello CU2015);

· autocertificazione e l'acquisizione di documenti online dagli uffici pubblici;

· nuove o aggiornate norme tecniche su impianti e cablaggi;

· la eventuale collaborazione con l'Agenzia della Entrate per l'aggiornamento dei dati catastali.

Per tali motivi, è necessaria ed indispensabile una riqualificazione professionale al fine di poter meglio rispondere alle esigenze che il mercato oggi presenta. Un amministratore di condominio, aggiornato e preparato potrà essere più competitivo rispetto ai suoi colleghi.

La via della certificazione di qualità, quindi, costituisce una garanzia per gli utenti finali, ossia i condomini, e contemporaneamente rappresenta per gli amministratori una possibilità per sviluppare una maggiore capacità competitiva, basata sull'erogazione di un sistema di gestione efficiente e garantito.

Il gruppo di lavoro, che attualmente è costituito dalle principali associazioni rappresentative del settore, non esclude la possibilità di allargarsi ad altre partecipazioni.

Cerca: uni amministratori avvio

Commenta la notizia, interagisci...
Luigi
Luigi giovedì 16 giugno 2016 alle ore 16:45

Buongiorno, sarebbe buona cosa che anche i condomini conoscessero queste norme perchè spesso ci si trova a che fare con amministratori davvero poco trasparenti.
Luigi

    in evidenza

Dello stesso argomento