Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
98518 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Autocertificazione sismica. Una occasione per realizzare sinergie tra i diversi ordini professionali.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Autocertificazione sismica. Una occasione per realizzare sinergie tra i diversi ordini professionali.

Sismabonus e messa in sicurezza del patrimonio immobiliare. Una occasione da non perdere

Angelo Pesce - Consulente Tecnico  

La nuova Legge di Stabilità, con il prolungamento del sismabonus per abitazioni e condomini, offre a diverse categorie di professionisti (amministratori di condominio, geometri, ingegneri, architetti, immobiliaristi, agenzie finanziarie) di creare sinergie per la messa in sicurezza del patrimonio edilizio, in regime di trasparenza e collaborazione.

=> Il sismabonus sarà esteso anche all'edilizia residenziale pubblica

Cosa prevede la nuova Legge di Stabilità. Con la nuova versione del sismabonus, tutte le spese effettuate dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021 per lavori edilizi antisismici eseguiti su abitazioni private, condomini e immobili destinati ad attività produttive, godranno di una detrazione fiscale variabile in base alla tipologia degli interventi; in particolare, gli interventi volti alla riduzione del rischio sismico di immobili (residenziali privati e di imprese) ricadenti nelle zone 1, 2 e 3 (così come indicate nell'ordinanza del Consiglio dei Ministri n. 3274/2003: zona 1 - sismicità alta, zona 2 - sismicità media, zona 3 - sismicità bassa), otterranno:

  • una detrazione pari al 70% se vi è il passaggio ad una classe inferiore di rischio sisma;
  • una detrazione pari all'80% se la riduzione è di almeno due classi di rischio sisma.

Laddove, invece, i lavori di riduzione del rischio terremoto sono effettuati sulle parti comuni dei condomini e sull'intero immobile, l'agevolazione fiscale sarà pari:

  • al 75% se gli interventi riducono di una sola classe il rischio sismico;
  • all'85% se la riduzione è di almeno due classi di rischio.

=> Interventi di riqualificazione energetica e adeguamento antisismico sulle parti comuni di edifici.

Oltre questi bonus fiscali, il sismabonus2018 vede anche l'introduzione di alcune novità:

  • la detrazione del totale delle spese eseguite per la diagnosi sismica degli immobili;
  • agevolazioni per la verifica sismica, classificazione, e certificazione statica sottoscritta da tecnici professionisti;
  • accorpamento dei bonus per l'efficienza energetica e per l'antisismica al fine di consentire ai condomini l'apertura di un unico cantiere lavori.

=> Il sismabonus si applica alle parti comuni del condominio

La nuova Legge di Stabilità prevede anche altri bonus con l'introduzione del "bonus città", relativo agli interventi di riqualificazione urbana e dell'ecobonus variabile in base al grado di efficienza energetica raggiunta.

Opportunità per i liberi professionisti. È fuor di dubbio che le agevolazioni fiscali previste dal Governo, sono una grande opportunità per favorire la messa in sicurezza del nostro patrimonio immobiliare, nonché la ristrutturazione di edifici fatiscenti e la riqualificazione urbana; è un'ulteriore tentativo di rilanciare l'occupazione nel settore edile e di far ripartire l'economia.

Ma è anche l'occasione di creare sinergie fra classi di professionisti, così come è emerso da un recente Convegno svoltosi a Castellammare di Stabia dal titolo "Riqualifichiamo Insieme"; geometri, ingegneri, architetti, sono tecnici professionisti chiamati in causa per le opere di antisismica e di ristrutturazione, ma anche il fattore economico (detrazioni fiscali, credito di imposta per i condomini incapienti, modalità di concessione e cessione del credito), chiama in causa altre figure (commercialisti, fiscalisti); infine agenti immobiliari, considerando l'efficientamento energetico, la riqualificazione edilizia (manutenzione, ristrutturazione e recupero di edifici esistenti) e gli interventi antisismici, valori aggiunti nella compravendita di un immobile.

Ricordiamo che, oltre alle spese relative agli interventi di ristrutturazione, sono detraibili anche i costi di progettazione e le prestazioni professionali inerenti anche le perizie e i sopralluoghi.

Al fine di garantire assoluta trasparenza e pieno rispetto dei requisiti previsti, la concessione dei bonus fiscali sarà sottoposta a severi controlli attraverso ispezioni a campione e verifiche sia documentali che fisiche sui luoghi oggetto di intervento.

Cerca: interventi rischio riduzione rischio sismico

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento