Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
98130 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Il sismabonus si applica alle parti comuni del condominio
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Il sismabonus si applica alle parti comuni del condominio

Tutte le informazioni su "Casa Sicura" per la nuova agevolazione fiscale per interventi edilizi antisismici.

Redazione Condominioweb.com  

Il Ministero delle Infrastrutture ha pubblicato online tutte le informazioni su "Casa Sicura", la nuova agevolazione fiscale per interventi edilizi antisismici. Ci sono interessanti novità anche per gli edifici condominiali.

=> L'incapienza rende poco attraente la detrazione fiscale a favore dei condomini

Casa Sicura è la nuova agevolazione fiscale per interventi edilizi antisismici voluta dal Governo nella legge di Bilancio 2017 per consentire un'ampia azione di prevenzione in Italia.

A tal proposito, giova ricordare che il cosiddetto “Sismabonus” riguarda le costruzioni adibite ad abitazione (prima e seconda casa), ad attività produttive e parti comuni condominiali situati nelle zone sismiche 1, 2 e 3, quasi l'intero territorio nazionale.

I lavori in condominio. In argomento, sappiamo che nella Legge di Bilancio 2017 si fa riferimento solo alle parti comuni di condomini contrapponendole alle costruzioni adibite ad abitazioni Al riguardo, il Ministero delle Infrastrutture (Mit), nella nuova pagina dedicata al sismabonus, ha fatto sapere che in ambito condominiale si possono mettere in sicurezza solo le parti comuni di un condominio.

Tale precisazione deve essere interpretata nel senso che quando si avviano dei lavori di adeguamento sismico in un condominio non è possibile agire sul singolo appartamento ma è necessario ricomprendere le parti comuni. In conclusione, coloro che vivono in appartamento in condominio non possono decidere in maniera autonoma di migliorare la sicurezza della propria abitazione ma devono programmare i lavori in accordo con tutto il condominio.

=> Case più sicure. Per allarmi e videosorveglianza si avrà diritto ad un bonus fiscale del 100%

Il riparto delle detrazioni fiscali. Il ministero, quanto agli aspetti fiscali, ricorda che per i lavori sulle parti comuni nei condomini,ogni appartamento può ottenere la detrazione fiscale fino a una spesa massima di 96 mila euro.

Sarà poi l'amministratore, sulla base del Regolamento di condominio e delle tabelle millesimali, a stabilire la quota di detrazione spettante ad ogni condomino.

La procedura. Per ottenere l'agevolazione occorre indicare nella dichiarazione dei redditi la spesa sostenuta. La detrazionefiscale di base è pari al 50% della spesa, ma la percentuale aumenta se dopo i lavori si riduce il rischio sismico.

Lariduzione del rischio è valutata sulla base di una graduatoria di 8 classi da A+ (meno rischio) a G (più rischio).La detrazione fiscale è ripartita in cinque anni in quote uguali, a partire dall'anno in cui sono stati pagati gli interventi,enel caso di parti comuni dei condomini è calcolata su una spesa massima di 96 mila euro moltiplicato per ilnumero di unità immobiliari che compongono il condominio ed arriva al: 75% se si passa a 1 classe di rischio inferiore; 85% se si passa a 2 o più classi di rischio inferiori.

=> Terremoto e sospensione del pagamento dei canoni di locazione.

La cessione del credito. Solo nel caso di interventi sulle parti comuni di edifici condominiali si può scegliere, al posto della detrazione fiscale, di cedere il credito ai fornitori che hanno effettuato i lavori oppure ad altri soggetti privati.

Le modalità di attuazione della cessione del credito saranno definite con un prossimo provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate.

In ogni caso non è possibile la cessione ad istituti di credito e ad intermediari finanziari

=> Escluso dal testo definitivo della Manovra 2017 il bonus casa per i condòmini incapienti.

In conclusione,

nella giuda pratica viene precisato che “Casa sicura” è un'agevolazione che consente di ottenere la detrazione fiscale dall'imposta lorda di una percentuale delle spese sostenute per lavori edilizi antisismici su abitazioni e immobili per attività produttive. Le spese devono essere sostenute dal 1° gennaio 2017 al 31 dicembre 2021. I lavori devono essere stati autorizzati dopo il 1° gennaio 2017.

=> Sopraelavazione e limiti sismici dell'edificio condominiale

Cerca: sisma bonus condominio

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento


Dissuasori per volatili in condominio. Chi paga?

Dissuasori per volatili in condominio. Chi paga?. Se l'assemblea di condominio decide l'installazione di dissuasori per volatili sulle parti comuni dell'edificio, come dev'essere considerato il contenuto