Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
88124 utenti
Registrati


Il portale N.1 sul Condominio
Consiglieri di condominio e poteri dei singoli condòmini

Consiglieri di condominio e poteri dei singoli condòmini

Richiesta documentazione, è necessario rivolgersi al consiglieri di condominio?

Nel condominio in cui vivo esiste un consiglio che controlla e coadiuva l'amministratore nell'espletamento del suo incarico.

Di recente un condomino non consigliere ha chiesto di prendere visione di determinati documenti, ma l'amministratore gli ha detto che siccome esiste il consiglio lui deve rivolgere quella richiesta ai consiglieri che sono gli unici ad avere diritto a prendere visione delle carte. Dal regolamento e della delibera che ha istituito il consiglio non risultano nulla di tutto ciò. L'amministratore ha ragione?

=> Poteri dei consiglieri di condominio

Questa la domanda che ci giunge da un nostro lettore.

La nostra risposta è semplice: no, non è vero e l'amministratore ha detto una cosa non esatta. Potrebbe esistere un'eccezione, ma si tratta di un'ipotesi rara. Vediamo perché e quale può essere l'eccezione.

Non è chiaro a quali documenti faccia il nostro lettore, ossia se ai registri condominiali o alle fatture ed agli altri documenti.

Quanto ai primi è utile ricordare che tutti i condòmini hanno diritto di prendere visione ed estrarre copia (a loro spese):

a) del registro di contabilità;

b) del registro di anagrafe condominiale;

c) del registro dei verbali e dell'allegato regolamento condominiale;

e) del registro di nomina e revoca degli amministratori dell'edificio.

=> I diversi registri introdotti dalla riforma del condominio.

Del luogo in cui sono tenuti tali registri e dei giorni in cui i condòmini possono prenderne visione previa richiesta, l'amministratore è obbligato a darne comunicazione al momento dell'accettazione dell'incarico e ad ogni suo rinnovo (art. 1129, secondo comma, c.c.). L'art. 1129, dodicesimo comma, del codice civile specifica che costituisce grave irregolarità l'omessa comunicazione di questi dati.

Si badi: l'art. 1129 c.c. è dichiarato assolutamente inderogabile dall'art. 1138, quarto comma, c.c. e pertanto - secondo quella che è la lettura comunemente accolta - le disposizioni in esso contenute non possono essere derogate nemmeno da un regolamento condominiale contrattuale.

=> Regolamento di condominio. Natura assembleare o natura contrattuale. Contenuto delle clausole. Divieti, limiti e quorum deliberativi.

L'art. 1130-bis, primo comma, c.c. afferma che "i condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie spese".

In buona sostanza a differenza dei registri, le fatture non devono essere messe a disposizione dei condòmini in giorni prestabiliti, ma possono essere sempre consultati senza che l'amministratore possa opporvi diniego.

In questo contesto, pertanto, la presenza del consiglio di condominio non interferisce in alcun modo con i diritti dei singoli partecipanti al condominio. Un conto è la presenza di un "organo" con funzioni consultive e di controllo, altro il diritto dei singoli a poter avere accesso ai documenti che li riguardano in quanto contitolari di diritti sulle parti comuni.

Di più: la norma estende il diritto anche ai titolari di "diritti di godimento", ossia ai conduttori.

L'eccezione di cui si diceva in principio può essere contenuta in un regolamento condominiale contrattuale in quanto l'art. 1130-bis c.c. che regolamenta il diritto di accesso alla documentazione giustificativa non è inserito tra quelli assolutamente inderogabili menzionati dall'art. 1138 c.c.

Ad avviso di chi scrive, tuttavia, le deroghe possono riguardare le modalità di accesso (es. per il tramite di una richiesta da presentarsi ai consiglieri), ma mai il diritto alla consultazione di documenti che riguardando l'estrinsecazione del diritto sul bene è da ritenersi incomprimibile.

=> Le responsabilità dei consiglieri di condominio

=> Prendere visione della documentazione condominiale, entro quanto tempo è possibile.

Cerca: richiesta documentazione necessario

Commenta la notizia, interagisci...
Biagio
Biagio martedì 22 marzo 2016 alle ore 21:13

Furbo questo amm.re. Non è culturalmente preparato la risposta e molto ridicola. Ha paura e sicuramente nasconde delle cose.I corsi di aggiornamento a cosa servono?

Renza  Minelli
Renza Minelli martedì 22 marzo 2016 alle ore 21:19

Grazie finalmente si da voce ai condomini che non vengono mai tenuti in considerazione .anche se hanno giusti interventi .i consiglieri che fanno , a volte , fanno solo le belle statuinie .non verificano nulla fanno il gioco dell amministratore .non sono i portavoce e la tutela del condominio .

Francesco
Francesco mercoledì 23 marzo 2016 alle ore 19:15

E cosa li nominate a fare, Renza.
Se non vi fidate o pensate che non facciano i vostri interessi, perché non nominate qualcun'altro?

Alessandro Volta
Alessandro Volta venerdì 25 marzo 2016 alle ore 20:01

Il problema del ruolo dubbio dei consiglieri condominiali é comune a moltissime realtà.
Tra questi condomini sono presenti rappresentanti
di interessi di parte del condominio, manutentori,
figure sostenute dall'amministratore, in una politica del consenso, che lo mantiene in carica,
anche in caso soggetto arrogante, come nel post
in oggetto. Il condomino che richiede di prendere in visione documenti di gestione e di estrarne copia, si trova di fronte ad un diniego basato su menzogne, anche per il fatto che l'amministratore deve sentirsi "el chapo"insindacabile. Il singolo condomino si trova bloccato, nelle sue legittime richieste e su questo dovrebbe essere possibile citarlo davanti ad un giudice di pace, senza mediazione di sorta. Una sanzione peccuniaria a carico dell'amministratore arrogante, lo vedrebbe ricondursi a più miti consigli.

Cerchi un amministratore?

In Evidenza

Dello stesso argomento

Le responsabilità dei consiglieri di condominio

Le responsabilità dei consiglieri di condominio

Consigliere di condominio. Quali sono le sue responsabilità?. Quali sono le responsabilità cui vanno incontro i condòmini che assumono il ruolo di consigliere di condominio? Detta diversamente: il consigliere

Partecipazione per delega al consiglio di condominio

Partecipazione per delega al consiglio di condominio

Il consiglio di condominio. Partecipazione per delega. Un nostro lettore, in merito alla partecipazione alle riunioni del consiglio di condominio, ci domanda: In caso di riunione dei consiglieri ed in assenza

Poteri dei consiglieri di condominio

Poteri dei consiglieri di condominio

Quali sono i poteri dei consiglieri di condominio?. Prendiamo spunto dalla domanda di un nostro lettore per approfondire la tematica dei poteri dei consiglieri di condominio. Cari amici di Condominioweb,

Documentazione contabile del supercondominio

Supercondominio, l'amministratore deve mettere a disposizione la documentazione citata in rendiconto

Documentazione contabile del supercondominio. In tema di approvazione del rendiconto consuntivo del condominio, è da ritenersi annullabile la deliberazione rispetto alla quale il condominio non sia stato

Ecco cosa succede se l'amministratore nega l'accesso alla documentazione condominiale

L'amministratore deve sempre garantire ai condomini l'accesso alla documentazione e l'estrazione di copia.

Ecco cosa succede se l'amministratore nega l'accesso alla documentazione condominiale. L'amministratore di condominio non è obbligato a depositare tutta la documentazione contabile in sede di approvazione

Quando l'amministratore di condominio può agire in giudizio senza rivolgersi ad un avvocato?

Quando l'amministratore di condominio può agire in giudizio senza rivolgersi ad un avvocato?

Ecco come l'amministratore può difendere gli interessi del condominio senza necessità di rivolgersi ad un avvocato. Rivolgersi ad un legale ha un costo, spesso, per molti troppo alto. Far da sé, per risparmiare,