Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103118 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
La delibera che approva il rendiconto è nulla se, al suo interno, sono presenti addebiti personali in violazione dei criteri di ripartizione millesimali
Problema condominiale? Inviaci un quesito

La delibera che approva il rendiconto è nulla se, al suo interno, sono presenti addebiti personali in violazione dei criteri di ripartizione millesimali

Niente addebiti personali nel rendiconto condominiale

Avv. Rosario Dolce  

La delibera che approva il rendiconto è nulla e non annullabile se, al suo interno, sono presenti addebiti personali in violazione dei criteri di ripartizione millesimali.E' irrilevante, pertanto, l'eccezione del condominio che qualifichi come tardiva l'impugnazione della delibera a norma dell'articolo 1137 codice civile (trenta gironi dall'adozione o dalla comunicazione della statuizione).

=> Un vademecum sul rendiconto condominiale. Una sentenza da non perdere assolutamente...

Sulla base di queste considerazioni il Tribunale di Milano, quale giudice d'appello, ha riformato la sentenza emessa dal Giudice di Pace con la quale aveva dichiarato improcedibile l'azione giudiziale esercitata da parte di un condòmino.

Il fatto. In un condominio milanese uno dei compartecipi ha fatto "causa" - come si dice in gergo - siccome aveva subito dei danni da infiltrazioni, onde ottenere il risarcimento. Ottenuta la condanna giudiziale, in sede assembleare,il condominio aveva disposto l'assegnazione di una somma di danaro a titolo di refusione (€ 12.430,00). La gestione della "partita economica" veniva, in seguito, rendicontata.

L'anno successivo, l'assicurazione del condominio elargiva una ulteriore somma di danaro in favore dello stesso condòmino danneggiato (del valore approssimativo di € 308,00).

A tal punto, l'amministratore del condominio inseriva il riconoscimento ottenuto dall'assicurazione in favore del singolo condòmino all'interno del rendiconto dell'anno successivo quale relativo addebito personale. In buona sostanza, con l'approvazione assembleare del rendiconto, il condominio chiedeva al singolo di restituire l'importo ricevuto dall'assicurazione ritenendolo come un "indebito".

Il condòmino "danneggiato" ha contestato la deliberazione e, per essa, il rendiconto e quindi ha impugnato entrambi gli atti avanti al Giudice di Pace milanese.Tuttavia, il predetto decidente ha ritenuto decaduto il condòmino dal diritto di poter sollevare l'azione di gravame, essendo decorsi più di trenta giorni dalla data della statuizione.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Milano del 28.12.2016

Cerca: rendiconto spese individuali condòmini

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento