Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103086 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Cassa o competenza? Le istruzioni del Tribunale di Roma per la corretta redazione del rendiconto condominiale.
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Cassa o competenza? Le istruzioni del Tribunale di Roma per la corretta redazione del rendiconto condominiale.

il Tribunale di Roma ha stilato una sorta di “vademecum” per la corretta redazione del rendiconto condominiale.

Avv. Giuseppe Nuzzo  

Il rendiconto condominiale deve essere strutturato in base al principio della competenza, bensì in base a quello di cassa? A questo quesito ha risposto il Tribunale di Roma, che con la sentenza del 2 ottobre 2017, ha stilato una sorta di “vademecum” per la corretta redazione del rendiconto condominiale.

=> Il ritardo nel presentare il rendiconto legittima la revoca dell'amministratore di condominio?

=> Art. 1130-bis del Codice Civile

Nel caso di specie, un condomino aveva impugnato la delibera con la quale era stato approvato il bilancio consultivo ordinario per l'anno 2014 in violazione dei principi in tema di rendiconto dettati dall'art. 1130-bis c.c.Il tribunale, pur ritenendo cessata la materia del contendere, ha giudicato fondate le doglianza sollevate contro il bilancio, condannando il condominio al pagamento delle spese di lite.

Nel valutare ciò, il giudice ha stilando una sorta di “vademecum” per la corretta redazione del rendiconto condominiale.

=> Rendiconto predisposto dall'amministratore poi revocato

Finalità del rendiconto. Il rendiconto, predisposto dall'amministratore, risponde all'esigenza di porre i condomini in grado di sapere come effettivamente sono stati spesi i soldi versati.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Roma, del 2 ottobre 2017

Cerca: redazione del rendiconto condominiale

Commenta la notizia, interagisci...
Gianni
Gianni giovedì 02 novembre 2017 alle ore 16:28

Bravissimi disonesti amm. di cond. ! L'eccellente Giudice avrà il diploma da ragioniere. Purtroppo gli operatori .....
si fanno guidare dai Giudici e le spese le pagano i condomini !!!!!!

Claudio
Claudio giovedì 02 novembre 2017 alle ore 16:44

Una contabilità vera e propria non è neòòe possibilità di tutti gli amministratori. Penso che la più semplice sia quella per cassa, con elencazione estracontabile delle partite in sospeso. Una situazione patrimoniale e tutto sarà controllabile e chiaro.

Claudio
Claudio giovedì 02 novembre 2017 alle ore 16:46

Una contabilità vera e propria non è nelle possibilità di tutti gli amministratori. Penso che la più semplice sia quella per cassa, con elencazione extracontabile delle partite in sospeso. Una situazione patrimoniale e tutto sarà controllabile e chiaro.

Vito46
Vito46 venerdì 02 marzo 2018 alle ore 18:27

Non sono un amministratore ma sono diventato amministratore ombra dopo che un amministratore disonesto ha imbrogliato tutti e per fortuna abbiamo avuto un piccolo Ammanco.
Io prediligo il principio di cassa in quanto genera una contabilità lineare.
Lo specchio della gestione è la situazione patrimoniale la quale è suddivisa in due gruppi:Conto economico include esistenza di cassa inizio gestione, entrate e uscite.
Conto patrimoniale include esistenza di cassa a fine gestione, attività epassivita

Vito46
Vito46 venerdì 02 marzo 2018 alle ore 18:38

... segue
Nelle entrate: tutti gli incassi a qualsiasi titolo.
Nelle uscite : tutti i pagamenti a qualsiasi titolo.
Entrate-uscite = esistenza di cassa a fine gestione ( da riportare nelle attività)insieme a tutti i crediti verso condòmini e terzi.
Passività : debiti verso condomini, fatture non pagate ed eventuale fondo di riserva.
Il totale attività

Vito46
Vito46 sabato 03 marzo 2018 alle ore 15:53

... segue.
Il totale attività deve coincidere con il totale passività per realizzare il pareggio di bilancio.
Se il totale attività risulta maggiore del totale passività la differenza va documentata come fondo disponibile nelle passività.

Gianni
Gianni lunedì 05 marzo 2018 alle ore 09:51

Claudio e Vito46 BRAVISSIMI e Competenti. Loro scritti MONITO agli Amm di Cond (dottori o presunti tali). L'operatività loro dovrebbe pur essere (dopo consultazione)CONDIVISA dai CONSIGLIERI (art 1130bis c. c.)del condominio per poi essere portata a conoscenza di tutti i condomini.

    in evidenza

Dello stesso argomento


Rendiconto falsato o errato. Ecco le differenze...

Rendiconto falsato o errato. Ecco le differenze... Quando un rendiconto condominiale può dirsi errato?Quando il medesimo documento può essere considerato falsato?Quali sono le differenze delle conseguenze