Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
98518 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Movida sotto casa troppo rumorosa? Comune condannato ad allontanare i giovani chiassosi. Una sentenza innovativa
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Movida sotto casa troppo rumorosa? Comune condannato ad allontanare i giovani chiassosi. Una sentenza innovativa

Comune condannato per non aver adottato un servizio di vigilanza contro la movida notturna

Avv. Marcella Ferrari del Foro di Savona  

Comune condannato ad adottare un servizio di vigilanza contro la movida notturna per la lesione del diritto alla normale vita familiare dei residenti della zona.

Con una sentenza a dir poco innovativa (Tribunale di Brescia, sentenza 2621 del 26 settembre 2017), il giudice ha condannato il Comune di Brescia non solo al risarcimento del danno in favore della coppia proprietaria dell'immobile, ma ha imposto all'ente comunale di impiegare gli agenti per far sgomberare le persone rumorose dalla strada di sua proprietà. Analizziamo i fatti e chiariamo il profilo giuridico della vicenda.

=> Dormire...dolce dormire. Urlare in piena notte lede il riposo delle persone. Scatta il reato.

=> Condannato il titolare del bar che impedisce il riposo del vicinato

La vicenda. I proprietari di un immobile sito nel centro storico convenivano in giudizio il Comune di Brescia poiché, a causa dell'apertura di numerosi locali notturni nella zona, centinaia di persone sostavano lungo la via a tarda notte schiamazzando e vociando.

Tali immissioni erano intollerabili, in quanto impedivano agli attori il riposo notturno e la possibilità di dedicarsi alle normali attività quotidiane, come guardare la televisione o leggere un libro.

Gli istanti si erano rivolti al Comune affinché adottasse i provvedimenti opportuni, ma la situazione era rimasta immutata.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Sentenza inedita
Scarica Tribunale di Brescia, 2621 del 26 settembre 2017

Cerca: movida giovani condannato il comune

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento