Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
103167 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Vi siete mai chiesti come si ripartisce la bolletta dell'acqua quando mancano i contatori individuali?
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Vi siete mai chiesti come si ripartisce la bolletta dell'acqua quando mancano i contatori individuali?

La misurazione dei consumi individuali dell'acqua deve essere effettuata con strumenti di rilevazione obiettiva

Avv. Rosario Dolce  

Nel condominio degli edifici, in tema di ripartizione della spesa inerente il consumo idrico, occorre fare riferimento al D.P.C.M. 4 marzo 1996, Disposizioni in materia di risorse idriche, il quale stabilisce – al punto 8.2.8 - che la ripartizione interna ì sia organizzata, a cure e spese dell'utente, mediante l'installazione di singoli contatori a discarica all'interno di ciascuna unità immobiliare.

Tradotto dal punto di vista normativo, vuol dire che l'amministratore è tenuto a ripartire la spesa in funzione del ricorso al parametro di cui all'articolo 1123, comma 2, codice civile, a mente del quale “Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne”.

=> Bollette di acqua contestate? Il fornitore deve provare il funzionamento del contatore

Il caso però che ci apprestiamo a trattare è diverso e riguarda l'ipotesi in cui nel condominio degli edifici non siano installati i contatori a discarica all'interno nelle singole unità allacciate e occorre, in ogni caso, procedere alla suddivisione della spesa.

Quale criterio poter applicare, allora? In questo caso, secondo il Tribunale di Roma (con Sentenza del 31.01.2017), la ripartizione dei consumi idrici deve essere disposta tra i condòmini in ragione delle tabelle millesimali di proprietà, non potendosi ricorre ad altri parametri, come quello della ripartizione in parti uguali o quello ancora variabile dei componenti familiari che abitano l'immobile.

=> Bollette acqua "insolute": una possibile soluzione.

Il fatto.Un amministratore di un condominio romano ha convocato l'assemblea dei condomini al fine di stabilire quali criteri applicare per la ripartizione della spesa relativa al consumo idrico, vista l'assenza dei contatori a discarica in ciascuna delle unità immobiliari del fabbricato.

 Continua [...]

Per continuare a leggere la notizia gratuitamente clicca qui...

Scarica Tribunale di Roma Sentenza del 31.01.2017

Cerca: misurazione dei consumi

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento