Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
98130 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Certificazione di idoneità statica nel comune di Milano: il tempo stringe per adeguarsi
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Certificazione di idoneità statica nel comune di Milano: il tempo stringe per adeguarsi

26mila stabili privati, se inadempienti, rischiano di perdere l'agibilità

 

Più di 26mila edifici privati devono essere sottoposti a verifica di idoneità statica, finalizzata all'emissione del CIS (Certificato di idoneità statica), senza contare quelli pubblici.

A stabilirlo è stato il Comune di Milano nel 2014. Da allora sono passati tre anni e il mercato è tuttora quasi del tutto fermo nonostante i tempi stringano, visto che le pratiche vanno ultimate entro il 2019 e, soprattutto, visto che le procedure per eseguire il CIS possono durare diversi mesi, qualora venissero rilevate problematiche strutturali da sanare.

«Al momento sono soltanto una manciata di aziende ad occuparsi dell'emissione del CIS - ha commentato il titolare di Sicurcond Stefano Faita -.

Solamente la SC Divisione Certificazioni di Sicurcond, realtà aziendale leader sulla scena meneghina, ha messo in campo un pool di architetti e ingegneri che si sta dedicando a questo tipo di progetto.

Non solo. La nostra azienda ha voluto realizzare del materiale informativo, come il manuale per amministratori di condominio, al fine di rendere fruibile a tutti gli adempimenti previsti dalla normativa.

Ormai non c'è più tempo: entro il 2019 tutti gli stabili con più di 50 anni dovranno essere in possesso del Certificato di Idoneità Statica.

La mancata emissione di suddetta certificazione comporta, tra le altre cose, la decadenza dell'agibilità che ha come diretta conseguenza il crollo del valore immobiliare dello stabile. Inoltre, questa certificazione è obbligatoria e i notai dovranno allegarla agli atti per la compravendita degli edifici».

=> Certificato di agibilità: cosa è e come si ottiene

Tutti i dettagli relativi all'emissione del CIS sono presenti all'art. 11.6 del Regolamento Edilizio del Comune di Milano, il primo ente in tutta Italia ad aver reso obbligatoria questa procedura volta a «preservare il patrimonio edilizio esistente e quindi a garantire l'agibilità e la sicurezza dello stesso», come ha sottolineato l'assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran.

Nello specifico è dal 26 novembre del 2014 che il Comune di Milano ha stabilito che gli edifici con più di 50 anni di vita devono essere sottoposti obbligatoriamente alle verifiche di idoneità statica finalizzate all'emissione del CIS (Certificato di Idoneità Statica).

Nel novembre 2016 l'Ordine degli Ingegneri della provincia di Milano ha poi pubblicato delle linee guida, definite dal Comune «corrette e univoche al fine di cristallizzare indicazioni operative puntuali per la compilazione della dichiarazione del Certificato di Idoneità Statica (CIS) dei fabbricati più datati, resa obbligatoria dal nuovo Regolamento Edilizio».

«Restano dunque due anni alla scadenza di tale obbligo - continua Stefano Faita -. È bene che gli amministratori di condominio e gli stessi condomini comincino a interessarsi, allo scopo di evitare spiacevoli sorprese».

=> Sicurezza degli edifici condominiali. In arrivo nuovi oneri per gli amministratori di condominio.

Cerca: certificazione emissione idoneità statica

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento


Certificazione Unica per Dipendenti e Autonomi 2015.

Certificazione Unica per Dipendenti e Autonomi 2015. Il 2015 si apre con una grande novità in materia fiscale: quest'anno di fatto c'è un solo modello per raccogliere tutte le somme corrisposte, non solo i redditi