Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
99366 utenti
Registrati
Il portale N.1 sul Condominio
Polizza assicurativa obbligatoria. Nullo l'atto di compravendita se gli edifici non sono a norma con l'antisismica
Problema condominiale? Inviaci un quesito

Polizza assicurativa obbligatoria. Nullo l'atto di compravendita se gli edifici non sono a norma con l'antisismica

Messa in sicurezza, polizza assicurativa obbligatoria e nullità dell'atto di compravendita. Queste le misure allo studio

Angelo Pesce - Consulente Tecnico  

Dopo i crolli di Ischia, il Governo sta preparando un provvedimento d'urgenza che comporterà l'obbligatorietà di una polizza assicurativa per la copertura da eventi sismici, la messa in sicurezza statica per gli edifici a rischio (con Iva ridotta per i proprietari) e la nullità degli atti di compravendita per quegli edifici che non risulteranno a norma.

=> Polizza obbligatoria contro le catastrofi? Non lo è ma potrebbe diventarlo.

=> Rispunta la polizza fabbricati contro le calamità. Potrebbe diventare obbligatoria

Quali le misure del Governo. Dopo gli ultimi fatti di Ischia, dove si è accertata la presenza di abusivismi, sopraelevazioni non condonate (e dunque realizzate senza alcuna verifica) e costruzioni non a norma con le prescrizioni antisismiche (anche perché costruite precedentemente alla normativa in vigore), il Governo pensa a provvedimenti d'urgenza.

Il prossimo Consiglio dei Ministri, infatti, sarà chiamato all'esame di alcune misure attuative, ancora in fase di studio, e che sono il risultato di una già avviata collaborazione fra le diverse associazioni del campo immobiliare (Ance, Assoimmobiliari, Anci), assicurativo (Ania, Abi) e gli enti che si occupano di eventi calamitosi.

Il provvedimento vuole puntare in maniera diretta alla messa in sicurezza di tutti gli immobili a rischio con interventi antisismici e agevolazioni fiscali, all'obbligatorietà di una polizza assicurativa per gli eventi sismici e all'inasprimento delle sanzioni per quegli immobili, oggetto di compravendita, che risulteranno non a norma.

=> La polizza globale fabbricati. I rischi assicurabili

Il dettaglio dei provvedimenti previsti

  • Annullabilità atti di compravendita/donazione. Il primo provvedimento in fase di studio, prevede l'annullabilità (o sanzione pecuniaria) di tutti gli atti pubblici e di scrittura privata autenticata fra due soggetti, per il trasferimento di edifici o loro parti ricadenti nelle zone sismiche classificate ad alta pericolosità (zone 1 e 2) e che risultino non in regola con la normativa antisismica.

    All'atto della stipula il proprietario sarà obbligato ad allegare alla documentazione, una certificazione che attesti il rispetto della normativa antisismica; tale certificazione potrà essere sostituita dall'attestazione di conformità alla normativa antisismica e di idoneità statica della struttura, sottoscritta da un tecnico abilitato che se ne assume la piena responsabilità.

    Sulla base delle anticipazioni trapelate, il provvedimento consentirà di allinearsi alla normativa in un arco temporale di cinque anni per gli immobili a destinazione residenziale, ricettiva alberghiera e pertinenziale di soggetti pubblici, mentre sale a sette anni per tutte le altre tipologie (ad es. edifici per attività produttive).

  • Polizza obbligatoria.

    Altra misura in fase di studio comporterebbe la stipula obbligatoria, per tutte le tipologie edilizie (ad uso abitativo e produttivo/commerciale), di una polizza assicurativa che copra dal rischio sismico; fa da contraltare la possibilità di detrarre dall'imposta lorda il 65% del premio assicurativo versato, sia per le persone fisiche che giuridiche.

    La polizza consentirebbe il risarcimento dei danni dovuti dalla perdita dell'immobile per sisma (o calamità naturali) e la riduzione dei costi per la ricostruzione.

  • Iva ridotta per interventi antisismici. L'ultima misura prevista riguarderebbe tutti gli interventi di adeguamento antisismico e messa in sicurezza dell'immobile (ma anche la bonifica da amianto); il Governo sta puntando da tempo sul recupero del patrimonio immobiliare italiano, attraverso incentivi fiscali volti a favorire interventi antisismici (vedasi il sisma bonus che, con la Legge di Stabilità 2017, prevede bonus fiscali diversificati per zone sismiche e per tipologia di soggetto richiedente, sia esso privato, condominio o impresa).

    L'attuale provvedimento ridurrebbe l'aliquota Iva al 5% per gli investimenti relativi ad adeguamento antisismico e ricostruzione post-sisma.

Cerca: polizza assicurativa

Commenta la notizia, interagisci...

    in evidenza

Dello stesso argomento