Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
88052 utenti
Registrati


Il portale N.1 sul Condominio
Piante in vaso ed in aiuola nel giardino condominiale

Piante in vaso ed in aiuola nel giardino condominiale

Piante in vaso e il problema del decoro architettonico.

Un nostro lettore ci pone il seguente quesito in materia di modificazioni del giardino condominiale e decoro architettonico dell'edificio:

La tutela del il decoro architettonico si estende anche all'uso del giardino condominiale per porvi delle piante in vaso?

Quesito oltremodo vago che non consente di dare una risposta univoca, per cui risulta necessario esplorare la vicenda ipotizzando due modalità di utilizzazione del giardino; il riferimento è all'apposizione di piante in vaso deciso dall'assemblea condominiale ed alla stessa attività praticata su iniziativa del singolo condomino.

Supponiamo che si tratti di un giardino mattonato e non di aiuole, rispetto alle quali vale quanto diremo in breve qui di seguito.

Rispetto a quest'ultima ipotesi, tuttavia, non si pongono problemi, laddove l'apposizione di piante (da piantumare o da lasciare nei vasi) sia decisa dall'assemblea: l'aiuola ha come propria specifica funzione quella di ornare l'edificio di cui è pertinenza, sicché la decisione di apporvi delle piante non può che essere considerata alla stregua di un'utilizzazione consona e conforme alla destinazione d'uso di quel bene.

Nell'ipotesi di piantumazione di alberi e piante particolarmente ingombranti sarà necessario rispettare le distanze da balconi e finestre delle unità immobiliari di proprietà esclusiva, così come sancito dall'art. 892 del codice civile.

Quanto alla decisione del singolo, essa dovrà considerarsi legittima nella misura in cui la decisione di piantumare o comunque apporre vasi non leda il pari diritto degli altri condòmini.

Ad avviso di chi scrive, salvo casi eccezionali (difficilmente ipotizzabili), la piantumazione di alberi e piante non può essere considerata lesiva del decoro dell'edificio, ma l'esatto contrario.

=> Condominio: uso della cosa comune. E' lecito piantare alberi e fiori nel giardino condominiale

Discorso non dissimile va fatto nell'ipotesi di apposizione di piante in vaso nel giardino condominiale mattonato.

È utile ricordare che per decoro architettonico “deve intendersi l'estetica del fabbricato data dall'insieme delle linee e delle strutture che connotano lo stabile stesso e gli imprimono una determinata, armonica fisionomia ed una specifica identità” (così Cass. 16 gennaio 2007, n. 851).

Le piante sono un elemento accessorio non direttamente riguardante la sagoma dello stabile, ma comunque s'inseriscono nel novero dei beni in grado d'incidere sull'estetica complessiva del condominio. Ad avviso di chi scrive la funzione decorativa delle piante è di per sé difficilmente compatibile con l'alterazione del decoro, ossia con un intervento in grado di peggiorare l'estetica dello stabile.

=> Ogni condomino, nel giardino comune, può fare giardinaggio

La loro presenza, nel caso di apposizione di vasi in un giardino mattonato, può essere considerata d'intralcio rispetto ad altre funzioni cui il giardino o con la stessa sicurezza dei condòmini.

Si pensi a piante con foglie acuminate rigide: esse possono creare pericoli per gli occhi delle persone, specie se collocate in punti di passaggio. Le piante in vaso, inoltre, possono recare disturbo alle modalità d'utilizzazione del bene comune previste dal regolamento condominiale o comunque in atto.

L'apposizione di piante in vaso, pertanto – lungi dal recare alterazione del decoro, sia essa decisa dall'assemblea o operata dal singolo condomino – deve essere eseguita in modo tale da consentire gli eventuali usi già in atto di quella parte comune e – nell'ipotesi di iniziativa del singolo – non essere lesiva del pari diritto d'uso del bene comune da parte degli altri condòmini.

In poche parole l'apposizione di piante in vaso in un giardino condominiale è in astratto lecita, mentre la collocazione materiale dev'essere decisa caso per caso con riferimento alle indicazioni appena esposte.

=> Lecito il collocamento di sedie e piante nelle parti comuni da parte di un condomino

Cerca: piante giardino decoro

Commenta la notizia, interagisci...

Cerchi un amministratore?

In Evidenza

Dello stesso argomento

Attenzione a sporcare il giardino del vicino. Si commette reato

Il condomino che getta rifiuti dal balcone sporcando il giardino del vicino commette reato

Attenzione a sporcare il giardino del vicino. Si commette reato. Quando un comportamento non solo incivile, ma penalmente rilevante, configura il reato di getto di cose pericolose previsto dall'art. 674 cod. La Corte

Che fare per rampicanti e piante invadenti dei vicini?

Che fare per rampicanti e piante invadenti dei vicini?

Come comportarsi quando le piante del vicino sono invadenti. Uno dei motivi di maggiore tensione nei rapporti di vicinato, oltre agli immancabili rumori, è connesso alla presenza di piante e piante rampicanti.

Piscina su un terreno destinato a giardino condominio, è possibile?

Piscina realizzata sul terreno destinato a giardino condominiale: quando è legittima?

Piscina su un terreno destinato a giardino condominio, è possibile?. Per stabilire la legittimità o meno della piscina costruita su un'area non edificata rispetto al regolamento condominiale – che prevede