Rumori di "condomio"

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Disoccupato
    Località
    Basiliano
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Rumori di "condomio"

    Buongiorno, ringrazio in anticipo chiunque mi risponderà.
    Io a differenza di molti ho il problema inverso riguardo i rumori molesto, nel senso che sono accusata io di provocare, ma ora spiego meglio la situazione.
    Da circa due anni avuto abito in questa palazzina formata da 5 appartamenti(e per questo non abbiamo ne un vero regolamento condominiale ne un amministratore) di proprietà dei miei nonni che me l'hanno concessa in usufrutto gratuito per aiutarmi in un momento difficile.
    Da che ci siamo trasferiti in quella casa sono iniziati i problemi con il vicino di casa (sotto il mio appartamento), più e più volte io e il mio ormai ex compagno siamo stati richiamati per rumori molesti a qualsiasi ora, anche quelle che per la normativa del comune sono orari normali (esempio le 17 del pomeriggio) a cui abbiamo sempre risposto adeguandoci nei limiti a quello che ci veniva richiesto, ma arrivando a limiti estremi di ansia quando ci trovavamo anche solo a parlare in casa.
    Va detto che le case non sono assolutamente ben insonorizzate tanto che dalla mia abitazione si sente distintamente il suono del campanello del vicino sottostante come se fosse il mio (più di una volta sono andata alla porta convinta ci fosse qualcuno) e le sue innumerevoli chiamate (Se si presta attenzione si può capire chiaramente quello che dice).
    Tutto questo però è una premessa alla mia vera e propria situazione. Ormai da Maggio 2016 non risiedo costantemente in quella casa per altre motivazioni, e se ci vado è solo nei weekend con il mio attuole fidanzato, il discorso è che ora il mio fidanzato essendo militare è per 6 mesi fuori dall'Italia per lavoro e quindi non vado in quella casa nemmeno i Weekend. Detto ciò al momento in casa sono collegati solo frigo/freezer come sempre è il riscaldamento che il tecnico mi ha consigliato di tenere al minimo per evitare di danneggiare le tubature se riaccendo il riscaldamento dopo un lungo periodo di inattività.
    Detto questo il vicino recentemente si è rifatto vivo dopo mesi di silenzio dicendo che dal mio appartamento proviene un brusio (che lui ha misurato di 15 dB e 200mhz a detta sua, non so se abbia fatto una perizia o meno) che non gli permette di dormire e vivere tranquillamente, e è che soprattutto questo brusio deriva da una stanza in cui non vi è nulla di collegato che potrebbe indurre questo rumore. Ora il discorso è che non chiama più me, ma chiama anche più volte al giorno i miei nonni in quanto proprietari ma che però sono una coppia che per quanto arzilla supera gli 80 anni a testa e soffrono entrambi di pressione alta.
    La mia domanda quindi è proprio questa il fatto che siano 15dB implica che effettivamente è un rumore talmente assordante da giustificare da parte del suddetto vicino chiamate anche alle 22 di notte ad una coppia anziana?
    E se così non fosse come posso agire per far sì che il vicino si calmi una volta per tutte?
    (Senza escludere che effettivamente ci sia un problema e quindi si agirà anche nel verso contrario cioè nel risolvere la questione con lavoro qualora necessari)
    Grazie per le risposte


  2. #2
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Primi messaggi Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    68
    Reputazione
    5
    Citazione Originariamente Scritto da Isa91 Visualizza Messaggio
    La mia domanda quindi è proprio questa il fatto che siano 15dB implica che effettivamente è un rumore talmente assordante da giustificare
    Posso risponderti solo su questo punto, ma dopo una domanda: il rumore che viene dal tuo appartamento è 15dB sopra il rumore di fondo? In tal caso, sì, è un rumore notevole.
    Tieni presente che ogni 10dB vuol dire che il rumore si moltiplica per 10 (e più o meno ogni 3 che si raddoppia), quindi 15dB sul rumore di fondo vuol dire che dal tuo appartamento proviene un rumore circa 40 volte superiore a quello di fondo, con cui "avrebbero diritto" di vivere.

    Per capirci, nel caso tu avessi un bar o un'altra attività commerciale, le norme dell'inquinamento acustico prevedono un differenziale massimo di 3dB sul rumore di fondo tra le 22 e le 7. E di 5db il resto della giornata.

    Come puoi vedere, se davvero ci sono 15dB di differenziale, hanno ragione di lamentarsi.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 164 mi piace }
    Frequentatore assiduo Altra libera prof. L'avatar di Romano L
    Località
    Pescara
    Messaggi
    1,071
    Reputazione
    15
    La frequenza audio, va 20Hz a 20KHz; 200MHZ è radio frequenza non udibile.

    Molto probabile chi si lamenta dovrebbe andare prima dall'otorino, poichè si può pensare che abbia problemi di acufene che si accentuano nel silenzio:
    http://www.farmacoecura.it/malattie/...rapia/#steps_2

    La percezione di rumori, è strettamente legata al rumore di fondo presente. Questo significa che cio che non sento di giorno lo posso sentire la notte perchè il livello del fondo si abbassa e non perchè si alza il rumore percepito.

    Assolutamente vietato fidarsi delle rilevazioni fai da te, del tipo App

    L'acquisto di un Fonometro da poichi € può essere una soluzione per verificare solo la variazione in dB
    Non certamente misuriamo il valore assoluto del livello sonoro, per farlo ci vuole un Fonometro tarato e una serie di accorgimenti tecnici per la rilevazione.
    La potenza ogni 3 dB raddoppia, mentre il raddoppio della distanza dalla fonte rumorosa fa decrescere il livello sonoro di 6 dB nello spazzio libero.
    Ultima modifica di Romano L; 01-02-2017 alle 08:17

  5. #4
    Non è collegato
    { 1627 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    18,315
    Reputazione
    223
    15 decibel non sono rumore (il respiro umano e' 20 decibel ).


    Altra cosa se si parla di 15 decibel sopra il rumore di fondo .

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    milano
    Messaggi
    7
    Reputazione
    0
    solamente la ASL ha la possibilità di monitorare eventuali rumori eccessivi, ma li deve contattare il diretto interessato con una richiesta ben specifica (e a sue spese). Tutto il resto è un fai-da-te che non ha alcun valore. Non devi quindi assolutamente dare peso a questo tipo di lamentele.

  7. #6
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Primi messaggi Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    68
    Reputazione
    5
    Citazione Originariamente Scritto da max_mad Visualizza Messaggio
    solamente la ASL ha la possibilità di monitorare eventuali rumori eccessivi, ma li deve contattare il diretto interessato con una richiesta ben specifica (e a sue spese). Tutto il resto è un fai-da-te che non ha alcun valore. Non devi quindi assolutamente dare peso a questo tipo di lamentele.
    L'interessato può anche richiedere perito di parte (iscritto all'albo).
    Ed è vero che è a sue spese, ma se ha comunicato più volte la presenza del disturbo e poi fa causa, la perizia la rimborsa lei, se perde (e se una perizia dice poi che ci sono 15 dB di differenziale -ma anche solo 10- perde).

    Questo potrebbe essere uno dei pochi casi, trattandosi di rumori provenienti da impianti (mi pare di capire che è dovuto al frigo lasciato sempre acceso? ha motore difettoso?) che permette al disturbato di fare misurazioni, visto che si tratterebbe di rumori che proseguono costantemente per un lungo periodo di tempo. Non prenderei la cosa troppo sotto gamba e andrei a verificare se davvero questi elettrodomestici fanno tutto questo rumore.

  8. #7
    Non è collegato
    { 1627 mi piace }
    Utente d'eccellenza++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    18,315
    Reputazione
    223
    Se
    Citazione Originariamente Scritto da max_mad Visualizza Messaggio
    solamente la ASL ha la possibilità di monitorare eventuali rumori eccessivi, ma li deve contattare il diretto interessato con una richiesta ben specifica (e a sue spese). Tutto il resto è un fai-da-te che non ha alcun valore. Non devi quindi assolutamente dare peso a questo tipo di lamentele.
    L'Asl non interviene per rumori "privati" ma rumori "pubblici" ossia interviene su richiesta di soggetti pubblici .

  9. #8
    Non è collegato
    { 6 mi piace }
    Primi messaggi Disoccupato L'avatar di antara
    Località
    Napoli
    Messaggi
    64
    Reputazione
    1
    LIMITI DI RUMORE NEGLI AMBIENTI ABITATIVI

    All'interno degli ambienti abitativi, il rilevamento deve essere eseguito sia a finestre aperte che chiuse, al fine di individuare la situazione più gravosa.

    Il livello differenziale di rumore è la differenza tra il livello di rumore ambientale (cioè quello presente quando è in funzione la sorgente di rumore che causa il disturbo) e il livello di rumore residuo (cioè il rumore di fondo). Il livello differenziale di rumore non deve superare i seguenti valori limite differenziali di immissione (art. 4, comma 1 del DPCM 14/11/97):

    5 dB(A) per il periodo diurno (6-22);
    3 dB(A) per il periodo notturno (22-6).

    I valori limite differenziali non si applicano nei seguenti casi, in quanto ogni effetto di disturbo del rumore è da ritenersi trascurabile (art. 4, comma 2 del DPCM 14/11/97):

    a) se il rumore misurato a finestre aperte sia inferiore a 50 dB(A) durante il periodo diurno e 40 dB(A) durante il periodo notturno;
    b) se il livello di rumore ambientale misurato a finestre chiuse sia inferiore a 35 dB(A) durante il periodo diurno e 25 dB(A) durante il periodo notturno.

    Esempio: una famiglia si lamenta del rumore di una fabbrica nel periodo diurno:

    il rumore ambientale misurato all'interno dell'abitazione a finestre aperte è di 54 dB(A);
    il rumore residuo (cioè di fondo) è di 40 dB(A).

    Il rumore è da considerarsi disturbante perché:

    il rumore ambientale supera la soglia di accettabilità di 50 dB(A) e contemporaneamente
    la differenza tra il rumore ambientale e il rumore residuo, 54 - 40 = 14 dB(A) è superiore a limite differenziale di 5 dB(A).

    fonte: http://www.acusticasas.it/Acustica_Ambientale.htm

  10. #9
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Genova
    Messaggi
    11
    Reputazione
    0
    NO! Nei casi di rumori del vicinato, si applica solo e unicamente l'art.844 c.c., immissioni di rumori dal fondo del vicino.

    Il DPCM 14/11/97 si applica solo per i rumori che arrivano da fuori, quindi fonti di inquinamento acustico come ferrovie, strade, fabbriche ecc.

  11. #10
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Primi messaggi Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    68
    Reputazione
    5
    Citazione Originariamente Scritto da condo2016 Visualizza Messaggio
    NO! Nei casi di rumori del vicinato, si applica solo e unicamente l'art.844 c.c., immissioni di rumori dal fondo del vicino.

    Il DPCM 14/11/97 si applica solo per i rumori che arrivano da fuori, quindi fonti di inquinamento acustico come ferrovie, strade, fabbriche ecc.
    Corretto.
    Solo che la giurisprudenza considera di solito sicuramente superata la normale tollerabilità quando sono superati quegli stessi limiti.
    (E lo stesso criterio viene utilizzato per il disturbo della quiete pubblica).

  12. #11
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Disoccupato
    Località
    Basiliano
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Grazie delle risposte, ho fatto un passaggio in casa e l'unico "rumore" presente è quello del riscaldamento in funzione, e per sentirlo (almeno dal mio appartamento) ho dovuto stare perfettamente ferma e in silenzio In varie parti della casa. Per quanto non ne abbia ancora la sicurezza immagino che il rumore del riscaldamento appena percettibile nel mio appartamento, provochi un rumore di 15db sopra il normale nel suo....
    Grazie ancora per le risposte date

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve, abito in un supercondominio formato da 4 palazzine e negozi. 3 di queste palazzine, che chiamiamo "scale", hanno ognuna un proprio contatore...
  2. Pongo quesito: - tre palazzine, aspetto architettonico simile (2uguali 1differente) costruite dalla stessa impresa, di 3 piani -io proprietario di...
  3. Nel senso al II punto dell o.d.g. ho la nomina amministratore e suo compenso,,,, seguono altri punti quali III approvazione rpeventivo, IV...
  4. Dal piano inferiore si sentono continui rumori che quasi sembrano picchettii e dislocazione mobili..... Tempo fa, tale inquilino mi aveva chiesto...