Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima
Like Tree15Ringraziamenti

Rumori dal piano di sopra

  1. #18
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    28
    Reputazione
    0
    Pure io sto impazzendo. Ma quando sono maleducati c'è poco da fare. A noi ci volevano picchiare. Stiamo vivendo un inferno. Si può insonorizzare la casa per non sentirli? Costa tanto?

  2. #19
    Non è collegato
    { 15 mi piace }
    Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    62
    Reputazione
    9
    E' possibile insonorizzare la casa, solo che non serve a niente...
    Si parla di migliaia di euro buttati nel wc. Non scherzo.

    I miei lo hanno fatto a casa loro, l' intera parete della sala accorciata di tipo 10 cm. Risultato: ZERO.
    Basta avere delle basi di acustica per capire che l' insonorizzazione a posteriori è un' utopia, tra l' altro per questo problema specifico spesso non è sufficiente nemmeno riuscire ad attutire un pò il rumore visto che quando si è esasperati ormai si è sensibili anche al minimo rumore.

    Primo, il suono si propaga in tutte le direzioni ed essendo un' onda (parliamo pure di vibrazione per capirci) si propaga SOPRATTUTTO attraverso le strutture stesse delle costruzioni.
    Oggetti che cadono sul pavimento, tallonate a piedi scalzi, scarpe, trascinamento di mobili, porte che sbattono... tutte vibrazioni a diretto contatto con la struttura, quindi anche coprendo di piombo una parete troverebbero comunque la strada su tutti i muri non coperti.
    Urla, cani che abbaiano, bimbi/nonne che gridano, tifosi infuocati, sposini focosi, amici festanti... frequenze troppo alte che non possono essere attutite dal lato interno delle NOSTRA casa, andrebbero posizionati pannelli fonoISOLANTI nella LORO casa... e ci siamo già capiti.

    Chi ricorda le lezioni di fisica sa che l' unico ambiente in cui il suono non si propaga è nel vuoto, il che vorrebbe dire creare il vuoto intorno a tutto il "cubo" che è la nostra casa, non è una cosa fattibile insomma (anche se una mezza idea ce l' avrei, ma di nuovo si parlerebbe di migliaia e migliaia di euro...).
    Ma non scherzo dicendo che l' unica soluzione accettabile sarebbe creare letteralmente una stanza nella stanza, in modo che la struttura in comune con i vicini non sia più condivisa e di conseguenza le vibrazioni sonore.

    Vivendo questo problema da anni, le mie soluzioni per nulla definitive sono:

    - Cambiare casa (4 traslochi in 8 anni), e mi rifiuto di comprarne una.
    Sceglierne una all' ultimo piano o su due piani per evitare almeno il rischio tallonate.
    Meno inquilini possibili intorno (ora li ho solo sui lati).
    Verificare che non ci siano cani (ma purtroppo non garantisce nulla, li prendono dopo o cambiano i vicini...)
    Verificare che non ci siano nomi africani sui campanelli, sai, per loro il casino "è gioia"...

    - Essere il primo a mettere gommini alle sedie e fare silenzio, così in caso di diatriba non ti si possa dire nulla
    - dormire con i tappi alle orecchie
    - usare le cuffie per ascoltare la tv, musica, etc per isolarsi e non rompere a mia volta le balle agli altri
    - Cambiare casa. Eh già.

    Non consiglio a nessuno di spendere soldi per insonorizzare la casa, qualcuno dice di aver risolto ma non ci credo, è praticamente un tiro di dadi che dipende da troppi fattori e con quello che spendi ti paghi trasloco e burocrazia per andare altrove.
    Provo sincera empatia per chi non sopporta i vicini maleducati e rumorosi, io ho imparato che chiedere, spiegare, litigare, coprire pareti non serve ad un bel niente e quindi rinuncio proprio allo scontro.
    valentina18 likes this.

  3. #20
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    Catanzaro
    Messaggi
    28
    Reputazione
    0
    Infatti quando ho provato educatamente mi volevano picchiare. Fumano e mi bruciano i vestiti. Sbattono tappeti. Tirano sedie. Gridano. Sono solo in due marito e moglie ma sono maleducati da non credere. Cambiare casa non posso. Ho persino paura perché sono cattivi. Grazie per i consigli
    valentina18 likes this.

  4. #21
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Nuovo utente Operaio
    Località
    BG
    Messaggi
    8
    Reputazione
    0
    Secondo me il problema, se ci sono di mezzo dei bambini, è dei genitori. Non ci si scappa!
    Se un bambino corre e fa rumore magari non te ne accorgi (ma dubito!). Ma se il tuo vicino te lo fa notare, forse quando il bambino fa quel tipo di rumore gli dici di smetterla.
    Certo, se urla come un dannato, a meno che non si è tagliato un dito o ha picchiato una capocciata contro il pavimento, lo fai smettere! Stop.
    Se non sai (o non vuoi) farlo, forse era meglio pensarci prima di mettere al mondo un bambino.
    valentina18 likes this.

  5. #22
    Non è collegato
    { 15 mi piace }
    Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    62
    Reputazione
    9
    Non sono d' accordo, nel senso che la questione è un pò più complicata e lo raccontavo in un altro post.
    I bambini non sono controllabili a bacchetta, non sono robot a cui impartire un ordine per essere poi certi che non faranno più quel rumore.
    A tutti noi piacerebbe fosse così, non lo è.
    Vai a dire ad un genitore di essere più severo con i suoi bambini: se ti va bene ti manda a cagare, se ti va male tira fuori il fucile... GUAI a toccare i bambini degli altri!

    Detto questo ho avuto riprova del fatto che anche quando i genitori sono consapevoli del fastidio arrecato ai vicini, tenerli a bada è tutt' altro che semplice, non sarebbero bambini del resto, non hanno la percezione del baccano infernale e annessi istinti omicidi che generano nel vicinato.
    E il punto è che possono essere sgridati perchè fanno cadere la palla ma due secondi dopo stanno correndo, poi suonando il flauto, poi ridendo, poi tirandosi le ciabatte...
    Figuriamoci se poi i genitori pensino di fare figli in funzione del possibile fastidio arrecato agli altri... la mentalità è quella del menefreghismo più totale ed assoluto, salvo poi lamentarsi dei vicini per le stesse ragioni

  6. #23
    Non è collegato
    { 86 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof. L'avatar di Romano L
    Località
    Pescara
    Messaggi
    533
    Reputazione
    6
    Citazione Originariamente Scritto da AnnaC Visualizza Messaggio
    Buona sera.
    Abito al piano terra,in una palazzina di soli 4 appartamenti e come la maggior parte di quelli che scrivono su questo forum,devo combattere tutti i giorni con dei vicini maleducati e senza rispetto per gli altri.Le corse per tutta la casa del bambino,i salti dal divano sul pavimento,la macchinina strisciata sul pavimento, i giocatoli lanciati per terra, il trascinamento delle sedie iniziando dal mattino presto fino a tarda notte,la chiusura delle persiane sempre dopo le 23,le urla del figlio e dei genitori in quanto non sano parlare a bassa voce e tante altre...Mi viene l'angoscia al pensiero che devo tornare a cassa la sera e sentirli.E come se tutto questo non bastava,con l'arrivo del secondo figlio(aiuto!!!) hanno acquistato anche la lavastoviglie che però la fanno partire sempre dopo le 23 cosi che neanche di notte non poso riposare.Devo precisare che la loro cucina si trova proprio sopra la mia camera da letto.Loro vanno a dormire al piano di sopra e quindi a loro non da fastidio.
    La mia domanda era: ce qualche articolo nel c.c. che parli dell' utilizzo di questo elettrodomestico e sopratutto nelle orari di riposo?Quali sono secondo la legge gli orari di riposo,in quanto non abbiamo un regolamento condominiale?
    I loro casini mi portano alla disperazione.Mi sono lamentata con il padre che il loro figlio gioca direttamente sulle piastrelle e fa tropo rumore e offeso mi ha risposto "e un bambino, cosa devo fare,lo devo legare?"
    La legge c'è, e vi sono anche i limiti di rispetto, i famosi 3 dB misurati dal plafon, rumore di fondo o inquinamento sonoro presente.
    Il numeretto cosi piccolo (3) non deve trarre in inganno 3 db a livello sonoro sono esattamente il doppio. Ad es. un livello sonoro di 5 Watt incrementato di 3 db diventa 10 Watt.
    Il modo più semplice per non sentire lo si ottiene coprendo il rumore di fondo nella banda di frequenza udibile, con un generatore di rumore bianco. Il rumore bianco, simile a un continuo fruscio o soffio, è considerato distensivo.
    Alcuni generatori di rumore bianco acustico sono impiegati per coprire il rumore presente in ambienti interni o per favorire il rilassamento.
    Sono in vendita CD che lo riproducono al costo di 10/20 €, lo infili nello stereo e vai ...
    Oppure lo trovi in file scaricabili in internet.
    Nel caso puoi scegliere altre sinfonie che ti aggradano: mare, vento, pioggia ecc.
    Ti garantisco che non senti neanche le cannonate se hai uno stereo potente.
    Ultima modifica di Romano L; 04-01-2017 alle 18:42

  7. #24
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Nuovo utente Operaio
    Località
    BG
    Messaggi
    8
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da nauseato Visualizza Messaggio
    Non sono d' accordo, nel senso che la questione è un pò più complicata e lo raccontavo in un altro post.
    I bambini non sono controllabili a bacchetta, non sono robot a cui impartire un ordine per essere poi certi che non faranno più quel rumore.
    A tutti noi piacerebbe fosse così, non lo è.
    Vai a dire ad un genitore di essere più severo con i suoi bambini: se ti va bene ti manda a cagare, se ti va male tira fuori il fucile... GUAI a toccare i bambini degli altri!

    Detto questo ho avuto riprova del fatto che anche quando i genitori sono consapevoli del fastidio arrecato ai vicini, tenerli a bada è tutt' altro che semplice, non sarebbero bambini del resto, non hanno la percezione del baccano infernale e annessi istinti omicidi che generano nel vicinato.
    E il punto è che possono essere sgridati perchè fanno cadere la palla ma due secondi dopo stanno correndo, poi suonando il flauto, poi ridendo, poi tirandosi le ciabatte...
    Figuriamoci se poi i genitori pensino di fare figli in funzione del possibile fastidio arrecato agli altri... la mentalità è quella del menefreghismo più totale ed assoluto, salvo poi lamentarsi dei vicini per le stesse ragioni
    Posso essere d'accordo che i bambini non hanno un interruttore ON/OFF, però la mia situazione è davvero assurda. Tanto per farvi capire, proprio adesso sono rientrati a casa. Da cosa l'ho capito? Dalla bambina che piange!
    A questo punto mi viene il dubbio che sta povera bambina abbia problemi...
    Non può piangere così tanto, dai!
    Poi ognuno ha il suo carattere, io mi farei mille problemi se avessi un figlio che disturba così tanto! Cercherei in tutte le maniere di trovare un modo per calmarlo. Io non vorrei che loro le ignorino completamente! Va bene non dare i vizi ai bambini, però quando raggiungono dei limiti di tollerabilità bisogna saperli gestire.

  8. #25
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Pensionato
    Località
    bari
    Messaggi
    1
    Reputazione
    0
    Buongiorno amici di sventura. Purtroppo difronte all'arroganza, alla malignità della gente < e non aggiungo altri aggettivi dispregiativi > non si può far nulla, o meglio devi solo intraprendere la via legale. Bisogna cioè consumare dei soldini, oppure farsi un piccolo pensierino di andare via (sai cosa lasci ma non sai cosa trovi). La mia disperazione è che basterebbe poco, cioè basta adoperare il buon senso. Vivo le stesse pene vostre, con una variazione cioè: quando il signore del piano superiore, si riunisce con i figli le nuore e nipoti nei giorni festivi, be devi andare via da casa. Per fortuna o sfortuna questo si verifica solo nei giorni festivi e alcune volte in settimana. E' superfluo raccontarvi quante volte mi sono rivolto a loro....é tutto inutile, sono le stesse cose che ho potuto leggere dai vostri racconti. Ho letto da qualche parte che la legge ora ci tutela < rumori molesti in condominio ? Ti tutela la legge > < basta andare sul pc per trovare la legge> Ti devi consumare i soldini mettendo un consulente legale. Un' altra strada è quella di non sentire di non vedere e quando si può andare via di casa per un pò di ore. Ecco cari amici di sventura la legge non so se può tutelarci.

  9. #26
    Non è collegato
    { 15 mi piace }
    Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    62
    Reputazione
    9
    La legge non può tutelare da queste cose dal momento che non è semplicemente possibile definire un livello di tolleranza standard per tutti e soprattutto imporlo.
    Come fai a fare una cosa del genere? Come fai a "punire" il vicino perchè "sta facendo rumore"?
    Come fai infatti a definire quando stia facendo rumore, tieni acceso un registratore tutto il giorno?

    E mettendosi nei panni dell' altro (visto che anche su questo forum ci sono altrettante lamentele verso chi rompe le scatole in quanto "ipersensibile ai rumori"...), come fai a stabilire con certezza quando stia dando fastidio al vicino se non puoi avere la stessa percezione del rumore, non vivendo in casa sua?
    A tutti noi è capitato ad esempio di uscire a cena e poi intrattenersi a chiaccherare fuori dal locale, e spesso non ci si rende conto di quanto sia alto il volume della propria voce/risate; Così quando qualcuno si affaccia alla finestra a lamentarsi gli si da anche del rompiballe... ma funziona così, il rispetto altrui è una cosa assolutamente personale e che costa un sacrificio PERSONALE, nel senso che se IO so di poter dare fastidio sono IO che devo attuare tutto il possibile per non farlo, ed è una forma di rispetto estremamente rara e difficile.

    Io lo so di scrivere tanto per lamentarmi e che questo non risolva nulla ma di certo nessun vigile andrà a multare la vicina per il suo cane che mi sveglia tutte le mattine perchè abbaia a cazzo, o perchè litiga urlando un giorno sì e l' altro pure con il suo ominide, o perchè ogni dannato giorno deve far stridere il letto trascinandolo con successivo botto contro il muro....
    Certo bisogna anche imparare a tollerare ma sappiamo tutti che non è così semplice e certi racconti fanno accapponare la pelle...

    Ribadisco, il problema andrebbe risolto alla radice costruendo case con strutture fonoisolate, ovvero pura e semplice utopia.
    Per l' educazione della gente allo stare in comunità non dico nemmeno nulla, tanto non funzionerebbe.
    valentina18 likes this.

  10. #27
    Non è collegato
    { 15 mi piace }
    Primi messaggi Altra.professione
    Località
    Messaggi
    62
    Reputazione
    9
    @Romano L:
    Scusa ma parli di qualcosa come questo?

    https://www.youtube.com/watch?v=wzjWIxXBs_s

    Ho capito il concetto, ma a mio avviso dopo un' ora di questo diventerei autistico....
    Io quando sono in ufficio e ho bisogno di isolarmi dal baccano dei colleghi/telefonate ascolto in cuffia il suono della pioggia, ad un volume sufficiente a coprire i rumori esterni, ma dopo un paio d' ore sono tutt' altro che riposato, anzi...
    Tra l' altro ho come l' impressione che se metti questi cd ad alto volume le cannonate ti arrivano dai vicini
    valentina18 likes this.

  11. #28
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da nauseato Visualizza Messaggio
    La legge non può tutelare da queste cose dal momento che non è semplicemente possibile definire un livello di tolleranza standard per tutti e soprattutto imporlo.
    Come fai a fare una cosa del genere? Come fai a "punire" il vicino perchè "sta facendo rumore"?
    Come fai infatti a definire quando stia facendo rumore, tieni acceso un registratore tutto il giorno?
    In teoria, se superano la normale tollerabilità che come diceva Romano (oggi ci incontriamo ovunque! ) dovrebbe essere in 3dB sul rumore di fondo di notte, 5dB di giorno, possono essere puniti: come? Obbligati a insonorizzare la pavimentazione/parete e a risarcirti dei danni psicologici nonché delle spese sostenute. Quando devono pagare diverse migliaia di euro, vedi che al bambino che palleggia contro il muro lo richiamano più energicamente.

    Il problema è che per effettuare le misurazioni devi a) pagartele e costano b) sapere quando faranno casino. Se si tratta di uno che fa tutti i giorni le prove per ballare il tip tap alla stessa ora, ok. Ma se si tratta del bambino che corre, o delle urla, o di musica o tv accese alcune volte si e altre no, diventa estremamente più complicato (per non dire quasi impossibile).

    Sul rumore bianco: io, personalmente, dormo benissimo con un leggero rumore bianco. Il problema è che per coprire i rumori di tacchi, urla, tv a palla, bisogna metterlo al volume di una sirena di piroscafo.

    Che è tuttavia un modo consigliato per dormire: alzare molto il rumore bianco fino a coprire il rumore vero e poi mettersi i tappi per ridurre l'effetto del rumore bianco, a quel punto, non avendo rumori improvvisi o portatori di informazione (come sono la musica ed il parlato) si dovrebbe riuscire a dormire.

    Sul resto, aggiungo:
    Anche l'insonorizzazione, quel poco lo può fare (specie se fatta bene: una semplice controparete in cartongesso, senza l'utilizzo di altri strati di materiali fonoisolanti e fonoassorbenti non è insonorizzazione), ma come facevi notare, ci sono i cosidetti ponti acustici, quindi per ridurre il rumore dei tuoi vicini a est, devi fare dei lavori per eliminare i ponti acustici dalle altre pareti.

    E anche quando hai fatto quello, certi rumori sono semplicemente... troppo.

    Facevi l'esempio dei bambini che suonavano il flauto di notte. Se non lo sapevano suonare, e lo facevano stridere, possiamo assimilarlo a un fischietto.
    Ecco, guardiamo questa tabella:
    https://it.wikipedia.org/wiki/Decibel#Esempi
    Fischietto: 90 dBspl.
    Per ridurlo a un volume notturno e scendere a 40dBspl (quartiere abitato, di notte) lo si deve ridurre di 50dB che è un'immensità (100 mila volte).

    I tonfi e i tacchi poi (il rumore da calpestio e da impatto) sono quasi irriducibili, se non di inezie.

    Per risolvere il problema sarebbe necessario un intervento legislativo che obblighi, in caso di contenzioso sui rumori, entrambi i vicini a fare obbligatoriamente (pena pesanti sanzioni pecuniarie) lavori di insonorizzazione da ditte riconosciute in un albo. Dico entrambi, perché, sapendo di dover affrontare una spesa anche a casa propria, questo servirebbe da deterrente dall'abusare di questo "potere" in casi dove i rumori sono più tollerabili, ma lascerebbe una via facile di risoluzione nel caso la situazione non sia tollerabile.
    valentina18 likes this.

  12. #29
    Non è collegato
    { 238 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,218
    Reputazione
    58
    A volte, per divertirsi un pò e magari risolvere il problema, basta scoprire dove dormano e con quali orari. In orari leciti, si inizia a trapanare un legno sul soffitto sotto il loro letto, ovviamente quando dormono. Meglio ancora, l'installare un bell'home theatre sotto il loro letto e vedere i concerti degli AC/DC oppure tanti bei films di guerra.

    Ma la cosa più interessante sarebbe scoprire che magari non pagano da un pezzo e che l'amministatore ha il timore di andare dall'avvocato per non inimicarsi la gente. Basta semplicemente chiedere all'amministratore il dettaglio delle morosità. Ed è tenuto a dartelo, Garante docet.
    A quel punto basta semplicemente convincere (sempre per iscritto), l'amministratore che il primo dovere è quello di incassare. Potrebbe servire.

  13. #30
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    A volte, per divertirsi un pò e magari risolvere il problema, basta scoprire dove dormano e con quali orari. In orari leciti, si inizia a trapanare un legno sul soffitto sotto il loro letto, ovviamente quando dormono. Meglio ancora, l'installare un bell'home theatre sotto il loro letto e vedere i concerti degli AC/DC oppure tanti bei films di guerra.
    Purtroppo quel metodo raramente funziona, nel senso che è vero che i casinisti poi, messi nei panni del subire il casino quando LORO vorrebbero riposare, sono spesso i primi a mostrare segni di insofferenza, tuttavia è proprio per ragioni strutturali che la cosa diventa impraticabile:
    1) devi aver accesso vicino alla stanza in cui dormono
    2) la stanza in cui produi il disturbo deve essere solo a ridosso dei vicini fracassoni; se poi utilizzi metodi come trapani e martelli, praticamente dovete vivere solo voi due nell'edificio, perché quelli, di notte, si sentono in tutto il caseggiato
    3) devi comunque evitare che possano accumulare testimonianze sul fatto che a quel punto TU disturbi eccessivamente

    Questo ovviamente non vuol dire che se si rispettano le 3 condizioni di sopra, io consigli di usare questi metodi, eh.

    Comunque leggevo della risposta data dalla polizia, sulla depressione e i'ipersensibilità. Bisognerebbe spiegare, in un piccolo vademecum, ai solerti tutori delle forze dell'ordine che in genere il meccanismo è esattamente inverso: è subire i rumori che porta a ansia, depressione e ipersensibilità (e insonnia) che a quel punto, sì, rendono la situazione ancora più critica.
    valentina18 likes this.

  14. #31
    Non è collegato
    { 238 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,218
    Reputazione
    58
    Lo fai da sotto.
    Se agisci in orari leciti nessuno ti può dire nulla. In certi comuni, puoi usare frullino e martello pure alle 7 della domenica mattina.

  15. #32
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    Lo fai da sotto.
    Se agisci in orari leciti nessuno ti può dire nulla. In certi comuni, puoi usare frullino e martello pure alle 7 della domenica mattina.
    Ma non devi avere vicini in quella stanza, perché altrimenti, per la storia dei ponti acustici, non lo sentono solo quelli di sopra, che vuoi colpire, ma anche quelli di fianco. Poi, certo, se si decide che muoia Sansone con tutti i filistei, allora uno decide di ignorare il disturbo provocato agli altri vicini (e le loro sicure lamentele) e sfogarsi sfruttando i cavilli delle norme, nella speranza che la cosa sia risolutiva.

    L'importante, se si decide di fare così, è non essere persone ansiose/troppe rispettose, altrimenti invece di sfogarsi, ci si stressa ancora di più pensando a cosa diranno gli altri vicini disturbati.
    Ultima modifica di _GC_; 13-01-2017 alle 17:21
    valentina18 likes this.

  16. #33
    Non è collegato
    { 4 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    -
    Messaggi
    18
    Reputazione
    0
    Prova a leggere qui, magari può esserti d'aiuto:
    http://www.condominioweb.com/bambini...al-riposo.2153
    Saluti

  17. #34
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da elcanob Visualizza Messaggio
    Prova a leggere qui, magari può esserti d'aiuto:
    http://www.condominioweb.com/bambini...al-riposo.2153
    Saluti
    Purtroppo il disturbo della pubblica quiete in questi casi è raramente d'aiuto (e già mi sorprende che i signori siano riusciti ad ottenere l'intervento dei carabinieri... beati loro)

    non è sufficiente che i rumori arrechino disturbo o siano idonei a turbare la quiete e le occupazioni dei soli abitanti l'appartamento inferiore o superiore, ma deve ricorrere una situazione fattuale diversa di oggettiva e concreta idoneità dei rumori ad arrecare disturbo ala totalità o ad un gran numero di occupanti del medesimo edificio, oppure a quelli degli stabili prossimi: insomma ad una quantità considerevole di soggetti. Soltanto in tali casi potrà dirsi turbata o compromessa la quiete pubblica" (Cass. Pen., Sez. I, sent. n. 12939/2014).


    Nel caso che citi è praticamente un miracolo che si sia riusciti ad ottenere una sentenza, perché ad essere disturbati erano parecchie famiglie (chissà che cavolo facevano combinare i genitori a quei figli!) ma normalmente una situazione del genere non si presenta ed il disturbato è solo il disgraziato che abita sotto/di fianco.

    (Peraltro con così tanti testimoni, compresi i carabinieri, avrebbero potuto anche avviare una causa civile per i rumori e presumibilmente vincerla)
    valentina18 likes this.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 3 PrimaPrima 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Come molti, leggevo questo forum alla ricerca di una soluzione per un mio problema che, come immaginavo, è ben diffuso. Anche io soffro la...
  2. buongiorno, volevo chedere ad un avvocato o a qualcuno che è capitata la mia stessa situazione. abito in un piccolo contesto di sole 4 unità, io ho...
  3. Salve a tutti, sono una nuova iscritta. Scusate se vi disturbo subito con un problema! Sto in un appartamento di nuova costruzione e la famiglia che...