Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Like Tree4Ringraziamenti

Rumore ristrutturazione

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Ingegnere
    Località
    Macerata
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Rumore ristrutturazione

    Salve,

    sto ristrutturando un immobile in un condominio e la signora del piano di sotto protesta in continuazione perchè vuole che siano rispettati gli orari non di un regolamento condominiale o locale ma quello del sonno della nipote.
    Nel condominio non sono fissati orari per rumori pertanto stiamo rispettando il regolamento stabilito dal Comune in cui si trova l'immobile. Siccome la signora non la smette di protestare e far perdere tempo prezioso agli operai cosa posso fare ? Gli faccio recapitare una lettera dall'avvocato ?
    Inoltre se ci fosse una restrizione nel regolamento condominiale questa ha valore solo sulle parti comuni o anche all'interno degli appartamenti ? In pratica voglio sapere se all'interno della mia proprietà vale solo la delibera Comunale.


  2. #2
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Ciao vanno rispettati i normali orari canonici, in genere proprio quelli comunali, tranne se non ci sono disposizioni diverse dettate da un regolamento di Condominio contrattuale.
    Detto ciò la signora non ha ragione a lamentarsi nei normali orari di lavoro, in quasi tutti i Condomini può esserci esigenza di lavori e vanno tollerati nessun giudice gli darebbe ragione, tranne ovviamente nelle eccezioni suddette
    Ciao
    Ultima modifica di brico; 06-06-2017 alle 06:56

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 35 mi piace }
    Primi messaggi Altra libera prof.
    Località
    Parma
    Messaggi
    95
    Reputazione
    7
    Hai comprato e stai ristrutturando ? Se così fosse già immagino, quando ci andrete a vivere, i fastidi che sta stupida ignorante vi darà. Mandala a quel paese subito e a muso duro, ti servirà per il prossimo futuro.

  5. #4
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Mati Visualizza Messaggio
    Hai comprato e stai ristrutturando ? Se così fosse già immagino, quando ci andrete a vivere, i fastidi che sta stupida ignorante vi darà. Mandala a quel paese subito e a muso duro, ti servirà per il prossimo futuro.
    Ciao, diciamo che non è proprio come dici te.

    Gli orari di lavoro normali nei Condomini vanno rispettati anche se non sono dettati da un regolamento di Condominio contrattuale perché se no ti dovevi attenere a quelli senza se e senza ma....

    Detto ciò per orari normali si intendono, dalle 8.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00, prima o dopo di questi ti posso contestare sicuramente, poi se uno fa orecchie da mercante, ci si rivolge a chi di dovere, a chi è preposto a farli rispettare.....

    Questo succede in tutti i Condomini ma non è detto che si agisce a muso duro e si manda a quel paese come dici te, altrimenti è ovvio che la guerra inizia subito, se il primo a mettere benzina sei te che fai il lavoro, è normale che poi la benzina prende fuoco....
    Ciao
    EnnioBras likes this.

  6. #5
    Non è collegato
    { 200 mi piace }
    Frequentatore assiduo Altra libera prof. L'avatar di Romano L
    Località
    Pescara
    Messaggi
    1,298
    Reputazione
    21
    Non è proprio cosi, in caso di ristrutturazione in condominio si deve dare comunicazione all'amministratore informandolo dei lavori anche con i permessi ottenuti dal Comune, l'amministratore, constatato la regolarità dei documenti, con avviso al condominio andrà a specificare in base al RdC o Regolamento Comunale gli orari e i gg previsti, questo è il modo corretto per evitare liti tra condomini.
    E' preferibile che tutto passi per il mandatario e se ciò fosse avvenuto la Sig.ra non ti avrebbe rotto le scatole e creato problemi.
    L'anarchia spesso provoca reazioni con liti a posteriori.
    Ormai la frittata è fatta, hai predisposto un futuro litigioso ..., auguri!
    Ultima modifica di Romano L; 09-06-2017 alle 10:04
    EnnioBras and _GC_ like this.

  7. #6
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Romano L Visualizza Messaggio
    Non è proprio cosi,
    Non mi sembra di aver scritto cose diverse da quelle che hai scritto te.....

  8. #7
    Non è collegato
    { 200 mi piace }
    Frequentatore assiduo Altra libera prof. L'avatar di Romano L
    Località
    Pescara
    Messaggi
    1,298
    Reputazione
    21
    Citazione Originariamente Scritto da brico Visualizza Messaggio
    Non mi sembra di aver scritto cose diverse da quelle che hai scritto te.....
    La mia risposta era per l'ingegnere robbyzz

  9. #8
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Da tenere presente che gli orari regolamentati dal Piano del Rumore Comunale non possono essere derogati da regolamenti di condominio ma possono essere da questo stabilite regole più restrittive. Quindi se il RdC non stabilisce orari valgono quelli stabiliti dal Comune per i lavori edili nella relativa zonizzazione.

    Ciao

  10. #9
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Romano L Visualizza Messaggio
    La mia risposta era per l'ingegnere robbyzz
    Ah, ok scusa!
    Ciao

  11. #10
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Da tenere presente che gli orari regolamentati dal Piano del Rumore Comunale non possono essere derogati da regolamenti di condominio ma possono essere da questo stabilite regole più restrittive. Quindi se il RdC non stabilisce orari valgono quelli stabiliti dal Comune per i lavori edili nella relativa zonizzazione.

    Ciao
    Quindi stai dicendo che i reg.d. Cond.contrattuali POSSONO derogare i reg. comunali.

    Scusa la precisazione ma, poiché all'inizio scrivi:

    "Da tenere presente che gli orari regolamentati dal Piano del Rumore Comunale non possono essere derogati da regolamenti di condominio......"

    Poi successivamente:


    ......"Quindi se il RdC non stabilisce orari valgono quelli stabiliti dal Comune per i lavori edili nella relativa zonizzazione"

    Soltanto per precisare, ulteriormente, che i Reg.di Condom.contrattuali possono andare in deroga tranquillamente rispetto ai regolamenti comunali.

    Ciao
    Ultima modifica di brico; 10-06-2017 alle 06:16

  12. #11
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Citazione Originariamente Scritto da brico Visualizza Messaggio
    Quindi stai dicendo che i reg.d. Cond.contrattuali POSSONO derogare i reg. comunali.

    Scusa la precisazione ma, poiché all'inizio scrivi:

    "Da tenere presente che gli orari regolamentati dal Piano del Rumore Comunale non possono essere derogati da regolamenti di condominio......"

    Poi successivamente:


    ......"Quindi se il RdC non stabilisce orari valgono quelli stabiliti dal Comune per i lavori edili nella relativa zonizzazione"

    Soltanto per precisare, ulteriormente, che i Reg.di Condom.contrattuali possono andare in deroga tranquillamente rispetto ai regolamenti comunali.

    Ciao

    No Brico, gli atti privati non possono assolutamente andare in deroga alle norme pubbliche.
    Ad esempio, se il Piano Comunale del Rumore stabilisce che non si può produrre rumore da attività edilizia superiore a determinati db in area residenziale in una certa fascia oraria, nessun regolamento condominiale può derogare, ovvero può restringere la fascia oraria o aumentare i db. E' una questione di gerarchia delle norme.
    Il RdC può invece estendere la fascia oraria o diminuire i db di tollerabilità per quanto riguarda la sola area di competenza, ma non si tratta di deroga in tale caso.
    Nel nostro caso il R.d.C. non stabilisce niente e quindi vale solo il Piano Comunale.

    Ciao

  13. #12
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    No Brico, gli atti privati non possono assolutamente andare in deroga alle norme pubbliche.
    Ad esempio, se il Piano Comunale del Rumore stabilisce che non si può produrre rumore da attività edilizia superiore a determinati db in area residenziale in una certa fascia oraria, nessun regolamento condominiale può derogare, ovvero può restringere la fascia oraria o aumentare i db. E' una questione di gerarchia delle norme.
    Il RdC può invece estendere la fascia oraria o diminuire i db di tollerabilità per quanto riguarda la sola area di competenza, ma non si tratta di deroga in tale caso.
    Nel nostro caso il R.d.C. non stabilisce niente e quindi vale solo il Piano Comunale.

    Ciao
    Le fasce orarie un r.d.c. le può derogare, db ovviamente no ma gli orari naturalmente "umani", possono andare in deroga.
    http://www.condominioweb.com/orari-d...urazione.11450

    http://www.abitiamo.it/orari-lavori-ristrutturazione/
    Ultima modifica di brico; 10-06-2017 alle 16:42

  14. #13
    Non è collegato
    { 35 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    170
    Reputazione
    13
    Citazione Originariamente Scritto da brico Visualizza Messaggio
    Le fasce orarie un r.d.c. le può derogare, db ovviamente no ma gli orari naturalmente "umani", possono andare in deroga.
    http://www.condominioweb.com/orari-d...urazione.11450
    Non credo proprio.
    E anche l'articolo linkato lo conferma.

    Resta inteso che ciascun condomino può sempre pretendere il rispetto del regolamento di condominio, se lo stesso prevede delle fasce orarie durante le quali è prevista l'esecuzione dei lavori; queste possono essere più stringenti di quelle comunali, ma mai più permissive.

    Fonte http://www.condominioweb.com/orari-d...#ixzz4jcAO0XMl
    www.condominioweb.com

  15. #14
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da _GC_ Visualizza Messaggio
    Non credo proprio.
    E anche l'articolo linkato lo conferma.

    Resta inteso che ciascun condomino può sempre pretendere il rispetto del regolamento di condominio, se lo stesso prevede delle fasce orarie durante le quali è prevista l'esecuzione dei lavori; queste possono essere più stringenti di quelle comunali, ma mai più permissive.

    Fonte http://www.condominioweb.com/orari-d...#ixzz4jcAO0XMl
    www.condominioweb.com
    Dove ci sarebbe scritto il contrario di quello che scrivo io?

  16. #15
    Non è collegato
    { 35 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    170
    Reputazione
    13
    Nella parte in grassetto.
    A meno che non ci capiamo sul termine derogare, perché derogare a una norma non è metterne una più stringente, ma fare un'eccezione (mettendo per un caso più o meno specifico dei limiti più blandi). Questo, almeno, per quel che ne so io.
    Del resto se intendi con "derogare"="mettere norme più stringenti" allora il RdC potrebbe "derogare" (in questo senso) anche sui dB.
    Ma ripeto, questo non è cosa si intende per deroga alle norme, almeno per quanto ne so io.

  17. #16
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    .
    .
    Nel nostro caso il R.d.C. non stabilisce niente e quindi vale solo il Piano Comunale.

    Ciao
    Su questo invece sono d'accordo.
    Ciao

  18. #17
    Non è collegato
    { 435 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,923
    Reputazione
    76
    Citazione Originariamente Scritto da _GC_ Visualizza Messaggio
    Nella parte in grassetto.
    A meno che non ci capiamo sul termine derogare, perché derogare a una norma non è metterne una più stringente, ma fare un'eccezione (mettendo per un caso più o meno specifico dei limiti più blandi). Questo, almeno, per quel che ne so io.
    Del resto se intendi con "derogare"="mettere norme più stringenti" allora il RdC potrebbe "derogare" (in questo senso) anche sui dB.
    Ma ripeto, questo non è cosa si intende per deroga alle norme, almeno per quanto ne so io.
    Ecco adesso va un po' meglio.....
    Ossia il regolamento contrattuale può benissimo andare in deroga a quello comunale, non che non ci può andare......!
    Naturalmente non devono essere più permissive e questo è logico come il sole che nasce ogni mattina.....
    Perciò non vedevo differenze da quanto da me precedentemente riportato, poi, nello specifico post di robbyzz il problema neanche si pone perché nel suo Condominio neanche c'è il regolamento contrattuale per questo si deve attenere alle regole comunali che, invece, e, lo ripeto, con un regolamento contrattuale potevano essere scavalcate.
    Ciao

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Salve, Io con mia famiglia abbiamo comprato un appartamento in un stabile dove in piano terra si trova un bar molto frequentato e aperto dalle 7 di...
  2. Buongiorno a tutti. Condivido come molti di voi la sfortuna di avere una famiglia che abita sopra di me che definire rumorosa è poco, maleducata ed...
  3. Scusate se torno sull'argomento, ma leggo spesso che qualcuno propone di dare disturbo ai disturbatori per sensibilizzarli al problema del rumore ed...
  4. C'è un limite di rumore che un condizionatore può emettere per non disturbare il sonno notturno? Davanti al palazzo dove vivo c'è un a ditta che ha...