Cond˛mino che non vuole il condominio

  1. #1
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    LocalitÓ
    Messaggi
    8
    Reputazione
    0

    Cond˛mino che non vuole il condominio

    Buongiorno a tutti.
    Sentite qua che bel problemino che ci troviamo fra capo e collo.
    Abito in un complesso costituito in condominio, composto da 3 file di 3 villettine a schiera.
    Il costruttore come prassi alla consegna delle abitazioni aveva giÓ costituito il condominio (parti in comune veramente poco: corsello box, corrente luci e cancello motorizzato, viottolo d'accesso ai singoli villini) e nominato un amministratore per un anno. Alla scadenza dell'anno, noi si era libero di riconfermarlo o prenderne un altro, ovviamente.
    Qui cominciano i problemi. Un condomino ha detto che noi non capiamo nulla, lui ha letto bene il rogito e il condominio esiste per un solo anno, dopodichÚ si diventa villini singoli a tutti gli effetti.
    Di conseguenza ha iniziato a fare una serie di lavori senza chiedere alcuna autorizzazione al condominio ne' alcuna DIA in comune, visto che lui si arrangia a fare i lavoretti.
    Lavoretti tipo: demolizione tavolati, nuovi tavolati divisori, spostamento di porte tagliafuoco pre-esistenti e certificate dal costruttore, spostamento impianti gas e corrente, ora installazione di canna fumaria esterna differente da quelle giÓ installate dal costruttore (tutto gi¨ nel piano interrato, originariamente adibito a box e cantina, ora esiste un appartamento vero e proprio).
    Premesso che non ci interessa fargli riportare nulla allo stato originario, come possiamo per˛ tutelarci per prevenire problemi alla struttura, danni derivanti da incendi, perdite di gas / acqua visto che nulla Ŕ certificato e tutto Ŕ stato fatto da lui?
    Grazie per i vostri consigli!!!




  2. #2
    Non Ŕ collegato
    { 777 mi piace }
    Super Moderator L'avatar di Patrizia Ferrari
    LocalitÓ
    Brescia
    Messaggi
    22,249
    Reputazione
    100
    La domanda sorge spontanea:
    decorso l'anno avete o meno confermato o nominato l'amministratore?
    E' quest'ultimo che deve intervenire per preservare le parti comuni.
    Se gli interventi rigurdano,invece,parti esclusive,neppure la presenza dell'amministratore potrebbe garantire a meno che tali interventi costituiscano situazioni di pericolo o danno.


  3. #3
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    LocalitÓ
    Messaggi
    8
    Reputazione
    0
    Scritto da patrizia il 14 Apr 2010 - 15:21:10:La domanda sorge spontanea:
    decorso l'anno avete o meno confermato o nominato l'amministratore?
    E' quest'ultimo che deve intervenire per preservare le parti comuni.
    Se gli interventi rigurdano,invece,parti esclusive,neppure la presenza dell'amministratore potrebbe garantire a meno che tali interventi costituiscano situazioni di pericolo o danno.
    Si, certamente!!! E' solo lui che ovviamente mette in discussione non tanto l'amministratore, ma il condominio stesso (pecca un filino di presunzione a mio parere), regolarmente costituito a norma di legge ed accettato con la firma del rogito notarile. Gli interventi sono all'interno della sua casa, ovviamente, ma il fatto che abbia modificato lui in economia gli impianti, non ci fa stare tranquilli. Che io sappia, quando si fa una diramazione per la conduttura del gas, ad esempio, bisogna certificarla e fare la prova di tenuta ... tutte cose non fatte da lui. Per questo temiamo per la sicurezza del complesso. Per il resto, per noi pu˛ fare tutti i lavori che vuole, nei limiti del decoro, basta che non creino situazioni di potenziale danno!!!


  4. #4
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore
    LocalitÓ
    Messaggi
    312
    Reputazione
    0
    Per fortuna viviamo ancora in un paese Democratico ove la libertÓ del singolo Ŕ garantito dalla costituzione ITALIANA.

    Come giÓ detto nel precedente intervento Ŕ l'Amministratore di condominio che deve attivarsi se le parti comuni sono state interessate dai lavori di questo proprietario.

    Tu dici cosa possiamo fare per tutelarci se egli non ha eseguito opere a norma nella sua proprietÓ privata. Intanto rivolgersi al vs. comune di residenza se ha eseguito opere edili abusive, ma siatene certi se no vi ritrovate querelati.

    Se vi procura dei danni potete solo fargli causa ma devono essere danni certi non presunti; il potenziale danno lo puoi fare anche tu guidando la tua autovettura, tutti siamo potenzialmente certificati a fare danno al prossimo.


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. salve a tutti mi occorrerebbe una risposta urgente, nel mio condominio e' stata deliberata una impermeabilizzazione di una terrazza condominiale con...
  2. Salve a tutti, torno a rivalgermi a questo forum - dove spesso si trovano persone estremamente preparate e cordiali - per avere un consiglio su come...
  3. Buongiorno a tutti ho un problemino da risolvere abbastanza urgente ho un condomino moroso che da gennaio non versa la quota, in pi¨ non ha...