Like Tree6Ringraziamenti
  • 2 Post By _GC_
  • 4 Post By Marion Delorme

Bambini rumorosi o vicini intolleranti?

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Bambini rumorosi o vicini intolleranti?

    Salve,
    vivo in un condominio di 5 famiglie (quindi potendo scegliere abbiamo deciso di non assumere un amministratore) ed ho 3 figli piccoli. Il maggiore ha 7 anni,i minori, gemelli, ne hanno 3. Da quando abbiamo acquistato casa, 6 anni fa, l'appartamento sottostante è passato attraverso diversi proprietari e conseguenti affittuari, ma senza che si verificassero mai problemi particolari, e sembrava così anche con gli ultimi affittuari, che ormai si sono stabiliti da circa 5 mesi. Si tratta di una coppia giovane, apparentemente molto gentili ed educati,ma da circa 2 settimane hanno improvvisamente cominciato a diventare veramente intolleranti nei nostri confronti. Premetto che nel corso di questi mesi non abbiamo modificato in alcun modo le nostre abitudini di vita e comunque siamo una famiglia abbastanza silenziosa, con orari abbastanza regolari (i bambini li mettiamo a letto alle 21,anche il sabato e la domenica ed anche noi andiamo a letto non oltre le 23 dovendoci svegliare presto la mattina), giriamo tutti per casa con calzini antiscivolo ed abbiamo un pavimento morbido in pvc che in parte è anche fonoassorbente. Nonostante ciò nelle ultime 2 settimane abbiamo già ricevuto 3 visite da parte dei vicini, visibilmente seccati, che ci invitavano a ridurre il rumore prodotto dai bambini che giocavano correndo lungo il corridoio. Nelle prime 2 occasioni era presente mia moglie, e le "visite" dei vicini sono avvenute alle 12.30 ed alle 17, oggi ero presente io ed alle 18.30, mentre i gemelli erano intenti a rincorrersi nel corridoio (il grande non gioca sempre con loro, e spesso preferisce mettersi a giocare al pc, come è stato oggi) sento suonare il campanello. Mi si presenta il marito, visibilmente seccato ma comunque tranquillo ed educato, che senza addurre motivazioni particolari mi chiede semplicemente di tenere più calmi i bambini in quanto il rumore prolungato dei passi nel corridoio gli da fastidio. Tutto questo preceduto da una frase quasi di circostanza "Capisco che sono bambini ed hanno bisogno di muoversi,ma dopo un po il rumore è insopportabile" . Dentro di me da una parte i sensi di colpa mi inducono a dargli ragione ma dall'altra penso:"Sta proprio fuori"! Ripensandoci il suo discorso non aveva ne capo ne coda,mi chiedeva di fare silenzio anche negli orari consentiti dal regolamento condominiale solo perchè a lui e sua moglie dava fastidio! concludeva il discorso dicendomi sempre bonariamente che "non aveva intenzione di litigare". Come primo contatto ho mantenuto dei toni molto bassi,ma se gli episodi (quasi certamente) dovessero ripetersi non penso che rimarrò educato come oggi. Non voglio aver ragione a tutti i costi, ma bisognerebbe comprendere anche che un fratello ed una sorella di 3 anni, per quanto un genitore possa sforzarsi di insegnargli l'educazione(cosa che io ho sempre fatto) non si possono legare o costringere a stare seduti sul divano! Dopo l'episodio io e mia moglie inizialmente presi dai sensi di colpa, li abbiamo messi nel lettino, ottenendo come unico risultato quello di vederli piangere disperati. Temo che questa sia una di quelle classiche situazioni senza soluzione che tendono a ripetersi all'infinito nel tempo, e vorrei cercare di tiramene fuori prima possibile, ma in che modo potrei farlo?


  2. #2
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Aggiungo inoltre che nel corso della conversazione, in un estremo slancio di bonta ho proposto anche al vicino una sorta di accordo e gli ho chiesto se loro avessero orari particolari ed in quali fasce orarie gli avrei potuto procurare meno disagio, sentendomi rispondere che loro non avevano orari standard ed a qualunque ora avrebbero avuto fastidio. Ripeto, forse tutti i torti non li hanno ma quanto può essere fastidioso il rumore dei passi di 2 bambini sempre scalzi del peso di 20 chili circa l'uno? Siamo forse anormali noi, che al rumore del motore del loro climatizzatore piazzato proprio sotto la finestra della nostra camera da letto nemmeno facciamo caso anche quando lo lasciano tutta la notte acceso?
    Ultima modifica di Frank.Faina; 04-02-2017 alle 00:59

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Nuovo utente Altra libera prof.
    Località
    Torino
    Messaggi
    36
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Frank.Faina Visualizza Messaggio
    ma quanto può essere fastidioso il rumore dei passi di 2 bambini sempre scalzi del peso di 20 chili circa l'uno?
    Tanto.

    E, trattandosi di rumore da impatto, dubito che il pavimento in pvc assorba qualcosa.
    Se la casa non ha un pavimento flottante, perfettamente isolato (ed a volte pure se ce l'ha) i tuoi vicini di sotto sentono una corsa di cavalli, ogni volta che i bimbi si rincorrono.

    Comunque, quand'ero piccolo io, i genitori portavano i bambini a giocare fuori e in casa non si correva, tassativamente. Non solo per i vicini, ma perché si rischiava di farsi male. Si vede che ora fanno le case troppo grandi, visto che questo problema delle piste da corsa casalinghe è sempre più frequente.
    valentina18 and Haoren like this.

  5. #4
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Se devo dirla tutta potrebbe essere che lo scarso isolamento acustico sia dovuto anche al fatto che il locale sottostante sia un C2 che per qualche motivo che mi sfugge viene utilizzato come abitazione? Sono pienamente d'accordo sul fatto dei parchi ma portarli per forza fuori con le temperature invernali o sotto la pioggia come oggi solo per tutelare la quiete mi sembra più una crudeltà che un gesto d'amore. E comunque si parla di un arco temporale veramente ristretto, visto che tornano dal nido alle 17, alle 19 cenano e massimo per le 21 sono a letto, ma gia da dopo cena non li lascio girare per casa
    Ultima modifica di Frank.Faina; 04-02-2017 alle 02:13

  6. #5
    Non è collegato
    { 49 mi piace }
    Primi messaggi - L'avatar di Marion Delorme
    Località
    f
    Messaggi
    67
    Reputazione
    0
    Bambini rumorosi, Frank!
    Basta che fai una cosa: scatena i gemelli e poi vai a prenderti un caffè dai tuoi vicini. Scoprirai che per la casa si propaga un "Tu-tu" forte e fastidioso ad ogni passo, che probabilmente sovrasta anche un televisore.

    Se scorri i miei messaggi precedenti ho spesso difeso i bimbi da chi magari è davvero poco tollerante (sono dell'idea che il silenzio, in condominio, sia una pretesa assurda e se i tuoi bimbi avessero avuto un anno e mezzo difficilmente avresti potuto spiegargli), ma adesso che hanno tre anni è il momento per educarli a capire che ci sono cose che in casa non si fanno (a maggior ragione se sotto c'è qualcuno!). E se non siete tu e tua moglie a "comprenderlo" per primi difficilmente lo potranno fare i gemellini.
    Ed educare i propri figli è un gesto d'amore, molto più alto e impegnativo che lasciarli galoppare bradi e fare quello che vogliono. Così come insegnargli il rispetto per le altre persone.

    Il tuo vicino non ti chiedeva di fare silenzio assoluto, ma di evitare un suono che, ora di riposo o di veglia, è davvero difficile da sopportare e ti fa entrare mal di testa se a farlo è un bambino solo, figuriamoci due.

    Le alternative non sono incaprettarli al divano o lasciarli correre, semplicemente fargli capire che in casa si gioca con le costruzioni (magari su un tappeto, che aiuta a non gelarsi le chiappette e non fare casino), con i pupazzi, i giochi a pulsanti, il didò e le matite, i puzzle, mentre fuori ci si può rincorrere, giocare a nascondino e a palla.

    Sappi che, rispondendogli male, ti metti dalla parte del torto: non hai ragione e loro ti hanno posto la loro richiesta educatamente (non lo dare per scontato, sapessi quanti cafoni ci sono in giro, per non parlare di gente isterica che ti avrebbe cominciato a battere sul soffitto di notte per ripicca) e probabilmente dopo aver cercato di sopportare.

    Cerca di portare i bambini a "sfogarsi" fuori (il freddo lo sopportano molto meglio di te, perché loro corrono e tu stai fermo ) e comincia a fargli capire che in casa ci sono giochi che non si possono fare.
    Per loro, ancora prima che per i tuoi vicini, perché non educare i propri figli è una scelta facile che fanno fin troppi genitori.

    Un abbraccio!
    leomax, Maila67, nauseato and 1 others like this.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Ciao a tutti, prima volta che scrivo in un forum ma mi sto trovando in una situazione paradossale..! Mi sono trasferita da 4 giorni in un...
  2. Buongiorno a tutti. Vi seguo da diverso tempo ed ora ho necessitá di alcune informazioni. Vivo in una bifamiliare e i nostri vicini, coppia giovane...
  3. Salve a tutti, sono nuovo del forum e vorrei esporre un problema che oramai sta diventando un qualcosa di davvero insopportabile.. I coinquilini...
  4. salve il mio problema nasce da quando 4 anni fa sono entrata in questa nuova casa. i miei vicini di sotto mi hanno rovinato le giornate, prima mi...