Like Tree2Ringraziamenti
  • 1 Post By Leonardo53
  • 1 Post By Leonardo53

Senza cc condominiale, problema di scorporo spese da canone affitto

  1. #1
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Torino
    Messaggi
    255
    Reputazione
    0

    Senza cc condominiale, problema di scorporo spese da canone affitto

    Ciao a tutti,

    nel condominio in cui vivo siamo recentemente entrati in regime di autogestione e non abbiamo conto corrente condominiale. Non avendo per ora grosse spese (la maggiore è l'assicurazione dell'edificio, di parecchio inferiore ai 1000 euro), le rate vengono raccolte in contanti e i pagamenti fatti con le stesse modalità.

    Recentemente uno degli appartamenti del condominio in cui abito è stato venduto e il nuovo inquilino mi dice che lui deve necessariamente pagare con bonifico, cito testualmente, "per ragioni di presentazione documentazione per lo scorporo delle spese condominiali dal canone di affitto in fase di dichiarazione dei redditi".

    Detto che difficilmente l'assemblea approverà l'apertura del conto corrente, come posso ricevere questo pagamento? Assegno? Posso eventualmente far depositare la cifra sul mio conto corrente (cosa che preferirei NON dover fare)?

    Grazie anticipatamente a chi vorrà aiutarmi

    Ultima modifica di Barito; 15-01-2015 alle 15:50

  2. #2
    Non è collegato
    { 3426 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,852
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Barito Visualizza Messaggio
    ...Recentemente uno degli appartamenti del condominio in cui abito è stato venduto e il nuovo inquilino mi dice che lui deve necessariamente pagare con bonifico, cito testualmente, "per ragioni di presentazione documentazione per lo scorporo delle spese condominiali dal canone di affitto in fase di dichiarazione dei redditi"...
    Le spese condominiali possono essere "scaricate" con le ricevute di pagamento rilasciate dall'incaricato del condominio alla riscossione.
    Non si capisce bene se chi ti richiede di pagare con bonifico è il proprietario o l'inquilino perchè se si tratta di inquilino, questi deve pagare le spese accessorie (condominiali) al proprietario che gli rilascerà ricevuta e provvederà a pagare le spese condominiali.

    Perfino le grosse società, nelle loro dichiarazioni dei redditi, scaricano le spese condominiali con ricevute di pagamento.
    Secondo me il nuovo inquilino o condòmino vuole pagare con bonifico per sua comodità e si è inventata questa scusa.
    Fatti indicare la Normativa che lo obbliga a dimostrare le spese condominiali con bonifico.

    In ultimo, dovesse essere vero quanto dice (non ci credo), il condominio senza amministratore non è obbligato ad aprire il c/c per cui se il condominio è formato da meno di 9 condòmini e lui non può obbligarvi a nominare un amministratore, allo stesso modo non può obbligarvi ad aprire un c/c.
    Risolvesse il suo problema consultando un commercialista che sicuramente gli prospetterà una soluzione senza coinvolgere il condominio (sempre che non si tratti di capricci).

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Torino
    Messaggi
    255
    Reputazione
    0
    Grazie Leonardo, sempre impeccabile (quando ti compri un'unità immobiliare nel condominio in cui sto io? )

    E' il proprietario, si, scusa. Credo anche io che voglia semplificarsi la vita (e come dargli torto).

    Domandina idiota: basta dunque che gli rilasci una ricevuta a nome mio indicando che ricevo la somma per il pagamento della rata(classica semplice ricevuta i cui facsimile si trovano anche in rete), o la ricevuta deve essere a nome del condominio, cioè "il condominio riceve la quota a pagamento della rata" e firmata da tutti? Non c'è una delibera in cui si riporta che io ricevo le quote, anche se di fatto la cosa la seguo io in questo momento (potrebbe essere che la seconda rata la riceva un altro condomino ... lui stesso potrebbe essere incaricato di raccogliere le seconde rate nel caso limite!)
    Ultima modifica di Barito; 15-01-2015 alle 17:05

  5. #4
    Non è collegato
    { 3426 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,852
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Barito Visualizza Messaggio
    Grazie Leonardo, sempre impeccabile (quando ti compri un'unità immobiliare nel condominio in cui sto io? )

    Domandina idiota: basta dunque che gli rilasci una ricevuta a nome mio indicando che ricevo la somma (classica semplice ricevuta i cui facsimile si trovano anche in rete), o la ricevuta deve essere a nome del condominio e firmata da tutti? Non c'è una delibera in cui si riporta che io ricevo le quote, anche se di fatto la cosa la seguo io in questo momento (potrebbe essere che la seconda rata la riceva un altro condomino).
    La ricevuta la firmerà di volta in volta chi riceve materialmente il denaro indicando:
    Ricevo in nome e per conto del condominio.........

    Poichè vi autogestite credo che riuscite ad approvare il rendiconto molto prima della dichiarazione dei redditi.
    Nell'ordinaria potete anche mettere all'ordine del giorno "certificazione quote versate dai condòmini nell'anno___"
    e sul verbale, al punto in discussione scriverete....
    L'assemblea certifica che nell'anno____ i condòmini hanno versato le seguenti quote condominiali:
    Tizio €. *****
    Caio €. *****
    Sempronio €. ****
    Una copia di questa certificazione, firmata da Presidente e Segretario, può essere usata per la dichiarazione dei redditi.
    Io, per esempio, per un motivo opposto, nel verbale certifico le entrate derivanti da locazioni condominiali che ciascuno dovrà riportare nella propria dichiarazione dei redditi.
    Barito likes this.

  6. #5
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Torino
    Messaggi
    255
    Reputazione
    0
    Ho fatto alcune modifiche al mio post precedente che non compaiono nel quote della tua risposta, ma il senso non cambia.

    La tua risposta non fa una piega, farò come hai detto, sempre prezioso!

    Nel condominio ci sono altri due proprietari che hanno affittato le loro unità, ma non hanno sollevato la questione: magari non lo sanno che possono scaricare qualcosina ...
    Ultima modifica di Barito; 15-01-2015 alle 17:34

  7. #6
    Non è collegato
    { 3426 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,852
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Barito Visualizza Messaggio
    Ho fatto alcune modifiche al mio post precedente che non compaiono nel quote della tua risposta, ma il senso non cambia.

    La tua risposta non fa una piega, farò come hai detto, sempre prezioso!

    Nel condominio ci sono altri due proprietari che hanno affittato le loro unità, ma non hanno sollevato la questione: magari non lo sanno che possono scaricare qualcosina ...
    Forse è bene puntualizzare che le spese condominiali può scaricarle il proprietario o l'inquilino di un immobile adibito ad attività.
    I proprietari di appartamenti ad uso abitativo possono scaricare solo le spese di manutenzione per cui è prevista la detrazione fiscale (ad esempio il rifacimento della facciata).
    Per poter detrarre queste spese è necessario che il condominio (non il singolo condòmino) paghi il fornitore con bonifico bancario ma non necessariamente occorre avere un c/c. L'incaricato in nome e per conto del condominio può recarsi in una qualsiasi banca ed effettuare il bonifico versando denaro contanti all'impiegato.

    Se il nuovo proprietario non utilizza almeno parte dell'immobile ad uso studio o ufficio della propria attività, o ci sta provando o non sa nemmeno lui di cosa sta parlando.
    Barito likes this.

  8. #7
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Torino
    Messaggi
    255
    Reputazione
    0
    Mi diceva che ha altri appartamenti in affitto... non so se questo possa costituire attività ma da quello che dici, dato che l'appartamento da noi è ad uso abitativo, direi proprio di no.

    (G-R-A-Z-I-E !!!)
    Ultima modifica di Barito; 16-01-2015 alle 08:41

  9. #8
    Non è collegato
    { 17 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Torino
    Messaggi
    255
    Reputazione
    0
    Ripensandoci un attimo, probabilmente la "detrazione" ha a che fare con l'affitto: lui percepisce un'entrata (l'affitto) e su questa paga le tasse. Probabilmente può sottrarre le spese condominiali dal lordo dell'affitto e su questo netto viene poi applicata la tassazione...

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve a tutti amici del forum correggetemi se sbsglio qualcosa...allora abbiamo iniziato dei lavori di rifacimento facciata in un condominio...io...
  2. Buonasera a tutti, e un grazie anticipato a chi mi risponderà. In pratica, dal primo di ottobre sono a Milano in affitto in un appartamento dove...
  3. Buon pomeriggio, avrei bisogno di un vostro esperto parere. Abito in un piccolo condominio, dove da poco sono stati deliberati dei lavori urgenti da...
  4. Proprietaria di due appartamenti (uno il mio e l'altro affittato) in un condominio stiamo facendo i lavori di manutenzione dello stabile. tali lavori...