Like Tree3Ringraziamenti
  • 1 Post By Giovanni Inga
  • 1 Post By Aristide Balducci
  • 1 Post By Giovanni Inga

Risoluzione contratto per decesso inquilino e problematiche relative ai locali

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Risoluzione contratto per decesso inquilino e problematiche relative ai locali

    Buongiorno,
    vi scrivo perchè il mio compagno ha un problema che non riesce a risolvere. Sua nonna è mancata questo autunno e chiaramente l'appartamento presso cui era inquilina è da svuotare e risistemare per essere consegnato al proprietario.
    Il problema si pone nel momento in cui il proprietario richiede le seguenti lavorazioni:
    - ripristino intonaco/muratura per danno dovuto alla perdita di un tubo (cosa che sono più che certa spetti al proprietario)
    - rimozione della tappezzeria che era già presente all'inizio del contratto di affitto (lui si lamenta del fatto che sia usurata)
    - imbiancatura pareti (questa mi pare l'unica richiesta sensata e corretta dal punto di vista del contratto)

    Inoltre il proprietario risulta essere sempre scortese e pretenzioso sul rilascio dell'appartamento, quando si sono accordati che per il mese di Novembre e Dicembre l'affitto era da considerarsi pagato con la caparra versata all'inizio del contratto.
    Cosa ne pensate? Avete avuto situazioni simili? C'è un documento o qualcosa di simile con cui si possa controbattere a ragione alle sue pretese?

    Vi ringrazio moltissimo.


  2. #2
    Non è collegato
    { 1671 mi piace }
    Staff Moderatore Amministratore di condominio L'avatar di Giovanni Inga
    Località
    Palermo
    Messaggi
    19,974
    Reputazione
    100
    Cercate di consultare il contratto stipulato e verificatene il contenuto al fine di avere contezza degli accordi sottoscritti.
    Per quanto concerne le richieste, la tappezzeria c'era e rimane. Se la vuole togliere, ci pensa lui. Non può appellarsi al fatto che sia usurata poiché ciò è insito per qualsiasi cosa.
    Lo stesso dicasi per l'imbiancatura.. Non può certo pretendere la tinteggiatura se non prevista contrattualmente a meno ché non abbia consegnato l'appartamento tinteggiato ad inizio locazione.
    Per i danni, dipende se ciò si sia verificato per incuria o per vetusta
    Sonica likes this.
    Staff
    Palermo

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    La ringrazio per la risposta. Il contratto prevede che l'alloggio sia restituito nelle stesse condizioni in cui è stato consegnato, da qui il dubbio sulla rimozione della tappezzeria e imbiancatura relativa (dove ora si ha la tappezzeria). Mi sembra soltanto una follia dover rimuovere tutta la tappezzeria quando l'usura non è estesa a tutta la casa, questo per poi aver restituito l'alloggio imbiancato e senza più tappezzeria (che probabilmente andava anni fa ma ora non più).

  5. #4
    Non è collegato
    { 204 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore di condominio L'avatar di Aristide Balducci
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,770
    Reputazione
    30
    Citazione Originariamente Scritto da Sonica Visualizza Messaggio
    ...quando si sono accordati che per il mese di Novembre e Dicembre l'affitto era da considerarsi pagato con la caparra versata all'inizio del contratto. Vi ringrazio moltissimo.
    Anche se è prassi comune NON PAGARE LE ULTIME RATE DI LOCAZIONE per pareggiare con la caparra di inizio locazione, non è assolutamente corretto farlo.
    I mesi (in genere due o tre) che si versano alla sottoscrizione del contratto NON SONO DA CONSIDERARSI come un "anticipo locazione" ma come "deposito in c/danni".
    In pratica si dovrebbero pagare tutte le rate fino all'ultimo mese per poi, concordemente col proprietario fare un sopralluogo dell'immobile locato e quantificare gli eventuali danni procurati dall'affittuario.
    Se ci sono danni (evidenti) nell'appartamento si usano i soldi del c/deposito per rimediare ai danni.
    Alla fine dei lavori di ripristino si rifanno i conteggi e, se a credito del proprietario l'affittuario dovrà corrispondere la somma mancante. Se invece a credito dell'affittuario sarà il proprietario che dovrà restituire la somma eccedente.
    Inoltre (anche se nessun proprietario lo applica) sulle somme versate in conto "deposito danni per locazione" andrebbero corrisposti gli interessi legali. Tali interessi decorrono dalla data di stipula del contratto di locazione e fino al giorno in cui termina la locazione o il giorno in cui si riconsegna l'immobile o il giorno in cui terminano i lavori di ripristino.
    Sonica likes this.

  6. #5
    Non è collegato
    { 1671 mi piace }
    Staff Moderatore Amministratore di condominio L'avatar di Giovanni Inga
    Località
    Palermo
    Messaggi
    19,974
    Reputazione
    100
    Ribadisco quanto detto...
    http://www.condominioweb.com/riconse...itturate.11729
    Il proprietario non può pretendere l'imbiancatura se ciò non è previsto dal contratto, non è stato consegnato imbiancato e lo stato attuale dipende dalla normale incidenza del tempo.
    Sonica likes this.
    Staff
    Palermo

  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Alessandria
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Vi ringrazio davvero per le informazioni, inizio a passare al mio compagno qualche dritta allora

    Già sapevo che la caparra non potesse essere utilizzata per la corresponsione dell'affitto, ma essendosi loro accordati così senza nessun accordo scritto, credo che eventualmente sia la parola dell'uno contro quella dell'altro. In qualsiasi caso credo che (come dice anche il Sig. Inga) il proprietario non possa decidere autonomamente quali siano i lavori spettanti all'inquilino ma che sia necessaria un'attenta analisi del contratto, che a questo punto faremo sicuramente, chiedendo aiuto alle associazioni dedicate a questi casi.
    Preferiremmo non dover ricorrere all'utilizzo di un avvocato ma, se le cose prenderanno una piega peggiore, temo che sarà l'unica soluzione.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno a tutti! Non vorrei dover cominciare la giornata in maniera lugubre ma purtroppo mi trovo in una situazione mai affrontata e chiedo lumi...
  2. Avrei bisogno di un consiglio:nel ns piccolo condominio (4 appartamenti di cui 2 monolocali e disabitati da anni) non siamo ancora in regola con...
  3. Situazione: condominio composto da 20 unità abitative suddivise equamente in due diversi numeri civici. Tutto è comune fuorché l'ingresso e le scale....
  4. Salve, Ho deciso ri risolvere il vecchio contratto di affitto che risale al 1999 e stipulare uno nuovo con lo stesso inquilino.Ci sono problemi che...