Riparto spese proprietario – inquilino

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    19
    Reputazione
    0

    Riparto spese proprietario – inquilino

    Buongiorno a tutti,
    sono proprietario di un appartamento, che ho locato, sito in un condominio diviso in più scale.
    Nella scala dove è allocato il mio appartamento, la maggioranza dei proprietari ha deciso di fare dei lavori di manutenzione (tinteggiatura cassa scale, sostituzione portoncini di ingresso, sostituzione delle cassette postali), di abbellimento (marmi sulle pareti) e di adeguamento (a norme per portatori di handicap).
    In quanto proprietario, mi sono addebitato il totale delle spese, ma ho letto che potrei addebitare al mio inquilino gli interessi legali della spesa.
    Domande:
    1) E’ giusto?
    2) Se si, avendo pagato la mia quota in più rate, come calcolo gli interessi legali?
    3) La cifra che ho calcolato relativa agli interessi legali, andrà poi addebitata all’inquilino ogni mese? Per sempre? Si configura, quindi, un aumento del canone di locazione?
    Grazie.

    Lucio




  2. #2
    Non è collegato
    { 10 mi piace }
    Frequentatore assiduo
    Messaggi
    1,529
    Reputazione
    32
    1)Devi leggere il contratto di locazione e vedere se è presente la clausola che ti permette di aumentargli il canone all'interesse legale sulla spesa effettuata per i lavori.
    Se non c'è nel contratto non puoi chiederlo perchè l'art 23 della 392/78 è abrogato dalla 431/98.
    2)se avete usato l'art 23 come base nella clausola:
    L'aumento decorre dalla data in cui sono state ultimate le opere, se la richiesta è fatta entro trenta
    giorni dalla data stessa; in caso diverso decorre dal primo giorno del mese successivo al ricevimento della richiesta.
    Per cui è indipendente dal fatto che tu paghi a rate. Dipende quale è la spesa che ti è stata addebitata nella ripartizione condominiale.
    In caso di pattuizioni diverse non so...
    3)Si. e sul nuovo canone andrai poi a calcolare gli aumenti istat.


  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    19
    Reputazione
    0
    Grazie Ric75 per la cortese risposta.
    Nel contratto è scritto: "... L'esecuzione d’opere straordinarie di manutenzione consente al locatore di chiedere un aumento del canone pari al tasso legale sul capitale impiegato, con decorrenza dal primo mese successivo a quello di ricevimento della richiesta." Quindi, nel contratto c'è.
    Come risposta al punto 2 mi scrivi: " ...in caso diverso decorre dal primo giorno del mese successivo al ricevimento della richiesta."
    Io non ho comunicato niente, quindi, se ho capito bene, devo prima fare al conduttore una specifica richiesta e poi far scattare gli interessi legali al mese successivo alla richiesta. Giusto? Mi aiuti pure a capire come si calcolano gli interesi legali su una spesa (di mia quota) di 1.000,00 euro? A me risulta circa 20 euro di interessi legali. E' così?




  5. #4
    Non è collegato
    { 10 mi piace }
    Frequentatore assiduo
    Messaggi
    1,529
    Reputazione
    32
    Giusto.
    Devi prendere il bilancio consuntivo condominiale e vedere quale è l'ammontare della spesa straordinaria per i lavori a te ripartita.

    L'interesse legale è da 2 anni al 3% (D.M. 12 12 2007)
    Per cui su 1000€ di spesa l'aumento del canone è di 30€ all'anno, cioè di 2,5€ al mese.

    Devi madare la lettera raccomandata richiedendo l'aumento (troverai un modello da copiare su google sicuramente) e dal mese successivo alla richiesta il conduttore dovrà versare 2,5€ in più.




  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    19
    Reputazione
    0
    Grazzzzzzzzissime,
    figurati che io avevo capito 20 euro in più AL MESE PER SEMPRE !!!!!
    (Mi dispiaceva per l'inquilino ...)
    Riepilogando:
    a) mando una comunicazione all'inquilino
    b) da dicembre (per esempio) mi dovrà dare il canone di locazione aumentato di 2,50 euro
    c) sarà così per sempre
    d) l'indice istat sarà calcolato sul "nuovo" canone.
    OK?



  7. #6
    Non è collegato
    { 10 mi piace }
    Frequentatore assiduo
    Messaggi
    1,529
    Reputazione
    32
    Si, il nuovo canone base di questo anno (a partire dal mese successivo alla richiesta) sarà uguale al vecchio + l'aumento e in futuro subirà tutti gli aggiornamenti previsti dal contratto (istat).






+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. buona sera la domanda è la seguente: l'amministratore è obbligato per legge (quale norma) a specificare (voce per voce) le spese che competono...
  2. Appartamento dato in affitto: quali sono le spese condominiali che rimangono a carico del proprietario? Grazie, saluti. Spostata in Locazioni
  3. Salve a tutti, ieri ho ricevuto da uno studio di commercialisti che hanno alcuni appartamenti in un condominio che amministro la seguente e.mail: ...