Like Tree5Ringraziamenti
  • 3 Post By Leonardo53
  • 1 Post By Nicolas Fiasconaro
  • 1 Post By albano59

Ripartizione spese condominiali in caso di appartamenti e locali commerciali sfitti

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Belpasso
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Ripartizione spese condominiali in caso di appartamenti e locali commerciali sfitti

    Salve, sono perfettamente a conoscenza del fatto che in caso di locali sfitti all'interno del condominio le spese condominiali spettano comunque al proprietario in quanto si paga l'uso potenziale e non l'effettivo, ma c'è qualcuno in grado di fornirmi i riferimenti di legge ? Premetto che il condominio di cui faccio parte come conduttore è composto da quattro appartamenti ed un locale commerciale e che le spese condominiali riguardano unicamente la luce scale, solo gli appartamenti, e l'elettricità relativa all'autoclave.
    Grazie


  2. #2
    Non è collegato
    { 631 mi piace }
    Staff Moderatore Geometra L'avatar di Mario Pessina
    Località
    Milano
    Messaggi
    6,212
    Reputazione
    100
    Art. 1118. Diritti dei partecipanti sulle parti comuni
    Il diritto di ciascun condomino sulle parti comuni, salvo che il titolo non disponga altrimenti, è proporzionale al valore dell'unità immobiliare che gli appartiene.
    Il condomino non può rinunziare al suo diritto sulle parti comuni.
    Il condomino non può sottrarsi all'obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle parti comuni, neanche modificando la destinazione d'uso della propria unità immobiliare, salvo quanto disposto da leggi speciali.
    Frustra fit per plura quod potest fieri per pauciora- E' inutile fare con più, ciò che può essere fatto con meno (Rasoio di Ockham)
    Staff
    Milano

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Belpasso
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Mario Pessina Visualizza Messaggio
    Art. 1118. Diritti dei partecipanti sulle parti comuni
    Il diritto di ciascun condomino sulle parti comuni, salvo che il titolo non disponga altrimenti, è proporzionale al valore dell'unità immobiliare che gli appartiene.
    Il condomino non può rinunziare al suo diritto sulle parti comuni.
    Il condomino non può sottrarsi all'obbligo di contribuire alle spese per la conservazione delle parti comuni, neanche modificando la destinazione d'uso della propria unità immobiliare, salvo quanto disposto da leggi speciali.
    La ringrazio per la Sua tempestività nel rispondermi, qui il problema sorge dal fatto che il solo appartamento affittato è quello da me occupato e che il proprietario dello stabile non intende partecipare alle spese comuni in quanto lui dice di non usufruirne, io lo ho avvisato che pagherò una quota parte in acconto in attesa dei conteggi corretti, secondo Lei ho sbagliato ?
    Grazie

  5. #4
    Non è collegato
    { 709 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore di condominio L'avatar di Nicolas Fiasconaro
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,019
    Reputazione
    39
    Salve,
    da quanto si comprende non avete Amministratore, perchè altrimenti sarebbe lui a doversi occupare della questione.

    La luce a chi è intestata?

    Cordiali saluti.

  6. #5
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Ugo60 Visualizza Messaggio
    sono perfettamente a conoscenza del fatto che in caso di locali sfitti all'interno del condominio le spese condominiali spettano comunque al proprietario in quanto si paga l'uso potenziale e non l'effettivo
    Citazione Originariamente Scritto da Ugo60 Visualizza Messaggio
    qui il problema sorge dal fatto che il solo appartamento affittato è quello da me occupato e che il proprietario dello stabile non intende partecipare alle spese comuni
    5 unità immobiliari - quante sfitte ? - fiscalmente quanti proprietari ?

  7. #6
    Non è collegato
    { 3642 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    23,741
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Ugo60 Visualizza Messaggio
    ... il solo appartamento affittato è quello da me occupato e che il proprietario dello stabile non intende partecipare alle spese comuni in quanto lui dice di non usufruirne...
    Se c'è un solo proprietario dello stabile non c'è condominio ed in ogni caso valgono gli accordi contrattuali presenti nel contratto di locazione.
    Se non ci sono accordi particolari dovresti pagare le spese accessorie di cui tu usufruisci insieme agli altri che ne usufruiscono potenzialmente per cui potrebbero essere applicate le stesse regole del condominio.
    Ti conviene andare ad un sinsdacato inquilini e mostrare il tuo contratto di locazione.
    Con il contratto alla mano, gli avvocati del sindacato saprano darti spiegazioni più dettagliate.
    Associandoti con pochi euro, potrai ricevere gratuitamente tutta l'assistenza che ti necessita.
    Ugo60, Chicca67 and Chicca67 like this.

  8. #7
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Belpasso
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    I contratti relativi all'energia elettrica di scale e autoclave sono intestati al proprietario dell'immobile.
    Cordiali saluti

    - - - Aggiornato - - -

    Una sola affittata, un solo proprietario

  9. #8
    Non è collegato
    { 709 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore di condominio L'avatar di Nicolas Fiasconaro
    Località
    Palermo
    Messaggi
    2,019
    Reputazione
    39
    Citazione Originariamente Scritto da Ugo60 Visualizza Messaggio
    I contratti relativi all'energia elettrica di scale e autoclave sono intestati al proprietario dell'immobile.
    Cordiali saluti

    - - - Aggiornato - - -

    Una sola affittata, un solo proprietario
    Salve,
    ma il proprietario dell'immobile dove tu sei il conduttore? O il proprietario è anche proprietario degli altri immobili?
    Nel primo caso: come mai l'intestazione è stata fatta a lui e non a nome del condominio?
    Nel secondo caso: se la luce è intestata al proprietario di tutto l'edificio non è un tuo problema pagare o meno, in quanto sarà lui a doverti chiedere la quota, quindi pagherai solo per la tua quota. Se ritieni che faccia calcoli sbagliati, basta fare una suddivisione pro unità delle spese.

    Cordiali saluti.
    Ugo60 likes this.

  10. #9
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Mi sembra di comprendere che il problema verta sul come dividere le poche spese comuni.

    Premesso che per te vale quanto disposto nel tuo contratto, le spese comuni vanno divise fra tutte le u.i.; precisamente:
    - luci scale fra i 4 appartamenti;
    - elettricità autoclave fra le 5 u.i.

    Cosa accade quando qualche u.i. è vuota/inutilzzata ?
    Accade che il riparto spese si fa sempre come sopra detto, ma le quote competenti alle unità immobiliari vuote/sfitte/inutilizzate rimangono in capo al proprietario, proprio perché le spese comuni sono attribuite in base all'uso potenziale e non all'uso effettivo.

    Se i vostri accordi prevedono la divisione delle spese in parti uguali (faccio per semplificare) tu dovrai sempre pagare 1/4 di luce scala e 1/5 di elettricità autoclave. Punto.

    Cambia invece la posizione contabile del proprietario che dovrà rispondere e pagare per tutte le sue u.i. rimaste a sua disposizione (vuote/inutilizzate).
    Con 2 appartamenti sfitti il proprietario dovrà rispondere di spese comuni pari a 2/4 luci scale e 2/5 elettricità autoclave.
    Con locale commerciale + 1 appartamento sfitto il proprietario dovrà rispondere di spese comuni pari a 1/4 di luce scala e 2/5 di elettricità autoclave.
    Con locale commerciale + 3 appartamenti sfitti il proprietario dovrà rispondere di spese comuni pari a 3/4 di luce scala e 4/5 di elettricità autoclave.
    Con locale commerciale + 4 appartamenti tutti affittati/utilizzati, il proprietario non deve rispondere di alcuna quota di spesa.
    Ugo60 likes this.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno, sono proprietario di un appartamento che non riesco ad affittare da più di 1 anno. Mi chiedono di pagare lo stesso le rate condominiali...
  2. Buongiorno a tutti, Vi chiedo un aiuto in merito alla seguente problematica. Il proprietario dello stabile in cui vive una mia amica, composto da 8...
  3. siamo proprietari di un appartamento in una palazzina composta da quattro unità. le altre tre unità sono di proprietà della stessa famiglia. In...
  4. Buonasera mi chiamo Alberto e sono un amministratore di condominio, il il condominio ha 6 unità abitative di cui 4 occupate e 2 sfitte. Ho dei...