Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Like Tree3Ringraziamenti

Ricevute d'affitto arretrate

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Studente
    Località
    Verona
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Ricevute d'affitto arretrate

    Ciao a tutti sono nuova.
    Ho letto molte discussioni ma trovo pareri discordanti in merito alle ricevute d'affitto.
    Sono diversi anni che sono in affitto, ho sempre pagato regolarmente mensilmente la proprietaria con bonifico bancario specificando nella causale il mese di canone.
    Inizialmente ero d'accordo con la proprietaria che mi rilasciasse le ricevute mensilmente, ma non l'ha mai fatto.
    Se adesso dovessi chiederle le ricevute di tutti i mesi precedenti, hanno comunque valore se la marca da bollo è datata anteriormente?
    Inoltre ha più senso farsi rilasciare nel mio caso 36 ricevute per i tre anni trascorsi, oppure una sola che comprende 3 anni di canoni?

    Tutti questi dubbi mi sono sorti perchè sul contratto d'affitto c'è scritto così:
    La prova del pagamento dei canoni potrà essere data solo dall'esibizione delle relative ricevute.

    Non vorrei che un giorno la proprietaria si inventi che non ho mai pagato l'affitto e mi chieda tutti i mesi arretrati.

    Per finire vorrei sapere a chi spetta pagare l'imposta che si paga ogni anno all'agenzia delle entrate per il contratto d'affitto.


  2. #2
    Non è collegato
    { 336 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore interno L'avatar di GIME
    Località
    catania
    Messaggi
    1,691
    Reputazione
    28
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wps...beni+immobili/
    Quà trovi le informazione che cerchi. L'imposta se dovuta va pagata da entrambi. a meno che il locatario non opti per la cedolare secca.
    Le copie dei bonifici che avrai avuto cura di stampare e consevare fungono già da ricevute.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Studente
    Località
    Verona
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da GIME Visualizza Messaggio
    http://www.agenziaentrate.gov.it/wps...beni+immobili/
    Quà trovi le informazione che cerchi. L'imposta se dovuta va pagata da entrambi. a meno che il locatario non opti per la cedolare secca.
    Le copie dei bonifici che avrai avuto cura di stampare e consevare fungono già da ricevute.
    grazie per la risposta.
    scusa la mia ignoranza ma come faccio a capire se il contratto d'affitto è con la cedolare secca?
    i bonifici li ho sempre fatti online, quindi non ho una ricevuta cartacea.

  5. #4
    Non è collegato
    { 336 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore interno L'avatar di GIME
    Località
    catania
    Messaggi
    1,691
    Reputazione
    28
    E' facile. primo è espressamente riportato in qualche articolo del contratto con questa formula:
    Il locatore dichiara di volersi avvalere dell'opzione Cedolare Secca. Per effetto di tale opzione non si rende più dovuta l'imposta di registro annuale sul contratto stesso. Il locatore rinuncia per tutto il periodo di validità dell'opzione stessa, alla richiesta di aggiornamento del canone annuo prevista all'art. 5) del presente contratto In caso di revoca della suddetta opzione si renderà dovuta l'imposta di registro annuale e il sottoscritto ( locatore) potra richiedere l'aggiornamento del canone previsto all'art. 5) del presente contratto. Verificandosi tale situazione, sarà premura dare apposita comunicazione scritta all'affittuario. O similare ovviamente
    inoltre, il bollo apposta dall'agenzia delle entrate al momento della registrazione, riporta espressamente la dicitura "cedolare secca" .
    Spero di essere stato di aiuto.

    - - - Aggiornato - - -

    Circa i bonifici scordavo: se li fai on line hai un c/c on line e quindi ogni volta che emetti bonifico ne puoi conservare copia in formato pdf in una cartella apposita perchè nell'estratto conto non restano in memoria tanti anni. Io lo faccio per l'affitto dei mie suoceri.

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Studente
    Località
    Verona
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Il contratto è di due pagine è stato scritto ''un pò alla buona'' nel senso che è stato copiato da un contratto precedente, ma non ci sono gli articoli che hai scritto in precedenza.
    E sulla mia copia di contratto c'è il timbro dell'agenzia delle entrate ma non c'è il bollo col al dicitura cedolare secca. Però la proprietaria mi ha sempre parlato di contratto con cedolare secca...

    Per le ricevute del bonifico sono riuscita grazie, l'unica problema è riuscire a stamparmi quelle vecchie vecchie mi sa che devo chiamare la banca.
    Ma sei sicuro che mi bastano queste? C'è scritto in qualche regolamento?
    Ultima modifica di adele90; 19-08-2015 alle 16:34

  7. #6
    Non è collegato
    { 336 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore interno L'avatar di GIME
    Località
    catania
    Messaggi
    1,691
    Reputazione
    28
    [QUOTE=adele90;538279]Il contratto è di due pagine è stato scritto ''un pò alla buona'' nel senso che è stato copiato da un contratto precedente, ma non ci sono gli articoli che hai scritto in precedenza.
    E sulla mia copia di contratto c'è il timbro dell'agenzia delle entrate ma non c'è il bollo col al dicitura cedolare secca. Però la proprietaria mi ha sempre parlato di contratto con cedolare secca...

    Per le ricevute del bonifico sono riuscita grazie, l'unica problema è riuscire a stamparmi quelle vecchie vecchie mi sa che devo chiamare la banca.
    Ma sei sicuro che mi bastano queste? C'è scritto in qualche regolamento?[/QUOTE
    Sono sicuro. Voglio dire è lei che ti ha dato l'Iban, anzi tale dato deve essere scritto nel contratto. la signora non trovarà mai un giudice che le dara ragione dicendole " la copia del bonifico non vale come ricevuta". Stai serena su questo punto. Circa la cedolare secca vale quanto ti ho già detto. Non esistono, fiscalmente, altre formule. Infine se la signora ti parla di cedolare secca, non puo aumentarti il canone annuo adeguandolo all'aumento ISTAT.

    - - - Aggiornato - - -

    Scusa la forma ho avuto un problema col pc.!!

  8. #7
    Non è collegato
    { 1998 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    19,921
    Reputazione
    100
    le copie dei bonifici non sono ricevute d'affitto visto che le ricevute le deve rilasciare il prorietario di casa su richiesta dell'affittuario .

    sicuramente con tutte le copie dei bonifici e con l'estratti conto si potra' provare la movimentazione di soldi riconducibili al pagamento di affitti visto la presenza di un contratto di locazione tra le parti .


    ovvero le ricevute di quietanza del proprietario attestano al 100 il pagamento dell'affitto , con solo le copie dei bonifici si attesta la movimentazione di denaro ma non significa che attestino automaticamente il pagamento dell'affitto .
    Ultima modifica di peppe64; 19-08-2015 alle 20:49
    brico likes this.

  9. #8
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Citazione Originariamente Scritto da peppe64 Visualizza Messaggio
    le copie dei bonifici non sono ricevute d'affitto visto che le ricevute le deve rilasciare il prorietario di casa su richiesta dell'affittuario .

    sicuramente con tutte le copie dei bonifici e con l'estratti conto si potra' provare la movimentazione di soldi riconducibili al pagamento di affitti visto la presenza di un contratto di locazione tra le parti .


    ovvero le ricevute di quietanza del proprietario attestano al 100 il pagamento dell'affitto , con solo le copie dei bonifici si attesta la movimentazione di denaro ma non significa che attestino automaticamente il pagamento dell'affitto .
    Ma se nelle note scrivi " affitto mese x " o "riferimento contratto numero xy" credo tu sia a posto.

  10. #9
    Non è collegato
    { 1998 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    19,921
    Reputazione
    100
    sempre che la ricevuta di bonifico non costituisce ricevuta di quietanza .
    brico likes this.

  11. #10
    Non è collegato
    { 100 mi piace }
    Utente gold L'avatar di caval
    Messaggi
    3,474
    Reputazione
    56

    Cool

    Citazione Originariamente Scritto da remejo Visualizza Messaggio
    se nelle note scrivi " affitto mese x " o "riferimento contratto numero xy"
    credo tu sia a posto.
    Appunto,
    Lo credi tu.

    E lo credeva _anche_ quell'inquilino "timido"
    che nella cusale del bonifico ci scriveva (lui che era l'inquilino)
    Affotto del mese di Agosto.

    Peccato che era indietro con i pagamenti di circa un anno,
    ma forse essendo timido,
    e vergognandosi di fronte al cassiere dela banca,
    si vergognava a scriverci Affitto di dieci mesi fa...

    Ragazzi cerchiamo di usare la testa,
    Una ricevuta ( o meglio una Quietanza) non la può certo scrivere IL DEBITORE !
    Una ricevuta (o meglio una Quietanza) lo può scrivere unicamente IL CREDITORE !

    Riguardo la valenza delle cedoline bancarie, ha già dato la risposta giusta Peppe,
    se le conservi tutte quante, dalla prima all'ultima, nesuna esclusa,
    possono servire come indagine da ricostruire a tavolino con pazienza, per ricostruire l'andamento dei fatti.
    brico likes this.

  12. #11
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Citazione Originariamente Scritto da caval Visualizza Messaggio
    Appunto,
    Lo credi tu.

    E lo credeva _anche_ quell'inquilino "timido"
    che nella cusale del bonifico ci scriveva (lui che era l'inquilino)
    Affotto del mese di Agosto.

    Peccato che era indietro con i pagamenti di circa un anno,
    ma forse essendo timido,
    e vergognandosi di fronte al cassiere dela banca,
    si vergognava a scriverci Affitto di dieci mesi fa...

    Ragazzi cerchiamo di usare la testa,
    Una ricevuta ( o meglio una Quietanza) non la può certo scrivere IL DEBITORE !
    Una ricevuta (o meglio una Quietanza) lo può scrivere unicamente IL CREDITORE !

    Riguardo la valenza delle cedoline bancarie, ha già dato la risposta giusta Peppe,
    se le conservi tutte quante, dalla prima all'ultima, nesuna esclusa,
    possono servire come indagine da ricostruire a tavolino con pazienza, per ricostruire l'andamento dei fatti.
    Qui ci sono dei giudici che la pensano in maniera differente da quanto dici tu http://www.casa24.ilsole24ore.com/ar...?uuid=Abzb1DDK

  13. #12
    Non è collegato
    { 336 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore interno L'avatar di GIME
    Località
    catania
    Messaggi
    1,691
    Reputazione
    28
    Mi trovo in sintonia con remejo. Nessun giudice dirà che i bonifici destinati al proprietario/a con la causale per es. "locazione mese di agosto 2015" non hanno valore di quieanza. Un bonifico contiene tutti i dati di una quietanza: c/c di addebito; c/c di accredito ; nominativo ordinanate e causale del bonifico; l'importo; nominativo beneficiario, codice cro. Con un documento simile come può un proprietario di immobile sostenere che l'inquilino non ha pagato?

  14. #13
    Non è collegato
    { 100 mi piace }
    Utente gold L'avatar di caval
    Messaggi
    3,474
    Reputazione
    56

    Post

    Citazione Originariamente Scritto da GIME Visualizza Messaggio
    Con un documento simile come può un proprietario di immobile sostenere che l'inquilino non ha pagato?
    Ho appena sopra fatto un esempio, pratico e REALE, di vita vissuta,

    "Affitto del mese di Agosto.
    Peccato che era indietro con i pagamenti di circa un anno
    "

    L'unica valenza REALE che si può attribuire alle cedoline delal banca,
    la ha espressa prima Peppe, e poi la ho ripetuta appena qui sopra.

  15. #14
    Non è collegato
    { 413 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,790
    Reputazione
    74
    Citazione Originariamente Scritto da remejo Visualizza Messaggio
    Qui ci sono dei giudici che la pensano in maniera differente da quanto dici tu http://www.casa24.ilsole24ore.com/ar...?uuid=Abzb1DDK
    Ciao, se non ho letto male l'articolo a cui tu fai riferimento si riferisce ad una asta giudiziaria e il riferimento, successivo, della S.C. del 1979 si riferisce al fatto di aver richiesto le ricevute e la mancata consegna, quindi direi, che non c'entra nulla con il fatto che si possa, comunque, dimostrare l'avvenuto pagamento del canone di locazione, ragion per cui mi sento di essere d'accordo con Peppe 64 e con Caval che nel suo intervento, sempre secondo me, fa una attenta disamina della realtà dei fatti che, poi tra l'altro, si concretizza in cose reali che ultimamente stanno succedendo molto spesso.
    Ciao

  16. #15
    Non è collegato
    { 413 mi piace }
    Utente gold
    Messaggi
    4,790
    Reputazione
    74
    Citazione Originariamente Scritto da caval Visualizza Messaggio
    Ho appena sopra fatto un esempio, pratico e REALE, di vita vissuta,

    "Affitto del mese di Agosto.
    Peccato che era indietro con i pagamenti di circa un anno
    "

    L'unica valenza REALE che si può attribuire alle cedoline delal banca,
    la ha espressa prima Peppe, e poi la ho ripetuta appena qui sopra.
    Esempio reale?
    Realissimo, calzante, metodico per alcuni, anzi direi sistematico negli ultimi periodi......
    Ciao

  17. #16
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Ma se si paga in contanti qualcuno può anche sostenere che la quietanza è falsa. Per essere sicuro che sia vera e opponibile a terzi si registra presso AdE? Secondo me meglio il bonifico con opportuna causale.

  18. #17
    Non è collegato
    { 1998 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di peppe64
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    19,921
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da GIME Visualizza Messaggio
    Mi trovo in sintonia con remejo. Nessun giudice dirà che i bonifici destinati al proprietario/a con la causale per es. "locazione mese di agosto 2015" non hanno valore di quieanza. Un bonifico contiene tutti i dati di una quietanza: c/c di addebito; c/c di accredito ; nominativo ordinanate e causale del bonifico; l'importo; nominativo beneficiario, codice cro. Con un documento simile come può un proprietario di immobile sostenere che l'inquilino non ha pagato?
    Nel bonifico manca la cosa piu' importante l'attestazione e la firma da parte del creditore. Solo il creditore puo' senza ombra di dubbio certificare il pagamento dell'affitto .


    La banca certifica solo il trasferimento di una somma non certifica il pagamento dell'affitto .

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. salve sono in affitto da 10 anni con regolari ricevute ,2 anni fà la proprietà mi voleva aumentare l'affitto in maniera esorbitante, con il ricatto...
  2. al conduttore la ricevuta non interessa,è giusto per il locatore
  3. Buongiorno a tutti per ottenere sgravi fiscali il mio inquilino mi ha chiesto le ricevute dell’affitto da lui regolarmente pagate in contanti...
  4. il contratto d'affitto é stato stipulato il 15 novembre. Come faccio per le ricevute d'affitto? nel mio caso la prima va dal 15-11-2009 al...