Fattispecie 6+6 non rispettata

  1. #1
    edb
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Consulente
    Località
    Padova
    Messaggi
    1
    Reputazione
    0

    Fattispecie 6+6 non rispettata

    Salve e complimenti a tutti.
    Svolgo la mia attività regolamentata in un ufficio in affitto. Ho iniziato il rapporto anni fa con un'anziana signora la quale per questioni di fisima personale desiderava rinnovare annualmente una scrittura privata: "contratto in essere", senza però citare mai i 6+6.
    Alla scadenza dei primi 6 anni la povera signora è venuta a mancare e gli eredi hanno proseguito cordialmente i rapporti nel medesimo modo della defunta. Entrando quindi nel successivo periodo di 6 anni, fino alla definizione della successione e alla vendita dell'intero immobile (nell'edificio sono rimasto solo io con la mia attività).
    I nuovi proprietari si sono limitati a presentarsi senza avanzare proposte integrative ed anzi confermandonci che il tutto sarebbe proseguito come sempre. Recentemente, hanno inviato una disdetta contrattuale del contratto d'affitto in quanto devono eseguire delle opere edili di ristrutturazione, proponendo quindi una scadenza contrattuale a un anno dalla missiva.
    Mi risulta di essere nel pieno del secondo periodo di rinnovo (mancando circa 4-5 anni alla fine) e non credo si possano considerare giustificazioni alla risoluzione le opere di ristrutturazione. Oltretutto anche volendome andare, perchè ovviamente non più a mio agio in una situazione stressante, non potrei neanche richiedere l'indennità di avviamento. Questa non è presente per le attività professionali ma neanche applicabile per via dell'ampia disdetta da parte del locatore. Infatti avrebbe dovuto essere inviata in prossimità della scadenza naturale credo, entro le tempistiche previste.
    Penso pertanto di non rientrare nelle fattispecie tipiche di conclusione di un contratto d'affitto e di poter avanzare il diritto di permanere nei locali fino alla conclusione temporale del rapporto o proporre alternativamente una richiesta di indennizzo ristoratrice non di un mancato avviamento ma di un danno vero e proprio, la cui entità economica sarà eventualmente frutto di una trattativa tra le parti e non determinata invece da regole di legge.
    Chiedo parere dei più esperti.
    Grazie.


  2. #2
     E' online
    { 1223 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,113
    Reputazione
    100
    Più che di pareri di esperti è necessario che ti affidi rapidamente ad un valido legale affinché tuteli il tuoi interessi.
    Leggi un po' qua... e sorprenditi!
    http://www.appiano.info/durata-locazioni-commerciali/
    http://www.professionisti.it/enciclo...erciale-durata

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno a tutti. E’ la prima volta che partecipo ad un forum. Nel mio appartamento, si verificano infiltrazioni di acqua piovana...
  2. Salve a tutti, premetto che non so se questa sia effettivamente la sezione giusta per questo tipo di richiesta. Allora io abito in un condominio che...
  3. Sono il proprietario di un immobile sito al primo piano di un condominio di n.8 unità (dua a piano). L'appartamento è confinante su due lati con i...
  4. Vorrei cortesemente sapere se le spese per i duplicati di chiavi sono a carico del condominio o del condomino. Nella fattispecie un propietario...