+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 13 di 13

Contratto locazione tra privato e società

  1. #1
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente impiegata 0
    Località
    Roma
    Messaggi
    28

    Contratto locazione tra privato e società

    Buongiorno,

    non riesco a trovare notizie per quanto riguarda un contratto di locazione tra privato (locatore) e Società, nello specifico dovrei affittare un appartamento ad una persona che è stata trasferita a Roma per conto della sua società.

    Il contratto di affitto dovrebbe essere fatto a nome della società, sinceramente non so quale sono le differenze di un contratto tra privati ed uno tra persona fisica e persona giuridica.

    Nella fattispecie volevo sapere se si può esercitare l'opzione della cedolare secca e quale tipo di contratto dovrei stipulare (4+4...ecc..).

    Ci sono delle precauzioni particolari che dovrei prendere a mia tutela? Insomma mi trovo abbastanza digiuna in materia.
    Mi farebbe piacere ricevere un aiuto e/o un consiglio.

    Grazie e saluti.


  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  3. #2
    Non è collegato { 41 mi piace } Utente gold 56
    Località
    Padova
    Messaggi
    3,545
    Scritto da antlai il 20 Ago 2012 - 09:52:55: Buongiorno,

    non riesco a trovare notizie per quanto riguarda un contratto di locazione tra privato (locatore) e Società, nello specifico dovrei affittare un appartamento ad una persona che è stata trasferita a Roma per conto della sua società.

    Il contratto di affitto dovrebbe essere fatto a nome della società, sinceramente non so quale sono le differenze di un contratto tra privati ed uno tra persona fisica e persona giuridica.

    Nella fattispecie volevo sapere se si può esercitare l'opzione della cedolare secca e quale tipo di [...]
    Se le informazioni sulla società sono buone (chiedile alla tua banca) sei più garantito che con un privato. La cedolare secca Credonon sia applicabile alle società. Il contratto è un normale 4 + 4, salvo che il trasferimento non abbia un termine prestabilito ed in quel caso puoi fare un transitorio (max 18 mesi)


  4. #3
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente impiegata 0
    Località
    Roma
    Messaggi
    28
    Grazie delle informazioni, per il contratto posso utilizzare un normale 4+4?... grazie

  5. #4
    Non è collegato { 41 mi piace } Utente gold 56
    Località
    Padova
    Messaggi
    3,545
    Scritto da antlai il 20 Ago 2012 - 11:56:44: Grazie delle informazioni, per il contratto posso utilizzare un normale 4+4?... grazie
    SI!


  6. #5
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente impiegata 0
    Località
    Roma
    Messaggi
    28
    approfitto ancora della gentile disponibilità:

    vorrei sapere se anche il 4+4 ad uso abitativo rientra nei cosiddetti contratti a canone concordato in base alle tabelle del Comune di Residenza e quindi se posso usufruire (in quanto proprietario e locatore) dei benefici fiscali previsti.

    Grazie e saluti.


  7. #6
    Non è collegato { 41 mi piace } Utente gold 56
    Località
    Padova
    Messaggi
    3,545
    Scritto da antlai il 21 Ago 2012 - 09:38:35: approfitto ancora della gentile disponibilità:

    vorrei sapere se anche il 4+4 ad uso abitativo rientra nei cosiddetti contratti a canone concordato in base alle tabelle del Comune di Residenza e quindi se posso usufruire (in quanto proprietario e locatore) dei benefici fiscali previsti.

    Grazie e saluti.

    Se è intestato alla società NO: Se è intestato all'inquilino e rientra nei comuni ad alta densità abitativa, SI


  8. #7
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente impiegata 0
    Località
    Roma
    Messaggi
    28
    grazie

  9. #8
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Studente 0
    Località
    Messaggi
    48
    Scritto da antlai il 21 Ago 2012 - 09:38:35: approfitto ancora della gentile disponibilità:

    vorrei sapere se anche il 4+4 ad uso abitativo rientra nei cosiddetti contratti a canone concordato in base alle tabelle del Comune di Residenza e quindi se posso usufruire (in quanto proprietario e locatore) dei benefici fiscali previsti.

    La risposta è negativa.


  10. #9
    Non è collegato { 0 mi piace } Utente gold 37
    Messaggi
    2,593
    Scritto da Giovanni1943 il 21 Ago 2012 - 10:25:04: Se è intestato all'inquilino e rientra nei comuni ad alta densità abitativa, SI
    Giovà... mi sà... (che fa rima)
    che non hai letto la domanda...

    Se il contratto è un 4+4, non è "concordato" in base alle tabelle del Comune ! ma invece è a canone libero tra le parti.

    Per essere un "Concordato" in base alla tabelle, dovrebbe essere un 3+2 (o eventualmente 4+2)



  11. #10
    Non è collegato { 41 mi piace } Utente gold 56
    Località
    Padova
    Messaggi
    3,545
    Scritto da caval il 22 Ago 2012 - 00:10:26: Giovà... mi sà... (che fa rima)
    che non hai letto la domanda...

    Se il contratto è un 4+4, non è "concordato" in base alle tabelle del Comune ! ma invece è a canone libero tra le parti.

    Per essere un "Concordato" in base alla tabelle, dovrebbe essere un 3+2 (o eventualmente 4+2)
    CAVALmi sà che hai ragione. Ma... per mè era implicito che per essere concordato si parlasse di un 3 + 2.


  12. #11
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente impiegata 0
    Località
    Roma
    Messaggi
    28
    Grazie siete stati comunque tutti gentili nell'aiutarmi.

    Ora ho delle informazioni più precise ed in base a queste avrei delle domande da fare:

    - il contratto è sicuramente un 4+4 (e non può essere di altra natura) e il canone sarà libero anche se come importo mensile rientra nei parametri del concordato.

    - l'intestatario del contratto è una società dove rimane "conduttore" per i soli primi 3 anni dopodiché sul contratto di locazione che sarà stipulato c'è scritto: "...il contratto verrà trasferito automaticamente in nome dell'inquilino che lo occupa al momento..." "...l'inquilino sostituirà ad ogni effetto di legge il Conduttore surrogando in tutti i suoi diritti ed obblighi come descritti nel presente accordo".

    A questo punto vorrei sapere se dopo i 3 anni subentrando nel contratto una persona fisica posso richiedere la cedolare secca considerando che prima essendo il conduttore una persona giuridica non lo posso fare.

    Inoltre c'è anche scritto "Il suddetto canone verrà aggiornato su base annua in ragione del 75% dell'indice ISTAT applicabile come pubblicato".

    Il 75% dell'indice ISTAT è la percentuale standard di aumento per ogni contratto di affitto?

    Grazie e saluti



  13. #12
    Non è collegato { 0 mi piace } Utente gold 37
    Messaggi
    2,593
    Scritto da antlai il 25 Ago 2012 - 21:21:55: una società dove rimane "conduttore" per i soli primi 3 anni dopodiché sul contratto di locazione che sarà stipulato c'è scritto: "...il contratto verrà trasferito automaticamente in nome dell'inquilino che lo occupa al momento... [...]
    Acciderbolina... come siete sofisticati...
    ma, ... una cosa più semplicina, come fanno tutti...
    non era possibile?
    va bèh, ci saranno i giusti motivi.

    L'adeguamento Istat al 75% è quello classico, che c'è sempre stato.
    Poi , in alcuni casi di locazione abitativa si è consentito di poterlo portare al 100%, ma non mi starei a complicare troppo le cose, magari nel tuo caso (che già è complicato per sè) ci trovano un cavillo e ti fanno storie. Meglio rimanere sul classico, cioè va bene al 75%.

    Il passaggio, già annunziato ad un nuovo inquilino subenrtante, credo ti sottoponga comunque alla gestione di una CES_ssione onerosa del contratto da 67 euri al momento in cui avverrà.
    Solo a qual punto, cioè tra 3 anni a venire, mi porrei il problema se assoggettarlo alla Cedolare Secca.
    Con questi chiari di luna non si sa neppure se esisterà ancora la cedsecc tra qualche tempo...



  14. #13
    Non è collegato { 0 mi piace } Frequentatore 15
    Località
    Varese
    Messaggi
    190
    Io ho stipulato un contratto come il tuo, cioè privato che affitta ad una Società (ci abita un dipendente). Ho stipulato un contratto ad uso foresteria di 4+4. Ho omesso di scrivere "il presente contratto viene stipulato secondo la disciplina prevista dall'art. 2 comma 1 legge 431/1998."
    Poi ho inserito tutte le clausole di un normale contratto, se può esserti utile questo era il mio post: http://www.condominioweb.com/forum/f15/informazioni-su-contratto-abitativo-azienda-35770/


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Il contratto con la società che deve ristrutturare le facciate dell'edificio (dopo l'approvazione del preventivo) deve essere approvato...
  2. ragazzi una domanda su locazione e tasse: con mio zio ho due negozzi di proprieta 50 e 50, sono tutti e due affittati a due societa diverse (una...
  3. mi sapete dire come fare, per favore? quando compilo il modulo per la cessione di contratto, devo intestarlo alla Società o a una persona che la...