Spese Condominiali Appartamento Invenduto

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0

    Spese Condominiali Appartamento Invenduto

    Ciao a tutti,

    in primis volevo farvi i complimenti per il forum.
    Veramente interessante...........

    Vi sottopongo un quesito, e dal 2013 che vivo in un condominio
    in qui l'appartamento sotto al mio è inabitato in quanto invenduto.

    Dal 2014 è nato il condominio!!! E quindi il costruttore è già due anni che non paga le spese
    ne quelle del Proprietario e ne quelle dell'Inquilino.

    Io quindi pago anche per lui. Come posso ribellarmi con l'Amministratore?
    PS: abbiamo il riscaldamento centralizzato con quota fissa del 10% e nemmeno quella paga.
    Ovviamente il riscaldamento lo tiene pure spento e vi lascio immaginare che sono abbastanza danneggiato... O forse potrei dire siamo...

    Grazie 1000
    Francesco


  2. #2
    Non è collegato
    { 4556 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,825
    Reputazione
    100
    Il condominio nasce dal momento in cui il costruttore ha venduto il primo appartamento, ovvero da quando i proprietari nello stabile sono due.
    Per prima cosa controlla se nel tuo rogito il costruttore si è riservato di non corrispondere le spese condominiali per gli appartamenti invenduti, e se l'ha fatto questo esonero dura al massimo due anni, se non c'è scritto nulla riguardo l'esonero, il costruttore deve le spese come tutti gli altri condomini, vedi questo link;
    http://www.condomini.altervista.org/...ostruttore.htm

    Se è così chiedi all'amministratore di far pagare anche al costruttore, se non lo fa puoi rivolgerti ad un legale, si inizia con la mediazione, e forse quella sarà risolutiva.
    Ultima modifica di Tullio Ts; 29-12-2015 alle 17:19

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Grazie Tullio,
    io non ho nessun rogito sono Affittuario. Il Condominio è nato nel 2004 perchè prima
    vi abitavano solo 2 famiglie. Poi nel 2003 siamo arrivati ad essere in 5 famiglie e quindi
    nel 2004 è partito il primo anno del condominio. Adesso sono stufo di subire questa ingiustizia.
    Anche perchè l'anno scorso il SIG. AMMINISTRATORE ha presentato i conti a Marzo... Nemmeno a Gennaio.
    E quindi sono diventati abbastanza alti perchè l'anno è diventato di 15 mesi e non di 12!

  5. #4
    Non è collegato
    { 1222 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,112
    Reputazione
    100
    Non devi prendertela con il Sig. Amministratore, ma con te stesso !
    Sei certo che una parte delle spese attribuite a te (come conduttore) sarebbero invece da addebitare al tuo locatore-proprietario ?!
    Certe clausole condominiali, come l'esenzione data al costruttore per la partecipazione alle spese, sono clausole che ricadono sugli altri PROPRIETARI.

    A mio parere una tua visitina in qualche sede in loco di un sindacato inquillini non sarebbe affatto tempo perso.

  6. #5
    Non è collegato
    { 4556 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,825
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da JFKey1980 Visualizza Messaggio
    Grazie Tullio,
    io non ho nessun rogito sono Affittuario. Il Condominio è nato nel 2004 perchè prima
    vi abitavano solo 2 famiglie. Poi nel 2003 siamo arrivati ad essere in 5 famiglie e quindi
    nel 2004 è partito il primo anno del condominio. Adesso sono stufo di subire questa ingiustizia.
    Anche perchè l'anno scorso il SIG. AMMINISTRATORE ha presentato i conti a Marzo... Nemmeno a Gennaio.
    E quindi sono diventati abbastanza alti perchè l'anno è diventato di 15 mesi e non di 12!
    A maggior ragione se tu sei affittuario devi solo le spese riguardanti l'appartamento di cui sei conduttore e non quelli degli altri, affittati o no che siano, per cui chiedi al proprietario quanto previsto dall'art. 9 della Legge 392/78;

    Art.9. (Oneri accessori). Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90 per cento, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate.
    ...

    Comunque fossi in te sentirei un sindacato inquilini, il quale per gli iscritti fornisce assistenza legale oltre che consigli.

  7. #6
    Non è collegato
    { 19 mi piace }
    Primi messaggi Amministratore di condominio L'avatar di michelepolicella
    Località
    Meda
    Messaggi
    107
    Reputazione
    9
    Buona sera. La clausula con la quale il costruttore si riserva di non pagare le spese condominiali, pur se firmata all'unanimità, è pur sempre una clausula vessatoria quindi deve essere specificatamente sottoscritta (ex art.1341 c.c.) pena la nullità. Non è sufficiente la sola firma in calce. Inoltre tale pratica è vietata anche dal codice del consumo, il quale però non opera se all'interno del condominio c'è anche una sola unità immobiliare utilizzata per scopi commerciali.
    Inoltre un diverso riparto delle spese del riscaldamento è contrario a quanto stabilito dalle norme in materia di risparmio energetico (ex legge 10/91).
    Poi bisogna vedere cosa accade in sede di giudizio.

  8. #7
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Grazie a tutti!!!! Vi faccio un altra domanda:
    Ma è normale che quest'anno i conti ci siano stati presentati a Marzo?
    Non dovrebbero arrivare a Gennaio?

    Saluti
    Francesco

  9. #8
    Non è collegato
    { 4556 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,825
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da JFKey1980 Visualizza Messaggio
    Grazie a tutti!!!! Vi faccio un altra domanda:
    Ma è normale che quest'anno i conti ci siano stati presentati a Marzo?
    Non dovrebbero arrivare a Gennaio?

    Saluti
    Francesco
    L'amministratore ha 180 giorni di tempo per convocare l'assemblea di condomini per l'approvazione del consuntivo, dopo di che il proprietario girerà all'inquilino il saldo, per cui se l'anno di gestione finiva al 31 dicembre, i conti possono essere presentati tranquillamente a marzo.

  10. #9
    Non è collegato
    { 173 mi piace }
    Amministratore di condominio
    Località
    Forlì
    Messaggi
    2,496
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da JFKey1980 Visualizza Messaggio
    Grazie a tutti!!!! Vi faccio un altra domanda:
    Ma è normale che quest'anno i conti ci siano stati presentati a Marzo?
    Non dovrebbero arrivare a Gennaio?

    Saluti
    Francesco
    l'anno del condomino non è necessariamente identico all'anno solare

    dove c'è il riscaldamento centralizzato con contabilizzione come nel tuo caso, di solito l'anno del condominio è fatto in modo tale da contenere nello stesso esercizio tutta la stagione del riscaldamento, quindi potrebbe essere dal 1/5 al 30/4

  11. #10
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cuneo
    Messaggi
    4
    Reputazione
    0
    Grazie Prociotta!!! mi hai fatto capire un cosa in più che io davo invece per scontato!

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Domanda,siamo 20 proprietari di appartamenti su 45 unita , il presidente della cooperativa condiziona le nostre decisoni su Come gestire il...
  2. Salve, un condomino deve trasferirsi fuori regione per lavoro in modo temporaneo per circa 3-4 anni, fermo restando le disdette di fornitura Luce e...
  3. ringrazio in anticipo per le risposte a questo mio quesito. Nella mia scalinata un condomino al piano rialzato ha diviso l'appartamento in due...
  4. Nel mio condominio, ultimato nel 1986 c'è un box che è rimasto invenduto. La Società è fallita da anni. Ora si deve decidere se tenerlo così,ad uso...