Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima
Like Tree9Ringraziamenti

Spesa perizia x verifica cubatura edificabile residua

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0

    Spesa perizia x verifica cubatura edificabile residua

    Ciao a tutti,
    X chiudere con un vetro il mio balcone incassato, in Comune mi hanno detto che serve una " valutazione della cubatura edificabile residua " condominiale. ( che se c'è posso procedere con la licenza edilizia)

    Premesso che :
    - solo io voglio chiedere questa licenza edilizia ( altri hanno fatto una chiusura fai da te senza chiedere a nessuno)

    - ma il valore della cubatura interessa tutti ( tra l'altro su 5 appartamenti , 4 sono identici )

    Chi deve pagare? Tutti o solo io?

    Se pago solo io , poi comunque devo rendere pubblico il dato in quanto la cubatura è' comune...

    Io credo che gli altri condomini ignorino questa faccenda , essendosi chiusi con strutture fatte in casa e molto rudimentali ( x cui io non ho mai fatto obiezione perché non sono litigioso e comunque so che sono fuori regola ma nessuno le vede perché i balconi affacciano nelle campagne agricole ).

    Se qualcuno ha avuto esperienza, grazie...


  2. #2
    Non è collegato
    { 31 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Cannizzaro-Acicastello CATANIA
    Messaggi
    331
    Reputazione
    0
    Per vedere se c'è cubatura residua basta farsi rilasciare una copia della licenza edilizia (magari della parte generale dove sono riportati i computi metrici). Devono esserci riportati i seguenti dati:
    CUBATURA REALIZZABILE
    CUBATURA REALIZZATA
    Se tali valori sono eguali non c'è nessuna cubatura da sfruttare.
    Se quella realizzata è inferiore rispetto alla realizzabile, fai la differenza ed il totale lo dividi in modo proporzionale ai millesimi di ciascun proprietario (secondo me è giusto che chi ha un immobile più grande, abbia diritto ad una quota proporzionalmente maggiore!).

    Quindi moltiplica la superficie del tuo balcone per l'altezza, ed ottieni la cubatura necessaria per la chiusura del tuo balcone.
    In caso sia insufficiente puoi chiedere ad un condomino che non ha balconi da chiudere o che non è interessato a chiuderli l'autorizzazione alla chiusura con cessione della sua quota parte. (cosa difficile da ottenere a meno che non abbia balconi da chiudere! )

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da airone46 Visualizza Messaggio
    Per vedere se c'è cubatura residua basta farsi rilasciare una copia della licenza edilizia (magari della parte generale dove sono riportati i computi metrici). Devono esserci riportati i seguenti dati:
    CUBATURA REALIZZABILE
    CUBATURA REALIZZATA
    Se tali valori sono eguali non c'è nessuna cubatura da sfruttare.
    Se quella realizzata è inferiore rispetto alla realizzabile, fai la differenza ed il totale lo dividi in modo proporzionale ai millesimi di ciascun proprietario (secondo me è giusto che chi ha un immobile più grande, abbia diritto ad una quota proporzionalmente maggiore!).

    Quindi moltiplica la superficie del tuo balcone per l'altezza, ed ottieni la cubatura necessaria per la chiusura del tuo balcone.
    In caso sia insufficiente puoi chiedere ad un condomino che non ha balconi da chiudere o che non è interessato a chiuderli l'autorizzazione alla chiusura con cessione della sua quota parte. (cosa difficile da ottenere a meno che non abbia balconi da chiudere! )
    Ti ringrazio molto. Ho controllato nei miei documenti del rogito e ho trovato solo il "permesso di costruire" e il " certificato di agibilità " ma non c'è nessuna licenza... e non c'è nessun dato che mi possa servire.

    Stamattina quando ho chiamato subito mi hanno detto che bastava una Scia , poi quando gli ho detto " x fortuna che non rientra nei casi in cui fa cubatura..." il tecnico ha ritrattato tutto ( forse mi stava ascoltando poco) dicendomi che loro quel dato non ce l'hanno... che devo assolutamente farmelo calcolare da un geometra... che è vero che fa cubatura ecc...

    quindi devo andare di persona a chiedere questa licenza con i computi metrici...speriamo bene!

    comunque la palazzina ha 4 appartamenti identici e 1 a piano terra con giardino identico ai nostri; per non spendere nel fare le tabelle millesima abbiamo deciso di dividere tutti uguale.

  5. #4
    Non è collegato
    { 31 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Cannizzaro-Acicastello CATANIA
    Messaggi
    331
    Reputazione
    0
    Scusa Betzi, il dato della cubatura massima ammessa e di quella realizzata deve esserci per forza nella LICENZA EDILIZIA / PERMESSO A COSTRUIRE (sono la stessa cosa!). Come avrebbe potuto il progettista ed il direttore lavori realizzare il fabbricato?

    Dai, andare all'Ufficio Tecnico e chiedere di visionare la pratica, non è un dramma (il numero di licenza edilizia/permesso a costruire deve esserci sull'atto e sul certificato di agibilità!

    Eliminata frase non aderente ai dettami del forum, STAFF
    Ultima modifica di Claistron; 04-01-2016 alle 22:28

  6. #5
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Citazione Originariamente Scritto da airone46 Visualizza Messaggio
    Il problema è che il posto fisso fa venir la noia a lavorare!
    Io sono un pubblico dipendente e non mi è mai venuta la noia di lavorare !. E non è nemmeno vero che i dipendenti pubblici hanno il posto fisso, sono anch'essi licenziabili, basta ce ne siano gli estremi. Airone, ancora con queste generalizzazioni prive di ogni fondamento basate solo su leggende metropolitane...... Secondo te di tutti i dipendenti pubblici nessuno lavora? .................
    E poi, se vuoi proprio dare informazioni corrette a Betzi cerca di leggere prima qualcosa in materia che stai letteralmente sparando a caso con termini che nemmeno esistono.
    Ultima modifica di Claistron; 04-01-2016 alle 22:30
    marcanto likes this.

  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da airone46 Visualizza Messaggio
    Scusa Betzi, il dato della cubatura massima ammessa e di quella realizzata deve esserci per forza nella LICENZA EDILIZIA / PERMESSO A COSTRUIRE (sono la stessa cosa!). Come avrebbe potuto il progettista ed il direttore lavori realizzare il fabbricato?
    Il problema è che il posto fisso fa venir la noia a lavorare! Quindi si seccano anche a soffiarsi il naso e si succhiano il moccolo, pur di non prendere un fazzolettino! oggi per esempio sono andato al Catasto: mancavano i 2/3 dei dipendenti! Poveretti tutti decimati dall'influenza !?!?

    Dai, andare all'Ufficio Tecnico e chiedere di visionare la pratica, non è un dramma (il numero di licenza edilizia/permesso a costruire deve esserci sull'atto e sul certificato di agibilità!
    Il permesso che ho io sono 3 fogli che dicono sostanzialmente che il progetto è' stato approvato.
    Voglio sperare che queste info che non ottengono siano dovute al fatto che il comune è' terremotato e quindi non ha i documenti li disponibili. ( avevo avuto problemi Anche con la tessera elettorale )

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Io sono un pubblico dipendente e non mi è mai venuta la noia di lavorare !. E non è nemmeno vero che i dipendenti pubblici hanno il posto fisso, sono anch'essi licenziabili, basta ce ne siano gli estremi. Airone, ancora con queste generalizzazioni prive di ogni fondamento basate solo su leggende metropolitane...... Secondo te di tutti i dipendenti pubblici nessuno lavora? Forse nella tua Sicilia.
    E poi, se vuoi proprio dare informazioni corrette a Betzi cerca di leggere prima qualcosa in materia che stai letteralmente sparando a caso con termini che nemmeno esistono.
    Senza scadere nella retorica ma di prima risposta mi avevano detto che bastava una scia poi quando ho detto " per fortuna che non è' il caso della cubatura" gli si è' accesa la lampadina ritrattando tutto...

    Adesso il periodo è' brutto perché molti sono in ferie. Ho già chiesto 2 appuntamenti a 2 geometri.

  8. #7
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Spero Betzi che tu abbia letto il mio intervento nell'altra discussione che hai aperto e dove non hai continuato.
    Per la tua questione occorre fare alcune precisazioni che potrebbero anche convalidare la prima risposta che ti hanno dato in Comune.
    Dunque, vediamo di andare per gradi.

    1) Hai postato nell'altra discussione delle fotografie che illustrano che trattasi di balconi completamente incassati, ovvero non aggettanti. Devi sapere che in molti Comuni non costituiscono volume solo i balconi che hanno aperti tre lati, ovvero in aggetto rispetto alla facciata, o che comunque hanno una determinata profondità. E' una volontà del Comune e quindi può cambiare da Ente ad Ente. Nel tuo caso quindi i balconi potrebbero già essere stati considerati nella volumetria e quindi sarebbe giusta la prima risposta che ti hanno dato in Comune, ovvero che sarebbe sufficiente una SCIA per modifica di facciata;

    2) Per quanto riguarda il "volume" devi stare attento alle corrette terminologie che ti ho già riportato nell'altra discussione, perché altrimenti "giri a vuoto". Se nel tuo Comune i balconi non sono stati considerati quale volume costruito, devi accertare quale sia la VOLUMETRIA ASSENTIBILE RESIDUA", che è quella che serve per poter continuare a costruire sul lotto. Parlare di volume totale teorico, volume rimanente, non significa niente. Quindi negli atti devi cercare tali termini che spesso sono già calcolati.

    3) Per sapere su che documenti cercare ci devi indicare di che anno è l'edificio e che titolo abilitativo figura sui fogli che dici di avere. Potresti infatti avere documenti riferiti a più interventi edilizi e quindi non utili ai fini della determinazione della volumetria. L'agibilità / abitabilità non riporta volumetrie, ma riguarda altri aspetti di carattere igenico - sanitario.

    4) E' evidente che ti serve comunque un tecnico abilitato di fiducia che, sarebbe meglio, conosca già la storia dell'edifico. Quindi occorrerebbe che tu rintracciassi tali tecnici attraverso i nominativi riportati in atti perché, se fossero ancora in attività, potrebbero essere di grande aiuto.

    5) Se l'edificio ha già qualche anno è sicuro che gli strumenti urbanistici sono cambiati passando probabilmente dal P.R.G al R.U.C. Quindi è molto probabile (non conosco il tuo caso direttamente e quindi faccio solo ipotesi) che attualmente il tuo edificio ricada in area di saturazione, con indici ben diversi da quando è stato costruito. Occorrerebbe verificare anche tale aspetto.

    Ciao
    Ultima modifica di Meri; 04-01-2016 alle 21:10

  9. #8
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Spero Betzi che tu abbia letto il mio intervento nell'altra discussione che hai aperto e dove non hai continuato.
    Per la tua questione occorre fare alcune precisazioni che potrebbero anche convalidare la prima risposta che ti hanno dato in Comune.
    Dunque, vediamo di andare per gradi.

    1) Hai postato nell'altra discussione delle fotografie che illustrano che trattasi di balconi completamente incassati, ovvero non aggettanti. Devi sapere che in molti Comuni non costituiscono volume solo i balconi che hanno aperti tre lati, ovvero in aggetto rispetto alla facciata, o che comunque hanno una determinata profondità. E' una volontà del Comune e quindi può cambiare da Ente ad Ente. Nel tuo caso quindi i balconi potrebbero già essere stati considerati nella volumetria e quindi sarebbe giusta la prima risposta che ti hanno dato in Comune, ovvero che sarebbe sufficiente una SCIA per modifica di facciata;

    2) Per quanto riguarda il "volume" devi stare attento alle corrette terminologie che ti ho già riportato nell'altra discussione, perché altrimenti "giri a vuoto". Se nel tuo Comune i balconi non sono stati considerati quale volume costruito, devi accertare quale sia la VOLUMETRIA ASSENTIBILE RESIDUA", che è quella che serve per poter continuare a costruire sul lotto. Parlare di volume totale teorico, volume rimanente, non significa niente. Quindi negli atti devi cercare tali termini che spesso sono già calcolati.

    3) Per sapere su che documenti cercare ci devi indicare di che anno è l'edificio e che titolo abilitativo figura sui fogli che dici di avere. Potresti infatti avere documenti riferiti a più interventi edilizi e quindi non utili ai fini della determinazione della volumetria. L'agibilità / abitabilità non riporta volumetrie, ma riguarda altri aspetti di carattere igenico - sanitario.

    4) E' evidente che ti serve comunque un tecnico abilitato di fiducia che, sarebbe meglio, conosca già la storia dell'edifico. Quindi occorrerebbe che tu rintracciassi tali tecnici attraverso i nominativi riportati in atti perché, se fossero ancora in attività, potrebbero essere di grande aiuto.

    5) Se l'edificio ha già qualche anno è sicuro che gli strumenti urbanistici sono cambiati passando probabilmente dal P.R.G al R.U.C. Quindi è molto probabile (non conosco il tuo caso direttamente e quindi faccio solo ipotesi) che attualmente il tuo edificio ricada in area di saturazione, con indici ben diversi da quando è stato costruito. Occorrerebbe verificare anche tale aspetto.

    Ciao
    Grazie! La palazzina è' stata costruita nel 2007 e io ho comprato nel 2008. Unica proprietaria. Abitiamo in una zona che doveva essere espansa già con un progetto del 2003 ma poi tutto si è' fermato ( addirittura un campo da calcio dovevano farci ma è' tutto fermo).

    mi conviene passare al Comune anche con la piantina visto che come dici i balconi sono completamente incassati quindi il volume comunque c'è che ci sia o meno la finestra...

    Grazie mille x i chiarimenti

    image.jpg

  10. #9
    Non è collegato
    { 31 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Cannizzaro-Acicastello CATANIA
    Messaggi
    331
    Reputazione
    0
    Rispondevo solo a Betzi " il tecnico ha ritrattato tutto ( forse mi stava ascoltando poco) "

    nei progetti che ho visto, c'è sempre il volume realizzabile e quello realizzato; ciò per evidenziare se il progettista abbia sforato o meno!

    Cancellate frasi non consone ai dettami del forum. STAFF
    Ultima modifica di Claistron; 04-01-2016 alle 22:25

  11. #10
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Citazione Originariamente Scritto da Betzi Visualizza Messaggio
    Grazie! La palazzina è' stata costruita nel 2007 e io ho comprato nel 2008. Unica proprietaria. Abitiamo in una zona che doveva essere espansa già con un progetto del 2003 ma poi tutto si è' fermato ( addirittura un campo da calcio dovevano farci ma è' tutto fermo).

    mi conviene passare al Comune anche con la piantina visto che come dici i balconi sono completamente incassati quindi il volume comunque c'è che ci sia o meno la finestra...

    Grazie mille x i chiarimenti

    image.jpg
    Bene. Dunque essendo del 2007 soggiace al DPR 380/2001 e quindi si parla di Permesso di Costruire. Inoltre essendo abbastanza recente e probabile che lo strumento urbanistico è quello dell'epoca di costruzione e quindi non ci siano variazioni nell'indice.
    Appurato quindi che lo strumento urbanistico è quello del'epoca di costruzione, vai sul sito Internet del tuo Comune e vedi agli articoli sui parametri urbanistici se i balconi incassati costituiscono volume oppure no (generalmente sono riportate delle condizioni del tipo "purché aperti su tre lati, oppure con aggetto inferiore a...).
    Andiamo avanti così un passo alla volta.

    Ciao

  12. #11
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Dunque. Supponendo che tu sia della città di Modena e non di un Comune della Provincia, ho dato una occhiata al Regolamento ed ho scoperto che:

    1) Su Internet si accede al RE dall'anno 2012 e quindi non si trova il RE vigente all'epoca di rilascio del P.d.C.. Si può quindi solo ipotizzare che sia una modifica del precedende RE visto che contiene diverse soppressioni;
    2) Il suddetto R.E. (che integra nel vostro caso anche l'Urbanistico - RUE) riporta al punto 19.24 comma 2-a che i balconi devono essere conteggiati quale superficie accessoria (Sa), qualsiasi sia la loro forma;
    3) Al punto 19.24 bis non sono stati esclusi i balconi dal calcolo delle superfici;
    4) Al punto 19.29 si stabilisce che il Volume Utile ai fini del calcolo sulla costruzione si ottiene sommando sia le superfici utili che le accessorie, e quindi anche i balconi.

    Per quanto sopra, fermo restando la conferma di tale principio all'anno di rilascio del PdC., risulterebbe che il tuo balcone costituisce già volume e quindi è molto probabile che in Comune avevano ragione. Potrebbe bastare la sola SCIA.
    A questo punto non resta altro che andare in Comune e chiedere se le suddette condizioni erano valide anche all'epoca del rilascio del P.d.C.

    Ciao

  13. #12
    Non è collegato
    { 317 mi piace }
    Utente gold Ingegnere L'avatar di marcanto
    Località
    La Mia
    Messaggi
    2,780
    Reputazione
    43
    L'altra discussione a cui SI fa cenno è la seguente
    Creare una vetrata in un balcone incassato = veranda???

  14. #13
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Dunque. Supponendo che tu sia della città di Modena e non di un Comune della Provincia, ho dato una occhiata al Regolamento ed ho scoperto che:

    1) Su Internet si accede al RE dall'anno 2012 e quindi non si trova il RE vigente all'epoca di rilascio del P.d.C.. Si può quindi solo ipotizzare che sia una modifica del precedende RE visto che contiene diverse soppressioni;
    2) Il suddetto R.E. (che integra nel vostro caso anche l'Urbanistico - RUE) riporta al punto 19.24 comma 2-a che i balconi devono essere conteggiati quale superficie accessoria (Sa), qualsiasi sia la loro forma;
    3) Al punto 19.24 bis non sono stati esclusi i balconi dal calcolo delle superfici;
    4) Al punto 19.29 si stabilisce che il Volume Utile ai fini del calcolo sulla costruzione si ottiene sommando sia le superfici utili che le accessorie, e quindi anche i balconi.

    Per quanto sopra, fermo restando la conferma di tale principio all'anno di rilascio del PdC., risulterebbe che il tuo balcone costituisce già volume e quindi è molto probabile che in Comune avevano ragione. Potrebbe bastare la sola SCIA.
    A questo punto non resta altro che andare in Comune e chiedere se le suddette condizioni erano valide anche all'epoca del rilascio del P.d.C.

    Ciao
    Ciao! Io abito a San prospero ( zona C2 fraz. San Pietro il Elda, come dicevo in un altro post che è' di nuova costruzione con un grande progetto abbandonato x mancanza di fondi- sostanzialmente il comune ha ceduto la concessione edilizia a un privato gratis e lui si impegnava a fare un campo da calcio-palestra ecc... Cose ferme!!)

    Nel regolamento edilizio del comune non trovo nulla

    Nemmeno qui che dovrebbe essere l'ultimo aggiornamento

    http://www.comune.sanprospero.mo.it/...1_784_2159.pdf

  15. #14
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Dunque. Supponendo che tu sia della città di Modena e non di un Comune della Provincia, ho dato una occhiata al Regolamento ed ho scoperto che:

    1) Su Internet si accede al RE dall'anno 2012 e quindi non si trova il RE vigente all'epoca di rilascio del P.d.C.. Si può quindi solo ipotizzare che sia una modifica del precedende RE visto che contiene diverse soppressioni;
    2) Il suddetto R.E. (che integra nel vostro caso anche l'Urbanistico - RUE) riporta al punto 19.24 comma 2-a che i balconi devono essere conteggiati quale superficie accessoria (Sa), qualsiasi sia la loro forma;
    3) Al punto 19.24 bis non sono stati esclusi i balconi dal calcolo delle superfici;
    4) Al punto 19.29 si stabilisce che il Volume Utile ai fini del calcolo sulla costruzione si ottiene sommando sia le superfici utili che le accessorie, e quindi anche i balconi.

    Per quanto sopra, fermo restando la conferma di tale principio all'anno di rilascio del PdC., risulterebbe che il tuo balcone costituisce già volume e quindi è molto probabile che in Comune avevano ragione. Potrebbe bastare la sola SCIA.
    A questo punto non resta altro che andare in Comune e chiedere se le suddette condizioni erano valide anche all'epoca del rilascio del P.d.C.

    Ciao
    ciao,
    il regolamento edilizio del mio Comune non mi sembra così specifico....
    ecco il link:

    http://www.comune.sanprospero.mo.it/...va_163_291.pdf

  16. #15
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Dunque, lasciamo perdere i Regolamenti di Modena che non ci servono (peccato perché era meglio….).
    Da quanto vedo nei due Regolamenti del tuo Comune, sembrerebbe una situazione simile a quella di Comuni della Toscana dove, a seguito della L.R. 65 non si adottano più i volumi come parametri edificatori ma le superfici complessive edificabili (Sc = Su + 60%Snr) rapportate al numero dei piani.
    Per il tuo Comune occorre quindi eseguire un passaggio attraverso la determinazioni delle superfici utili e quindi andare all’art. 2, dove al punto a.2 del Regolamento Edilizio annovera i balconi come superficie non residenziale (Snr). Tale superficie per il computo deve essere considerata al 60% oltre la superficie di cui al punto a.1 dove rientrano le superfici utili ai fini del calcolo.
    Purtroppo la questione si complica perché sembra che l’edificio sia stato realizzato con il vecchio sistema, ovvero con la determinazione del volume virtuale (Vv) mentre adesso si deve considerare il nuovo sistema di calcolo in base alle superfici complessive. Quindi non occorrerebbe stabilire la Volumetria Assentibile Residua ma occorrerebbe ridefinire i parametri per il tuo edificio con il nuovo sistema di calcolo e vedere, in base all’indice, se c’è ancora superficie non residenziale disponibile (Snr).
    Quanto sopra è solo una ipotesi perché occorrerebbe conoscere anche la normativa della tua Regione e le previsioni di Piano, ovvero come sono definiti gli indici.
    Io andrei in Comune con gli atti che hai, le fotografie e rintraccerei il Permesso di Costruire al fine di ottenere i dati base (superfici utili e non residenziali e attenzione a eventuali variazioni in corso d’opera o finali). Quindi con l’aiuto di un tecnico rifarei il calcolo con il nuovo sistema così da vedere cosa si ottiene se l’edificio fosse stato realizzato oggi. Non è quindi ancora escluso che basti una SCIA per chiudere il balcone ma l'indagine da effettuare non è semplice ed anche per i dipendenti del Comune non è facile darti una risposta precisa in assenza di tale verifica.

    Ciao
    Ultima modifica di Meri; 05-01-2016 alle 15:03

  17. #16
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Modena
    Messaggi
    33
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da Meri Visualizza Messaggio
    Dunque, lasciamo perdere i Regolamenti di Modena che non ci servono (peccato perché era meglio….).
    Da quanto vedo nei due Regolamenti del tuo Comune, sembrerebbe una situazione simile a quella di Comuni della Toscana dove, a seguito della L.R. 65 non si adottano più i volumi come parametri edificatori ma le superfici complessive edificabili (Sc = Su + 60%Snr) rapportate al numero dei piani.
    Per il tuo Comune occorre quindi eseguire un passaggio attraverso la determinazioni delle superfici utili e quindi andare all’art. 2, dove al punto a.2 del Regolamento Edilizio annovera i balconi come superficie non residenziale (Snr). Tale superficie per il computo deve essere considerata al 60% oltre la superficie di cui al punto a.1 dove rientrano le superfici utili ai fini del calcolo.
    Purtroppo la questione si complica perché sembra che l’edificio sia stato realizzato con il vecchio sistema, ovvero con la determinazione del volume virtuale (Vv) mentre adesso si deve considerare il nuovo sistema di calcolo in base alle superfici complessive. Quindi non occorrerebbe stabilire la Volumetria Assentibile Residua ma occorrerebbe ridefinire i parametri per il tuo edificio con il nuovo sistema di calcolo e vedere, in base all’indice, se c’è ancora superficie non residenziale disponibile (Snr).
    Quanto sopra è solo una ipotesi perché occorrerebbe conoscere anche la normativa della tua Regione e le previsioni di Piano, ovvero come sono definiti gli indici.
    Io andrei in Comune con gli atti che hai, le fotografie e rintraccerei il Permesso di Costruire al fine di ottenere i dati base (superfici utili e non residenziali e attenzione a eventuali variazioni in corso d’opera o finali). Quindi con l’aiuto di un tecnico rifarei il calcolo con il nuovo sistema così da vedere cosa si ottiene se l’edificio fosse stato realizzato oggi. Non è quindi ancora escluso che basti una SCIA per chiudere il balcone ma l'indagine da effettuare non è semplice ed anche per i dipendenti del Comune non è facile darti una risposta precisa in assenza di tale verifica.

    Ciao
    grazie, veramente troppo gentile!
    giovedì vado a sentire.

  18. #17
    Non è collegato
    { 623 mi piace }
    Utente gold Architetto L'avatar di Meri
    Località
    Firenze
    Messaggi
    4,226
    Reputazione
    80
    Citazione Originariamente Scritto da Betzi Visualizza Messaggio
    grazie, veramente troppo gentile!
    giovedì vado a sentire.
    Se prima di rivolgerti ad un tecnico vuoi provare a fare da solo per capire se hai dei margini di superficie segui i passaggi come di seguito ti schematizzo e secondo quanto ti ho sopra illustrato:

    1) Vai in Comune con tutti i dati che hai e chiedi di visionare o ottenere copia del titolo edificatorio dell'edificio/i sul lotto. Come ti ho scritto fai attenzione a eventuali varianti in corso d'opera o varianti finali perché possono modificare quanto riportato sul Permesso di Costruire originale;
    2) Sfoglia il P.d.C. e cerca di individuare (spesso sono riportati su una tabella nelle tavole o nella relazione tecnica) i dati sulle seguenti superfici: Su (Superficie utile) e Snr (Superficie non residenziale), Superficie del lotto (fondiaria Sf). Anche con il calcolo per volumi dovrebbero esserci;
    3) Somma alla Su il 60% della Snc e ottieni così la Superficie Complessiva ai fini della edificazione;
    4) Chiedi in Comune di poter visionare la tavola dello strumento urbanistico relativo al lotto dove ricade il tuo edificio;
    5) Annotati per quel lotto: destinazione e indice di fabbricabilità (o come viene denominato nella tua Regione). Fatti aiutare dal tecnico del Comune;
    6) Applica alla Sf l'indice che hai trovato sullo strumento urbanistico e troverai un valore;
    7) Confronta il valore che hai trovato con la Sc che hai calcolato come sopra.

    A questo punto, se vedi che c'è molta differenza a favore, significa che ci sono margini per aumentare superficie. Se invece è a sfavore significa che è già stata utilizzata tutta la superficie disponibile, pur utilizzando il sistema per volumi.
    Ho cercato di essere il più semplice possibile e quindi considerala solo una verifica di massima perché in ogni caso ti occorrerà un tecnico per avere dati più precisi. Chiedo venia ai tecnici del Forum per l'estrema semplificazione........

    Ciao

Discussione Chiusa
Pagina 1 di 4 123 ... UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Cordiale saluto a tutti voi e con disperazione chiedo vostro consiglio, Sarà il secondo inverno che sono residente in quest'appartamento il quale ha...
  2. Buonasera a tutti, nei giorni scorsi ho effettuato la verifica di messa a terra come da D.M. 462/01. Nel condominio, vi è uno studio dentistico per...
  3. Buongiorno a tutti, sono mi sono appena iscritto a questo interessantissimo forum. Sono proprietario di un appartamento in condominio e vorrei...
  4. Salve a tutti, sono amministratore di un condominio formato da 13 unità immobiliari. Qualche anno fa sono stati effettuati dei lavori al terrazzo...