Like Tree1Ringraziamenti
  • 1 Post By Fabio M

Situazione contorta.

  1. #1
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Primi messaggi -
    LocalitÓ
    Mondo
    Messaggi
    136
    Reputazione
    10

    Situazione contorta.

    Buonasera,

    vi spiega la seguente situazione contorta:

    1) C'Ŕ un condominio A;
    2) C'Ŕ un condominio B;
    3) X che Ŕ condomino sia di A che di B;
    4) Un unico amministratore Y sia del condominio A che di B;

    A deve restituire dei soldi a X che deve dare dei soldi a B e allora l'amministratore Y, fa una bella compensazione delle quote senza delibera assembleare.

    Ora il condominio B chiede ci˛ che X deve dargli, al condominio A, che nel frattempo ha restituito il dovuto a X.

    Che fare visto che B ha messo giÓ il suo avvocato contro A?

    Grazie


  2. #2
    Non Ŕ collegato
    { 336 mi piace }
    Frequentatore assiduo Amministratore interno L'avatar di GIME
    LocalitÓ
    catania
    Messaggi
    1,691
    Reputazione
    29
    L'amministratore non ha titolo per fare nessuna compensazione e le norme non permettono di deliberare in materia , specie nei modi che citi.
    I debiti nei confronti del Condominio a seguito di preventivi e consuntivi regolarmente approvati dall'assemblea sono in testa a ciascun condomino.
    E i debiti tra privati restano tali e non interessano certo la compagine condominiale.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso ╗
  4. #3
    Non Ŕ collegato
    { 1 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di condominio L'avatar di Fabio M
    LocalitÓ
    Lucca
    Messaggi
    6
    Reputazione
    0
    No no no, Ŕ tutto sbagliato!
    Ogni condominio ha vita a sÚ, non importa se l'amministratore Ŕ lo stesso o ci sono dei cond˛mini in comune. La compensazione non Ŕ possibile (oltretutto, Ŕ stata fatta in forma scritta?).
    Quello che pu˛ fare l'Amministratore Ŕ casomai provvedere alla restituzione a X da parte del condomýnio A, con tanto di ricevuta. E successivamente incassare (come condomýnio B) il debito da X con tanto di ricevuta.

    Da quello che scrivi inoltre sembra che X abbia ricevuto i soldi da A e sia stato sollevato dal suo debito verso B.
    B deve chiedere le sue spettanze a X, non ad A.

    Sicuramente non avrÓ successo l'azione legale di B nei confronti di A.
    E' l'amministratore casomai che ha "stralciato" un debito di X su B, senza incasso (ne fisico ne elettronico). Mi pare che l'amministratore debba risponderne nei confronti dell'assemblea di B.
    GIME likes this.

  5. #4
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Primi messaggi -
    LocalitÓ
    Mondo
    Messaggi
    136
    Reputazione
    10
    Grazie per le risposte,
    ma il fatto che l'amministratore ha firmato qualcosa (non lo so ancora devo verificarlo), non impegna il condominio A?
    Che rispondere all'avvocato di B?

  6. #5
    Non Ŕ collegato
    { 1 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di condominio L'avatar di Fabio M
    LocalitÓ
    Lucca
    Messaggi
    6
    Reputazione
    0
    In A pi¨ che firmare qualcosa, ha provveduto proprio ad elargire la cifra. Quindi su questo in teoria sarebbe anche in regola.

    E' su B che si pone il problema, non aveva autorizzazione dall'assemblea per stralciare un credito.

    Basterebbe che X pagasse quello che deve a B, visto che ha incassato da A.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Sono a chiedere una delucidazione per quanto riguarda l'IMU per una situazione particolare. Ho venduto un alloggio prima casa ad Aprile e ne ho...
  2. buona sera e la mia prima volta- ho bisogno di una info. io sono un proprietario in un condominio piccolo 7 condomini. abbiamo un po di problemi....
  3. salve,premetto che sono nuovo quindi non so se questo Ŕ il posto giusto per postare perchŔ mi sono appena iscritto,in breve da almeno un anno sto...
  4. Salve, desideravo sapere se nel caso in cui all'interno di un condominio si verifichi una situazione o circostanza dannosa dal punto di vista della...