362
67561 utenti registrati
+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 28

Ripristino tetto condominiale che non mi copre.

  1. #1
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16

    Ripristino tetto condominiale che non mi copre.

    Saluto tutti i partecipanti del forum e vi ringrazio anticipatamente per il grande contributo che date.

    Il mio quesito è il seguente: Nell' edificio in cui posseggo un magazzino-deposito al piano strada si sta procedendo al ripristino del tetto per infiltrazioni di umidità nell' attico sottostante. Il tetto è un tetto a due falde coperto con tegole.
    Io sono l' unico che non sono coperto da tale tetto, ma sulla mia perpendicolare c' è una terrazza ad uso esclusivo di un condomino. Tale terrazza fu peraltro oggetto di recente ripristino e non necessita di intervento alcuno. La terrazza fu ripristinata prima che io comprassi il magazzino.
    Ora, io devo in qualche modo contribuire alle spese per il ripristino del tetto condominiale che non mi copre nemmeno in parte?




  2. #2
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Non vi è affatto regolamento condominiale.


  3. #3
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Mi sapete dire dove posso trovare le sentenze citate al link inserito sopra? nel sito non riesco a trovarle. Grazie.

    Trib. milano, sent. 31.3.1966, Cass. sent. n. 1923 del 6.6.1973 e App. Milano, sent. 17.1.1992


  4. #4
    Non è collegato Super Moderator
    Località
    Firenze
    Messaggi
    5,326
    Scritto da saveriogweb il 04 Lug 2012 - 18:40:09: Mi sapete dire dove posso trovare le sentenze citate al link inserito sopra? nel sito non riesco a trovarle. Grazie.

    Trib. milano, sent. 31.3.1966, Cass. sent. n. 1923 del 6.6.1973 e App. Milano, sent. 17.1.1992

    Le massime:

    E' nulla la delibera assembleare con la quale siano state addebitate ad un condomino, in proporzione della quota millesimale, le spese relative al rifacimento del tetto dell'intero stabile condominiale, allorché la porzione di immobile di sua esclusiva proprietà sia staccata dallo stabile predetto e non usufruisca alcun beneficio con la riparazione del tetto
    (nella specie la proprietà singola di quel condomino era costituita da un magazzino, con ingresso nel cortile, nonché da un vano cantina, separati dal corpo dell'edificio principale).
    (Trib. Milano, sent. 31 marzo 1966)

    Il principio della proporzione fra quota di proprietà e concorso nei vantaggi e nei pesi della cosa comune vige allo stato puro nella comunione, ma è insufficiente nel condominio, giacché essendo tale istituto caratterizzato dalla consistenza di un regi- me di comunione con molteplici proprietà individuali, l'intensità del godimento delle cose ed impianti comuni da parte dei condomini può obiettivamente risultare diversa a seconda del rapporto in cui con quelle cose ed impianti si trova (di fatto) il bene oggetto di proprietà esclusiva. Pertanto, in sede di riparto delle spese di manutenzione del tetto, quel che veramente rileva non è tanto l'appartenenza del tetto medesimo ad alcuni o a tutti i condomini, quanto la funzione di copertura degli appartamenti, senza che con ciò peraltro si possa dire che solo i proprietari dei vani posti nella verticale sottostante alla zona da riparare siano tenuti alla relativa spesa, poiché non può, almeno in linea generale, ammettersi una ripartizione per zone di un medesimo tetto.
    (Nella specie, essendo stato accertato che trattavasi di un complesso immobiliare fabbricato in più tempi, con tetti posti a livelli diversi e con servizi di scale e di riscaldamento separati, è stata ritenuta ineccepibile la ripartizione della spesa di riparazione del tetto per gruppi di condomini, in conformità, del resto, al regolamento condominiale).
    (Cassazione, sent. n. 1923 del 6 luglio 1973)

    Il principio secondo cui le spese di riparazione dei singoli tetti di edifici autonomi raggruppati in un unico condominio vanno ripartite tra i soli condomini degli edifici su cui detta opera è eseguita non trova applicazione quando, per le caratteristiche strutturali e funzionali di uno dei corpi di fabbrica compresi nel condominio, risulti che tutti i condomini siano interessati alla riparazione del relativo tetto.
    (Corte app. civ. Milano, 17 gennaio 1992, n. 64)




    Staff

  5. #5
    Non è collegato Amministratore di condominio
    Località
    Forlì
    Messaggi
    1,443
    Scritto da Elena Bartolini il 04 Lug 2012 - 20:28:32:
    Le massime:

    [i]E' nulla la delibera assembleare con la quale siano state addebitate ad un condomino, in proporzione della quota millesimale, le spese relative al rifacimento del tetto dell'intero stabile condominiale, allorché la porzione di immobile di sua esclusiva proprietà sia staccata dallo stabile predetto e non usufruisca alcun beneficio con la riparazione del tetto
    (nella specie la proprietà singola di quel condomino era costituita da un magazzino, con ingresso nel cortile, nonc [...]

    la sentenza citata dice <<la porzione di immobile di sua esclusiva proprietà sia staccata dallo stabile predetto e non usufruisca alcun beneficio con la riparazione del tetto >> ma non è il caso di saverio, la sua u.i. stà sotto l'immobile, nello stesso parallelepipedo che ha anche la copertura a falde, non solo il terrazzo a livello, il tetto lo pagano tutti, anche coloro che non sono nella perpendicolare

    Modificato Da - prociotta il 04 Lug 2012 20:46:35

  6. #6
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Mi sono perso. Aiutatemi a capire meglio. Il tetto non mi copre e non sono sotto la sua perpendicolare. Sopra di me vi è una porzione di due appartementi e poi ancora sopra una terrazza di pertinenza di un attico. Il magazzino e tutto quello che sta sopra è un corpo aggiunto in cemento armato adiacente e solidale al fabricato originario. Devo contribuire o no?


  7. #7
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Lo faccio galleggiare.


  8. #8
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Roma
    Messaggi
    450
    Effettivamente, per come ha esposto il fatto il ns. amico Saverio, le spese per il ripristino del tetto condominiale non sarebbero dovute.
    Se il tetto (o il lastrico solare), non cadono nella perpendicolare della proprietà di Saverio, le spese per la ristrutturazione non sono dovute.
    Oltretutto, quando aggiunge "...Il magazzino e tutto quello che sta sopra è un corpo aggiunto in cemento armato adiacente e solidale al fabricato originario..." a mio parere dà una motivazione in più per non essere debitore per le spese.

    Aristide Balducci

  9. #9
    Non è collegato Frequentatore Disoccupato
    Messaggi
    202
    Scritto da prociotta il 04 Lug 2012 : 20:38:23

    quote: ….il tetto lo pagano tutti, anche coloro che non sono nella perpendicolare



    Ovvero stai dicendo che il coperto dal lastrico, anche senza beni comuni coperti dal tetto, paga con i suoi millesimi sia quando si ripara il terrazo a ivello sia quando si ripara il tetto?

    Ovvero paga due volte? una per la copertura che usa ed una per la copertura che non usa in alcun modo e dalla quale il suo bene non trae alcun vantaggio?



  10. #10
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Tutto ciò che trovo su internet perla della proiezione verso il basso del tetto. Più cerco e più sono confuso.


  11. #11
    Non è collegato Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    5,792
    ...c'è una terrazza ad uso esclusivo di un condomino. La terrazza fu ripristinata prima che io comprassi il magazzino.
    --------------------------------------------------------------------------
    Il discorso è semplce,lo facciamo per esclusione.Mentre per il tetto non centri niente.
    Gli altri,cioè quelli coperti dal tetto,non centrono niente con il terrazzo...
    ------------------------------------------------------------------------------La ripartizione delle spese per la riparazione o la ricostruzione del lastrico solare o della terrazza a livello
    Cass. civ., sez. II, 9 novembre 2001, n. 13858
    La spesa per la riparazione o la ricostruzione del lastrico solare o della terrazza a livello deve essere sostenuta per un terzo da coloro che ne hanno l'uso esclusivo e per i rimanenti due terzi dai condomini dell'edificio o di quelle parti di edificio alle quali il lastrico o la terrazza servono da copertura.



    Art. 1126cc.
    (Lastrici solari di uso esclusivo)

    Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico: gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.




  12. #12
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Ti correggo. Forse non sono stato chiaro. Il tetto a me non mi copre ma il terrazzo copre il mio magazzino ed a due stanze al primo piano facente parte di due appartamenti i quali sono così coperti sia dal terrazzo che dal tetto a falde.


  13. #13
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    Mi spiego ancora meglio. Si tratta di un edificio a tre piani. Il fabricato è coperto per i 2/3 dal tetto a falde oggetto della riparazione e per 1/3 dalla terrazza a livello ad uso escusivo del condomino che ha l' attico. Io mi trovo precisamente sotto la proiezione verso il basso della sola terrazza. Cosa ne pensate?


  14. #14
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    Cosenza
    Messaggi
    16
    lo faccio galleggiare. Vi prego, la risposta non mi è chiara.


  15. #15
    Non è collegato Frequentatore assiduo
    Messaggi
    2,024
    Scritto da saveriogweb il 02 Lug 2012 - 23:15:52: Saluto tutti i partecipanti del forum e vi ringrazio anticipatamente per il grande contributo che date.

    Il mio quesito è il seguente: Nell' edificio in cui posseggo un magazzino-deposito al piano strada si sta procedendo al ripristino del tetto per infiltrazioni di umidità nell' attico sottostante. Il tetto è un tetto a due falde coperto con tegole.
    Io sono l' unico che non sono coperto da tale tetto, ma sulla mia perpendicolare c' è una terrazza ad uso esclusivo di un condomino. Tale terrazza fu peraltro oggetto di recente ripristino e [...]
    Non devi partecipare alle spese per il tetto se non ne sei coperto, la legge è più che chiara:


    III comma art 1123 cc
    Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

    "La fede è più forte dell'evidenza, quindi è un ostacolo alla ricerca della verità".

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. con la sentenza del 5 maggio 2010 n.10858, la cassazione si è occupata della ripartizione spese del piano di calpestio del cortile condominiale, che...
  2. Salve, spero possiate aiutarmi, ho cercato a lungo nel vostro forum ed anche in altri ma non ho ancora trovato un caso simile al mio. Premetto...
  3. Le parti comuni, androne, porticato, coperte da una porzione di tetto da rifare vanno pagate solo dai comdomini i cui appartamenti sono coperti dalla...