+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 22

Ripartizioni spese acqua

  1. #1
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente operaio 0
    Località
    Torino
    Messaggi
    16

    Ripartizioni spese acqua

    Un cordiale saluto a tutti gli utenti del forum, avrei dei quesiti da porvi sulla ripartizione delle spese di consumo acqua relativi al mio condominio.
    Il condominio è fornito di un contatore generale, e di 5 contatori relativi agli alloggi.
    Premesso che attualmente 2 alloggi sui 5 a disposizione sono attualmente disabitati e che il contatore generale ci è stato installato l'anno scorso, quali voci relative alla bolletta di consumo devo dividere per ripartire le quote individuali ?
    Gli alloggi attualmente vuoti, hanno dato un consumo pari a zero, ma cosa posso a loro addebitare per quanto riguarda le varie voci del tipo: Servizio acquedotto, Servizio fognatura, Servizio depurazione.
    Spero che mi possiate dare una mano, in quanto neofita nel campo.
    Grazie Anticipatamente.
    Aniello Monno

  2. #2
    Non è collegato { 7 mi piace } Frequentatore pensionatp 15
    Località
    Chieti
    Messaggi
    408
    Le quote fisse vanno divise sulla base del numero dei moduli contrattuali ( controlla sulla fattura) presenti nel contratto di fornitura .Il fatto che gli appartamenti siano vuoti non significa nulla.
    Ciao


  3.  Inserisci un quesito, iscriviti al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato { 2 mi piace } Nuovo utente Amministratore di Condominio 0
    Località
    Messaggi
    27
    nel mio fabbricato ci sono 5 appartamenti e 2 locali di piano caninato, in bolletta risultano 7 moduli contrattuali. Ora un locale è stato diviso in 5 box auto, tutti dotati di contatori divisionali.. per le spese fisse divido i 7 moduli contrattuali per 11 (5 appartamenti + 1 locale + 5 box).. gli acquirenti dei box si lamentano per il fatto che non ha consumo quindi dicono che dovrebberò pagare 1 modulo contrattuale diviso 5... che ne pensate?

  5. #4
    Non è collegato { 203 mi piace } Staff Moderatore Imprenditore 0
    Messaggi
    5,107
    Si paga anche per il consumo potenziale.
    Se i box auto sono serviti da un contatore è ininfluente che non venga usata acqua. I costi fissi del suddetto vanno ripartiti pro quota fra i proprietari dei box auto.
    Nel caso specifico non capisco il problema. Esistono 5 proprietari di appartamento che hanno rispettivamente pure box auto e quota dell' ultimo locale del piano cantinato.

  6. #5
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente operaio 0
    Località
    Torino
    Messaggi
    16
    Citazione Originariamente Scritto da carati Visualizza Messaggio
    Le quote fisse vanno divise sulla base del numero dei moduli contrattuali ( controlla sulla fattura) presenti nel contratto di fornitura .Il fatto che gli appartamenti siano vuoti non significa nulla.
    Ciao
    Grazie per le informazioni, ho provveduto a correggere la tabella in excell che ho creato con i criteri che mi hai suggerito.
    Un saluto a tutti
    Aniello Monno

  7. #6
    Non è collegato { 2 mi piace } Nuovo utente Amministratore di Condominio 0
    Località
    Messaggi
    27
    Citazione Originariamente Scritto da dimaraz Visualizza Messaggio
    Si paga anche per il consumo potenziale.
    Se i box auto sono serviti da un contatore è ininfluente che non venga usata acqua. I costi fissi del suddetto vanno ripartiti pro quota fra i proprietari dei box auto.
    Nel caso specifico non capisco il problema. Esistono 5 proprietari di appartamento che hanno rispettivamente pure box auto e quota dell' ultimo locale del piano cantinato.
    no ho detto che che i proprietari di appartamento hanno i box, ma che avevo inizialmente 7 moduli (5 appartamenti e 2 locali di piano interrato) nel tempo un locale è stato suddiviso in 5 box auto e alienato quindi ora mi trovo 7 moduli contrattuali da dividere per 11 unità servite (5 appartamenti + 1 locale + 5 box auto). il problema sorge nela divisione delle spese fisse: chi ha il box asserice che i moduli contrattuali sono 7 e il box non ha consumo di acqua pur essendo servito. la mia domanda è giusto dividere la quao fissa per 11 anzichè 7?

  8. #7
    Non è collegato { 439 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 110
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,065
    Citazione Originariamente Scritto da trani.trani Visualizza Messaggio
    nel mio fabbricato ci sono 5 appartamenti e 2 locali di piano caninato, in bolletta risultano 7 moduli contrattuali. Ora un locale è stato diviso in 5 box auto, tutti dotati di contatori divisionali.. per le spese fisse divido i 7 moduli contrattuali per 11 (5 appartamenti + 1 locale + 5 box).. gli acquirenti dei box si lamentano per il fatto che non ha consumo quindi dicono che dovrebberò pagare 1 modulo contrattuale diviso 5... che ne pensate?
    In effetti per i 5 box il condominio paga solo una quota contrattuale quindi i 5 box devono dividersi tra loro quella quota contrattuale.
    Per lo stesso principio, però, se e quando i 5 box avranno un consumo acqua, sarà la somma dei consumi dei 5 box a far scattare la fascia di consumo di quell'unico modulo contrattuale; dovrà essere emessa una sola bolletta per quel modulo e dovranno arrangiarsi i 5 a ripartirsi l'unica bolletta.

    L'alternativa è richiedere al gestore altri 4 moduli contrattuali così ognuno pagherà la sua quota fissa (uguale per tutti) ed il proprio consumo individuale.

  9. #8
    Non è collegato { 203 mi piace } Staff Moderatore Imprenditore 0
    Messaggi
    5,107
    Citazione Originariamente Scritto da trani.trani Visualizza Messaggio
    no ho detto che che i proprietari di appartamento hanno i box, ma che avevo inizialmente 7 moduli (5 appartamenti e 2 locali di piano interrato) nel tempo un locale è stato suddiviso in 5 box auto e alienato quindi ora mi trovo 7 moduli contrattuali da dividere per 11 unità servite (5 appartamenti + 1 locale + 5 box auto). il problema sorge nela divisione delle spese fisse: chi ha il box asserice che i moduli contrattuali sono 7 e il box non ha consumo di acqua pur essendo servito. la mia domanda è giusto dividere la quao fissa per 11 anzichè 7?
    Scusa ma non avevi specificato che il locale con i box auto era stato alienato ad ulteriori 5 proprietari.
    Allora hai 10 condomini di cui 5 proprietari di appartemento +quota locale cantinato (identici?) e 5 proprietari di box auto.

    SE la situazione è quella che ho descritto avrai:

    a) 5 modulo (quota fissa) da addebitare a ciascuno dei propretari di appartamento

    b) 1 modulo (quota fissa) da suddividere fra i "comunisti" del locale cantinato (supponevo i 5 degli appartamenti)

    c) 1 modulo (quota fissa) da suddividere fra i proprietari dei rispettivi box auto.(se i moduli sono 7 non si capisce perchè devi dividere per 11)

    d) il consumo rilevato dal contatore generlae va ripartito in base alle quote dei sottocontatori. Quindi chi ha i sottocontatori che segnano zero consuo pagherà zero come quota variabile.

    In teoria il totale dei secondi dovrebbe coincidere con il generale ma non si possono escludere difformità per diversa taratura (esigua) o dispersioni.

  10. #9
    Non è collegato { 439 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 110
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,065
    Citazione Originariamente Scritto da dimaraz Visualizza Messaggio
    Scusa ma non avevi specificato che il locale con i box auto era stato alienato ad ulteriori 5 proprietari.
    Allora hai 10 condomini di cui 5 proprietari di appartemento +quota locale cantinato (identici?) e 5 proprietari di box auto.

    SE la situazione è quella che ho descritto avrai:

    a) 5 modulo (quota fissa) da addebitare a ciascuno dei propretari di appartamento

    b) 1 modulo (quota fissa) da suddividere fra i "comunisti" del locale cantinato (supponevo i 5 degli appartamenti)

    c) 1 modulo (quota fissa) da suddividere fra i proprietari dei rispettivi box auto.(se i moduli sono 7 non si capisce perchè devi dividere per 11)

    d) il consumo rilevato dal contatore generlae va ripartito in base alle quote dei sottocontatori. Quindi chi ha i sottocontatori che segnano zero consuo pagherà zero come quota variabile.

    In teoria il totale dei secondi dovrebbe coincidere con il generale ma non si possono escludere difformità per diversa taratura (esigua) o dispersioni.
    Non è così semplice se poi i box cominciano ad avere dei consumi individuali.
    Al momento ci sono 7 moduli contrattuali (impegnative con costi fissi) di cui:
    1 modulo per ognuno dei 5 appartamenti
    1 modulo per un locale rimasto tale (non modificato)
    1 modulo per un locale modificato in 5 box con singoli contatori.

    Per fare le cose in regola si può operare in due modi:

    a) resta un unico modulo per i 5 box ma a monte dei 5 box i loro proprietari devono installare (a loro spese) un ulteriore subcontatore personale (se non esiste il vecchio dell'ex locale). In questo modo il condominio effettuerà la lettura di un solo subcontatore (il settimo privato), contabilizzerà la quota fissa ed il consumo di quell'unico modulo contrattuale emettendo unica bolletta che i 5 box dovranno ripartirsi per conto loro dividendosi sia la quota fissa che eventuali loro consumi parziali confluenti nell'unico subcontatore a monte.

    b) poichè i 5 box hanno voluto separare i consumi da quello che era l'unico subcontatore del locale e vogliono pagare in base al loro consumo personale per fascia, il condominio richiederà all'ente gestore ulteriori 4 moduli contrattuali (se 11 sono le singole unità, 11 devono essere i moduli).
    In questo modo il condominio pagherà sull'unica fattura dell'ente 11 moduli contrattuali (tanti quanti sono i subcontatori).
    In tal caso il condominio effettuerà la lettura degli 11 subcontatori, contabilizzerà la quota fissa ed il consumo di ciascuno degli 11 moduli contrattuali ed emetterà la bolletta e ciascuno degli undici (in pratica anche oguno dei 5 box pagherà la propria quota fissa perchè il condominio la paga al gestore).

    In poche parole i 5 box non possono avere l'onore di pagare una sola quota fissa (1/5 della quota a testa) e dare al condominio l'onere di prendere 5 letture, contabilizzare per 5 unità e, nel caso di consumi diversi e personali dei 5, suddividere 5 consumi in proporzione alle spettenze per fascia di un solo modulo contrattuale (lavoro di non poco conto che implica un foglio di calcolo a parte e non sono sicuro che possa essere gestito da un software standard).

  11. #10
    Non è collegato { 203 mi piace } Staff Moderatore Imprenditore 0
    Messaggi
    5,107
    Non vorrei aver frainteso i termini:

    a)7 moduli non equivale ad avere anche 7 subcontatori?

    b) anche fossero presenti solo i 5 contatori delle abitazioni...la differenza sullle lettura (generale-5appartamenti) dovrebbe dare Zero se non ci sono consumi nei box+ cantina (salvo dispersioni/perdite).

    I proprietari di box potrebbero discuisire su chi di loro consumi (capitasse) ma allora si monteranno a proprie spese sottocontatori.
    Credo che sarebbero comunque costi di consumo "irrisori" .

  12. #11
    Non è collegato { 439 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 110
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,065
    Citazione Originariamente Scritto da dimaraz Visualizza Messaggio
    Non vorrei aver frainteso i termini:

    a)7 moduli non equivale ad avere anche 7 subcontatori?

    b) anche fossero presenti solo i 5 contatori delle abitazioni...la differenza sullle lettura (generale-5appartamenti) dovrebbe dare Zero se non ci sono consumi nei box+ cantina (salvo dispersioni/perdite).

    I proprietari di box potrebbero discuisire su chi di loro consumi (capitasse) ma allora si monteranno a proprie spese sottocontatori.
    Credo che sarebbero comunque costi di consumo "irrisori" .
    Avere 7 moduli significa che l'acquedotto percepisce il canone fisso per 7 moduli e divide il consumo del contatore generale per 7 moduli.
    Se le quote fisse sono di €. 30,00 a modulo e le fasce di consumo per modulo sono:
    i primi 100 mc prima fascia
    ulteriori 100 mc seconda fascia
    ulteriori 100 mc terza fascia
    ulteriori all'infinito quarta fascia

    a fronte di un consuno al contatore generale di 3.000 mc il gestore fatturerà:
    mc. 100 x 7 moduli = mc 700 (prima fascia) = € ...(prezzo a mc prima fascia x 700)
    mc. 100 x 7 moduli = mc 700 (seconda fascia) = €.... (prezzo a mc seconda fascia x 700)
    mc. 100 x 7 moduli = mc 700 (terza fascia) = €..... (prezzo a mc terza fascia x 700)
    mc. 900 (prezzo a mc quarta fascia)
    €. 30,00 x 7 = €. 210,00 (quota fissa per 7 moduli)

    Presumibilmente è stato fatto un contratto richiedendo 7 moduli contrattuali perchè c'erano 5 appartamenti e 2 locali (che potrebbero essere anche locali commerciali di diversi proprietari).

    Successivamente uno dei due locali (che aveva un subcontatore ed a cui era addebitato un modulo contrattuale) è stato diviso in 5.
    E' stato eliminato il subcontatore del locale (uno dei 7) e ne sono stati installati 5.
    Ora i 5 vogliono pagare l'unico modulo contrattuale originario riferito al locale, ma come si ripartiranno i consumi?
    Chi pagherà le 5 letture invece che una?
    Chi farà il calcolo di spettanza per fasce ripartendo il consumo dei 5 per un solo modulo di spettanza?

    A questo link del mio condominio c'è una demo di come ciascun modulo contrattuale (unità) paga quota fissa e variabile per fascia.
    Prova ad immaginare se ci dovesse essere anche il consumo di 5 unità per la tariffa di un solo modulo contrattuale.

    http://monticchio10.altervista.org/d...qua_2trim.html

  13. #12
    Non è collegato { 203 mi piace } Staff Moderatore Imprenditore 0
    Messaggi
    5,107
    Ringrazio per la spiegazione...ma non mi è ancora chiaro il concetto di "modulo"..vedrò di colmare questa mia lacuna.

    Io ho tutti allacci autonomi e negli altri immobili pozzo artesiano eccetto gli idranti

  14. #13
    Non è collegato { 439 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 110
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,065
    Citazione Originariamente Scritto da dimaraz Visualizza Messaggio
    Ringrazio per la spiegazione...ma non mi è ancora chiaro il concetto di "modulo"..vedrò di colmare questa mia lacuna.

    Io ho tutti allacci autonomi e negli altri immobili pozzo artesiano eccetto gli idranti
    Questo perchè probabilmente nel vostro condominio (orizzontale) ognuno ha un contratto personale ed un contatore personale direttamente con il gestore che fattura ed applica direttamente ad ognuno le tariffe a fasce di consumo (come l'Enel per il consumo personale).

    Nella maggior parte dei condominii verticali c'è un contatore generale principale che segna il consumo dell'acqua di tutti i condòmini.
    L'acquedotto riconosce sol quel contatore ed in base al consumo generale del condominio applica le tariffe considerando il numero dei moduli contrattuali (condòmini) e fatturando l'intero importo al condominio con unica fattura.
    Il condominio paga questa fattura generale ma tramite i subcontatori personali installati nelle unità abitative riesce a ripartire la spesa in proporzione al consumo personale.
    Ecco perchè in alcuni casi, nei condòminii dove non sono installati i subcontatori personali negli appartamenti e c'è solo il contatore di proprietà dell'acquedotto, senti parlare di riparto dell'acqua per millesimi di proprietà o per numero di persone residenti negli appartamenti.

  15. #14
    Non è collegato { 203 mi piace } Staff Moderatore Imprenditore 0
    Messaggi
    5,107
    Togli il probabilmente....sono tutti contatori divisi.

    Comunque allora avevo inteso il "funzionamento" e la "distinzione" moduli. Quindi resta valido il discorso che pur mancando i sottocontatori per i box auto si può desumere (per sottrazione) l' eventuale consumo defalcando il totale dei 5 sottocontatori dal generale ammesso e non concesso che l' unico locale cantinato rimasto non abbia consumi.

    Uniche alternative l' installazione di sottocontatori anche per le restanti unità o la "sigillazione" delle condutture + modifica contratto con l' ente che dovrà togoiere 1 modulo.

  16. #15
    Non è collegato { 439 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 110
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,065
    Citazione Originariamente Scritto da dimaraz Visualizza Messaggio
    ...resta valido il discorso che pur mancando i sottocontatori per i box auto si può desumere (per sottrazione) l' eventuale consumo defalcando il totale dei 5 sottocontatori dal generale ammesso e non concesso che l' unico locale cantinato rimasto non abbia consumi.
    Il problema è inverso. Ci sono i subcontatori per ogni box ma non ci sono i moduli contrattuali per le fasce di consumo di ciascun box:

    [img][/img]

    premesso che il condominio paga in base al consumo che l'acquedotto rileva dal contatore generale e poi l'amministratore o la ditta specializzata riparte in proporzione ai consumi di ciascuno subcontatore/modulo, inizialmente tutto era regolare:
    C'erano 7 unità, 7 moduli contrattuali, 7 subcontatori.
    Ora i 5 box si sono scollegati dall'ex subcontatore 7 ed hanno installato ognuno un proprio subcontatore per pagare in proporzione ai consumi di ciascunbox ma non sono stati richiesti ulteriori moduli contrattuali.
    Il condominio continua a pagare per 7 moduli per cui i 5 vogliono pagare tra loro un solo modulo (quota fissa), ma come saranno ripartiti i consumi di ciascun box in proporzione alle fasce dell'unico modulo?
    Se intendevano pagare "prendi 5 e paghi 1" non dovevano installare i 5 subcontatori personali ma restare allacciati tutti e 5 all'unico ex settimo subcontatore e ripartirsi tra loro l'unico consumo risultante dall'ex settimo subcontatore.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Buonasera, mi chiamo Giovanni, e prendendo spunto dalla discussione del sig.Maurizio in data 9 luglio 2012 anchio faccio parte di un condominio di 12...
  2. Buon giorno grazie a tutti per sopportarmi. Dunque brevemente, condominio nuovo di 10 unità per i primi due anni ci amministravamo da soli , in...
  3. buongiorno, sono un conduttore di un appartamento sito in Savona. nel verbale dell'asemblea arrivatomi pochi giorni fa, dove io non ho...
  4. Buongiorno, il 23 dicembre 2009 ho venduto un appartamento e ieri mi ha chiamato il nuovo proprietario dicendomi che una quindicina di giorni fà si è...