+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 5 di 5

Ripartizione spese aqp e nuove tariffe 2013

  1. #1
    Non è collegato { 1 mi piace } Nuovo utente Impiegato 0
    Località
    Bari
    Messaggi
    14

    Ripartizione spese aqp e nuove tariffe 2013

    buonasera,
    segnalo che al ricevimento della 1^ emissione 2013 riscontro il seguente aumento delle quote fisse acqua e fogna: da € 0,41831 + 10% iva=0,46014 a 0,419450+10% iva= 0,461395; nella fattura incide per 0,54 € tanto che per questo motivo ho dovuto differire il calcolo delle quote fisse dal 8/11/12 al 31/12/12 e dal 1/1 al 7/02/13 applicando la nuova tariffa e così i conti sono esatti dato che collimano con la fattura;

    per converso, dopo questa scoperta,recentemente ho sentito al tg3 puglia chiaramente lo speaker affermare che per il 2013 ci sarà un aumento del costo dell'acqua aqp del 5%.

    poichè dal sito AQP non si riesce a reperire la delibera ato, qualcuno ne è al corrente e può almeno segnalere il link?

    grazie.
    saluti


  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  3. #2
    Non è collegato { 487 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 107
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,506
    Scritto da ninoxidable il 02 Mag 2013 - 15:23:14: buonasera,
    segnalo che al ricevimento della 1^ emissione 2013 riscontro il seguente aumento delle quote fisse acqua e fogna: da € 0,41831 + 10% iva=0,46014 a 0,419450+10% iva= 0,461395; nella fattura incide per 0,54 € tanto che per questo motivo ho dovuto differire il calcolo delle quote fisse dal 8/11/12 al 31/12/12 e dal 1/1 al 7/02/13 applicando la nuova tariffa e così i conti sono esatti dato che collimano con la fattura...
    I dati avrebbero dovuto o non dovuto collimare anche prima perchè ti è sfuggito uno zero e quindi parliamo di una differenza 1/10.000esimo mentre la nostra valuta (euro)ci consente di approssimare i pagamenti a 1/100.

    Per la precisione la quota fissa di cui parli è passata da 0,041831 + iva al giorno a 0,041945+iva al giorno.

    Se moltiplichiamo la nuova tariffa per 365 giorni avremo
    0,041945*365 = €. 15,309925

    Ma già da tutto il 2012 AQP, come da link che ti riporto di seguito (e da tariffe esposte sul retro del MAV), applica la tariffa annuale delle quote fisse acqua e fogna pari ad €. 15,31 mentre, come avrai potuto notare dalla prima emissione 2013, le tariffe acqua per fascia di consumo sono rimaste invariate, per cui al momento...
    ... nulla di nuovo sotto il sole






  4. #3
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Amministratore di Condominio 0
    Località
    Foggia
    Messaggi
    7
    Salve, volevo sapere se ci fosse qualcuno che mi spiegasse come calcolare l'importo della tariffa agevolata... non riesco a capire come mai una volta è 0.60 euro, un altra volta 0.55.... e cosi via.. mi hanno detto che dipende dall'importo della bolletta.. ma nn riesco a capire il calcolo matematico... c'è qualcuno che può spiegarmelo, per favore? grazie mille!


  5. #4
    Non è collegato { 487 mi piace } Utente elite+ Amministratore interno 107
    Località
    Taranto
    Messaggi
    8,506
    Scritto da Maria&Dario il 03 Mag 2013 - 18:43:29: Salve, volevo sapere se ci fosse qualcuno che mi spiegasse come calcolare l'importo della tariffa agevolata... non riesco a capire come mai una volta è 0.60 euro, un altra volta 0.55.... e cosi via.. mi hanno detto che dipende dall'importo della bolletta.. ma nn riesco a capire il calcolo matematico... c'è qualcuno che può spiegarmelo, per favore? grazie mille!

    Il costo a mc. che AQP applica alla tariffa agevolata è sempre lo stesso:
    €. 0,562466 + iva 10% = €. 0,62 al mc.

    Poichè AQP emette alternativamente fatture in acconto ed a conguaglio che non corrispondono mai alla somma dei consumi reali effettuati da ciascun condòmino, devi farti spiegare da chi fa il riparto della bolletta qual'è il metodo che usa.


  6. #5
    Non è collegato { 1 mi piace } Nuovo utente Impiegato 0
    Località
    Bari
    Messaggi
    14
    si è vero,hai ragione nella fretta di chiedere notizie non ho digitato lo 0 che ha importanza nel calcolo finale che poi collima perfettamente; dalla 1^ emissione risultano due tariffe delle quote fisse diverse come dici: una 0,041831 + iva fino a dicembre 2012, l'altra 0,041945+iva dal 1^ gennaio in poi; non ci sono variazioni per le altre tariffe; la notizia che ho ascoltato è di qualche giorno fa è passata una sola volta, quindi o c'è un'altra delibera ATO recentissima che per ora non trovo, o bisogna attendere tra non molto la 2^ emissione per conferma o è una bufala. Ti ringrazio molto perchè mi confermi comunque di aver calcolato bene e per il link.

    passando ad altro argomento, che poi qui è stato e sarà nuovamente motivo di lite grazie ai vari De Furbis, forse ho capito a cosa si riferiscono Maria & Dario: ci sono sedicenti amministratori/ripartitori che nella ripartizione edulcorano scientemente e coscientemente le tariffe e non tengono mai conto della differenza delle letture del contatore generale; riproporzionano la tariffe partendo dall'ammontare della fattura e procedendo all'inverso alla bisogna in un modo che non si è stati capaci di capire, ma che trovata la retta via sostanzialmente non ci interessa più; quando non si capiva un h di calcoli dell'acqua, è capitato anche qui, si è pagato ad es. la tariffa agevolata una volta 0,21 un'altra 0,45 un altra 0,71 e di conseguenza anche le altre tariffe erano edulcorate.

    si è eliminato il responsable letturista/ripartitore, in quanto esterno all'amministrazione, chiedendogli espressamente di emettere fattura; non potendolo fare si è autoeliminato;
    quindi ci si è edotti in tema di calcoli secondo le modalità imposte dall'aqp e con un semplice foglio excel ora noi si fa i calcoli molto precisi.

    ora qualche altro scienziato De Furbis, dato che complessivamente i 57 moduli non si splafona mai oltre la tariffa agevolata, pretende di consumare tanta acqua e "poichè l'aqp gliela vende in fattura a tariffa agevolata pretende di pagare il suo consumo interamente solo con la corrispondente tariffa". il calcolo lo sbugiarda e la matematica che non è un'opinione dimostra che così agendo chi consuma meno paga l'acqua di chi ha consumato di più, anche in seconda battuta qualora ci fosse una dispersione da ripartire.

    per concludere bisogna imporre a chi fa i calcoli di rispettare le tariffe imposte dall'aqp.

    grazie per la risposta che hai dato
    cordiali saluti

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve a tutti, volevo capire se anche quest'anno le tariffe delle fasce di consumo (IVA 10% inclusa) AQP hanno subito variazioni. Volevo postare...
  2. Salve a tutti, ho da proporvi un quesito abbastanza ingarbugliato: in fase di realizzazione delle tabelle millesimali redatte dal costruttore...
  3. Se nel ns. piccolo condominio (di tre immobili) fosse approvato di installare due nuove linee di alimentazione acqua agli immobili come dovrebbe...