Ripartizione Quote Acqua e Consumi "Anomali"

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Latina
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0

    Question Ripartizione Quote Acqua e Consumi "Anomali"

    salve a tutti, sono Francesco e nuovo del forum. Mi sono iscritto con la speranza di poter conoscere, condividere ed eventualmente risolvere tutta una serie di problematiche inerenti il mio condominio.
    faccio una breve descrizione del mio personale problema:
    abito con la mia famiglia (che è composta da 3 persone, me compresa) in un appartamento al terzo piano di una palazzina recente (consegnata dal costruttore nell'ottobre del 2009).
    Il palazzo è composto da 2 scale e ci sono in totale 36 appartamenti di varie metrature. Venendo al problema... il costruttore ha predisposto i contatori acqua all'interno del cortile, quindi in "proprietà privata", ogni "blocco" di contatori per ciascuna scala, vicino al portone di accesso ad esse... poi ogni appartamento ha anche un ulteriore contatore posizionato sul pianerottolo che legge il consumo proveniente dal boiler dell'impianto del solare termico presente sul tetto.
    E' da quando ci è stato consegnato l'appartamento che non riusciamo a risolvere il problema "acqua" rimanendo legati ad un "contratto da cantiere", quindi con aliquote più alte che per abitazioni civili, in quanto la società che gestisce la rete idrica della mia città non può accedere alla lettura dei contatori perchè presenti in "proprietà privata", pur avendo ricevuto il permesso dall'assemblea.
    Tutto ciò comporta al dover ripartire i vari consumi facendo le letture dei 2 contatori, sommandole per poi dividersi la spesa della fattura che arriva all'amministratore...
    il problema più ostico però non è tanto questo, ahimè... ma è riscontrare che la mia famiglia abbia un consumo "maggiormente anomalo" rispetto a molte altre famiglie (con lo stesso nucleo familiare, ed altre anche più numerose) rispetto a noi...
    il dubbio che ci è venuto è: <<è possibile che entrambe i nostri contatori siano starati, rispetto a quelli di altri utenti??>> (secondo me non è questo il problema...)
    altra domanda: <<è possibile verificare il buon funzionamento di un contatore?>>

    ringrazio anticipatamente chi riuscirà a darmi qualche indicazione e/o consiglio in merito...


  2. #2
    Non è collegato
    { 14 mi piace }
    Frequentatore Amministratore di condominio
    Località
    Bologna
    Messaggi
    154
    Reputazione
    5
    l D.P.C.M. 4 marzo 1996 - Disposizioni in materia di risorse idriche (In GU 14 marzo 1996, n. 62, S.O.) impone l'obbligo, ad ogni singola unità abitativa, di installare dei contatori di ripartizione del consumo dell'acqua.

    *La legge n° 36 del 5 Gennaio 1994 è stata abrogata e superata con D.L. n° 152 del 3 Aprile 2006 dove si rafforza quanto detto, allargando tale obbligo anche alle attività produttive e terziarie. Da non perdere;: Dal 2014 "rivoluzione acqua". Niente distacco ai morosi. Ogni condomino può, dunque, far imporre, a tutti gli altri condomini,l'istallazione dei medesimi, se non amichevolmente, in assemblea, anche a mezzo di ordinanza del Giudice di Pace competente nella materia.

    L'installazione dei suddetti contatori costituirebbe non solo un risparmio idrico ma anche ovvierebbe ai continui abusi, e conseguenti litigi, che scaturiscono per la ripartizione delle spese.


    Ad oggi, nei condomini, infatti, la suddetta ripartizione delle spese avviene in base al valore millesimale dell'appartamento o in base al numero dei residenti in ogni singolo appartamento.

    Ma queste non risultano essere le soluzioni ideali, in quanto nessuno si sente costretto a risparmiare l'acqua, spinti dall'idea che tanto la spesa, sarà ripartita tra tutti.

    Inoltre occorre sottolineare che anche il codice civile prevede che la ripartizione in questione debba avvenire sull'effettivo consumo di ogni singola unità immobiliare e Solo un regolamento contrattuale da tutti sottoscritto al momento del rogito, può porre deroghe alla procedura appena indicata.

    Ecco cosa succede quando il gestore cambia il contatore dell'acqua senza dare un minimo di preavviso

    Estratto del D.P.C.M.

    8.2.8. Misurazione.

    La misurazione dei volumi consegnati all'utente si effettua, di regola, al punto di consegna, mediante contatori, rispondenti ai requisiti fissati dal decreto del Presidente della Repubblica 23 agosto 1982, n. 854, recepente la direttiva comunitaria n. 75/33. Là dove esistono consegne a bocca tarata o contatori non rispondenti, deve essere programmata l'installazione di contatori a norma.

    In relazione a quanto disposto dall'articolo 5, comma 1, lettera c), della legge *5 gennaio 1994, n. 36, dove attualmente la consegna e la misurazione sono effettuate per utenze raggruppate, la ripartizione interna dei consumi deve essere organizzata, a cura e spese dell'utente, tramite l'installazione di singoli contatori per ciascuna unità abitativa.


    *La legge n° 36 del 5 Gennaio 1994 è stata abrogata e superata con D.L. n° 152 del 3 Aprile 2006 dove si rafforza quanto detto, allargando tale obbligo anche alle attività produttive e terziarie.

    In particolare:
    Art. 146. Risparmio idrico (D.Lgs n.152/2006)
    f) installare contatori per il consumo dell'acqua in ogni singola unità abitativa nonché contatori differenziati per le attività produttive e del settore terziario esercitate nel contesto urbano;

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 14 mi piace }
    Frequentatore Amministratore di condominio
    Località
    Bologna
    Messaggi
    154
    Reputazione
    5
    ovviamente puoi sempre richiedere una verifica del contatore per verificare il corretto funzionamento.

  5. #4
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Puoi fare anche tu una verifica empirica del contatore misurando l'acqua in uscita con un banale secchio graduato e verificando cosa indica il contatore

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Impiegato
    Località
    Latina
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0
    grazie per i contributi... ma fare calcoli con taniche o secchi è molto empirico e poco "credibile" secondo me... sto pensando di farci installare un ulteriore contatore a valle degli esistenti e dopo qualche giorno verificare se il consumo è giusto o esiste un'anomalia...

  7. #6
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Citazione Originariamente Scritto da mosterino Visualizza Messaggio
    grazie per i contributi... ma fare calcoli con taniche o secchi è molto empirico e poco "credibile" secondo me... sto pensando di farci installare un ulteriore contatore a valle degli esistenti e dopo qualche giorno verificare se il consumo è giusto o esiste un'anomalia...
    Certo che è empirico ma serve solo per capire se il contatore è sballato o meno senza spendere nulla. Poi si agisce di conseguenza.

  8. #7
    Non è collegato
    { 28 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Italia
    Messaggi
    492
    Reputazione
    13
    Esistono in commercio contalitri da 15€ per irrigazione, aggiungi un raccordo da altri 5€ da irrigazione a rubinetto acqua e con 20€ te la cavi.

    Google contalitri

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve, abito in un supercondominio formato da 4 palazzine e negozi. 3 di queste palazzine, che chiamiamo "scale", hanno ognuna un proprio contatore...
  2. Nel mio condominio di 46 alloggi costruito in edilizia sperimentale nel 1987 esistono fin dall’inizio i contacalorie (valvola di zona +...
  3. Salve a tutti, ho già consultato in lungo e largo il forum, cercando una soluzione, ma forse è meglio che vi presenti il caso nello specifico nella...
  4. Sono alla ricerca di chiarimenti su un servizio di ripartizione spese dell'acqua fredda condominiale con criteri di tariffazione 'pro-capite'. Mi...