Ripartizione compenso amministratore - il compenso dell'amministratore fa parte di queste spese o ne resta fuori e quindi da ripartire

  1. #1
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Geometra
    LocalitÓ
    Messaggi
    1
    Reputazione
    0

    Ripartizione compenso amministratore

    Buongiorno,anch'io mi sono registrato da poco anche se seguo il forum da un p˛. Ringrazio il forum per la disponibilitÓ e i frequentatori per gli interventi che faranno.
    Andiamo al quesito: immobile di nuova costruzione dove l'impresa costruttrice Ŕ ancora proprietaria di quattro appartamenti.
    La consegna degli appartamenti la costituzione del condominio avviene nel maggio 2011.La ditta si riserva, nel corso della prima assemblea e poi viene ribadito nel regolamento condominiale,di non contribuire alla spese di manutenzione ordinarie e straordinarie per i primi due anni.
    Il compenso dell'amministratore fa parte di queste spese o ne resta fuori e quindi da ripartire anche alla ditta?
    Grazie e saluti per tutti.



  2. #2
    Non Ŕ collegato
    { 10 mi piace }
    Utente elite+
    LocalitÓ
    Milano
    Messaggi
    6,568
    Reputazione
    84
    La ditta costruttrice si Ŕ auto-esonerata per dua anni (pratica non proprio legittima, il limite dovrebbe essere un'anno) come da voi sottoscritto accettando il regolamento al rogito.
    Pertanto risulta esente anche dalle spese per il compenso dell'amminstratore che Ŕ una spesa assolutamente uguale a tutte le altre.



  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso ╗
  4. #3
    Non Ŕ collegato
    { 595 mi piace }
    Esperta fiscalista L'avatar di Dolores Panýco
    Messaggi
    13,515
    Reputazione
    100
    Scritto da balby il 01 Giu 2012 - 15:29:41: La ditta costruttrice si Ŕ auto-esonerata per dua anni (pratica non proprio legittima, il limite dovrebbe essere un'anno) come da voi sottoscritto accettando il regolamento al rogito.
    Tale esonero Ŕ legittimo se contenuto in un regolamento "contrattuale" da TUTTI sottoscritto al momento del rogito, per˛ la
    Cassazione ha ribadito che simile liberatoria diventa vessatoria solo se SUPERA la durata massima consentita di due anni.



    Saluti
    dolly

  5. #4
    Non Ŕ collegato
    { 10 mi piace }
    Utente elite+
    LocalitÓ
    Milano
    Messaggi
    6,568
    Reputazione
    84
    Scritto da dolores il 01 Giu 2012 - 15:52:28:
    Tale esonero Ŕ legittimo se contenuto in un regolamento "contrattuale" da TUTTI sottoscritto al momento del rogito, per˛ la
    Cassazione ha ribadito che simile liberatoria diventa vessatoria solo se SUPERA la durata massima consentita di due anni.



    Saluti
    dolly
    2 anni!
    andavo a memoria.
    m˛ me lo segno



  6. #5
    Non Ŕ collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore Amministratore di Condominio
    LocalitÓ
    Sesto San Giovanni (MI)
    Messaggi
    250
    Reputazione
    15
    Scritto da balby il 01 Giu 2012 - 15:55:15:

    2 anni!
    andavo a memoria.
    m˛ me lo segno


    Eh si... fino ai 2 anni possono inserire la clausola di esonerarsi. In un mio condominio nuovo l'impresa costruttice aveva messo nel regolamento contrattuale il contributo del 10% dei millesimi fino alla vendita.

    Federico

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Esiste la tabella A per la ripartizione, in millesimi, delle spese generali e la tabella A1 per le spese inerenti alle parti interne del fabbricato....
  2. Buonasera a tutti!!!! Volevo sapere se il compenso dell'amministratore viene ripartito con le tabelle mill. o in parti uguali tra i proprietari....
  3. Oggi ho litigato con un notaio poiche' asseriva che le spese di riscaldamento sono a carico del proprietario ed io ho riferito lui che a me non...