Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Like Tree1Ringraziamenti

Manutenzione,potatura o eventuale taglio alberi

  1. #18
    Non è collegato
    { 890 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di bilbetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,057
    Reputazione
    46
    Citazione Originariamente Scritto da enrico dimitri Visualizza Messaggio
    Ciao Stefano,
    buon anno anche a te.
    Se però parli di servitù corri il rischio di incorrere nel pignolo che invochi il 1123 3* comma,cioè ti dice: io ho l'appartamento dall'altra parte dello stabile,e le fronde dell'albero non mi fanno ombra, il cinguettio degli ugelli non allieta il mio mattino e quando c'è vento le foglie non mi ispirano alcun brano poetico.
    E ci scherzo su ma mi è capitato davvero.
    la manutenzione ti dicono, se la pagasse la colonna o chi dal cedro comunque trae utilità.( a meno che non sia Regolamento contrattuale,ma Annavet lo avrebbe letto e non ci avrebbe scritto).
    e ricominci tutto da capo assumendoti il rischio di un pericolo futuro di entità sconosciuta.
    il fatto è che quando qualcuno pianta un cedro(mica un albero di limoni,un cedro!)dovrebbe comprendere che con il tempo si eleva in modo pazzesco,che le radici fanno danni se sotto ci sono garage o cantine.
    il fatto che mai nessuno si prende responsabilità quando ci sono danni.
    io consiglio con praticità ad Annavet di ripartire tutto in millesimi e non pensarci troppo.
    in ogni comunità,anche nel più piccolo gruppo,nulla funziona come nei film.
    magari un giorno una ripartizione più favorevole toccherà a lei.
    Caro dimitri, comprendo ciò che affermi e sicuramente il primo pensiero di un condòmino è quello di pagare il meno possibile sebbene sia corretto pagare sempre il “giusto”. Il problema è capire e far capire quale sia questo “giusto”. Nel caso del cedro, sei d’accordo che se ho una u.i. sul retro del fabbricato, comunque esso acquista un maggiore valore proprio per il decoro che l’albero concorre ad aumentare? È in virtù di questo principio che tutti dovrebbero,concorrere alle spese per mantenere l’albero in salute.
    La questione cambia (e radicalmente) se quell’albero, che si trova in una proprietà privata, viene piantato dopo la nascita del condominio. Dona comunque decoro al fabbricato, non si discte, ma chi deve sostenere le spese di manutenzione? E i danni che può causare la mancata manutenzione?

    È un po’ come per un ascensore, con le dovute ed ovvie differenze. Se c’è ab origine pagano tutti, chi più chi meno, per la sua conservazione, perchè tutti ne sono comproprietari, ma se fosse installato dopo la nascita del condominio chi paga? Esclusivamente coloro che partecipano alla spesa, potendo applicare l’art. 1121 cc per il quale in presenza di una spesa gravosa chi non vuole partecipare può rinunciare alla comproprietà e all’uso.

  2. #19
    Non è collegato
    { 189 mi piace }
    Utente gold
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,264
    Reputazione
    52
    una cosa sola è certa in tutto questo: la responsabilità in vigilanza del condominio e quindi l'eventuale colpa in vigilando. o meglio è il primo soggetto(come ente di gestione)che verrà chiamato in caso di danno,essendo comunque il cedro dentro il suo perimetro.
    perché il condominio ha tollerato che si piantasse,che crescesse a dismisura,perché non ha mai intimato nulla al proprietario del fondo,perché non ha mai fatto una cautelare tipo un'azione di danno temuto.
    per cui: opinione mia.
    ripartizione a millesimi della capitozzatura e prendere tempo e decidere davvero una volta per tutte una ripartizione contrattuale che accontenti tutti: i condomini e il proprietario,magari un 50%a millesimi e un 50% a carico ci colui che presumibilmente lo ha piantato. questo proporrei io. ma questo poi. intanto togliere il pericolo di danno.
    p.s. ogni tanto mi lascio andare: non ugelli(quelli sono accessori di cucina ),ma augelli..ma poco cambia.
    ciao a tutti.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno, in seguito a regolare assemblea condominiale è stato incaricato un agronomo per verificare la sanezza di due pini di circa quarant'anni...
  2. Abito al primo piano di in un condominio composto da 18 appartamenti. Il mio appartamento è dotato di due balconi su due lati del palazzo. Ho il...
  3. salve a tutti, vi espongo il problema. anni fa, prima dell'avvento dell'amministratore, un condomino ha tempestato di alberi da frutta il giardino...
  4. Buongiorno, il condominio in cui è sito il mio appartamento confina con una proprietà attualmente gestita da frati e suore. Tale propiretà ha un...