Legimittimità richiesta pavimentazione lastrico solare

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    40
    Reputazione
    0

    Legimittimità richiesta pavimentazione lastrico solare

    Salve a tutti.
    Avrei un paio di quesiti da porre.
    In un palazzo di 4 piani, realizzato più di 50 anni fa, oltre al rifacimento dell'intonaco, occorre restaurare i balconi e il lastrico solare di copertura a causa della presenza di infiltrazioni.
    Preciso che lo stabile ha 2 appartamenti per piano con eccezione dell'ultimo piano costituito da un unico appartamento (di superficie pari a quella dei due appartamenti dei piani sottostanti). Il lastrico solare, al quale si accede tramite il torrino delle scale, è di proprietà e di uso esclusivo dell'appartamento all'ultimo piano.
    Allo stato attuale, il lastrico solare si presenta ricoperto interamente da una guaina bituminosa impermeabilizzante, e presenta lungo tutto il perimetro un parapetto in muratura grezza costituita da mattoni ricoperti dalla sola arricciatura sia al lato esterno (facciata condominiale) sia al lato interno del parapetto.

    Durante l'assemblea condominiale indotta per deliberare i lavori di restauro, il proprietario del lastrico solare, insiste nel sostenere che, nostante il lastrico non sia attualmente provvisto di pavimentazione, il lavoro completo e corretto di impermeabilizzazione del lastrico (la cui intera spesa deve essere ripartita col criterio 1/3 e 2/3 dell'art.1126) debba prevedere oltre alla sostituzione della guaina, anche la pavimentazione come avviene per i balconi essendo, a suo dire, tale lastrico accessibile e dunque praticabile.
    Gli altri condomini invece intendono partecipare alle spese relative soltanto al ripristino dello stato attuale del lastrico, escludendo così la pavimentazione che ritengono debba essere a carico esclusivo del proprietario del lastrico.

    Sebbene la decisione di pavimentare il lastrico solare da parte del proprietario esclusivo sia legittima, chiedo:
    1) E' legittimo che il proprietario del lastrico solare (ricordo che è ACCESSIBILE) richieda che anche i costi relativi alla pavimentazione siano da ripartirsi col criterio 1/3 e 2/3?
    2) E' leggittimo da parte del proprietario sostenere che, essendo il lastrico accessibile e praticabile esso sia da considerarsi al pari di un terrazzo o di un balcone e che quindi il lavoro di "impermeabilizzazione completa" a protezione dello stabile debba comprendere anche la pavimentazione del lastrico tra le spese da dividere col criterio 1/3 e 2/3?
    3) Infine i costi per il ripristino dell'intonaco del parapetto sul lastrico solare a chi vanno attribuiti?

    GRAZIE




  2. #2
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    40
    Reputazione
    0
    nessun aiuto?


  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 115 mi piace }
    Utente gold Pensionato L'avatar di Nicola L.
    Località
    Bari
    Messaggi
    4,316
    Reputazione
    68
    Il riparto spesa è 1/3 a carico del condomino proprietario e 2/3 a carico dei condomini in ragione dei millesimi di proprietà.
    Il ripristino del parapetto se lo paga il proprietario che ha l'uso esclusivo mentre per la pavimentazione,che contribuirebbe a proteggere e conservare meglio la struttura convincerei l'assemblea sulla necessità di tale intervento (ripartendo le spese con lo stesso criterio 1/3 - 2/3) " ma è dura".
    Ciao
    Nicola.L


  5. #4
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    40
    Reputazione
    0
    Innanzitutto grazie per la tua risposta.
    Purtroppo, come si può immaginare, il problema è che, nonostante ci abbia provato, gli altri condomini non ne vogliono sapere della pavimentazione del lastrico solare. Tutti hanno già ribadito che contrubuiranno solo se "costretti". Loro continuano col dire che sono disposti a partecipare solo alle spese di impermeabilizzazione (guaina), e se il propietario ci vuole anche il pavimento, ritengono che debba pagarselo da solo.
    Il proprietario, invece, ha già deciso che il pavimento ce lo vuole, ma continua nel sostenere che anche la spesa della pavimentazione sia da dividere 1/3 e 2/3.
    Il punto dunque è proprio questo. Chi ha ragione in merito alle ripartizione delle spese della SOLA pavimentazione del lastrico? Il proprietario o i condomini?

    Ciao e Grazie ancora


  6. #5
    Non è collegato
    { 1587 mi piace }
    Staff Moderatore Amministratore di condominio L'avatar di Giovanni Inga
    Località
    Palermo
    Messaggi
    19,497
    Reputazione
    100
    Ciao
    il problema non si pone. i lavori devono essere effettuati per riportare il lastrico, dopo gli interventi di impermeabilizzazione, allo stato originario cioè senza mattonelle. Se il proprietario le vuole, se le paga lui.




  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    40
    Reputazione
    0
    Grazie Vanni,
    sono daccordo con te ... ma purtroppo il proprietario del lastrico insiste nel sostenere che il lastrico essendo accesibile debba considerarsi come un balcone e quindi va pavimentato, indimendentemenet dal fatto che prima non c'era alcuna pavimentazione.
    Ribadisco che sono daccordo col tuo pensiero ma esiste un riferimento normativo a cui possa fare riferimento per "convince" il proprietario che i lavori da ripartire con gli altri condomini si "fermano alla guaina" ?


  8. #7
    Non è collegato
    { 213 mi piace }
    Utente gold
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,362
    Reputazione
    53
    l'art.1126,secondo me uno dei meno "digeriti"dell'intero codice,è derogabile sia dal reg.cond.sia dall'unanimità del condominio(non dell'assemblea).visto che quanto dice Nicola è sacrosanto,cercate di venire incontro con la spesa al proprietario del lastrico,qualcosa oltre il terzo,dato che la spesa al metro quadro di tali mattonelle non è certo esosa.troppo spesso ci si perde in un niente.(per inciso:il proprietario non ne ha diritto,perché può pretendere solo la remissione in pristino,ma chiunque al suo posto farebbe la stessa richiesta.dopo 50 anni vi chiede di aiutarlo a mattonellare,fatto che tra l'altro rende il lavoro a perfetta regola d'arte,mica vi chiede di garantirgli un mutuo!)


  9. #8
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di condominio
    Località
    pescara
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Buonasera, invece per quanto riguarda le soglie di marmo di un lastrico solare ? Si stanno effettuando lavori di manutenzione straordinaria causa infiltrazioni su un lastrico solare che copre 4 garage. Le soglie di marmo devono essere ripartite 1/3 e 2/3 oppure le paga il proprietario del lastrico?

  10. #9
    Non è collegato
    { 1587 mi piace }
    Staff Moderatore Amministratore di condominio L'avatar di Giovanni Inga
    Località
    Palermo
    Messaggi
    19,497
    Reputazione
    100
    Si ripartizione secondo il principio del 1126 poiché integrano i lavori di impermeabilizzazione.
    P.s
    La prossima volta apri una nuova discussione.
    Questa è del 2012.
    Grazie.

Discussione Chiusa

Dello stesso argomento


  1. Salve, il lastrico (o marciapiede)di circa 40 mq, di mio uso esclusivo, funge anche da copertura ad un sottostante box. Le piastrelle in gres della...
  2. Secondo voi la sostituzione della guaina ardesiata su di lastrico solare con un nuovo pacchetto di copertura comprendente rimozione della guaina,...
  3. Salve a tutti. Da poco è terminata una causa nel mio condominio riguante delle infiltrazioni d'acqua provenienti dal mio terrazzo (quinto ed...