+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 6 di 6

Lavori straordinari carattere d'urgenza

  1. #1
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    roma
    Messaggi
    2

    Lavori straordinari carattere d'urgenza

    il nostro condominio ha deliberato i lavori straordinari con inizio marzo 2014, stiamo accantonando i soldi da maggio 2013 (purtroppo non tutti i condomini posso pagare regolarmente).
    all'inizio di settembre l'amministratore (residente nel palazzo) ha convocato un assemblea per definire l'inizio dei lavori a novembre, se parte dell'accantonamento è stato raggiunto, in alternativa dichiarerà lo stato di calamità del palazzo e li farà iniziare arbitrariamente.
    la mia domanda è può dichiarare lo stato di calamità e iniziare arbitrariamente?
    come si dichiara lo stato di calamità? quali organi devono intervenire? come può difendersi il condominio, e poter attendere fino a marzo e sperare che i condomini morosi paghino?
    Grazie
    Ultima modifica di stregonia77; 12-10-2013 alle 11:24 Motivo: concetto espresso in modo poco chiaro

  2. #2
    Non è collegato Utente gold Amministratore di condominio
    Località
    Bari
    Messaggi
    4,553
    lo stato di calamità?
    Preferisco essere odiato per ciò che sono, piuttosto che essere amato per ciò che non sono

  3. #3
    Non è collegato Staff Moderatore Geometra
    Località
    Milano
    Messaggi
    3,077
    1130. Attribuzioni dell'amministratore
    L'amministratore, oltre a quanto previsto dall'articolo 1129 e dalle vigenti disposizioni di legge, deve:
    1) eseguire le deliberazioni dell'assemblea, convocarla annualmente per l'approvazione del rendiconto
    condominiale di cui all'articolo 1130-bis e curare l'osservanza del regolamento di condominio;
    2) disciplinare l'uso delle cose comuni e la fruizione dei servizi nell'interesse comune, in modo che ne sia
    assicurato il miglior godimento a ciascuno dei condomini;
    3) riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni
    dell'edificio e per l'esercizio dei servizi comuni;
    4) compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni dell'edificio;

    l'amministratore ha tra i suoi compiti , paragrafo 4.... ma non c'entra lo stato di calamità che è un'altra cosa, e lo dichiarano le amministrazioni comunali,provinciali statali per eventi atmosferici o terremoti :

    Lo stato di calamità, è una condizione conseguente al verificarsi di eventi naturali calamitosi di carattere eccezionale che causano ingenti danni alle attività produttive dei settori dell’industria, del commercio, dell’artigianato e dell’agricoltura. Sotto il profilo giuridico lo stato di calamità naturale è disciplinato da una normativa ordinaria che regola l’intervento finanziario a ristoro parziale del danno.
    Lo stato di emergenza invece è una circostanza di gravissima crisi in un’area determinata del territorio a seguito del verificarsi di calamità naturali, catastrofi o altri eventi, che, per intensità ed estensione debbono essere fronteggiati con mezzi e poteri straordinari. Sotto il profilo giuridico la dichiarazione dello stato di emergenza è regolata dall'art. 5 della legge 225/92. Lo stato di emergenza è finalizzato a consentire l’adozione dei provvedimenti straordinari idonei al Piano di Emergenza Provinciale per il rischio idrogeologico del fiume Po13 soccorso e all’assistenza delle popolazioni colpite ed al superamento dell’emergenza (all’avvio della ripresa), esclusa la fase della ricostruzione.
    (portalediritto.com)

    certo che se non ci sono i soldi, ben poco può fare .. mi domando come farà a pagarli .. Attenzione ! comunque nel fondo possono essere versti soldi step by step ,ovvero a stato avanzamento lavori ( molti non sono d'accordo, la cosa è controversa) e iniziare solo i lavori urgentissimi
    comincerete a prendere in seria considerazione la follia, quando vi tornerà utile per risolvere i problemi da persona normale

  4. #4
    Non è collegato Utente gold Amministratore di condominio
    Località
    Bari
    Messaggi
    4,553

    Smile

    Io direi al vs. amministratore di procedere con la richiesta di stato di calamità e che i lavori inizieranno solo con qualche pezzo di carta che riporta su "STATO DI CALAMITA'", verbalizzate che se non porta questo, le spese saranno tutte a suo carico.

    P.S.: Sto scherzando.
    Preferisco essere odiato per ciò che sono, piuttosto che essere amato per ciò che non sono

  5. #5
    Non è collegato Frequentatore Pensionato
    Località
    penisola sorrentina
    Messaggi
    671
    stregonia ha usato il termine calamita' impropriamente riferendosi poi al titolo carattere d'urgenza. ma forse neanche, considerando che i lavori inizierebbero a marzo prossimo. poi ha anticipato ancora a settembre, forse dopo aver raccolto una tot cifra per dar inizio ai lavori. ma bisognerebbe sapere tutto l'iter seguito,che mi pare chiaro, presenta piu' di un punto interrogativo, per non parlare di sospetto.

  6. #6
    Non è collegato Nuovo utente Impiegato
    Località
    roma
    Messaggi
    2
    gentilissimo
    la ringrazio, io ho usato gli stessi termini usati dal nostro amministratore.
    Immagino che anche l'amministratore volesse intendere stato di urgenza.
    provo a riassumere brevemente.
    L'urgenza di rifare i cornicioni + facciata va avanti da circa due anni, dopo varie analisi e preventivi ha vinto una ditta proposta dallo stesso. (apparentemente il prezzo è più basso ma non si ha nessuna referenza su lavori precedentementi fatti) il criterio di aggiudicazione è stato il miglior prezzo e i lavori sarebbero dovuti cominciare quest'estate 2013 nel frattempo molti condomini non hanno potuto fronteggiare la spesa e si è deciso di rimandare a marzo affinchè si potesse creare un fondo per dare l'anticipo all'impresa e pagare le rate mensili.
    All'improvviso l'amministratore ha convocato un'assemblea dicendo che avremo dovuto iniziare i lavori a novembre, altrimenti avrebbe dichiarato lo stato di emergenza/calamità (?).
    ma i condomini continuano a non avere tutti i soldi per pagare le quote, e tutti ci aspettavamo i lavori in primavera e non in inverno, purtroppo non è possibile certificare che "quest'urgenza" non sia tale ma può attendere 3 mesi, alla richiesta di alcuni condomini di dire per qualche mese possiamo "imbracare" i cornicioni, la sua risposta è stata totalmente negativa.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Siamo 6 villette a schiera costruite 19 anni fa. Speravo di poter fare i lavori in autonomia, ma dicono che dobbiamo partecipare alla spesa delle...
  2. Salve un quesito al quanto impegnativo. In un edificio/condominio, composto da 36 appartamenti, suddiviso in 3 scale, ed ogni scala, ha due...
  3. Nel mio condominio è stato approvato all'unanimità un nuovo articolo, proposto da un condomino in assemblea, che obbliga i proprietari degli...