+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 31

Installazione valvole termostatiche

  1. #1
    Non è collegato Nuovo utente Pensionato
    Località
    Torino
    Messaggi
    36

    Installazione valvole termostatiche

    Nel condominio dove abito sito in Moncalieri, si dovrebbe effettuare un’assemblea straordinaria con ordine del giorno "Valvole termostatiche" Per quanto abbia capito, mi sembra che sia obbligatorio il montaggio.
    Vorrei delle delucidazioni su:
    1)E' vero che sono obbligatorie?
    2)Quale maggioranza in metri cubi per l'istallazione
    Ringrazio per le eventuali risposte Aldo



  2. #2
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    1) nella regione piemonte sono obbligatorie entro il 01/09/2012.
    2) per la delibera basta la maggioranza semplice (l. 10/91 art. 26 c. 5)

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

    Modificato Da - Pindaro il 02 Nov 2011 20:09:39

    Modificato Da - Pindaro il 02 Nov 2011 20:12:23

  3. #3
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    462
    Scritto da aldofranco il 02 Nov 2011 - 19:50:15: Nel condominio dove abito sito in Moncalieri, si dovrebbe effettuare un’assemblea straordinaria con ordine del giorno "Valvole termostatiche" Per quanto abbia capito, mi sembra che sia obbligatorio il montaggio.
    Vorrei delle delucidazioni su:
    1)E' vero che sono obbligatorie?
    2)Quale maggioranza in metri cubi per l'istallazione
    Ringrazio per le eventuali risposte Aldo
    Si confermo anche io. Sono obbligatorie entro il 01/09/2012 ma per essere preciso, quello che è obbligatorio è passarare alla contabilizzazione del calore che per raggiungere lo scobo del risparmio, necessita l'installazione delle velvole termostatiche. Certo che se un condomino non le vuole installare, poco importa perchè il contabilizzazore attaccato al termosifone continua sempre a contabilizzare.
    Le maggioranze sono quelle del 3° comma art. 1136 c.c. 1/3 dei millesimi + 1/3 dei partecipanti al condominio.

    Vincenzo Amato

  4. #4
    Non è collegato Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    38
    Se la delibera prevede di eseguire modifiche ai "TUOI" termosifoni, nel "TUO" appartamento, ti puoi legittimamente rifiutare, perchè il condominio non può deliberare in merito alle proprietà esclusive dei singoli condomini.
    Invece se l'impianto prevede di allacciare i contabilizzatori alle tubazioni di ogni singolo impianto, purchè collocati in spazi condominiali, non ti puoi rifiutare.
    Se poi la contabilizzazione del calore ti penalizza rispetto agli altri condomini (es. abiti all'ultimo piano o in un sottotetto non coibentato) hai un ulteriore motivo giuridico di rifiuto, perchè il condominio non può deliberare a vantaggio di alcuni condomini ma a scapito di altri.
    Le leggi regionali non cancellano ne il diritto privato ne la costituzione, per fortuna.



  5. #5
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da Ladder il 03 Nov 2011 - 10:43:12: Se la delibera prevede di eseguire modifiche ai "TUOI" termosifoni, nel "TUO" appartamento, ti puoi legittimamente rifiutare, perchè il condominio non può deliberare in merito alle proprietà esclusive dei singoli condomini.
    Invece se l'impianto prevede di allacciare i contabilizzatori alle tubazioni di ogni singolo impianto, purchè collocati in spazi condominiali, non ti puoi rifiutare.
    Se poi la contabilizzazione del calore ti penalizza rispetto agli altri condomini (es. abiti [...]

    scusa ma hai detto delle castronerie.
    se l'impianto è centralizzato gli interventi, anche se nell'appartamento di un condomino, devono essere decisi dall'assemblea. così come ad esempio non puoi aumentare il numero di elementi di un radiatore senza farlo presente e modificare le tabelle, quindi come vedi la tua tesi del "a casa mia decido io" non è veritiera.
    Inoltre quella del motivo "giuridico" del rifiuto se stai all'ultimo piano non si può proprio sentire: l'assemblea decide a maggioranza secondo la legge e il condomino si adegua, indipendentemente dal fatto che ne tragga maggiore o minore beneficio.
    Inoltre la legge (non regionale, ma nazionale quale è quella sulla contabilizzazione del calore) deroga eccome il codice civile, tant'è che per l'appunto sulla maggioranza necessaria per l'approvazione la l. 10/91 prevede una deroga espressa al codice.
    Inoltre voglio ricordare a tutti che è stata la Cassazione in molte sue pronunce a sostenere che si debba andare verso un sistema in cui si paga per ciò che si consuma, e la contabilizzazione è un forte passo in quella direzione.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

  6. #6
    Non è collegato Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    38
    Caro pindaro, cio che dici non ha alcun fondamento giuridico.
    La legge 10 deroga solo sulle maggioranze, non sull'intero codice civile (ci mancherebbe altro).
    E le maggioranze condominiali hanno potere solo sulle parti comuni, non sulla proprietà esclusiva.
    Pertanto in casa mia decido io, non il condominio.
    Se vuoi entrare in casa mia a modificare i miei termosifoni o installare valvoline devi farti dare un mandato, il che è difficile fino a quando esisterà il diritto privato.
    Quindi tu hai detto l'esatto contrario della realta, poi sono io a dire castronerie....
    Quelli come te in un condominio sono pericolosi, perchè sono la classica trippa per gatti, cioè soldi per gli avvocati!



  7. #7
    Non è collegato Utente gold Pensionato
    Località
    Bari
    Messaggi
    3,639
    Un piccolo aiutino (la spesa è individuale e non condominiale)
    Le valvole termostatiche regolano automaticamente l’afflusso di acqua calda in base alla temperatura scelta ed impostata su una apposita manopola graduata. La valvola si chiude mano a mano che la temperatura del locale, misurata da un sensore, si avvicina a quella desiderata, consentendo di dirottare l’acqua calda verso gli altri radiatori ancora aperti.
    In questo modo si può consumare meno energia nelle giornate più serene, quando il sole è sufficiente per riscaldare alcune stanze, oppure si può impostare una temperatura più bassa nelle stanze da letto e una più alta in bagno, ovvero lasciare i radiatori aperti al minimo quando si esce di casa. Le valvole termostatiche installate negli impianti centralizzati, hanno anche una buona influenza sull’equilibrio termico delle diverse zone dell’edificio: quando i piani più caldi arrivano a 20°C, le valvole chiudono i radiatori consentendo un maggiore afflusso di acqua calda ai piani freddi.
    Con il termine valvola termostatica si intende l’insieme di tre corpi che hanno le seguenti caratteristiche:
    a) un elemento idraulico, costituito da una valvola, che si installa al posto della normale valvola d’intercettazione del radiatore;
    b) un elemento che aziona la valvola, il quale, su comando, modula l’apertura de l l ’ o t t u r a t o re in modo che la temperatura media del corpo scaldante provochi un’emissione termica in equilibrio con le dispersioni del locale ove il radiatore è situato. Su questo elemento è installata una scala di regolazione che consente di visualizzare l’impostazione del livello di temperatura desiderato;
    c) una sonda, costituita da un bulbo che misura la temperatura ambiente e attiva l’elemento che aziona la valvola.
    INFORMAZIONI SUI COSTI
    COSTI DI INSTALLAZIONE: Il costo di una valvola termostatica può essere di 30-40 euro, se il radiatore è gia predisposto. Se necessita sostituire l'intera valvola il costo può essere anche di 70-80 Euro.
    REDDITIVITA’ DELL’INVESTIMENTO: La redditivita' di questa misura è elevata,se si pensa che 1°C di sovratemperatura implica una maggior spesa di riscaldamento di circa il 6-7%
    NECESSITA’ DI MANUTENZIONE E GESTIONE E relative VARIAZIONE DI COSTO No change
    OSSERVAZIONI SUI FATTORI DI COSTO: Non c'è bisogno di manutenzione, se non quando la valvola è rotta per urti esterni

    Ciao
    Nicola.L


  8. #8
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da Ladder il 04 Nov 2011 - 15:58:24: Caro pindaro, cio che dici non ha alcun fondamento giuridico.
    La legge 10 deroga solo sulle maggioranze, non sull'intero codice civile (ci mancherebbe altro).
    E le maggioranze condominiali hanno potere solo sulle parti comuni, non sulla proprietà esclusiva.
    Pertanto in casa mia decido io, non il condominio.
    Se vuoi entrare in casa mia a modificare i miei termosifoni o installare valvoline devi farti dare un mandato, il che è difficile fino a quando esisterà il diritto privato.
    Quindi tu hai [...]
    guarda tu puoi credere quel che vuoi, ma se il sistema è centralizzato e il condominio decide ti mettere la contabilizzazione del calore, tu non puoi opporti al passaggio e non far installare le valvole. tantopiù che è la legge statale ad imporre il passaggio al sistema di contabilizzazione, demandando alle regioni i termini e le modalità.
    questa è la situazione.
    se poi ti capita ce lo racconti.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

  9. #9
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    462
    Scritto da Pindaro il 04 Nov 2011 - 16:55:58:

    guarda tu puoi credere quel che vuoi, ma se il sistema è centralizzato e il condominio decide ti mettere la contabilizzazione del calore, tu non puoi opporti al passaggio e non far installare le valvole. tantopiù che è la legge statale ad imporre il passaggio al sistema di contabilizzazione, demandando alle regioni i termini e le modalità.
    questa è la situazione.
    se poi ti capita ce lo racconti.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.
    Onde evitare che vi scanniate, voglio solemente precisare come in precedenza ho già fatto: Ladder ha perfettamente ragione, se non vuol installare le valvole è padrone di non farlo e nessuna delibera condominiale lo può obbligare, come non lo si può obbligare a mettere il contabilizzatore. A quel punto l'amministratore può semplicemente ripartire i costi per i contabilizzatori, per quelli che li hanno installati, per mc per quelli che non li hanno con il risultato che quelli che non hanno adottato la contabilizzazione pagherenno molto di più rispetto all'anno precedente con il risultato che anche loro chiederanno di adeguarsi.
    Ricordo che la legge obbliga ma non ha previsto nessuna sanzione per chi non otempera e poi giuridicamente non è neanche una legge imperativa ma valida solo a livello regionale.

    Vincenzo Amato

  10. #10
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da vcn.amato il 04 Nov 2011 - 18:26:50:
    Onde evitare che vi scanniate, voglio solemente precisare come in precedenza ho già fatto: Ladder ha perfettamente ragione, se non vuol installare le valvole è padrone di non farlo e nessuna delibera condominiale lo può obbligare, come non lo si può obbligare a mettere il contabilizzatore. A quel punto l'amministratore può semplicemente ripartire i costi per i contabilizzatori, per quelli che li hanno installati, per mc per quelli che non li hanno con il risultato che quelli che non hanno adot [...]
    scusa ma non sono d'accordo.
    se c'è una legge che obbliga alla contabilizzazione del calore e stabilisce tutta una serie di modalità per la sua approvazione, tale legge va rispettata.
    non è legale e neppure etico per un forum come questo sostenere che in base alla propria volontà personale si possa decidere di non ottemperare alla legge. a quel punto ognuno viva in fortezze e faccia ciò che vuole con buona pace dei ligi.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

  11. #11
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da vcn.amato il 04 Nov 2011 - 18:26:50:
    Onde evitare che vi scanniate, voglio solemente precisare come in precedenza ho già fatto: Ladder ha perfettamente ragione, se non vuol installare le valvole è padrone di non farlo e nessuna delibera condominiale lo può obbligare, come non lo si può obbligare a mettere il contabilizzatore. A quel punto l'amministratore può semplicemente ripartire i costi per i contabilizzatori, per quelli che li hanno installati, per mc per quelli che non li hanno con il risultato che quelli che non hanno adot [...]

    e cmq il sistema non funziona se non aderiscono tutti, dal momento che vi è una quota che si paga fissa a mc e senza sapere il consumo di un alloggio non si potrebbe calcolare tale quota, al contrario di come si fa ad esempio per l'acqua.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

  12. #12
    Non è collegato Frequentatore Consulente
    Località
    Torino
    Messaggi
    326
    Salve a tutti,
    Gli interventi di quanti hanno preso parte a questa discussione
    mi mettono ancora più dubbi e cerco di spiegarmi un pò meglio:
    Nel mio condominio con riscaldamento centralizzato allacciato al
    teleriscaldamento di Moncalieri (TORINO) che copre una area molto
    vasta, sia di Moncalieri che di una parte della perifiria sud di Torino,quello che viene descritto nel compito della valvola termo
    statica viene già fatto dalla stessa centrale di Moncalieri. A me risulta che quest'ultima controlla la temperatura esterna e a seconda della stessa viene ridotta la temperatura negli alloggi, ossia eroga acqua meno calda e quindi termosifoni più freddi riducendo la temperatura nell'ambiente domestico.
    Altri condomini collegati al teleriscaldamento di Moncalieri mi
    possono confermare?
    Poi c'è da mettere in conto tutto quello già detto ossia quelli
    che chiudono le valvole, porte lasciate aperte da persone che
    si assentono per diversi motivi: uscite da casa per recarsi al
    lavoro ecc. ecc.
    Io sarei del parere di aspettare e vedere meglio l'andamento del
    risultato di queste valvole. Nell'attesa di delucidazioni. Saluti a tutti.



  13. #13
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da sato giam il 04 Nov 2011 - 22:41:30: Salve a tutti,
    Gli interventi di quanti hanno preso parte a questa discussione
    mi mettono ancora più dubbi e cerco di spiegarmi un pò meglio:
    Nel mio condominio con riscaldamento centralizzato allacciato al
    teleriscaldamento di Moncalieri (TORINO) che copre una area molto
    vasta, sia di Moncalieri che di una parte della perifiria sud di Torino,quello che viene descritto nel compito della valvola termo
    statica viene già fatto dalla stessa centrale di Moncalieri. A me risulta che quest'ultim [...]
    allora cerco di spiegarti bene, mi sono informato molto per lavoro direttamente in regione.
    in pratica i punti di partenza sono due: la corte di cassazione che va verso un sempre maggiore riparto delle spese secondo consumo e non a forfait (esempio a millesimi e metri cubi) con le decisioni sui contatori dell'acqua e sulle valvole termostatiche.
    dall'altro lato c'è l'unione europea che ci invita a ridurre le emissioni e quindi l'inquinamento. la legge nazionale ha recepito l'indirizzo dell'ue imponendo l'adozione della contabilizzazione del calore, demandando poi l'applicazione della disposizione alle singole regioni. alcune, come piemonte e lombardia, l'hanno fatto in maniera più stringente, imponendo tale obbligo per tutti gli edifici con riscaldamento centralizzato esistenti (le nuove costruzioni nascono già così) entro il 01/09/2012.
    i lavori consistono in questo: si sostituiscono tutte le valvole dei radiatori mettendone altre con la testina termostatica, ossia un piccolo termometro che permette al condomino di decidere la temperatura che vuole nella stanza ed impostarla. la valvola aumenta o interrompe l'afflusso di acqua calda in base alla temperatura che rileva.
    sui corpi scaldanti viene invece installato un ripartitore o contabilizzatore.
    quest'ultimo rileva la quantità di calore emanato dal radiatore e lo contabilizza immagazzinando il dato.
    a fine stagione si effettua una lettura, fatta da ditte specializzate tramite onde radio, per acquisire la lettura di ogni radiatore e si stila un bilancio dei consumi di ogni singolo alloggio.
    l'assemblea decide una quota che viene pagata a mc quale quota fissa per la manutenzione dell'impianto centralizzato (solitamente il 30%). la restante parte viene ripartita a consumo, chi consuma di più paga di più e viceversa.
    è necessario inoltre sostituire le pompe della centrale termica con altre elettroniche che modifico l'erogazione e la spinta in base alla richiesta delle valvole in modo da consumare meno anche di elettricità quando le valvole sono basse.
    ovviamente c'è chi risparmia molto (ad esempio chi sta fuori tutto il giorno) e c'è chi non risparmia (ad esempio gli anziani che passano la giornata in casa), ma nel complesso il condominio risparmia buone cifre e si presume che si inquini di meno.
    si può essere d'accordo o meno sull'utilità o sull'opportunità economica, tuttavia dato che la legge c'è, non si può che rispettarla a mio avviso.
    poi per carità esistono condomini in cui non si vogliono mettere in regola neppure con la 46/90, ma se si vuole stare sul legale è obbligatorio.
    se hai domande o problemi sono a disposizione, siamo quasi vicinii di casa :-)

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

  14. #14
    Non è collegato Frequentatore Consulente
    Località
    Torino
    Messaggi
    326

    Grazie Pindaro,
    Dicevo dei dubbi per il fatto che il condominio dove abito è
    allacciato al teleriscaldamento e vedo veramente delle riduzioni
    di temperatura quando c'è meno freddo in ambiente esterno,infatti
    io ho dei termosifoni chiusi specie in camera da letto.
    Comunque se occorre montarli lo farò. Vedremo cosa succede.
    Ti ringrazio della cortese risposta e ti saluto cordialmente, mi
    riservo visto la tua disponibilità di contattarti.
    Grazie ancora. Ciao


  15. #15
    Non è collegato Frequentatore Amministratore di Condominio
    Località
    Torino
    Messaggi
    387
    Scritto da sato giam il 04 Nov 2011 - 23:35:54:
    Grazie Pindaro,
    Dicevo dei dubbi per il fatto che il condominio dove abito è
    allacciato al teleriscaldamento e vedo veramente delle riduzioni
    di temperatura quando c'è meno freddo in ambiente esterno,infatti
    io ho dei termosifoni chiusi specie in camera da letto.
    Comunque se occorre montarli lo farò. Vedremo cosa succede.
    Ti ringrazio della cortese risposta e ti saluto cordialmente, mi
    riservo visto la tua disponibilità di contattarti.
    Grazie ancora. Ciao

    non è proprio così
    a determinare l'abbassamento o alzamento della temperatura è il condominio principalmente. nella centrale termica avete una sonda che può essere regolata secondo una cossidetta curva in modo da far venire maggiore o minor calore.
    cmq se installassi le valvole, per i radiatori che tieni chiusi non pagheresti alcun consumo.

    Chi sa, fa; chi non sa, insegna.

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. In un condominio con riscaldamento autonomo degli appartamenti si è provveduto nel nov/dicembre 2012 a far fare dei lavori sulla canna fumaria...
  2. Grazie in anticipo per l'aiuto. Nel 2008 ho acquistato un appartamento in condominio (costruito nel 1970)con riscaldamento centralizzato (caldaia...
  3. Ciao a tutti qualcuno sa dirmi dove posso trovare una risposta entro quando sarà obbligatorio installare le valvole termostatiche per la città di...