Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima
Like Tree8Ringraziamenti

Dubbio contabilizzatore di calore

  1. #69
    Non è collegato
    { 16 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    parma
    Messaggi
    386
    Reputazione
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Tullio Ts Visualizza Messaggio
    Non sono del settore, ed aggiungo una cosa, tutto il bilancio è diminuito del 20 - 25% rispetto l'anno precedente, dovuto esclusivamente alla spesa per il combustibile per il riscaldamento, in pratica tutti i condomini hanno usufruito del risparmio e non solo io.
    "tutti" lo dici tu!! da me no !!

    certo che se risparmiamo il 20%(FORSE...IO DUBITO ) di combustibile e aumentiamo il 20% di elettricità... in oltre scontentando tutti!
    io ho appena fatto l'assemblea.. ed abbiamo abbandonato la uni10200 per tornare ai vecchi millesimi... i piani alti e bassi hanno detto che si staccano... la coibentazione non è stata neanche presa in considerazione dai piani intermedi... abbiamo litigato tra di noi per 2 ore!!
    7 su 14 hanno detto che hanno più freddo! gli unici felici erano 7 persone ai piani intermedi che non sono in casa tutto il giorno.. e quindi chiudendo le valvole spendono la metà con launi10200!

    Fortunatamente 2 dei piani centrali sono freddolosi e hanno permesso di raggiungere la maggioranza in assemblea per l'abbandono della uni10200 ...

    Magari tu stai in un condominio ben coibentato e quindi questi problemi non li hai avuti ed hai risparmiato!
    Ultima modifica di Twin1981; 23-12-2016 alle 12:09
    Rafa1 likes this.

  2. #70
    Non è collegato
    { 18 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Milano
    Messaggi
    186
    Reputazione
    6
    probabilmente dipende dal tipo di impianto, nel mio caso è vecchissimo e ci sono dispersioni da tutte le parti

    hanno anche alzato la curva climatica della sonda, l'anno scorso era a 20° quest'anno viaggia a 21°, si consuma di più per le maggiori dispersioni e tutto questo vanifica il risparmio delle valvole

    comunque la mia è un'ipotesi di consumo basata sui litri di gasolio fatturati l'anno scorso (18.000) e quelli immessi ad oggi nel serbatoio (15.000), il serbatoio è abbastanza pieno ma calcolando che mancano ancora i mesi più freddi (parte di dicembre, gennaio e febbraio) la vedo dura consumare di meno

  3. #71
    Non è collegato
    { 4261 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    37,042
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Twin1981 Visualizza Messaggio
    Magari tu stai in un condominio ben coibentato e quindi questi problemi non li hai avuti ed hai risparmiato!
    Infatti, c'è stata una coibentazione delle facciate alcuni anni fa e cambio della caldaia con una a condensazione, ed ora si vedono i risultati e si comincia a risparmiare.

  4. #72
    Non è collegato
    { 16 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    parma
    Messaggi
    386
    Reputazione
    10
    Citazione Originariamente Scritto da Tullio Ts Visualizza Messaggio
    Infatti, c'è stata una coibentazione delle facciate alcuni anni fa e cambio della caldaia con una a condensazione, ed ora si vedono i risultati e si comincia a risparmiare.
    oooooooo ... bravo!

    Tutto cambia!
    Ma non pensi che installare valvole e contacalorie in condomini con 0 coibentazione e impianti del 1800 non porti a nessun risparmio?

    Il tuo condominio è coibentato.. cappotto e caldaia a condensazione.... TE CREDO che risparmi il 20%...
    Peccato che da me applicate le valvole la maggioranza non vuole spendere più un €!!
    Ultima modifica di Twin1981; 23-12-2016 alle 12:28

  5. #73
    Non è collegato
    { 18 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Milano
    Messaggi
    186
    Reputazione
    6
    io confido di risparmiare un pò col teleriscaldamento, speriamo sia l'ultimo inverno col gasolio

  6. #74
    MCN
     E' online
    { 21 mi piace }
    Frequentatore Pensionato
    Località
    qui e la
    Messaggi
    231
    Reputazione
    5
    da noi ce' il teleriscaldamento con valvole e si risparmia qualcosina..............certo quelli dei pianio internedi spendono molto meno, pero' anchio che sono all'ultimo piano qualcosa risparmio

  7. #75
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    307
    Reputazione
    19
    Citazione Originariamente Scritto da ff2004 Visualizza Messaggio
    probabilmente dipende dal tipo di impianto, nel mio caso è vecchissimo e ci sono dispersioni da tutte le parti
    Non solo dall'impianto, ma anche dal condominio, dall'inverno e dalle abitudine dei condomini residenti (o non residenti).

  8. #76
    Non è collegato
    { 16 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    parma
    Messaggi
    386
    Reputazione
    10
    Citazione Originariamente Scritto da frariv Visualizza Messaggio
    Non solo dall'impianto, ma anche dal condominio, dall'inverno e dalle abitudine dei condomini residenti (o non residenti).
    bho a me sembra di essere fuori di testa!
    io penso e vedo che tutti i condomini di persone che hanno il centralizzato ( nella mia città ) fanno veramente pena! SONO COSTRUZIONI VECCHIE con impianti vecchi!

    Stasera sono stato da mia zia. Abita in un condomino anni 50/60 con riscaldamento centralizzato. Lei sta all'ultimo piano. Stasera spostavamo dei mobili per la cena di natale e li abbiamo messi in solaio... solaio Condominiale.... HANNO IL TETTO IN VETRO!! AHAHA

    tutti i muri pieni di umidità mezzi scrostati! sono stato in garage hanno dei tubi che passano li in mezzo senza nessun rivestimento mezzi arrugginiti... OK questa è forse la peggiore delle situazioni... MA MOLTISSIMI CONDOMINI SONO MESSI COSI !!! questo è peggio del mio...

    Da loro non hanno fatto i lavori, e infatti le ho detto di trovarsi un tecnico che certifichi la non applicabilità della norma! Stessa cosa dai miei genitori... Gli ho detto di cercarsi un tecnico e di parlare chiaro all'amministratore!!! Mia zia e mia mamma hanno lo stesso amministratore, che è uno "bravo" che infatti aveva detto in assemblea "attendiamo fino all'ultimo momento e se possiamo non lo facciamo!!"

    IO ormai sono fregato ! Ma la mia guerra è appena iniziata!! IO MI SCALDERO' DA SOLO senza il condominiale !!!

  9. #77
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Nuovo utente Ingegnere
    Località
    parma
    Messaggi
    19
    Reputazione
    0
    Volevo riportare in primo piano questa discussione che mi sembra abbia centrato molti problemi che si stanno manifestando con l'uso della termoregolazione e della ripartizione.
    Confermo che anche io vedo questi grandi squilibri sui consumi.Volevo solamente dire che secondo il mio parere è stato profondamente sbagliato portare questa contabilizzazione in vecchi condomini colabrodo.
    Queste strutture dovevano finire così come sono nate.E' consolidata da decine di anni una spesa a millesimi di riscaldamento o altro e così doveva essere mantenuta.Credo tra l'altro che chi spederà decisamente di più ,se aprirà un contenzioso,possa invocare la non convenienza economica e fare tornare il condominio ai vecchi millesimi.Di questi casi ce ne saranno moltissimi.

  10. #78
    Non è collegato
    { 548 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Condominio del 1965, tubazioni annegate nei muri e non coibentate, posa contabilizzatori, termovalvole e pompe a valenza variabile, coibentazione delle sole tubazioni in caldaia fatto tutto nel 2012.
    Risparmio totale nell'inverno 2015/2016 = -39% rispetto all'inverno 2011/2012.
    MCN likes this.

  11. #79
    MCN
     E' online
    { 21 mi piace }
    Frequentatore Pensionato
    Località
    qui e la
    Messaggi
    231
    Reputazione
    5
    Citazione Originariamente Scritto da remejo Visualizza Messaggio
    Condominio del 1965, tubazioni annegate nei muri e non coibentate, posa contabilizzatori, termovalvole e pompe a valenza variabile, coibentazione delle sole tubazioni in caldaia fatto tutto nel 2012.
    Risparmio totale nell'inverno 2015/2016 = -39% rispetto all'inverno 2011/2012.
    -39%, ma come' suddiviso questo dato per unita immobiliare ?

  12. #80
    Non è collegato
    { 415 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    3,506
    Reputazione
    41
    Citazione Originariamente Scritto da Itaca Visualizza Messaggio
    Volevo riportare in primo piano questa discussione che mi sembra abbia centrato molti problemi che si stanno manifestando con l'uso della termoregolazione e della ripartizione.
    Confermo che anche io vedo questi grandi squilibri sui consumi.Volevo solamente dire che secondo il mio parere è stato profondamente sbagliato portare questa contabilizzazione in vecchi condomini colabrodo.
    Queste strutture dovevano finire così come sono nate.E' consolidata da decine di anni una spesa a millesimi di riscaldamento o altro e così doveva essere mantenuta.Credo tra l'altro che chi spederà decisamente di più ,se aprirà un contenzioso,possa invocare la non convenienza economica e fare tornare il condominio ai vecchi millesimi.Di questi casi ce ne saranno moltissimi.
    La non convenienza economica per chi? Per lui???

    A livello di "condominio", la convenienza economica c'è sempre, perché rispetto a tenere sempre tutto acceso, ci sarà sempre qualcuno che chiude dei termosifoni (per esempio, quando esce di casa).

    Quindi un "condominio" con valvole e contabilizzatori avrà SEMPRE una SPESA MINORE O (al massimo) UGUALE a quella che avrebbe avuto senza contabilizzazione.
    MCN likes this.

  13. #81
    GCR
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Primi messaggi Ingegnere L'avatar di GCR
    Località
    venezia
    Messaggi
    136
    Reputazione
    6
    Domanda: L'apparecchio attaccato al calorifero può essere influenzato nella lettura da una fonte di calore non proveniente dal calorifero? (SI - NO) se NO perchè?

    R1: il RIPARTITORE "sente" la temperatura dell'aria e quella della superficie del termosifone; funziona tanto meglio (basso errore) quanto più il termosifone è caldo e quanto più l'aria e fredda. Sulle piccole differenze di temperature nulla è garantito ma l'errore ha un limite che bisogna verificare sulle norme tecniche (forse 10%). Quindi se scaldo l'aria con una stufa elettrica succede che la termostatica chiude il flusso d'acqua calda, il radiatore si raffredda lentamente e va alla temperatura ambiente; a questo punto si raggiunge la condizione di massimo errore che può essere sia positivo che negativo (è noto solo in forma statistica ... non per ogni ripartitore); in sostanza sono possibili sia valori maggiori di zero che nulli (quelli negativi vengono impediti, il totale non diminuisce mai).
    R2 : nessun costruttore dirà cosa succede perchè non lo sa o non gli conviene dirlo.
    R3 : io cercherei informazioni scientifiche sugli atti dei congressi ATI e AICARR, sicuramente qualche ricercatore ha fatto misure sull'errore dei ripartitori in varie condizioni di esercizio.

    Saluti
    GR

  14. #82
    GCR
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Primi messaggi Ingegnere L'avatar di GCR
    Località
    venezia
    Messaggi
    136
    Reputazione
    6
    IO ormai sono fregato ! Ma la mia guerra è appena iniziata!! IO MI SCALDERO' DA SOLO senza il condominiale !!![/QUOTE]

    Se il condominio autorizza il distacco intanto pagherai il 30% per il calore che rubi agli altri più la quota della manutenzione C.T.
    Poi pagherai la legna o altro combustibile per scaldare qualche stanza.
    Poi come fai per il camino ? Le stufe a legna funzionano a tiraggio naturale.
    Oppure ti compri una stufa a legna da 6000 euro che produce aria calda, acqua calda e ha il tiraggio forzato ?

    Alla fine dei giochi RISPARMIERAI SOLO SE STARAI AL FREDDO, quindi spenderai come con le valvole termostatiche ma avrai speso in più un mare di soldi e perso un mare di tempo.
    Auguri !
    GR

  15. #83
    Non è collegato
    { 26 mi piace }
    Primi messaggi Consulente
    Località
    Modena
    Messaggi
    129
    Reputazione
    6
    Citazione Originariamente Scritto da GCR Visualizza Messaggio
    Domanda: L'apparecchio attaccato al calorifero può essere influenzato nella lettura da una fonte di calore non proveniente dal calorifero? (SI - NO) se NO perchè?

    R1: il RIPARTITORE "sente" la temperatura dell'aria e quella della superficie del termosifone; funziona tanto meglio (basso errore) quanto più il termosifone è caldo e quanto più l'aria e fredda. Sulle piccole differenze di temperature nulla è garantito ma l'errore ha un limite che bisogna verificare sulle norme tecniche (forse 10%). Quindi se scaldo l'aria con una stufa elettrica succede che la termostatica chiude il flusso d'acqua calda, il radiatore si raffredda lentamente e va alla temperatura ambiente; a questo punto si raggiunge la condizione di massimo errore che può essere sia positivo che negativo (è noto solo in forma statistica ... non per ogni ripartitore); in sostanza sono possibili sia valori maggiori di zero che nulli (quelli negativi vengono impediti, il totale non diminuisce mai).
    R2 : nessun costruttore dirà cosa succede perchè non lo sa o non gli conviene dirlo.
    R3 : io cercherei informazioni scientifiche sugli atti dei congressi ATI e AICARR, sicuramente qualche ricercatore ha fatto misure sull'errore dei ripartitori in varie condizioni di esercizio.

    Saluti
    GR
    - Forse ti stai dimenticando che il ripartitore incomincia a registrare consumi solo dopo di che un salto termico tra temperatura d'ambiente e temperatura della superficie del radiatore preimpostato è superato (esempio 4K).
    - Tutti i costruttori di qualità che consoco questi valori di preimpostazione li dichiarano, anche perchè i limiti sono scritti nella norma tecnica alla quale devono fare riferimento.
    - anche se l'errore a bassissime temperature, quindi con pochissimi scatti di unitá di ripartizione, fosse 10% e anche più, questo non incide in modo fondamentale sull'accettabilità del conteggio.

    E se parliamo di errori, dovremmo parlare anche dei contatori per energia termica, contatori per gas, ecc.. Per esempio per i primi spesso si riscontrano errori importantissimi e indefiniti dipendenti da una installazione errata (portate scelte sbagliate, sensori di temperatura non installati a regola d'arte, ecc..).

    Credo che spesso molti dimenticano il fine della ripartizione dei costi per riscaldamento secondo i consumi: la gestione razionale del riscaldamento di ogni utente. E siccome siamo umani, incominciamo a pensare all'uso intelligente e razionale solo se sappiamo che pagheremo di meno se consumiamo di meno.

  16. #84
    Non è collegato
    { 187 mi piace }
    Frequentatore assiduo Impiantista/tecnico L'avatar di salpa65
    Località
    bologna
    Messaggi
    1,208
    Reputazione
    21
    Citazione Originariamente Scritto da Itaca Visualizza Messaggio
    Volevo riportare in primo piano questa discussione che mi sembra abbia centrato molti problemi che si stanno manifestando con l'uso della termoregolazione e della ripartizione.
    Confermo che anche io vedo questi grandi squilibri sui consumi.Volevo solamente dire che secondo il mio parere è stato profondamente sbagliato portare questa contabilizzazione in vecchi condomini colabrodo.
    Queste strutture dovevano finire così come sono nate.E' consolidata da decine di anni una spesa a millesimi di riscaldamento o altro e così doveva essere mantenuta.Credo tra l'altro che chi spederà decisamente di più ,se aprirà un contenzioso,possa invocare la non convenienza economica e fare tornare il condominio ai vecchi millesimi.Di questi casi ce ne saranno moltissimi.
    Concordo ma mi chiedo dov'era l'ordine degli ingegneri quando veniva scritta la norma?
    Non c'è stata una voce contraria
    La cosa che a mio avviso è scandalosa è che sia stato possibile modificare accordi tra privati in merito alla divisione delle spese.
    Queste strutture andrebbero dismesse altro che fare pasticci su pasticci

  17. #85
    GCR
    Non è collegato
    { 5 mi piace }
    Primi messaggi Ingegnere L'avatar di GCR
    Località
    venezia
    Messaggi
    136
    Reputazione
    6
    Purtroppo non sapete che le valvole termostatiche le usano in tutta europa fino dagli anni '70-'80. Ci sono montagne di studi sperimentali su edifici reali (non in laboratorio) anche italiani che dimostrano che l'intero edificio consuma meno con le v.t. anche nel caso degli impianti a colonne anche nel caso di edifici degli '70.

Discussione Chiusa
Pagina 5 di 6 PrimaPrima ... 3456 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Ciao a tutti, mi chiedevo i contabilizzatori di calore in un condominio con impianto caloriferi centralizzato devono essere installati tutti dalla...
  2. Salve a tutti, vivo in una palazzina dove acqua sanitaria e riscaldamento vengono prodotti da pompa di calore aria/acqua abbinata a caldaia a...
  3. ciao a tutti, chiedo aiuto il contabilizzatore di calore a quanto mi risulta ha una batteria che dura 10 anni e poi la medesima non si puo'...
  4. Salve ragazzi! Un condomino mi ha chiesto di inserire all'ordine del giorno della prossima assemblea la possibilità dell'installazipne dei...