+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 5 di 5

Data di decorrenza degli interessi legali arretrati

  1. #1
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Altra.professione 0
    Località
    Messaggi
    12

    Data di decorrenza degli interessi legali arretrati

    Fermo restando il principio che un nuovo condomino si fa carico delle spese arretrate relativamente all'anno di acquisto e all'anno precedente, chiedo se è giusto che l'amministratore conteggi in toto gli interessi legali da risarcire a seguito di una causa civile che ha visto il condominio soccobente, se la causa risale al 2005 mentre il nuovo condomino ha acquistato l'appartamento nel 2010 (senza essere a conoscenza della causa in pendenza ma questo sarà valutato dal legale se vi è la presenza di dolo da parte del venditore). Se bisogna pagare per una sentenza che arriva in notevole ritardo, non bisogna calcolare quanto dovuto (risarcimento+spese+interessi legali)per gli anni di effettiva proprietà retrodatata di due? In subordine, non è responsabile in toto il vecchio condomino (o l'agenzia immobiliare in concorso che era a conoscenza) per una causa civile da lui tacciuta? Tx!



  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  3. #2
     E' online { 51 mi piace } Utente elite+ 75
    Località
    Monza
    Messaggi
    5,996
    Paga chi comincia la lite.
    Cassazione consentenza n. 12013, - 1/07/2004
    Le spese di risarcimento e di giudizio per una causa che ha visto soccombere il condominio spettano a chi era proprietario al momento in cui la lite era insorta.
    Poiché l'obbligo di ciascun condomino di contribuire alle spese di conservazione delle parti comuni insorge nel momento in cui si rende necessario provvedere all'esecuzione dei lavori necessari, e non quando il debito viene determinato in concreto, in caso di sentenza di condanna pronunziata nei confronti del condominio per inosservanza dell'obbligo di conservazione delle cose comuni, il condomino creditore che intenda agire in executivis contro il singolo partecipante al condominio per il recupero del proprio credito, deve rivolgere la propria pretesa, sia per il credito principale, che per credito relativo alle spese processuali, contro chi rivestiva la qualità di condomino al momento in cui l'obbligo di conservazione è insorto, e non contro colui che tale qualità riveste nel momento in cui il debito viene giudizialmente determinato.


  4. #3
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Altra.professione 0
    Località
    Messaggi
    12
    Grazie per la risposta - stampo la sentenza e la consegno al legale :-)



  5. #4
     E' online { 51 mi piace } Utente elite+ 75
    Località
    Monza
    Messaggi
    5,996
    http://www.condominioweb.com/forum/f11/ma-giuridicamente-%E8-giusto-49022/


  6. #5
     E' online { 51 mi piace } Utente elite+ 75
    Località
    Monza
    Messaggi
    5,996
    http://www.condominioweb.com/forum/f11/ma-giuridicamente-%E8-giusto-49022/


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve, sono la proprietaria di un appartamento affittato a due inquilini. Uno dei due (Tizio) è entrato il 1° settembre 2011, mentre l’altro (Caio)...
  2. Salve, per favore vorrei sapere se, in un contratto di locazione, la data di stipula può essere successiva alla data di inizio decorrenza del...
  3. Buon giorno, al momento della sottoscrizione di un contratto d'affitto, le parti hanno condiviso di depositare il trimestre anticipato a titolo di...