Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Like Tree2Ringraziamenti

Contabilizzazione e Elettrosmog

  1. #1
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56

    Contabilizzazione e Elettrosmog

    Salve,
    ormai da tempo, nell'ambito dei sistemi per la contabilizzazione del calore, si stanno diffondendo contatori di lettura 'senza fili' o 'radio' che producono inquinamento elettromagnetico, di cui non sono noti gli effetti sulla salute.
    Qualcuno sa dirmi se la scelta tra contatori 'manuali' o 'senza fili' può essere fatta da ogni singolo condomino, per il proprio appartamento, o riguarda necessariamente tutto il palazzo?
    E in questo caso, come può comportarsi il condomino favorevole all'installazione dei contabilizzatori, ma che non vuole installare nel proprio appartamento apparecchi 'radio' che possono essere dannosi per la salute?
    Grazie,
    Mosquiton

    Per info sull'argomento:
    http://www.rinnovabili.it/ambiente/s...uinamento-123/


  2. #2
    Non è collegato
    { 7 mi piace }
    Amministratore di condominio L'avatar di Maratea
    Località
    Salerno
    Messaggi
    3,702
    Reputazione
    55
    Qualcuno sa dirmi se la scelta tra contatori 'manuali' o 'senza fili' può essere fatta da ogni singolo condomino, per il proprio appartamento, o riguarda necessariamente tutto il palazzo?
    Il condominio non puo' imporre nulla,nè il privato,singolo proprietario deve sottostare,a casa sua fa' quel che ritiene piu' opportuno per le proprie esigenze.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da Maratea Visualizza Messaggio
    Qualcuno sa dirmi se la scelta tra contatori 'manuali' o 'senza fili' può essere fatta da ogni singolo condomino, per il proprio appartamento, o riguarda necessariamente tutto il palazzo?
    Il condominio non puo' imporre nulla,nè il privato,singolo proprietario deve sottostare,a casa sua fa' quel che ritiene piu' opportuno per le proprie esigenze.
    Si, ma cosa significa?

    Se l'installazione dei contabilizzatori è stata approvata in assemblea con più di 500 millesimi, il condomino deve accettare i contabilizzatori!
    Quello che mi chiedo è: può essere costretto ad installare quelli 'radio' o può pretendere che nel proprio appartamento siano installati i contatori 'manuali'?
    Grazie

  5. #4
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Nessuno sa dirmi se la scelta tra contabilizzatori di calore 'radio' o 'manuali' può essere fatta da ogni singolo condomino, per il proprio appartamento, o se deve riguardare l'intero edificio (tutti gli appartamenti con lo stesso tipo di contabilizzatori)?

    Grazie per l'aiuto!

  6. #5
    Non è collegato
    { 125 mi piace }
    Frequentatore Impiantista/tecnico L'avatar di Supporto Brunata
    Località
    Milano
    Messaggi
    686
    Reputazione
    22
    Citazione Originariamente Scritto da Mosquiton Visualizza Messaggio
    Salve,
    ormai da tempo, nell'ambito dei sistemi per la contabilizzazione del calore, si stanno diffondendo contatori di lettura 'senza fili' o 'radio' che producono inquinamento elettromagnetico, di cui non sono noti gli effetti sulla salute.
    Qualcuno sa dirmi se la scelta tra contatori 'manuali' o 'senza fili' può essere fatta da ogni singolo condomino, per il proprio appartamento, o riguarda necessariamente tutto il palazzo?
    E in questo caso, come può comportarsi il condomino favorevole all'installazione dei contabilizzatori, ma che non vuole installare nel proprio appartamento apparecchi 'radio' che possono essere dannosi per la salute?
    Grazie,
    Mosquiton

    Per info sull'argomento:
    http://www.rinnovabili.it/ambiente/s...uinamento-123/
    I ripartitori di calore (omologati secondo la normativa tecnica UNI EN 834) hanno emissioni infinitesimali. La somma delle emissioni annuali di 5 o 6 ripartitori in un appartamento può indicativamente paragonarsi all'emissione di un telefono cellulare durante una telefonata di 30 minuti (peraltro in questo caso si tiene la fonte, cioè il telefono, a diretto contatto con la testa).

  7. #6
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da Supporto Brunata Visualizza Messaggio
    I ripartitori di calore (omologati secondo la normativa tecnica UNI EN 834) hanno emissioni infinitesimali. La somma delle emissioni annuali di 5 o 6 ripartitori in un appartamento può indicativamente paragonarsi all'emissione di un telefono cellulare durante una telefonata di 30 minuti (peraltro in questo caso si tiene la fonte, cioè il telefono, a diretto contatto con la testa).
    Grazie, tuttavia c'è molta confusione in proposito, poiché alcuni sostengono che si attivano solo un paio di volte l'anno (per l'invio della lettura finale), mentre altri dicono che sono attivi 24h su 24h (il consumo può essere monitorato, giorno per giorno, anche dal condomino con l'ausilio di un pc)!

    In ogni caso, è possibile lasciare la possibilità di scelta, ad ogni condomino, di installare i contatori che preferisce ('radio' o 'ottici')???

  8. #7
    Non è collegato
    { 125 mi piace }
    Frequentatore Impiantista/tecnico L'avatar di Supporto Brunata
    Località
    Milano
    Messaggi
    686
    Reputazione
    22
    Citazione Originariamente Scritto da Mosquiton Visualizza Messaggio
    Grazie, tuttavia c'è molta confusione in proposito, poiché alcuni sostengono che si attivano solo un paio di volte l'anno (per l'invio della lettura finale), mentre altri dicono che sono attivi 24h su 24h (il consumo può essere monitorato, giorno per giorno, anche dal condomino con l'ausilio di un pc)!

    In ogni caso, è possibile lasciare la possibilità di scelta, ad ogni condomino, di installare i contatori che preferisce ('radio' o 'ottici')???
    E' vero, a seconda delle marche e della qualità dei prodotti, i ripartitori inviano le letture con frequenza differente. Ciononostante le emissioni sono comunque molto basse, in qualsiasi caso.
    Alcuni produttori hanno la possibilità di disattivare la trasmissione radio, pertanto la lettura periodica dovrà essere eseguita fisicamente dall'azienda che fornisce il servizio di contabilizzazione.

  9. #8
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Mosquiton Visualizza Messaggio
    In ogni caso, è possibile lasciare la possibilità di scelta, ad ogni condomino, di installare i contatori che preferisce ('radio' o 'ottici')???
    Quando l'assemblea approva il sistema della contabilizzazione, di norma approva anche il sistema di rilevamento e chi materialmente provvederà alla contabilizzazione...
    Ognuno in casa sua fa quello che vuole, ma non per la contabilizzazione: ci sono dei paletti ben definiti dall'assemblea in merito alla funzionalità ed all'uso di un impianto comune.

    Quanto al paventato elettrosmog che qualcuno chiama in causa, alcune pacate riflessioni:
    - tanti studi avviati e pochissimi giunti a conclusioni concrete; come mai ?
    - segue/utilizza le trasmissioni radiotelevisive o si avvale di computer e similari ?
    - utilizza il cellulare o il microonde ?
    - si rifiuterebbe a sottoporsi ad una o più risonanze magnetiche per motivi di salute personale ?
    - sotto la dizione "elettrosmog" si intende l'inquinamento derivante in genere da radiazioni elettromagnetiche non ionizzanti; parliamo quindi dell'intervallo di frequenze da 0 Hz alle frequenze della radiazione visibile (laser e luce incoerente) - [Fonte: Wikipedia].
    Il laser è un fascio di luce monocromatica; la luce incoerente altro non è che la luce che vediamo tutti i giorni coi suoi colori.

    Ora, se chi muove osservazione è capace di evitare tutti questi congegni di uso quotidiano, e riesce a vivere in una bolla che lo isoli dalle radiazioni visibili, la sua disquisizione fra apparati radio od ottici avrebbe anche un senso.
    Diversamente, la sua personale salute non sarà irrimediabilmente compromessa per esclusiva causa di qualche trasmissione radio annua degli apparati atti alla contabilizzazione dei radiatori della sua u.i.
    Non sono stupido e non nego l'esistenza di un non ben definito "problema elettrosmog", così come non nego la tossicità del fumo. Eppure un mio nonno ha tolto il disturbo verso i novanta ed ha fumato toscani fino al giorno precedente, mentre un mio conoscente che non ha raggiunto i trenta, pur non fumando, ha dovuto traslocare dalle parti di San Pietro anzitempo perché si è infilato con l'auto sotto ad un camion...
    Ultima modifica di albano59; 05-10-2014 alle 01:46 Motivo: correzioni ortografiche

  10. #9
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    Quando l'assemblea approva il sistema della contabilizzazione, di norma approva anche il sistema di rilevamento e chi materialmente provvederà alla contabilizzazione...
    Ognuno in casa sua fa quello che vuole, ma non per la contabilizzazione: ci sono dei paletti ben definiti dall'assemblea in merito alla funzionalità ed all'uso di un impianto comune.
    Ok, quindi, si deve stabilire in fase di asseblea di usare dei contabilizzatori che consentono sia la lettura 'radio' che quella manuale (per chi non gradisce)!

    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    Quanto al paventato elettrosmog che qualcuno chiama in causa, alcune pacate riflessioni:
    - tanti studi avviati e pochissimi giunti a conclusioni concrete; come mai ?
    Gli studi ci sono e pure su riviste scientifiche di rilievo, basta cercarli.

    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    - segue/utilizza le trasmissioni radiotelevisive o si avvale di computer e similari ?
    - utilizza il cellulare o il microonde ?
    La tv non è un trasmettitore radio, la tv riceve e la ricezione avviene sul tetto del palazzo (tramite antenna) e non in casa.
    Per internet uso il cavo e non il wi-fi.
    Il cell lo uso saltuariamennte solo per sms.
    Il microonde non lo uso.

    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    - si rifiuterebbe a sottoporsi ad una o più risonanze magnetiche per motivi di salute personale ?
    Se è necessario, certo.
    E' quando la cosa non è necessaria (come la lettura 'radio' dai contabilizzatori o il wi-fi) che è bene evitarla!
    Inoltre, non dimentichiamoci che tutto si CUMULA e, quindi, proprio perché ci sono i wi-fi (degli altri appartamenti), i cellulari, ecc. non vedo perché dovrei tenermi anche dei dispositivi montati sul termosifone accanto al letto che trasmettono onde radio 24h su 24h!

  11. #10
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Mosquiton Visualizza Messaggio
    1) Ok, quindi, si deve stabilire in fase di asseblea di usare dei contabilizzatori che consentono sia la lettura 'radio' che quella manuale (per chi non gradisce)!
    2) Gli studi ci sono e pure su riviste scientifiche di rilievo, basta cercarli.
    3) La tv non è un trasmettitore radio, la tv riceve e la ricezione avviene sul tetto del palazzo (tramite antenna) e non in casa.
    1) Veramente serve che la domanda (Condominio) e l'offerta (chi curerà la contabilizzazione) si incontrino e discutano col medesimo linguaggio.
    Da una parte serve che la scelte condominiali godano delle opportune maggioranze. A prescindere dall'utilità o meno di un dato marchingegno, conta solo che attorno ad una data proposta si sia formata una maggioranza valida.
    Dall'altra parte, chi offre, su certi aspetti quasi sempre rigetta l'opzione dei sistemi misti: uno dei casi è proprio il metodo di lettura dei contabilizzatori (radio - ottico con autolettura - ottico con incaricato), anche per la definizione dei costi annuali per il servizio reso.
    2) Mai negato l'esistenza di studi ad hoc; ho scritto che pochissimi si sono dimostrati concludenti, e preciso che ancor meno di quegli studi sono stati accettati dalla comunità internazionale (scientifica e non).
    3) la televisione emette onde elettromagnetiche che rientrano nelle frequenze del visibile, altrimenti lei non la potrebbe vedere. Idem per video del computer e similari.
    Ultima modifica di albano59; 05-10-2014 alle 21:19

  12. #11
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    1) Veramente serve che la domanda (Condominio) e l'offerta (chi curerà la contabilizzazione) si incontrino e discutano col medesimo linguaggio.
    Da una parte serve che la scelte condominiali godano delle opportune maggioranze. A prescindere dall'utilità o meno di un dato marchingegno, conta solo che attorno ad una data proposta si sia formata una maggioranza valida.
    Dall'altra parte, chi offre, su certi aspetti quasi sempre rigetta l'opzione dei sistemi misti: uno dei casi è proprio il metodo di lettura dei contabilizzatori (radio - ottico con autolettura - ottico con incaricato), anche per la definizione dei costi annuali per il servizio reso.
    2) Mai negato l'esistenza di studi ad hoc; ho scritto che pochissimi si sono dimostrati concludenti, e preciso che ancor meno di quegli studi sono stati accettati dalla comunità internazionale (scientifica e non).
    3) la televisione emette onde elettromagnetiche che rientrano nelle frequenze del visibile, altrimenti lei non la potrebbe vedere. Idem per video del computer e similari.
    Ho visto che molti contabilizzatori danno la possibilità di disattivare la trasmissione radio e di effettuare lettura ottica.
    Non dovrebbe essere un problema, per la società che offre il servizio, applicare un prezzo diverso per coloro che richiedono la lettura con incaricato (o autolettura).

    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    3) la televisione emette onde elettromagnetiche che rientrano nelle frequenze del visibile, altrimenti lei non la potrebbe vedere. Idem per video del computer e similari.
    Non sono un tecnico esperto, ma un conto sono le onde elettromagnetiche rilasciate da una tv (peraltro adesso quasi tutte lcd) o un rasoio elettrico, e un altro conto sono le onde radio inviate da un apparecchio 'trasmettitore' (cellulare o contabilizzatore che sia).

  13. #12
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Io invece sono un chimico che le onde elettromagnetiche le ha dovute studiare.
    Stia certo che degli ultimi esempi che lei ha citato l'unico apparecchio che non trasmette onde elettromagnetiche è il rasoio elettrico. Anche la tele LCD emette onde elettromagnetiche, altrimenti ed ancora lei non potrebbe vedere le sue immagini.
    Distinguere tra apparato che emette ed apparato che riceve è un pregiudizio errato: ciò che rileva è se si è all'interno o all'esterno del campo di influenza e la potenza delle onde elettromagnetiche.

  14. #13
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    Io invece sono un chimico che le onde elettromagnetiche le ha dovute studiare.
    Stia certo che degli ultimi esempi che lei ha citato l'unico apparecchio che non trasmette onde elettromagnetiche è il rasoio elettrico. Anche la tele LCD emette onde elettromagnetiche, altrimenti ed ancora lei non potrebbe vedere le sue immagini.
    Distinguere tra apparato che emette ed apparato che riceve è un pregiudizio errato: ciò che rileva è se si è all'interno o all'esterno del campo di influenza e la potenza delle onde elettromagnetiche.
    Chissa come mai, allora, nei pressi dei ripetitori tv c'è una maggiore incidenza di leucemia, neoplasia tiroidea, ecc.

  15. #14
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    I ripetitori tv RICEVONO e TRASMETTONO onde elettromagnetiche, e sono dotati di campi di altro ordine di grandezza non comparabili ad un aggieggio per contabilizzare il riscaldamento.
    Vuol forse equiparare un ripetitore tv al video del suo computer, alla sua tele, al cellulare, o a un contabilizzatore installato su un radiatore ?! Lo sa che sarebbe come equiparare gli effetti di uno tsunami a quelli di un leggero soffio del suo alito ?
    Rileva la continua esposizione a incisivi e persistenti campi elettromagnetici di un ben identificato intervallo di frequenze, e stia certo che a meno che la sua residenza non sia circondata ed assediata da tralicci Enel ed innumerevoli antenne/ripetitori la sua esistenza non subirà tracolli epocali per qualche spiffero di onde elettromagnetiche.

    Non amo ripetermi in quantio già detto in precedenza , ma ho un altro esempio calzante.
    Si ricorda la fuga nucleare di Cernobyl? Altro esempio di ecoterrorismo mediatico.
    Diffusasi la notizia, in meno di 24 ore in qualunque negozio era diventato impossibile reperire la quasi totalità di qualunque genere alimentari, con surgelati zucchero e farina introvabili per parecchi giorni.
    Cosa è rimasto dell'inquinamento nucleare di Cernobyl ?
    Che chi abitava intorno alla centrale nel raggio di 50-100 km. ha veramente pagato dazio in termini di morti ed handicap assortiti anche sulle generazioni successive: continua ed incisiva esposizione a radiazioni persistenti.
    Gli altri, dalla Russia alla Spagna, da Pantelleria alla Norvegia, si sono cuccati un po' di radioattività ma continuano a condurre normali esistenze.
    Lei sa che quella non è stata l'unica fuga radioattiva verificatasi in Europa? Lo sa che tutti gli anni siamo investiti da radioattività causa almeno 3-5 fughe da centrali nucleari europee ?
    E' che con Cernobyl a qualcuno ha fatto comodo montare "il caso", mentre con le centrali dell'Europa occidentale le notizie passano in sordina, soft, se possibile manco passano. Però la radioattività ce la cucchiamo lo stesso.
    Eppure siamo qui a discutere e non certo a contare i morti misteriosi per radioattività.

    Lo stesso ragionamento vale per le onde elettromagnetiche.

  16. #15
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    I ripetitori tv RICEVONO e TRASMETTONO onde elettromagnetiche, e sono dotati di campi di altro ordine di grandezza non comparabili ad un aggieggio per contabilizzare il riscaldamento.
    Vuol forse equiparare un ripetitore tv al video del suo computer, alla sua tele, al cellulare, o a un contabilizzatore installato su un radiatore ?! Lo sa che sarebbe come equiparare gli effetti di uno tsunami a quelli di un leggero soffio del suo alito ?
    Rileva la continua esposizione a incisivi e persistenti campi elettromagnetici di un ben identificato intervallo di frequenze, e stia certo che a meno che la sua residenza non sia circondata ed assediata da tralicci Enel ed innumerevoli antenne/ripetitori la sua esistenza non subirà tracolli epocali per qualche spiffero di onde elettromagnetiche.

    Non amo ripetermi in quantio già detto in precedenza , ma ho un altro esempio calzante.
    Si ricorda la fuga nucleare di Cernobyl? Altro esempio di ecoterrorismo mediatico.
    Diffusasi la notizia, in meno di 24 ore in qualunque negozio era diventato impossibile reperire la quasi totalità di qualunque genere alimentari, con surgelati zucchero e farina introvabili per parecchi giorni.
    Cosa è rimasto dell'inquinamento nucleare di Cernobyl ?
    Che chi abitava intorno alla centrale nel raggio di 50-100 km. ha veramente pagato dazio in termini di morti ed handicap assortiti anche sulle generazioni successive: continua ed incisiva esposizione a radiazioni persistenti.
    Gli altri, dalla Russia alla Spagna, da Pantelleria alla Norvegia, si sono cuccati un po' di radioattività ma continuano a condurre normali esistenze.
    Lei sa che quella non è stata l'unica fuga radioattiva verificatasi in Europa? Lo sa che tutti gli anni siamo investiti da radioattività causa almeno 3-5 fughe da centrali nucleari europee ?
    E' che con Cernobyl a qualcuno ha fatto comodo montare "il caso", mentre con le centrali dell'Europa occidentale le notizie passano in sordina, soft, se possibile manco passano. Però la radioattività ce la cucchiamo lo stesso.
    Eppure siamo qui a discutere e non certo a contare i morti misteriosi per radioattività.

    Lo stesso ragionamento vale per le onde elettromagnetiche.
    Quindi tutti gli articoli che si trovano in giro sarebbero schiocchezze?
    Questo è del codacons:
    http://www.codacons.it/articoli/nuov...___269283.html
    Qui l'assessore all'ambiente ha chiamato in causa ARPA e ASL:
    http://www.leccesette.it/dettaglio.a...411&id_rub=128
    Qui ne parlano pure in Spagna:
    http://www.rinnovabili.it/ambiente/s...uinamento-123/
    e potrei proseguire con decine di altri link!!!

  17. #16
    Non è collegato
    { 1308 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,341
    Reputazione
    100
    Ecco... qui non so se quanto sostengano siano o meno sciocchezze, ma so che per qualcuno che sostiene il "Nero" c'è qualcun altro che sostiene il "Bianco", ovvero solo tanta inutile grande confusione.
    http://translate.google.com/translat...64%26bih%3D516

  18. #17
    Non è collegato
    { 555 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,444
    Reputazione
    56
    Citazione Originariamente Scritto da albano59 Visualizza Messaggio
    Ecco... qui non so se quanto sostengano siano o meno sciocchezze, ma so che per qualcuno che sostiene il "Nero" c'è qualcun altro che sostiene il "Bianco", ovvero solo tanta inutile grande confusione.
    http://translate.google.com/translat...64%26bih%3D516
    Beh, in ogni caso, il bianco lo sostiene chi li vende e ci guadagna!!!

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. ciao potreste cortesemente dirmi dove e quando è obbligatoria la contabilizzaione del calore in condominio a torino. il nostro condominio è...
  2. ciao siccome entro settembre 2012 bisogna cambiare le vecchie caldaie nel mio condominio composto da sette famiglie con riscaldamento centralizzato...
  3. ciao a tutti... tra qualche giorno andrò ad abitare nella mia nuova casa... è un condominio del '70 con riscaldamento centralizzato e vorrei...
  4. Salve a tutti. Ho urgente bisogno della vostra consulenza. Amministro ufficialmente un condominio da un anno dove prima però operavamo una...