Condomino moroso irrintracciabile

  1. #1
    Non è collegato
    { 3 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    verona
    Messaggi
    44
    Reputazione
    0

    Condomino moroso irrintracciabile

    Salve amici del forum, nell'ultima riunione è emerso che alcuni condomini hanno due anni di condominio arretrato.
    la spesa è ingente siamo a più di 2500 euro, dal momento che uno di questi condomini non abita nel fabbricato ma ha solo l'appartamento di proprietà, in cui vivono a titolo gratuito altre persone, mi dite quali sono i passi legali da effettuare per il recupero forzato di queste cifre?

    Ormai è scontato che il proprietario in questione non intende pagare più, tanto è vero che rifiuta le raccomandate al suo indirizzo (ripeto lui abita da un'altra parte), quindi ogni tentativo bonario di conciliazione è andato già fallito.
    Vorremmo recuperare al più presto questi soldi perché in passato abbiamo chiuso un occhio verso un altro condomino abbuonandogli il debito, ma adesso se si ripete la questione molti del condominio decideranno di non pagare più.

    Grazie


  2. #2
    Non è collegato
    { 15 mi piace }
    Frequentatore Impiegato
    Località
    Verona
    Messaggi
    316
    Reputazione
    26
    Non si chiude mai un occhio in queste situazioni. Ci si muove per tempo considerati gia' i lunghi tempi che vi sono giudiziali. Il vostro amministratore dovrebbe svegliarsi e aver gia' dato mandato ad un Legale.Se non l'ha fatto e' bene che si muova e studi la strategia da attuare (pignoramento presso terzi,mobiliare o immobiliare,ecc.).
    Se voi non pagate intanto non lamentatevi se poi non avrete i servizi comuni attivi...acqua,luce,gas ecc. Se non ci sono fondi si fa presto a rimanere senza...

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Nuovo utente Impiantista/tecnico
    Località
    Roma
    Messaggi
    22
    Reputazione
    0
    L'appartamento di proprieta' vincola il proprietario ad assolvere i compiti di "tutela della cosa pubblica" come sancito da una miriade di articoli del c.c..cmq sia fate perno FORTEMENTE,sul vostro amministratore condominiale che potrebbe a conti fatti,arrivare grazie ad un legale,a redigere un decreto ingiuntivo per il recupero dei crediti mancanti.Il passo successivo lo decreta la legge italiana,se il tipo nn paga,puo' perdere la sua proprieta',indipendentemente se quest ultima sia occupata o meno.

  5. #4
    Non è collegato
    { 3 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    verona
    Messaggi
    44
    Reputazione
    0
    Ritorno sull'argomento facendo un breve riepilogo: un condomino proprietario dell'appartamento che sta nel mio stabile è moroso ha circa due anni di condominio arretrato. Come detto lui vive in un altra casa, e a quanto ho capito l'ufficiale giudiziario non è stato capace di notificargli nessun tipo di avviso o decreto ingiuntivo per il pagamento del suo debito condominiale.
    Che succede allora? il decreto non notificato che fine fa?

  6. #5
    Non è collegato
    { 3640 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    23,737
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Sonico Visualizza Messaggio
    Ritorno sull'argomento facendo un breve riepilogo: un condomino proprietario dell'appartamento che sta nel mio stabile è moroso ha circa due anni di condominio arretrato. Come detto lui vive in un altra casa, e a quanto ho capito l'ufficiale giudiziario non è stato capace di notificargli nessun tipo di avviso o decreto ingiuntivo per il pagamento del suo debito condominiale.
    Che succede allora? il decreto non notificato che fine fa?
    L'ufficiale giudiziario che non trova il destinatario affigge un avviso davanti all'abitazione con l'indicazione che la notifica si trova presso la Casa Comunale.
    La notifica non ritirata in Comune si intende comunque consegnata.
    Ma queste son cose che dovrebbe sapere l'avvocato che ha fatto emettere il decreto ingiuntivo.

  7. #6
    Non è collegato
    { 4877 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    40,745
    Reputazione
    100
    Sembra strano che l'ufficiale giudiziario non l'abbia trovato, ma dove ha cercato di recapitare il plico? Nell'ex abitazione di questo moroso, oppure nella reale abitazione dove ha attualmente la residenza? Scusami ma mi sembra talmente assurdo che non posso crederci.

  8. #7
    Non è collegato
    { 1304 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,336
    Reputazione
    100
    E siamo già in due a non credere a questa vicenda.

    La situazione è ottimale per rientrare completamente del credito vantato dal Condominio nel volgere di qualche mese a partire da ora. Piuttosto, amministratore e/o legale incaricato sono all'altezza di questo compito ?

    Un proprietario moroso che abita in un'altra u.i. esterna al vostro Condominio: è una autentica manna caduta dal cielo !!!
    Dopo il d.i. (materialmente pervenuto al destinatario poco importa...), l'amministratore lo contatti per una semplice domanda: "Allora... paghi o non paghi ?" Ad un suo reiterato diniego, ipoteca sulla sua abitazione di residenza in forza del d.i. in vostre mani, quindi nuova telefonatina: " Casa tua è ipotecata. Se non paghi, te la mettiamo all'asta e ti ritrovi in mezzo ad una strada".
    A vostra disposizione anche l'opzione di ipotecargli entrambe le u.i. e di porle in asta.

    Il moroso prima o poi pagherà e non attenderà certo che i suoi beni finiscano all'asta, specie se non risultano coperti da iscrizioni ipocatastali, ma voi dovrete anticipare le spese per tutte le azioni legali necessarie fino al conseguimento del credito vantato.

  9. #8
    Non è collegato
    { 3640 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    23,737
    Reputazione
    100
    A mio avviso la procedura di notifica ed i suoi effetti li conosce anche un avvocato "praticante" o un "laureando" in Legge.
    Poichè Sonico ha usato la frase magica
    "... a quanto ho capito..."
    dovrebbe spiegare se queste comunicazioni le ha ricevute da un altro condòmino, dall'amministratore o dall'avvocato.
    Dovrebbe accertarsi che si siano davvero rivolti ad un avvocato che abbia cominciato la procedura di decreto ingiuntivo o se si tratta solo di una semplice raccomandata di sollecito, magari inviata dall'amministratore, che non riesce a raggiungere il destinatario.
    Spesso quell' "a quanto ho capito" diventa sempre più incomprensibile se è giunt dopo esser pasato di parola in parola tra più persone.

  10. #9
    Non è collegato
    { 4877 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    40,745
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Leonardo53 Visualizza Messaggio
    A mio avviso la procedura di notifica ed i suoi effetti li conosce anche un avvocato "praticante" o un "laureando" in Legge.
    Poichè Sonico ha usato la frase magica
    "... a quanto ho capito..."
    Scusami Leonardo ma non sarei così sicuro, in quanto lui continua la frase con ... l'ufficiale giudiziario non è stato capace di notificargli nessun tipo di avviso o decreto ingiuntivo ...
    Direi di attendere chiarimenti proprio da Sonico.
    Sulla procedura, credo che l'ufficiale giudiziario la conosca a menadito, augurandomi che ne l'avvocato ne il Giudice abbiano tralasciato di effettuare le adeguate indagini sulla reale residenza del moroso, la quale potrebbe essere differente dalla reale proprietà in oggetto.

  11. #10
    Non è collegato
    { 631 mi piace }
    Staff Moderatore Geometra L'avatar di Mario Pessina
    Località
    Milano
    Messaggi
    6,212
    Reputazione
    100
    Frustra fit per plura quod potest fieri per pauciora- E' inutile fare con più, ciò che può essere fatto con meno (Rasoio di Ockham)
    Staff
    Milano

  12. #11
    Non è collegato
    { 3 mi piace }
    Nuovo utente -
    Località
    verona
    Messaggi
    44
    Reputazione
    0
    chiedo scusa per le mie inesattezze ma essendo neofita in campo non sapevo come pesare bene le parole.
    In altri termini il signore in questione ha una casa nel mio stabile abitata gratuitamente da altre persone ma a tutti gli effetti il proprietario risulta sempre lui tanto è vero che le rete condominiali sono a lui intestate.
    Questo signore sta in un altra casa da altra parte, da quanto mi è stato detto dall'amministratore sto tipo rifiuta tutte le raccomandate a lui indirizzate si fa negare fa rispondere ad altri insomma scappa, e quindi il decreto ingiuntivo non gli è stato dato.

  13. #12
    Non è collegato
    { 3640 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    23,737
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Sonico Visualizza Messaggio
    ... e quindi il decreto ingiuntivo non gli è stato dato.
    Il decreto ingiuntivo è un atto giudiziario (non è una lettera da consegnare).
    Non è importante che lui lo riceva materialmente.
    L'importante è che gli sia stato notificato e potrete procedere fino al pignoramento e la vendita all'asta del suo appartamento anche se lui non si farà mai trovare. Non serve la sua presenza.
    Forse è il caso che vi rivolgiate ad un avvocato più preparato.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buon giorno, vorrei sapere come devo comportarmi in una caso alquanto strano: all'interno del condominio abbiamo un appartamento intestato a due...
  2. Salve, ho un quesito da porvi: in un condominio uno dei condomini ha venduto la casa e non ha estinto il debito con l'amministratore. Quindi adesso...
  3. Ho inviato ad un condomino non residente una raccomadata a.r. per la convocazione assemblea cond. in data 22.10.2010 l'assemblea si è regolarmente...
  4. salve nel mio condominio abbiano un condomino che da due mesi non paga la quota pulizia scale e luce come ci dobbiamo comportare? grazie sergio