Calcolo riscaldamento

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Imprenditore L'avatar di Gosh1982
    Località
    Varese
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Calcolo riscaldamento

    Ciao a tutti. Nel mio condominio (7 appartamenti) con impianto centralizzato nuovo e con conta calorie computerizzato, son state divise le spese riscaldamento per millesimi senza per altro addebitare nulla ai 4 appartamenti vuoti. È' giusto oppure gli appartamenti vuoti (ancora sprovvisti di radiatori) dovrebbero comunque pagare un fisso? Nel caso in quale percentuale?


  2. #2
    Non è collegato
    { 209 mi piace }
    Frequentatore assiduo Impiantista/tecnico L'avatar di salpa65
    Località
    bologna
    Messaggi
    1,307
    Reputazione
    22
    In genere i costruttori predispongono dei regolamenti che prevedono l'esenzione alle spese degli appartamenti invenduti. Credo questo sia uno di quei casi

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Imprenditore L'avatar di Gosh1982
    Località
    Varese
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Ok.grazie. Però partecipano a spese di luce ed acqua. E a me non è stato lasciato nessun regolamento al momento del rogito... Nel caso non ci fosse, sarebbero tenuti a pagare la percentuale di costi fissi del riscaldamento?

  5. #4
    Non è collegato
    { 209 mi piace }
    Frequentatore assiduo Impiantista/tecnico L'avatar di salpa65
    Località
    bologna
    Messaggi
    1,307
    Reputazione
    22
    Citazione Originariamente Scritto da Gosh1982 Visualizza Messaggio
    Ok.grazie. Però partecipano a spese di luce ed acqua. E a me non è stato lasciato nessun regolamento al momento del rogito... Nel caso non ci fosse, sarebbero tenuti a pagare la percentuale di costi fissi del riscaldamento?
    Secondo me , si.

  6. #5
    Non è collegato
    { 125 mi piace }
    Frequentatore Impiantista/tecnico L'avatar di Supporto Brunata
    Località
    Milano
    Messaggi
    686
    Reputazione
    21
    Citazione Originariamente Scritto da Gosh1982 Visualizza Messaggio
    Ciao a tutti. Nel mio condominio (7 appartamenti) con impianto centralizzato nuovo e con conta calorie computerizzato, son state divise le spese riscaldamento per millesimi senza per altro addebitare nulla ai 4 appartamenti vuoti. È' giusto oppure gli appartamenti vuoti (ancora sprovvisti di radiatori) dovrebbero comunque pagare un fisso? Nel caso in quale percentuale?
    Devono pagare la loro parte di quota involontaria.

  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Imprenditore L'avatar di Gosh1982
    Località
    Varese
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Grazie. Quale sarebbe la quota involontaria? In cosa consiste?

  8. #7
    Non è collegato
    { 125 mi piace }
    Frequentatore Impiantista/tecnico L'avatar di Supporto Brunata
    Località
    Milano
    Messaggi
    686
    Reputazione
    21
    Citazione Originariamente Scritto da Gosh1982 Visualizza Messaggio
    Grazie. Quale sarebbe la quota involontaria? In cosa consiste?
    La quota involontaria è la frazione di consumo totale attribuita alle perdite. In un condominio nuovo (contabilizzazione diretta, cioè un contatermie per ogni appartamento) le perdite si calcolano facendo la differenza tra la produzione totale della caldaia e i kWh misurati dai contatermie di tutti gli appartamenti. Se la caldaia produce 100 ma gli appartamenti hanno assorbito 80, la rimanenza è andata in dispersione.
    Anche le spese per la manutenzione/conduzione della caldaia e quelle per la ripartizione delle spese vanno a far parte della componente involontaria, che viene poi suddivisa tra i vari utenti usando la nuova tabella millesimale di fabbisogno.

  9. #8
    Non è collegato
    { 506 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Mosquiton
    Località
    Roma
    Messaggi
    4,064
    Reputazione
    50
    Citazione Originariamente Scritto da Supporto Brunata Visualizza Messaggio
    La quota involontaria è la frazione di consumo totale attribuita alle perdite. In un condominio nuovo (contabilizzazione diretta, cioè un contatermie per ogni appartamento) le perdite si calcolano facendo la differenza tra la produzione totale della caldaia e i kWh misurati dai contatermie di tutti gli appartamenti. Se la caldaia produce 100 ma gli appartamenti hanno assorbito 80, la rimanenza è andata in dispersione.
    Anche le spese per la manutenzione/conduzione della caldaia e quelle per la ripartizione delle spese vanno a far parte della componente involontaria, che viene poi suddivisa tra i vari utenti usando la nuova tabella millesimale di fabbisogno.
    Ma quali sarebbero le spese per la ripartizione delle spese?

  10. #9
    Non è collegato
    { 125 mi piace }
    Frequentatore Impiantista/tecnico L'avatar di Supporto Brunata
    Località
    Milano
    Messaggi
    686
    Reputazione
    21
    Citazione Originariamente Scritto da Mosquiton Visualizza Messaggio
    Ma quali sarebbero le spese per la ripartizione delle spese?
    Se il condominio affida la lettura dei contatori e il servizio di ripartizione delle spese a una società esterna tale costo va nell'involontario.

  11. #10
    F58
    Non è collegato
    { 3 mi piace }
    Primi messaggi Pensionato
    Località
    NICHELINO
    Messaggi
    58
    Reputazione
    5
    Gent.mi, se nel condominio non viene applicata la ripartizione del riscaldamento secondo le ultime disposizioni - periodo 2015/2016 - un singolo condomino in sede di assemblea per l' approvazione bilancio consuntivo può richiedere la ripartizione secondo quanto previsto dal regolamento di condominio? Grazie mille per la risposta.

  12. #11
    Non è collegato
    { 20 mi piace }
    Frequentatore Amministratore di condominio
    Località
    Milano
    Messaggi
    221
    Reputazione
    0
    Citazione Originariamente Scritto da F58 Visualizza Messaggio
    Gent.mi, se nel condominio non viene applicata la ripartizione del riscaldamento secondo le ultime disposizioni - periodo 2015/2016 - un singolo condomino in sede di assemblea per l' approvazione bilancio consuntivo può richiedere la ripartizione secondo quanto previsto dal regolamento di condominio? Grazie mille per la risposta.
    Se non vengono applicate le nuove disposizioni rimangono ovviamente valide quelle applicate finora a meno che l'assemblea all'unanimità decida di applicarne altre. Se non avviene l'adeguamento alla legge, ti consiglio di far mettere a verbale che tu eri a favore dell'adeguamento ma sei obbligato a sottostare al volere della maggioranza che non ha voluto e ti dissoci da eventuali sanzioni che si potrebbero avere in futuro (non è detto che funzioni ma tanto vale provare a tutelarsi).

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buonasera, scrivo questa mail per avere un confronto in merito alla questione oggetto della discussione. Sono da poco diventata amministratrice di...
  2. Ciao a tutti,sono nuovo del forum... Stò impazzendo per verificare se ci sia una discrepanza tra i Mwh conteggiati,del mio appartamento e i m3h che...
  3. Buonasera a tutti. In questi giorni ho letto molto a proposito di tabelle millesimali e spero che qualcuno qui sia in grado di darmi risposte...
  4. Ciao a tutti , volevo chiedervi una cosa. è possibile che i kvh totali unità un anno sono 120000 e l'anno dopo solo 30000?? il dubbio sorge dal...