Like Tree2Ringraziamenti
  • 2 Post By Maila67

Allagamento da scoppio condotta condominiale

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Architetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0

    Allagamento da scoppio condotta condominiale

    Salve a tutti, è la prima volta che scrivo su questo forum,
    purtroppo mi trovo coinvolto in una situazione di allagamento da scoppio condotta condominiale assai complicato.
    Posseggo una casa al primo piano di una palazzina in una località di montagna. L’impianto idraulico della palazzina è diviso in due condotte che portano acqua ad altrettante colonne; i rubinetti di apertura/arresto delle due condotte si trovano nel locale autoclave e sono posti uno a fianco all’altro e senza particolari protezioni.
    Essendo una seconda casa per tutti i proprietari degli immobili, al momento della partenza, la relativa condotta viene svuotata dall’acqua e chiusa, e resta così finquando qualcuno non torna. Lo scorso inverno il ghiaccio ha rotto la colonna condominiale che serve il mio appartamento all’altezza del secondo piano. In primavera un condomino dell’ALTRA colonna ha fatto rifare il bagno e nessuno di noi proprietari degli appartamenti della colonna col tubo rotto era presente quando l’idraulico di fiducia, lasciato da solo durante i lavori, ha aperto anche il rubinetto della nostra colonna (dove si era rotto il tubo) lasciandola aperta per diversi giorni, per cui l’acqua è defluita allagando completamente gli appartamenti. L’assicurazione condominiale purtroppo ci ha riconosciuto e mal pagato solo i danni provocati alle pareti.
    Avendo avuto purtroppo gravissimi danni a mobilio e a rivestimenti/abbellimenti della casa, volevo sapere a chi dovrei chiedere il risarcimento dei danni non coperti dall’assicurazione.


  2. #2
    Non è collegato
    { 662 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,496
    Reputazione
    51
    I danni vanno risarciti da parte di tutti condomini allacciati a quella conduttura. Ci sarebbe forse la possibilità di richiedere un risarcimento all'operaio che credo involontariamente ha aperto il rubinetto ma per sapere se si può fare dovete rivolgervi ad un legale che analizzi e valuti la situazione :l'operaio potrebbe sostenere che se il tubo se era danneggiato doveva essere messo in sicurezza bloccandone al limite l'apertura
    madly and albano59 like this.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 1030 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    6,520
    Reputazione
    100
    Concordo con Maila.
    Se non che per il risarcimento dei danni non coperti dall'assicurazione, va ricordato che tale risarcimento da porre a carico di tutti i condòmini allacciati a quella conduttura non sarà automatico: da preventivare un'azione stragiudiziale o giudiziale qualora la maggioranza dei condòmini disconoscesse la richiesta di risarcimento a loro avanzata.

  5. #4
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Architetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Ringrazio vivamente e sentitamente Maila67 e albano59 per il parere;
    quindi pensate che condotte separate dividano le responsabilità,
    anche se unico è il condominio?
    riguardo l'operaio: il condominio però non sapeva che era rotto, è lui il primo ad aver aperto la condotta e sicuramente davanti al giudice dirà l'ha trovato aperto. ma il proprietario che l'ha lasciato da solo non ha responsabilità?
    riguardo un possibile accordo penso sia complicato, alla condotta danneggiata siamo allacciati in 4 e in 3 abbiamo avuto danni (io ovviamente quelli più ingenti).

  6. #5
    Non è collegato
    { 662 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,496
    Reputazione
    51
    Anche se il condominio è uno solo, in questo caso essendo che le condutture sono due, si parla relativamente queste di "condominio parziale". Anche il condomino che non ha subito danni dovrà partecipare al risarcimento dei danni patiti in base ai propri millesimi di proprietà: se non raggiungete un accordo non vi rimangono che le vie legali.
    Difficile da quello che dici rivalersi nei confronti dell'operaio; non vedo che responsabilità potrebbe avere il condomino per averlo lasciato solo.

  7. #6
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Architetto
    Località
    Roma
    Messaggi
    3
    Reputazione
    0
    Grazie infinite per la disponibilità e per le informazioni Maila67.
    Vedremo, comunque sono molto preoccupato, penso che un accordo stragiudiziale sarà difficile da raggiungere senza un compromesso.

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve a tutti, inizio con questo messaggio la mia esperienza con questo forum e ringrazio quanti vorranno fornirmi il loro contributo. Ho un...
  2. Buongiorno, ho bisogno di una consulenza, da alcuni mesi ho la ruggine nell'acqua che esce dai rubinetti, dopo indagini fatte con l'Amministratore e...
  3. Buongiorno a tutti, vorrei chiedere un parere per la seguente situazione: Con la ristrutturazione del mio appartamento ho staccato lo scarico della...
  4. Salve a Tutti. Ho appena acquistato un immobile e un box. Nel box vi è un lavatoio, purtroppo scopro che lo stesso non può essere utilizzato perchè...