Utenza idrica individuale in condominio

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    191
    Reputazione
    19

    Utenza idrica individuale in condominio

    Che voi sappiate, i gestori idrici delle vostre città, consentono ad un utente che risiede in condominio di realizzare un'utenza idrica individuale, eventualmente accollandosi gli oneri di realizzazione del taglio stradale ecc...per collocare il contatore su una nicchia esterna, accessibile quindi dal gestore idrico per le letture?


  2. #2
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Citazione Originariamente Scritto da Lou.78 Visualizza Messaggio
    Che voi sappiate, i gestori idrici delle vostre città, consentono ad un utente che risiede in condominio di realizzare un'utenza idrica individuale, eventualmente accollandosi gli oneri di realizzazione del taglio stradale ecc...per collocare il contatore su una nicchia esterna, accessibile quindi dal gestore idrico per le letture?
    La legge dice di sì ma nella pratica, parecchi gestori, cercano di non farlo. Per loro sono solo costi e nessun guadagno aggiuntivo.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    191
    Reputazione
    19
    Mi sapresti dare i riferimenti normativi per favore? Grazie

  5. #4
    Non è collegato
    { 4576 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,934
    Reputazione
    100
    Il fornitore preferisce fornire il servizio di lettura e di riparto a pagamento

    D.P.C.M. 4 marzo 1996 - Disposizioni in materia di risorse idriche (In GU 14 marzo 1996, n. 62, S.O.).

    8.2.8. Misurazione.

    La misurazione dei volumi consegnati all'utente si effettua, di regola, al punto di consegna, mediante contatori, rispondenti ai requisiti fissati dal Decreto del Presidente della Repubblica 23 agosto 1982, n. 854, recepente la Direttiva Comunitaria n. 75/33.

    Là dove esistono consegne a bocca tarata o contatori non rispondenti, deve essere programmata l'installazione di contatori a norma.

    In relazione a quanto disposto dall'articolo 5, comma 1, lettera c), della legge 5 gennaio 1994, n. 36, dove attualmente la consegna e la misurazione sono effettuate per utenze raggruppate, la ripartizione interna dei consumi deve essere organizzata, a cura e spese dell'utente, tramite l'installazione di singoli contatori per ciascuna unità abitativa.

    È fatto obbligo al gestore di offrire agli utenti l'opportunità di fare eseguire a sua cura, dietro compenso e senza diritto di esclusività, le letture parziali e il riparto fra le sottoutenze, e comunque proporre procedure standardizzate per il riparto stesso.

    La disciplina degli eventi contenziosi deve essere prevista nel Regolamento di utenza.

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    191
    Reputazione
    19
    Grazie della risposta Tullio Ts. Tuttavia il servizio di riparto sembrerebbe possibile solo se realizzato per tutte le utenze contemporaneamente, giusto? Nel mio caso invece io vorrei agire indipendentemente da quello che fanno le altre utenze, cioè semplicemente vorrei farmi l'allaccio esterno per conto mio e stop, anche a spese mie non sarebbe un grande problema. Tu sai se quest'operazione è fattibile? Vi sto ponendo il quesito giusto per farmi un pò un'idea, certo poi ovviamente bisogna sentire il gestore.

  7. #6
    Non è collegato
    { 552 mi piace }
    Utente gold Amministratore di condominio L'avatar di remejo
    Località
    Desenzano del Garda
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    44
    Citazione Originariamente Scritto da Lou.78 Visualizza Messaggio
    Mi sapresti dare i riferimenti normativi per favore? Grazie
    vedi qui
    http://www.condomini.altervista.org/ContatoriAcqua.htm

  8. #7
    Non è collegato
    { 3426 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,852
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Lou.78 Visualizza Messaggio
    Grazie della risposta Tullio Ts. Tuttavia il servizio di riparto sembrerebbe possibile solo se realizzato per tutte le utenze contemporaneamente, giusto? Nel mio caso invece io vorrei agire indipendentemente da quello che fanno le altre utenze, cioè semplicemente vorrei farmi l'allaccio esterno per conto mio e stop, anche a spese mie non sarebbe un grande problema. Tu sai se quest'operazione è fattibile? Vi sto ponendo il quesito giusto per farmi un pò un'idea, certo poi ovviamente bisogna sentire il gestore.
    E' chiaro che tu vuoi staccarti completamente dalla fattura condominiale perchè, anche con sottocontatori individuali, se non viene pagata la fattura viene interrotta la fornitura anche a chi paga.

    Ogni fornitore ha un modo suo di agire e solo rivolgendoti al tuo fornitore potrai avere una risposta precisa.
    Pagando tutte le spese e predisponendo tutte le tubature fino al punto di consegna sulla strada, questa operazione è possibile nella mia regione nel rapporto cliente/gestore (fatti salvi i rapporti condòmino/condominio derivanti da eventuali regolamenti condominiali circa il passaggio di tubi su parti comuni).
    Nel forum non puoi avere una risposta precisa neanche da un tuo conterraneo non avendo specificato la località in oggetto.

  9. #8
    Non è collegato
    { 4576 mi piace }
    Utente d'onore+++ - L'avatar di Tullio Ts
    Località
    Trieste
    Messaggi
    38,934
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Lou.78 Visualizza Messaggio
    ... Tu sai se quest'operazione è fattibile? Vi sto ponendo il quesito giusto per farmi un pò un'idea, certo poi ovviamente bisogna sentire il gestore.
    Devi chiedere all'ente fornitore.

  10. #9
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Frequentatore
    Località
    Messaggi
    191
    Reputazione
    19
    Buongiorno a tutti, ieri mi sono informato presso il gestore idrico e, a quanto pare, l'operazione di spostare il contatore fuori si può fare. Mi è sorto tuttavia un altro dubbio: attualmente abbiamo una cisterna condominiale con autoclave, che alimenta le 8 utenze interne. Spostando il mio contatore fuori, ovviamente devo bypassare la cisterna, se no non avrebbe senso farmi un allaccio indipendente. Tenendo conto che io abito al 4' piano ed è impossibile che la pressione della rete idrica esterna sia sufficiente per arrivare così in alto, che soluzione posso adottare? Organizzarmi con un'altra cisterna e quindi un altro autoclave?

  11. #10
    Non è collegato
    { 3426 mi piace }
    Utente d'onore+++ Amministratore interno L'avatar di Leonardo53
    Località
    Taranto
    Messaggi
    22,852
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da Lou.78 Visualizza Messaggio
    Buongiorno a tutti, ieri mi sono informato presso il gestore idrico e, a quanto pare, l'operazione di spostare il contatore fuori si può fare. Mi è sorto tuttavia un altro dubbio: attualmente abbiamo una cisterna condominiale con autoclave, che alimenta le 8 utenze interne. Spostando il mio contatore fuori, ovviamente devo bypassare la cisterna, se no non avrebbe senso farmi un allaccio indipendente. Tenendo conto che io abito al 4' piano ed è impossibile che la pressione della rete idrica esterna sia sufficiente per arrivare così in alto, che soluzione posso adottare? Organizzarmi con un'altra cisterna e quindi un altro autoclave?
    Certo, se la pressione è insufficiente, per portare l'acqua al 4° piano ti servirà un'autoclave + un piccolo serbatoio oppure un altro sistema di trasporto acqua, ad esempio, una motopompa che porti l'acqua in serbatoio direttamente in casa tua o sul terrazzo comune e farti arrivare l'acqua per caduta.
    Tutto da valutare con un tecnico termoidraulico sulla fattibilità e poi sentire l'assemblea perchè potrebbe rivendicare il decoro se dovessero passare i tubi per le scale o in facciata.
    Dovessero obbligarti a raggiungere il 4° piano attraverso una colonna montante in muratura già esistente e dove passano i tubi condominiali, significherebbe rompere e ripristinare in tutti gli appartamenti serviti dalla colonna montante.
    Con quel che andresti a spendere potresti regalare il tuo appartamento ed acquistarne un altro

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. SALVE, Sono un ex amm.re di un supercondominio, composto di n° 10 fabbricati ed un'area "esterna" che serve tutti i fabbricati con reti idriche,...
  2. Salve, mi chiamo Andrea, ho un problema da diverso tempo con una persona alla quale ho venduto un appartamento, si rifiuta di intestarsi l'utenza...
  3. Salve a tutti, chiedo un parere su quanto verificatosi nel mio condominio: Da circa 2 mesi a causa di inquinamento di nr.2 pozzi del comune, abbiamo...
  4. vi espongo la questione e la situazione: palazzo di 4 piani, 14 appartamenti, 14 famiglie, amministratore esterno! l'acqua da mesi mancava, e...