355
67508 utenti registrati
+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 6 di 6

Regolamento condominiale non rispettato.

  1. #1
    Non è collegato Nuovo utente Pensionato
    Località
    Messaggi
    24

    Regolamento condominiale non rispettato.

    Buona sera a tutti,
    vorrei sapere se un condomino non rispetta quanto riportato nel regolamento condominiale dove non e' previsto sui balconi ne' di stendere , ne' di installare armadietti , ne' mettere scatoloni,scope etcc..,inoltre ai piani terreni dove hanno del prato a verde e' proibito mettere siepi, stendini, sdrai etcc. ad eccezione di alberi non piu' alti di 2 mt.
    E' corretto che il regolamento neghi tutto cio'?.
    Dunque a fronte di questi divieti alcuni condomini non rispettano i divieti stessi, alcuni mettono fuori lo stendino 3 m- 4 ore al giorno con i panni stesi e poi li ritirano, altri hanno messo armadietti ,altri specilamente nei piani terreni hanno inserito siepi alte mt. 1,50 al posto degli alberi.
    Ma e' tutto regolare?. Pur intervenendo l'amministratore con comunicazioni ufficiali la situazione non e' cambiata,anzi... cosa si puo' fare?.
    Grazie, cordiali saluti a tutti
    Dedalo




  2. #2
    Non è collegato Amministratore di condominio
    Località
    Salerno
    Messaggi
    3,686
    Scritto da dedalo il 20 Mag 2011 - 17:46:30: Buona sera a tutti,
    vorrei sapere se un condomino non rispetta quanto riportato nel regolamento condominiale dove non e' previsto sui balconi ne' di stendere , ne' di installare armadietti , ne' mettere scatoloni,scope etcc..,inoltre ai piani terreni dove hanno del prato a verde e' proibito mettere siepi, stendini, sdrai etcc. ad eccezione di alberi non piu' alti di 2 mt.
    E' corretto che il regolamento neghi tutto cio'?.
    Dunque a fronte di questi divieti alcuni condomini non rispettano i divieti stessi, alcuni mettono fuori lo stendino [...]
    Un regolamento condominiale:ne esistono due
    1.contrattuale quando predisposto dal costruttore e quindi acquisito e non modificabile se non ad unanimità
    2-Redatto successivamente anche da un condomino,modificabile a maggioranza semplice.
    Il punto se sii troppo restrittivo o meno,è una ltro discorso,piu' divieti ci sono,piu' si è in gabbia o viceversa.

    La questione non è tanto il regolamento,che andrebbe osservato almeno nei punti piu' importanti,ma il buon senso senza il quale si va da nessuna parte,non è un caso che gli attritti nei condominii è proprio sul rispetto del regolamento ,che buon legge 1942,dice che l'infrazione al regolamento è multabile con lire 100.
    Se non previsto diversamente dal regolamento stesso,ma di amministratori che fanno multe,non ne conosco.

    VERBA VOLANT SCRIPTA MANENT !!!

  3. #3
    Non è collegato Nuovo utente Pensionato
    Località
    Messaggi
    24
    Ti rigrazio per aver risposto al mio problema, voglio pero' fare una precisazione, e cioe' nel mio caso il Regolamento e' contrattuale ma come dici tu occorre il buon senso in tutte le cose e sin nqui sono d'accordo poiche' si tratta anche di educazione!.
    Deduzione : ma allora cosa servono i regolamenti condominiali siano essi contrattuali o meno se poi si tratta solo di buon senso?. Rimango comunque un po' perplesso su quanto dici.
    Tieni presente che il Regolamento contrattuale a suo tempo l'ho pure pagato separatamente dall'immobiliare.
    Grazie nuovamente della tua risposta,
    saluti
    Dedalo


  4. #4
    Non è collegato Nuovo utente
    Località
    Messaggi
    18
    Anche se il regolamento é contrattuale al suo interno vanno distinte le norme contrattuali, che regolano i diritti di proprietà dei singoli condomini sulle cose comuni ed istituiscono servitù a vantaggio del condominio sulle proprietà individuali: come ad es la norma che istituisca il diritto di passaggio del condominio sul terrazzo degli appartamenti dell'ultimo piano, per eseguire opere di manutenzione del tetto e/o dell' impianto di antenna TV; queste norme vanno distinte da quelle meramente regolamentari, che disciplinano l'uso delle cose comuni: come ad esempio le norme che regolino l'uso del lastrico solare per stendere i panni, o l'uso del "lavatoio condominiale", ovvero l'uso del giardino o del parcheggio condominiale.
    Mentre per la variazione della prima classe di norme é necessaria l'unanimità dei condomini, nel caso della seconda classe, queste norme, anche se inserite in un regolamento contrattuale, possono essere modificate a maggioranza.
    Nel caso specifico le norme citate sembrano essere norme del secondo tipo e, dal fatto che le infrazioni sembrano essere così diffuse, non é escluso che nel caso specifico i condomini dissenzienti siano la maggioranza. In questo caso questi condomini potrebbero leggittimamente chiedere l'abrogazione l'abrogazione delle norme.
    Inoltre c'é da considerare il fatto che il regolamento condominiale può regolare l'uso delle proproietà comuni, non l'uso delle proprietà esclusive come sono i balconi dei singoli appartamenti. Questo tipo di regolamentazione sarebbe legittima solo nel caso in cui i balconi in questione aggettassero sulla facciata principale dello stabile ed il loro stato potesse così influire sul decoro architettonico dello stabile stesso(bene di proprietà comune al condominio, che la legge tuitela); in caso cntrario la regolamentazione dell' uso dei terrazzi di proprietà individuale sarebbe illegittima.
    C'é da dire comunque che, ne caso in cui i balconi aggettassero sulla facciata principale del palazzo, forse (ma occorrerebbe l'opinione di un maestro del diritto, o di un principe del foro, ed io non sono né l'uno né l'altro; sono solo un condomino con diversi decenni di beghe condominiali sulle spalle) queste norme potrebbero essere interpretate come "contrattuali" in qunto vote alla tutela del "decoro architettoinico dello stabile" , bene di proprietà comune.
    Saluti
    Kika

  5. #5
    Non è collegato Frequentatore assiduo impiegato
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,595
    Scritto da dedalo il - 20 Mag 2011 : 17:46:30

    quote: vorrei sapere se un condomino non rispetta quanto riportato nel regolamento condominiale dove non e' previsto sui balconi ne' di stendere , ne' di installare armadietti , ne' mettere scatoloni,scope etcc..,inoltre ai piani terreni dove hanno del prato a verde e' proibito mettere siepi, stendini, sdrai etcc. ad eccezione di alberi non piu' alti di 2 mt.
    E' corretto che il regolamento neghi tutto cio'?.
    Certo che è corretto e l'amministratore lo deve far rispettare sia perchè lo dice il 1° comma dell'art. 1130 del codice civile, ma soprattutto, direi, proprio perchè contrattuale.
    Ossia coloro che trasgrediscono a queste regole, sapevano benissimo che lo facevano quindi c'è pure la volontà di trasgredirle.
    Ma come prima le firmano per accettazione e poi non le osservano?
    A l'amministratore il compito di citarli in giudizio per questo, certo dopo aver operato un buon dialogo, una letterina di invito all'osservanza di queste regole, ma se poi si continua non vedo perchè si debba indugiare.
    Il regolamento di condominio contrattuale è la "bibbia" del Condominio secondo me dovrebbe essere istituito obbligatorio per tutti i condominii, infatti, con le regole scritte e firmate da tutti nessuno può dire di "non sapere"....
    Se non ti sta bene quella regola in quel Condominio, non compri lì ma altrove, se invece ti piace vivere in quel contesto condominiale, accetti pure le regole che ci sono, senza tanti perdimenti di tempo.
    Ciao


  6. #6
    Non è collegato Frequentatore assiduo impiegato
    Località
    Roma
    Messaggi
    1,595
    Scritto da Kika - il - 21 Mag 2011 : 12:53:59 101

    quote: Inoltre c'é da considerare il fatto che il regolamento condominiale può regolare l'uso delle proproietà comuni, non l'uso delle proprietà esclusive come sono i balconi dei singoli appartamenti.
    Non è assolutamente vero!
    Il regolamento di condominio contrattuale può contenere dei patti limitativi del diritto di proprietà esclusiva dei condomini, i quali configurano, secondo una ormai consolidata giurisprudenza, dei veri e propri oneri reali posti a carico delle proprietà esclusive ed a favore degli altri condomini ed opponibili a chiunque terzo acquirente se trascritti, come nel caso di dedalo mi sembra di capire, inoltre, il reg. contrattuale può anche contenere speciali vantaggi nell'uso delle parti comuni o speciali esoneri a favore di uno o più condomini.
    Quindi metterei un pò più di attenzione in ciò che si scrive.
    Ciao


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Salve a tutti, vorrei sottoporvi una domanda. Sono inquilina in uno stabile di 12 appartamenti, da qualche tempo abbiamo constatato che i rumori tra...
  2. Ho letto in un precedente forum che l'amministratore aveva multato il condomino che aveva parcheggiato l'auto senza rispettare il regolamento...
  3. Salve a tutti, se nel regolamento condominiale ci sono norme ben precise, che vengono puntualmente non osservate, l'amm.re che responsabilità ha, e...