+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 3 di 3

Parcheggio di auto di estranei nel cortile condominiale

  1. #1
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Docente 0
    Località
    Lecce
    Messaggi
    1

    Parcheggio di auto di estranei nel cortile condominiale

    Buongiorno, desidererei porre alla Vostra cortese attenzione un problema che da anni si presenta nel condominio di mia madre e che negli ultimi tempi sta diventando insostenibile. Il suddetto condominio è fornito di un ampio cortile condominiale nel quale vi sono 6 garage privati (gli altri 6 sono esterni) e 24 posti auto condominiali, due per ogni abitazione,uno coperto da tettoia e uno scoperto, come stabilito in sede assembleare. In pratica le auto possono essere parcheggiate una dietro l'altra senza creare difficoltà di manovra a nessuno. Poichè non tutti posseggono la doppia auto o c'è addirittura chi, come mia madre, non ne possiede nemmeno una,è stato stabilito, sempre in sede di assemblea condominiale, che è tollerabile che queste persone possano far sostare nel proprio posto auto la vettura di un parente o di una collaboratrice domestica, solo per il tempo necessario di una visita di cortesia o,nel caso delle collaboratrici, solo per le ore lavorative. Il restante spazio libero, attiguo ad una porta d'ingresso secondaria che dà accesso all'androne del palazzo, può essere occupato dalle auto dei condomini per breve tempo. Il problema che da anni si presenta e che ora è diventato insostenibile è quello della presenza di auto di estranei in sosta per molte ore della giornata in quest'ultima area condominiale. Diverse persone, provviste della chiave di apertura del cancello elettrico, vanno e vengono come se l'atrio condominiale fosse un parcheggio pubblico visto che è situato in una zona centralissima della città. Difficile stabilire con certezza chi abbia duplicato e fornito la chiave ai suddetti estranei, ma ciò che è certo è che l'ingresso di estranei non autorizzati in una proprietà privata dovrebbe essere considerato una violazione di domicilio, reato punibile in base all'art. 614 del codice penale. Informato più volte della situazione, l'amministratore del condominio fa orecchie da mercante. Ciò che vorrei sapere è come agire per poter risolvere tale incresciosa situazione che alcuni condomini sembrano sottovalutare anche da un punto di vista della sicurezza. Ringrazio anticipatamente quanti vorranno espormi il loro punto di vista.


  2. #2
    Non è collegato { 9 mi piace } Utente d'eccellenza++ 0
    Località
    Messaggi
    12,041
    Se c'è il cancello e chi entra ha le chiavi, significa che qualcuno le ha concesse, come è stato stabilito dal regolamento, se ritieni che ci sia qualche non autorizzato che chissà come è venuto in possesso delle chiavi, una soluzione è quella di cambiare la serratura fornendo gli aventi diritto delle nuove chiavi.



  3.  Inserisci un quesito, iscriviti al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Imprenditore 0
    Località
    Messaggi
    3
    Scusate se mi intrometto, ma è esattamente quanto richiesto da me in una precedente mia mail alla quale c'è sempre qualcuno che da risposte abbastanza scontate. La domanda è: "Se siamo in uno stato di diritto ogni cittadino al di là dei regolamenti condominiali o delle orecchie da mercante di altri condomini o amministratori che come bene si sa sempre queste strategie sono legate sempre ed esclusivamente a questioni di carattere economico spesso e volentiri (da parte loro) a chi possiede o quanti si accordano per avere la maggioranza" un proprietario condomino in che modo può far valere il proprio diritto sul proprio pezzetto di proprietà? Mi spiego meglio: Se non è regolamentato il parcheggio condominiale perchè per motivi suesposti non lo vogliono regolamentare perchè io detentore di un diritto di proprietà su quel suolo non posso far niente nei confronti di chi entra od esce senza alcun titolo? Prima si poteva procedere alla denuncia per violazione di domicilio da parte di un solo condomino ora non più, allora cosa bisogna fare? Un modo per farsi giustizia da soli deve pur sempre esistere,come? Ringrazio colui che saprà illuminarni senza luoghi comuni e opinioni personali scontate ma con pricipi giuridici legati al diritto di proprietà. (ah. dimenticavo anche senza lucro per cui dubito che arriverà la risposta) grazie.


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buongiorno Vorrei sapere se le nuove norme in materia condominiale possono bypassare un regolamento contrattuale che vieta l'occupazione anche...
  2. Buonasera a tutti, ho letto da qualche parte che la corte di cassazione ha emesso una sentenza relativa ai parcheggi auto all'interno del cortile...
  3. Buongiorno in un palazzo con gestione Ater a chi compete la spesa relativa alla tassa per lo scarico delle acque reflue?