+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 31

Impianto fotovoltaico privato su tetto condominiale

  1. #1
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Nuovo utente professionista 0
    LocalitÓ
    Pesaro Urbino
    Messaggi
    2

    Impianto fotovoltaico privato su tetto condominiale

    Buonasera
    In un condominio di 6 appartamenti (senza amministratore) un condomino vuole installare un impianto fotovoltaico da 4kw sul tetto condominiale occupando circa metÓ della superficie esposta a sud-est.
    Da tre condomini, con una scrittura privata, hanno concesso l'uso del tetto. Questo condomino ritiene che viste le quote millesimali la superficie rimanente non utilizzata (e quindi a disposizione dei due condomini che hanno negato il consenso) risulta essere di "quantitÓ" e "qualitÓ" adeguata.
    Pu˛ legittimente appropriarsi di un bene condominiale e quali azioni occorre intraprendere?
    Grazie per l'attenzione
    Umberto


  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso ╗
  3. #2
    Non Ŕ collegato { 206 mi piace } Esperta fiscalista 149
    Messaggi
    12,285
    Anzitutto, a mio avviso, la ripartizione degli spazi comuni per l'uso (ai sensi dell'art. 1102 c.c.) deve esser diviso 6 e non in base ai millesimi di proprietÓ. Quindi il cond˛mino potrÓ fare uso della cosa comune (il tetto), anche senza autorizzazione, purchŔ nell'installare l'impianto FV lasci agli altri la stessa facoltÓ usando solo 1/6 della superficie utile.


  4. #3
    Non Ŕ collegato { 206 mi piace } Esperta fiscalista 149
    Messaggi
    12,285
    ti riporto il 1░ co. dell'art. 1102 c.c.

    Art. 1102 - Uso della cosa comune 1. Ciascun partecipante pu˛ servirsi della cosa comune, purchÚ non ne alteri la destinazione e non impedisca agli altri partecipanti di farne PARIMENTI USO secondo il loro diritto.


  5. #4
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Primi messaggi 13
    LocalitÓ
    Napoli
    Messaggi
    60
    non ci vorrebbe l'unanimitÓ?? l'occupazione sarebbe permanente


  6. #5
    Non Ŕ collegato { 229 mi piace } Super Moderator 238
    LocalitÓ
    Brescia
    Messaggi
    20,717
    No,il voto ad unanimtÓ servirebbe se fosse modificata la destinazione d'uso del tetto,cioŔ quella di copertura dell'edificio,che in questo caso rimane immutata.
    Se l'occupazione "permanente" garantisce installo a tutti presenti e futuri,non vi Ŕ neppure necessitÓ di delibera,come indicato da dolores, nel rispetto ed in virt¨ dell'art.1102cc.
    Nel caso in cui la porzione occupata fosse maggiore e non garantisse un parimenti uso allora si dovrebbe deliberare in merito ad un'indennitÓ od altra soluzione,ma il fatto che l'installo sia permanente diventa rilevante solo in quest'ultima ipotesi.


  7. #6
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Nuovo utente professionista 0
    LocalitÓ
    Pesaro Urbino
    Messaggi
    2
    Grazie a tutti per le risposte.
    Lo spazio disponibile rende possibile un solo altro impianto della stessa dimensione.

    Umberto

  8. #7
    Non Ŕ collegato { 229 mi piace } Super Moderator 238
    LocalitÓ
    Brescia
    Messaggi
    20,717
    Allora la decisione deve esser discussa e deliberata in assemblea.
    Potrebbe esserti concesso l'uso,ma anche esserti richiesta un'indennitÓ forfetaria,dipende.


  9. #8
    Non Ŕ collegato { 206 mi piace } Esperta fiscalista 149
    Messaggi
    12,285
    Scritto da umberto2k il 29 Apr 2010 - 08:42:59:
    Lo spazio disponibile rende possibile un solo altro impianto della stessa dimensione.

    Umberto
    scusa il ritardo, quoto comunque la risposta di patrizia


  10. #9
    Non Ŕ collegato { 17 mi piace } Frequentatore assiduo Ingegnere 23
    Messaggi
    863
    In ogni caso (anche se si rispetta l'art. 1102) il GSE per poter avviare la pratica, nel caso dei condomini (sia che l'impianto sia comune, sia che sia di un singolo cond˛mino privato) RICHIEDE ESPRESSAMENTE che ci sia la deliberazione da parte dell'assemblea.
    Il quorum deliberativo Ŕ quello previsto dal D.Lgs.311/06 (meglio chiarito dalla Legge 99/09) e cioŔ la maggioranza dei presenti a prescindere dalle quote millesimali (trattasi di tecnologia per il risparmio energetico e/o uso di fonti rinnovabili).
    Nel caso in cui un privato occupi anche l'area equivalente di altri cond˛mini, occorre anche produrre un contratto registrato di cessione dell'area di pertinenza, in modo da poter essere opposto a terzi (nel caso di una futura vendita degli immobili cedenti)


  11. #10
    Non Ŕ collegato { 206 mi piace } Esperta fiscalista 149
    Messaggi
    12,285
    e con la risposta di Fabio.P il quadro delle condizioni Ŕ completamente delineato...


  12. #11
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Nuovo utente 0
    LocalitÓ
    Brescia
    Messaggi
    33
    Per Fabio P.

    Scusa ma ho dato lettura completa al testo pubblicato sulla
    G.U. ma non ho trovato quello che tu citi sul GSE e cioŔ che richieda per l'istallazione dell'impianto sul tetto dei condominii, la delibera assembleare.
    La cosa mi interessa personalmente dato che voglio installare l'impianto sul tetto del mio condominio e non ho trovato nulla su questo punto. Pertanto il GSE mi accoglie la domanda poi sono problemi miei.

    Distinti saluti

  13. #12
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Nuovo utente 0
    LocalitÓ
    Messaggi
    7
    Salve a tutti!

    In merito a tale problematica avrei un quesito inerente le maggioranze della delibera condominiale rivolto in particolare a Fabio.P.

    Se una delibera condominiale in 2░ convocazione in merito ad un impianto fotovoltaico privato Ŕ valida ai sensi dell'art. 1136 del c.c., ovvero millesimi a favore maggiori di 333,33 e condomini favorevoli maggiori di 1/3 dei totali, ma non c'Ŕ la maggioranza dei millesimi presenti all'assemblea, quale disposto normativo prevale il c.c. o il DLgs 311/06 mod. dalla L. 99/09?

    es.
    condominio di 25 condomini
    assemblea in 2░ convocazione
    condomini presenti in assemblea = 20
    millesimi presenti all'assemblea = 750
    millesimi a favore di un impianto fv di un condomino = 350
    condomini a favore = 9

    Per l'art. 1136, 2░ comma, tale delibera Ŕ approvata, ma per il DLgs 311/06 mod. dalla L. 99/09 no. Quale prevale?


    A mio avviso lo spirito del comma 2 dellĺart. 26 della L. 10/91, come modificato dal DLgs 311/06 e dalla L. 99/09 dovrebbe agevolare le delibere condominiali in tali ambiti. Ad. es:

    assemblea in 2░ convocazione
    millesimi presenti all'assemblea = 400
    millesimi a favore di un impianto fv di un condomino = 230
    condomini a favore = 5/20

    La presente delibera per il 1136 del c.c. non Ŕ valida (m.m.<333,33 e num. condomini < 1/3) ma per il comma 2 dellĺart. 26 della L. 10/91, come modificato dal DLgs 311/06 e dalla L. 99/09 risulta approvata.

    Grazie





    Modificato Da - davide.d il 07 Mag 2010 23:26:08

    Modificato Da - davide.d il 07 Mag 2010 23:26:33

  14. #13
    Non Ŕ collegato { 17 mi piace } Frequentatore assiduo Ingegnere 23
    Messaggi
    863
    Davide, ho scritto quello che chiedi...
    Nel caso di deliberazioni riguardanti risparmio energetico e uso di fotni rinnovabili, l'approvazione avviene con la MAGGIORANZA dei PRESENTI a PRESCINDERE dalle quote millesimali!
    Quindi se in seconda convocazione siete in 20 (la maggioranza dei millesimi si considera solo per la validitÓ dell'assemblea), l'impianto privato Ŕ autorizzato con il parere favorevole di 11 cond˛mini.
    Quindi il fatto che 5 su 20 (ad esempio) detengano la maggioranza dei millesimi, in questo caso non serve a nulla!
    Spero ora di essere stato pi¨ chiaro...!

    Un suggerimento: vista l'avversione da parte della maggioranza degli italiani alle fonti rinnovabili, Ŕ comunque possibile (visto che il diniego inquesti casi non scaturisce dalla potenziale violazione di leggi e/o codice civile (*), ma solo da parere personale) promuovere una causa civile per danni nei confronti di tali oppositori.
    (*) ovviamente chi vuole realizzare il progetto dovrÓ essere assolutamente certo del rispetto dell'art.1102, oltre che conoscere preventivamente l'eventualitÓ di ostacoli di natura giuridica dettati da ottusi regolamenti locali in materia di decoro archittettonico.


  15. #14
    Non Ŕ collegato { 0 mi piace } Nuovo utente 0
    LocalitÓ
    Messaggi
    7
    Fabio ti ringrazio della tua chiarissima risposta, ma ho ancora un dubbio sul tipo di maggioranza.

    Infatti il 2░ comma dell'art. 26 della Legge 10/91 come modificato dal DLgs 311/06 e dalla L. 99/09, inerente le decisioni condominiali nell'ambito di rinnovabili e contenimento energetico recita:

    2. Per gli interventi sugli edifici e sugli impianti volti al contenimento del consumo energetico ed all'utilizzazione delle fonti di energia di cui all'articolo 1, individuati attraverso un attestato di certificazione energetica o una diagnosi energetica realizzata da un tecnico abilitato, le pertinenti decisioni condominiali sono valide se adottate con la maggioranza semplice delle quote millesimali rappresentate dagli intervenuti in assemblea.

    A me sembra che la maggioranza sia quella dei millesimi e non quella delle "teste" presenti in assemblea, o sbaglio l'interpretazione della norma?

    Grazie



    Modificato Da - davide.d il 10 Mag 2010 12:00:13

  16. #15
    Non Ŕ collegato { 17 mi piace } Frequentatore assiduo Ingegnere 23
    Messaggi
    863
    Scusami, ma effettivamente IL CONCETTO che ho scritto nel post precedente lo DEVO CORREGGERE! (stamattina per scrupolo mi sono chiarito col mio amico consulente legale)
    Hai perfettamente compreso il dettato del 311/06 chiarito dalla L.99/09.
    L'assemblea regolarmente costituita in seconda convocazione (1/3), decide a favore (nel caso limite) con 166,7 millesimi!
    Quindi ricapitolando:
    Assemblea regolarmente costituita con Mp> 333,33mm
    Decisione valida con Mf> 166,6mm
    dove Mp sono i millesimi rappresentati dai presenti
    e Mf i millesimi rappresentati da presenti favorevoli.

    Ciao, e scusami della confusione che ti posso aver creato.


+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. buongiorno collaboro da qualche tempo come commerciale per una concessionaria enel si volevo sottoporre un quesito oggetto capannone area...
  2. Buongiorno, Ho giÓ letto nel forum discussioni simili, ma il nostro Ŕ un caso un po' particolare e vorrei sottoporvelo. Il nostro condominio Ŕ...
  3. Buongiorno a tutti. Vorrei installare un impianto fotovoltaico sul tetto condominiale. Il Ns Ŕ un condominio di 4 appartamenti e non abbiamo...