Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12
Like Tree7Ringraziamenti

Conformità impianto elettrico condominiale

  1. #18
    Non è collegato
    { 317 mi piace }
    Utente gold Ingegnere L'avatar di marcanto
    Località
    La Mia
    Messaggi
    2,797
    Reputazione
    43
    Citazione Originariamente Scritto da peppe64 Visualizza Messaggio
    Comunque nel DM 37/08 non mi sembra che venga indicato che per rispondenza si intenda "alle norme attuali" .
    Citazione Originariamente Scritto da marcanto Visualizza Messaggio
    Si in effetti questo il DM non lo chiarisce.
    Sotto questo aspetto sarebbe auspicabile una maggiore chiarezza
    Sin qui tutto ok ….ma lungo il percorsi ci siamo dimenticato quello che dice la norma:
    art. 8, comma 2 >
    2. Il proprietario dell'impianto adotta le misure necessarie per conservarne le caratteristiche di sicurezza previste dalla normativa vigente in materia, tenendo conto delle istruzioni per l'uso ……

    e questo porta a
    Citazione Originariamente Scritto da marcanto Visualizza Messaggio
    ...... si possono inserire delle migliorie che lo rendono conforme alle norme, esempio: porre in essere un differenziale che non esisteva, creare una messa a terra che non sistema.
    E il tutto fa esclamare:
    Citazione Originariamente Scritto da peppe64 Visualizza Messaggio
    Bisognerebbe chiedere un parere interpretativo al MISE .
    ossia in conclusione ci siamo incartati....
    Ultima modifica di marcanto; 25-04-2017 alle 20:29

  2. #19
    Non è collegato
    { 1224 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Bologna
    Messaggi
    7,120
    Reputazione
    100
    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    In presenza di un impianto elettrico realizzato tra il 1967 e il 1985, la dichiarazione di conformità o di rispondenza, è obbligatoria?
    La risposta è SI.

    Questo è il mio modesto contributo.
    Devo immettere sul mercato (locazione o compravendita) un immobile con impianto elettrico realizzato intorno al 1970, impianto poi aggiornato col salvavita. Non disponendo di DICO ho cercato di ottenere da un tecnico abilitato la DIRI: ebbene, nessun tecnico è disposto a rilasciarmela perché nessuno si vuol assumere la responsabilità di dichiarare conformi i componenti che costituiscono l'impianto elettrico (ad esempio: la sezione dei fili elettrici impiegati...).
    Morale: sto dando incarico per rifare l'intero impianto elettrico di quella u.i.
    Maila67 likes this.

  3. #20
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Restando del parere che nel caso contingente è da produrre una "dichiarazione di rispondenza" parere che mi sembra di aver capito condividiate, lo stesso decreto stabilisce che la stessa deve essere" resa da un professionista iscritto all'albo professionale per le specifiche competenze tecniche richieste,...." per cui lo stesso saprà cosa fare e di quali adeguamenti eventualmente necessiti l'impianto per potere poi rilasciare sotto propria responsabilità tale documento., altrimenti a cosa servirebbe un tecnico con tali caratteristiche professionali? Magari per noi il DM non è chiaro ma per un tecnico si.
    Ultima modifica di Maila67; 26-04-2017 alle 10:05

  4. #21
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    No, nessuna confusione. Se fosse corretto che ogni impianto elettrico debba avere DiRi o DiCo, è una manna dal cielo per tutti i dipendenti piantagrane.
    In questo caso però la sicurezza negli ambianti di lavoro non c'entra nulla: nell'ambito del lavoro la norma è molto più rigida e particolareggiata ed è giusto che venga rispettata e che i dipendenti anche i più piantagrane non abbiano motivo di appellarsi ad essa ma lavorino in un ambiante giustamente sicuro.

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da efisio Visualizza Messaggio
    Concordo.
    Dubbi in merito a quale normativa vigente. Se all'attuale o quella dell'edificazione.
    Meno dubbi sui requisiti minimi di sicurezza. La proposta che è stata fatta è che si metta nero su bianco la conformità ai minimi di sicurezza stabiliti dal DM, citando specificamente quell'articolo del DM.
    La risposta è stata che i moduli Di.Ri. sono prestampati.
    A me pare abbiano spazio per le note. Nessun problema. O la Di.Ri. chiara e trasparente o l'impianto nuovo. Ma il pezzo di carta per sgravare l'amministratore, no grazie.
    Non ho ben capito cosa intendi per "pezzo di carta" ma nessun tecnico abilitato porrà la sua firma su un documento che non corrisponda a realtà , se è questo che intendi. Vedi il caso di Albano59

  5. #22
    Non è collegato
    { 53 mi piace }
    Frequentatore assiduo
    Località
    Messaggi
    768
    Reputazione
    24
    l'impianto è degli anni 60, quindi non necessita di obbligo di messa a terra perche antecedente al 1990

    quindi: vai da un tecnico abilitato e chiedi se passa a controllare se (e se non cè la deve installare) il salvavita (....protezione contro i contatti indiretti o protezione con interruttore differenziale avente corrente differenziale nominale non superiore a 30 mA....) funziona correttamente

    e ti fai rilasciare un pezzo di carta che ne attesta la conformità . Di.ri (dichiarazione di rispondenza)

    a mio modo di vedere cosi sei a posto !!

    - - - Aggiornato - - -

    i problemi sono 2:

    1) se qualcuno prende la scossa l'amm.ore rischia di dover presentare la giudice qualche "pezzo di carta" che il magistrato potrebbe chiedere per vedere se l'impianto era a norma

    2) come ha detto Albano59, molti tecnici potrebbero rifiutarsi di firmare una di.ri perchè l'impianto è vecchio..quindi come si fa? si rifà tutto l'impianto? che se non erro obbligherebbe quindi alla installazione della messa a terra con controlli ogni 5 anni?


    misteri italiani

  6. #23
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Se si rifà l' impianto ex novo lo stesso avrà la dichiarazione di conformità e quindi tutti i requisiti richiesti dal DM che vige in quel momento. Non ci vedo nulla di misterioso
    A mio parere sulla sicurezza non vale la pena risparmiare ed è chiaro che un tecnico che mette la sua firma su "un pezzo di carta" vuol essere ben certo di quello che fa
    albano59 likes this.

  7. #24
    Non è collegato
    { 317 mi piace }
    Utente gold Ingegnere L'avatar di marcanto
    Località
    La Mia
    Messaggi
    2,797
    Reputazione
    43
    Le testimonianze portate da albano59 nell'intervento #19 per serti versi esplicitano delle esigenze che anticipavo negli esempi in #14.
    Purtroppo questa è la dura realtà, in mancanza di chi si assume le responsabilità di una dichiarazione di rispondenza per un impianto datato, si è costretti ad un completo rifacimento.
    albano59 likes this.

  8. #25
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Pensionato
    Località
    venezia
    Messaggi
    14
    Reputazione
    0
    Buonasera, nel condominio dove abito sono certo che non esistano dichiarazione di conformità, né di rispondenza degli impianti condominiali. Ho letto che si possono essere conseguenze penali e/o pecuniarie se queste dichiarazioni non esistono, ma non capisco se vanno riferite all'amministratore che non ha provveduto a chiederle o ai condomini. Grazie a chi vorrà gentilmente farmi chiarezza

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 2 di 2 PrimaPrima 12

Dello stesso argomento


  1. L'eventuale diniego da parte dell'assemblea per la proposta di messa in sicurezza del cancello carrabile (realizzazione gabbie e rilascio conformità...
  2. Buongiorno, al corso di amministrazione condominale ci hanno fatto una "capa tanta" perchè ci assicurassimo che ogni condominio abbia la...
  3. Buonasera, il conduttore ci chiede il certificato di conformità dell'impianto elettrico del capannone appena preso in affitto. Noi non abbiamo...
  4. Buongiorno. A Gennaio ho acquistato i muri di un negozio con impianto elettrico funzionante e salvavita installato. Però non mi è stata consegnata...