Balconi esterni di pertinenza dei proprietari

  1. #1
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Messaggi
    24
    Reputazione
    0

    Balconi esterni di pertinenza dei proprietari: inerzia dei proprietari.

    Salve a tutti,

    Un caso particolare, i condomini non hanno intenzione di intervenire al rifacimento

    Il regolamento di condominio recita che il balconi, parapetti, ringhiere, etc. sono di pertinenza dei singoli proprietari e le spese di manutenzione sono sostenute dai singoli proprietari.
    Ebbene qualche frontalino di questi balconi risulta terribilmente ammalorato, non riuscendo a deliberare un intervento di messa in sicurezza per tutto il fabbricato poichè l'assemblea al punto in discussione lo rinvia alla successiva assemblea; il sottoscritto più che inviare un'antipatica diffida a ripristinare le parti ammalorate e con pericolo di distacco non può fare. A questo punto, a seguito di inerzia, si può intervenire con un atto conservativo ripristinando le parti, mettendole in sicurezza e poi ripartire le spese, tenendo conto anche del fatto che farei intervenire gli operai su "parti private". Quale può essere una via di uscita.
    Grazie in anticipo delle risposte

    Ultima modifica di giant; 08-04-2014 alle 00:02 Motivo: precisazione

  2. #2
    Non è collegato
    { 251 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    8,351
    Reputazione
    100
    Dopo varie comunicazione formali infruttuose, puoi di tua iniziativa mettere in sicurezza addebitando la spesa ai balconi interessati.

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Messaggi
    24
    Reputazione
    0
    Mi permetto di far osservare, che le problematiche sono due:

    - 1) Ammesso che possa anche far compiere lavori di mia iniziativa, visto lo stato di pericolo, chi deve pagare poi è il singolo proprietario, il condominio non c'entra nulla, gli interventi insistono su proprietà esclusive e non in aree di proprietà comune, per chiarezza: il condominio anticipa le spese per un privato? L'assemblea come può ratificare successivamente la spesa se quest'ultima insiste su parti private?

    - 2) questi interventi avvengono in proprietà esclusive, come faccio ad introdurre gli operai in una proprietà privata?

    grazie

  5. #4
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Primi messaggi Pensionato
    Località
    Oristano
    Messaggi
    54
    Reputazione
    8
    Per le mie conoscenze le riparazioni di elementi del balcone che hanno funzione estetica e decorativa e riguardano prevalentemente il decoro dedlla facciata ( FRONTALINI,FASCE MARCAPIANO E FASCIONE) devono essre a carico di tutti I
    condomini , in proprorzione alle rispettive quote di proprietà, proprio in quanto sono considerate parti comuni riguardanti il
    decoro dell'edificio.

  6. #5
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Messaggi
    24
    Reputazione
    0
    I balconi in questioni sono "aggettanti" ovvero quelli che sporgendo dalla facciata dell'edificio costituiscono un prolungamento dell'appartamento dal quale protendono, non hanno elementi in muratura, sono costituiti solo da ringhiere, da ciò si desume che siano un estensione della proprietà; ma al di là di tale precisazione il regolamento condominiale recita inequivocabilmente che la manutenzione è di pertinenza dei proprietari, per assurdo la mia difficoltà risiede proprio in questo.

  7. #6
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Primi messaggi Pensionato
    Località
    Oristano
    Messaggi
    54
    Reputazione
    8
    img018.jpg
    A questo punto ritengo che I Vs/ balconi siano identici a quelli della figura 3 allegata.
    Peresnalmente convocherei una Assemblea straordinaria facendo presente l'urgenza di eseuzione dei lavori e
    sottolineando il fatto che nell'ipotesi che la stessa andasse deserta e non fosse raggiunta una soluzione sarebbe richiesto
    un sopralluogo da parte dei Vigili Urbani o dei VV.FF.

  8. #7
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Disoccupato
    Località
    MILANO
    Messaggi
    2
    Reputazione
    0
    scusate se mi inserisco nella discussione, ma se il balcone aggettante è di un attico l, a regola che la riparazione del sottobalcone deve essere eseguita dal proprietario dell attico vale come se fosse un piano normale ?

    - - - Aggiornato - - -

    vi scrivo perchè non riesco ad avere risposte : posto che la manutenzione dei balconi aggettanti è di pertinenza del propietario dell'app.to, ciò vale anche se l'app.to è un attico ?

    - - - Aggiornato - - -

    per favore ho bisogno di risposta urgente !

  9. #8
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Messaggi
    24
    Reputazione
    0
    Se il balcone aggettante appartenga ad un appartamento o attico non fa nessuna differenza, non è la tipologia della proprietà che fa differenze.

    Differente: se l'attico ha una terrazza ad uso esclusivo con funzione di copertura dell'intero edificio

  10. #9
    Non è collegato
    { 251 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    8,351
    Reputazione
    100
    pagina 9.
    La norma penale prevede che, anche un soggetto diverso dal proprietario può essere obbligato alla manutenzione o riparazione dell'edificio. Quindi in un condominio in cui sia qualificato responsabile l'amministratore, grava su costui l'obbligo giuridico di rimuovere ogni situazione di pericolo che discenda dalla rovina di cose comuni, cui egli sia tenuto a conservare in buono stato. In tali casi vi è responsabilità del proprietario di tipo solo sussidiario, quando l'amministratore non possa adempiere ai propri obblighi per cause non riconducibili alla propria volontà.
    http://www.architettipistoia.it/00Ne...01305_1987.pdf

    - - - Aggiornato - - -

    http://www.condominioweb.com/forum/f14/messa-in-sicurezza-frontalini-balconi-aggettanti-e-60121/

  11. #10
    Non è collegato
    { 251 mi piace }
    Utente elite+
    Località
    Monza
    Messaggi
    8,351
    Reputazione
    100
    - 1) Ammesso che possa anche far compiere lavori di mia iniziativa, visto lo stato di pericolo, chi deve pagare poi è il singolo proprietario, il condominio non c'entra nulla, gli interventi insistono su proprietà esclusive e non in aree di proprietà comune, per chiarezza: il condominio anticipa le spese per un privato? L'assemblea come può ratificare successivamente la spesa se quest'ultima insiste su parti private?

    --------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    ... Nel concreto, secondo le nuove regole: a) l'amministratore è tenuto a trasmettere ai creditori insoddisfatti i "dati" dei condomini morosi, con ciò evidentemente intendendosi la comunicazione non solo dei nominativi ma anche delle quote di debito; b...

    http://www.ilsole24ore.com/art/norme...?uuid=AbMv3r4H

    - - - Aggiornato - - -

    - 2) questi interventi avvengono in proprietà esclusive, come faccio ad introdurre gli operai in una proprietà privata?
    ---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
    Peggio per loro,le strutture del tipo ponteggi,la gru,ecc..,lievitano i costi a svantaggio di chi si oppone.

  12. #11
    Non è collegato
    { 1 mi piace }
    Primi messaggi Pensionato
    Località
    Oristano
    Messaggi
    54
    Reputazione
    8
    Premesso che Vi è un obbligo di manutenzione dei balconi da parte dei rispettivi propietari analizziamo anche le rispettive
    responsabilità.
    In ogni caso ,in virtù del principio di maggiorenza, per I proprietarI restii ad eseguire le manutenzioni, è sufficiente che
    l'Assemblea deliberi in proposito. Se ciò non avviene , nell'ipotesi di un sinistro di una persona , la responsabilità civile per
    il risarcimento del danno ricadrebbe sul condominio e di conseguenza su ogni singolo condomino.
    L'Ammnistratore è responsabile se non ha fatto nulla per evitare il danno, ma nel caso l'Assemblea sia stata a non voler intervenire con opera urgenti di manutenzione, l'Amministratore è liberato a da responsabilità penale,che invece ricadrebbe su ogni singolo condominio.
    Ecco perchè in un mio precedente intevento ho proposto una Asseblea straordinaria ,con un unico ordine del giorno ,
    la manutenzione dei balconi , al fine che il tutto venga verbalizzato ( siia cle 'Asssemblea deliberi ,sia che l'Assemblea non
    deliberi e d In questo caso I motivi). Di fronte ad un verbale l'Amministratore è sollevato dale sue responsabilità .

  13. #12
    Non è collegato
    { 0 mi piace }
    Nuovo utente Amministratore di Condominio
    Località
    Messaggi
    24
    Reputazione
    0
    Ringraziando gli utenti del forum che con i loro interventi hanno fatto luce in modo soddisfacente sul tema, oso nell'anticipare quello che mi sentirò dire da un condomino sinora "sordo" ad ogni invito ad intervenire: egli affermerà, come ha già fatto, "che il suo balcone non possiede particolari urgenze di rifacimento e che la mia è solo un'interpretazione, pertanto per ora non interviene a proprie spese" mi riallaccio a ciò se nel caso, devo far intevernire un geometra o ingegnere che attesti il reale pericolo di distacco o al limite chiamare i VV.FF.; Può apparire una estremizzazione la mia, ma vi assicuro che descrivo ciò che accade.

    Grazie ancora

+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Ciao a tutti, preso atto da quanto dettato dalla sentenza del 06/07/2011 n. 14883 riguardo la ripartizione degli oneri tra usufruttuario e nudo...
  2. Buon giorno a tutti. PREMESSA: Il mio condominio è composto da 40 alloggi e 72 garage. Gli alloggi si trovano in un edificio che si trova...
  3. Buonasera, In qualità di amministratore sto, facendo rimuovere, a seguito di lavori di ristrutturazione della facciata, dai balconi quanto...
  4. A seguito di successione mi ritrovo un appartamento cointestato a 9 persone. Per una quota di 30/72 in usufrutto ad X, per la stessa quota nuda...