+ Rispondi alla Discussione
Risultati da 1 a 7 di 7

Diritto di usufrutto coniuge superstite

  1. #1
    Non è collegato { 4 mi piace } Frequentatore Pensionato 10
    Località
    Pavia
    Messaggi
    241

    Diritto di usufrutto coniuge superstite

    Alla morte del marito, senza lasciare testamento, proprietario della casa di abitazione, box e terreni coltivati a pioppeti, subentrano la moglie e la figlia. La madre acquisisce automaticamente il diritto di abitazione sugli immobili, ma anche quello sui terreni?
    Grazie.



  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  3. #2
    Non è collegato { 221 mi piace } Utente elite+ 120
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    9,963
    sui terreni non esiste il "diritto d'abitazione".

    Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro.
    (Papa Giovanni Paolo II )

  4. #3
    Non è collegato { 4 mi piace } Frequentatore Pensionato 10
    Località
    Pavia
    Messaggi
    241
    Colpito! Scusami ma ho sbagliato la formulazione. Intendevo il diritto di usufrutto sui terreni, non quello di abitazione.
    Ciao.



  5. #4
    Non è collegato { 221 mi piace } Utente elite+ 120
    Località
    Ascoli Piceno
    Messaggi
    9,963
    no,acquisisce la sua quota' di pertinenza sui beni ereditati e il diritto d'abitazione sulla casa coniugale .


    Prendete in mano la vostra vita e fatene un capolavoro.
    (Papa Giovanni Paolo II )

  6. #5
    Non è collegato { 4 mi piace } Frequentatore Pensionato 10
    Località
    Pavia
    Messaggi
    241
    Grazie per la risposta. Come pensavo; ne consegue che ai fini IRPEF la casa ed i box sono esenti (imputati al 100% alla madre), mentre i terreni sono imponibili al 50% alla madre e alla figlia. Per l'IMU la madre verserà con aliquota agevolata e detrazione intera per l'abitazione ed un box, mentre verserà con aliquota seconda casa sul 100% del secondo box. L'IMU sui terreni compete sia alla madre sia alla figlia applicando al 50% di proprietà di ciascuno l'aliquota dello 0,76% (non sono coltivatori diretti).
    E' corretto?
    Ciao.


  7. #6
    Non è collegato { 4 mi piace } Frequentatore Pensionato 10
    Località
    Pavia
    Messaggi
    241
    Non avendo risposte per quanto riguarda l'imposizione del secondo box, c'è da supporre che questo sia uno dei dubbi che non hanno avuto ancora soluzione, oppure che l'esposizione del caso non sia stato sufficientemente chiaro. Preciso che,come per il primo, del secondo box la madre ne ha l'uso esclusivo per cui solo lei dovrebbe essere tenuta al versamento del tributo esentando così la figlia comproprietaria. Agli effetti pratici l'imposta che si versa è dello stesso importo in entrambe le soluzioni, ma sappiamo che ciascuno deve provvedere per la parte di propria competenza. Ciao e grazie.


  8. #7
    Non è collegato { 4 mi piace } Frequentatore Pensionato 10
    Località
    Pavia
    Messaggi
    241
    Se può essere utile a qualcuno, informo che oggi ho ricevuto risposta al quesito posto all'AdE sull'argomento in discussione con la quale si conferma la correttezza della procedura che ho evidenziato anche nel Forum. In particolare, la madre è tenuta a versare l'imposta sul 100% del secondo box (con l'aliquota base del 7,60 per mille) in quanto la stessa gode del diritto reale di abitazione anche su questo immobile.
    Ciao.


+ Rispondi alla Discussione

Dello stesso argomento


  1. Buona giornata.Caso abbastanza anomalo. Abitazione principale con quote di proprietà del 66% del marito e del 33% della sorella dello stesso. Alla...
  2. Nel caso di abitazione principale, in comproprietà al 50% con il coniuge defunto il 30 maggio , il coniuge superstite come deve calcolare quanto...
  3. Al coniuge superstite che risiede nell'immobile del de cuius e vi dimora abitualmente è attribuita la qualifica abitazione principale con aliquota...