+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima
Risultati da 1 a 15 di 30

Comunicazione ASL, quando è veramente obbligatoria?

  1. #1
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Studente 0
    Località
    Messaggi
    2

    Comunicazione ASL, quando è veramente obbligatoria?

    Ho provato a scrivere anche su un'altra discussione, ma non ho avuto risposta. Ripropongo la domanda:
    "Buongiorno a tutti. Ho una domanda da fare che riguarda la comunicazione alla ASL. Ho cominciato dei lavori di ristrutturazione che, in realtà sono quasi finiti, facendo regolare comunicazione di inizio lavori (non DIA, quindi) e pagando con bonifici per usufruire della detrazione del 36%. Ora, però, la posa del parquet la farò fare da un'altra ditta, ma non ho capito se devo fare una integrazione alla centro operativo di pescare e comunicazione alla asl, visto che a questo punto le ditte non è più una, ma due. Ho letto su altri vostri interventi che quando ci sono due ditte, le comunicazioni sono obbligatorie, ma leggendo il d. lgs. 81/2008 la notifica preliminare è obbligatoria per i cantieri di cui all'art. 90 comma 3 (obbligo di nomina del coordinatore della progettazione) ma poi il comma 11 dello stesso articolo dice che se i lavori sono privati ed inferiori a 100 mila euro l'obbligo di questa nomina non sussiste ... quindi neanche quello della notifica a cui è legato ??? Aiutatemi, perchè, come già detto, i lavori sono quasi ultimati e non so cosa fare. Grazie."
    Qualcuno può rispondermi celermente, perchè se devo fare la comunicazione la devo inviare oggi, grazie mille




  2.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  3. #2
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Benvenuta nel forum.

    Il D.l.g.s. 81/2008 stabilisce che:
    -in presenza di 2 ditte sia necessario il coordinatore sicurezza
    -se vi è Dia o Concessione ed. il direttore lavori.


    Lo stesso decreto prevede che per la Comunicazione AsL ai fini agevolativi,nonchè per la notifica preliminare, l'obbligo scatta quando sussiste almeno una delle seguenti condizioni:
    -almen due ditte anche non contemporaneamente;
    -impiego di 200/h uomini giorno




  4. #3
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Impiegato 0
    Località
    Messaggi
    4
    Buona sera a tutti. Devo cominciare dei lavori per la realizzazione di una tettoia chiusa a veranda in legno lamellare; ho già pagato al mio comune di residenza 50€ metro quadrato come previsto dall'art.20 L.R. 16/04/03 per la realizzazione di strutture removibili(scrivo dalla Sicilia). Questi lavori verranno eseguiti da 3 ditte differenti (una fornirà la tettoia, l'altra gli infissi per la chiusura a veranda e la terza delle grate di sicurezza sulle finestre). Volevo sapere se devo inviare una sola comunicazione alla ASL con elencate le imprese esecutrici dei lavori oppure 3 comunicazioni una per ogni impresa?
    Se devo allagare alla comunicazione ASL la dichiarazione dell'impresa ai sensi della circolare del ministero delle finanze e dei lavori pubblici 24 febbraio 1998, n. 57/E?


  5. #4
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Benvenuto nel forum.

    Innanzitutto la prossima volta,per cortesia, apri una discussione nuova,altrimenti si rischia di confondersi con la Comunicazione Asl legata all'agevolazione del 36%,di cui tu non puoi usufruire.
    La comunicazione preliminare è legata,invece,all'intervento edilizio in quanto tale e con la presenza di 3 ditte,anche non contemporaneamente,si rende necessaria.
    Per i dettagli serve un addetto ai lavori,geometra o altro professionista.


  6. #5
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Studente 0
    Località
    Messaggi
    3
    Salve, leggendo un po' sul forum mi sono reso conto che forse potrei perdere il diritto alla detrazione fiscale del 36%! espongo la situazione:
    -in aprile ho iniziato dei lavori di ristrutturazione edilizia ed ho mandato la comunicazione a Pescara, specificando che non vi era l'obbligo di comunicazione preventiva all'Asl (pensavo che valesse solo il criterio di "meno di 200 operai/ giorno ed inoltre inizialmente pensavo che i lavori potessere essere eseguiti da una sola ditta).
    -leggendo sul forum ho visto che l'obbligo di comunicazione preventiva sussiste anche se il lavoro viene eseguito da più di 2 ditte, cosa che nel mio caso è avvenuta.
    -controllando tra i documenti in mio possesso ho scoperto che avevo fatto la comunicazione preventiva all'asl (ma non all'Ade)per una delle due ditte (quella che ha iniziato i lavori) ma non per quella che successivamente ha fatto gli impianti.
    - le due ditte hanno emesso due fatture pagate regolarmente con bonifico.
    DOMANDA: ho perso la detrazione? e se sì, c'è un modo per tentare di mettermi in regola?

    Grazie!


  7. #6
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Benvenuto nel forum.

    Secondo me,essendo terminati gli interventi,non è più possibile sanare a posteriori una mancata Comunicazione,quindi,l'irregolarità permane.
    Puoi tentarla,conoscendo il rischio derivante da un eventuale controllo,raro,ma possibile.


  8. #7
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Studente 0
    Località
    Messaggi
    3
    Innanzitutto grazie per il benvenuto e per la celere risposta.
    Volevo chiedere solo una cosa: per "tentarla" intendi chiedere ugualmente la detrazione senza inviare nessuna ulteriore integrazione all'Ade? Grazie ancora per la disponibilità.


  9. #8
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Scritto da alessandro1980 il 04 Ott 2010 - 15:01:32: Innanzitutto grazie per il benvenuto e per la celere risposta.
    Volevo chiedere solo una cosa: per "tentarla" intendi chiedere ugualmente la detrazione senza inviare nessuna ulteriore integrazione all'Ade? Grazie ancora per la disponibilità.

    La Comunicazione mancante non è quella ad AdE,bensì,quella all'Asl competente coi contenuti relativi non alla pratica edilizia(quella si chiama notifica preliminare)quanto a quella agevolativa.
    Se la inviassi ora ,oltre i termini, evidenzieresti l'anomalia,peggiorando la situazione e non sanando qualcosa che andava inviato mesi fa,questo perchè tale Comunicazione ha come scopo far scattare controlli in loco durante i lavori,capisci bene quanto sarebbe inutile e soprattutto inefficace.

    Per tentarla intendo proprio ciò che hai scritto,consapevole,dei rischi e dell'anomalia in essere.


  10. #9
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Studente 0
    Località
    Messaggi
    3
    Sono colpito dalla tua chiarezza e disponibilità... peccato non aver incontrato questo forum prima.

    Grazie ancora e buona giornata!


  11. #10
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Scritto da alessandro1980 il 04 Ott 2010 - 15:35:20: Sono colpito dalla tua chiarezza e disponibilità... peccato non aver incontrato questo forum prima.

    Grazie ancora e buona giornata!


    Sarà per la prossima.
    (Comunque nella sezione fiscale di questo forum,potrai trovare informazioni a tema).


  12. #11
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Imprenditore 0
    Località
    Udine
    Messaggi
    8
    Buongiorno!Mi appresto ad iniziare i lavori di recinzione presso la mia abitazione. Allo stato attuale la ditta incaricata, causa contemporanei cantieri presso altri clienti, non garantisce di seguire in toto i lavori (si occupa sicuramente della parte relativa alle fondamenta, per la recinzione vera e propria potrebbe rendersi necessario ricorrere ad altra ditta).
    Come mi comporto?Invio solo la Comunicazione per la detrazione del 36% al Centro Operativo di Pescara?Eventualmente integro in un secondo momento la pratica con la Comunicazione Asl nel caso fossero realmente 2 le ditte ad operare?
    Inoltre (da quanto carpito da precedenti risposte), il ricorso a seconda ditta comporterebbe la nomina del coordinatore sicurezza?
    Mentre il direttore lavori, essendo io in possesso di DIA, va nominato in ogni caso?Anche con un'unica ditta?

    Ringrazio e saluto cordialmente

    Gabriele Bertolini


  13. #12
    Non è collegato { 50 mi piace } Esperto Geometra 37
    Località
    Italia
    Messaggi
    1,413
    Il Direttore Lavori è obbligatorio in caso di DIA, indipendentemente dal numero di ditte e dalla sicurezza.

    Può assumere lui l'incarico di coordinatore per la sicurezza, se è abilitato.

    Parlane con lui, con più di una ditta il coordinamento è obbligatorio.

    Saluti

    Giuseppina


  14. #13
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Imprenditore 0
    Località
    Udine
    Messaggi
    8
    Ringrazio Giuseppina per il chiarimento. Attendo nuove (spero buone) sulla restante parte del quesito.

    Saluti

    Gabriele


  15. #14
    Non è collegato { 234 mi piace } Super Moderator 238
    Località
    Brescia
    Messaggi
    20,764
    Scritto da 5gabriele il 21 Ott 2010 - 11:11:07: Come mi comporto?Invio solo la Comunicazione per la detrazione del 36% al Centro Operativo di Pescara?Eventualmente integro in un secondo momento la pratica con la Comunicazione Asl nel caso fossero realmente 2 le ditte ad operare?
    Esattamente,eventualmente integrerai.


  16. #15
    Non è collegato { 0 mi piace } Nuovo utente Imprenditore 0
    Località
    Udine
    Messaggi
    8
    Gentilissima!Ringrazio e saluto.

    Gabriele


+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 2 12 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. Mediazione Obbligatoria - si , no, se si, da quando ?
  2. Entro il 29/11 le aziende devono comunicare la casella PEC al Registro Imprese. Anche il condominio deve farlo??? Ho cercato nel forum ma non ho...
  3. In un condominio costituito di 5-6 condòmini, se riescono ad amministrarsi fra di loro senza costituire ufficialmente il condominio e comunque...