Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima
Like Tree2Ringraziamenti

Rifiuto

  1. #1
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5

    Rifiuto

    La legge mi consente di utilizzare le parti comuni per allacciamento al gas per uso domestico con relativo contatore. L'amministratore si rifiuta di firmare documento richiesto dall'azienda del gas per il posizionamento del contatore. É leggittimo tale rifiuto? Posso citarlo per danni? Grazie


  2. #2
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Aiutatemi vi prego grazie

  3.  Inserisci un quesito, iscriviti gratis al forum adesso »
  4. #3
    Non è collegato
    { 628 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    6,573
    Reputazione
    97
    Citazione Originariamente Scritto da Coccolo Visualizza Messaggio
    La legge mi consente di utilizzare le parti comuni per allacciamento al gas per uso domestico con relativo contatore. L'amministratore si rifiuta di firmare documento richiesto dall'azienda del gas per il posizionamento del contatore. É leggittimo tale rifiuto? Posso citarlo per danni? Grazie
    ciao

    chiedi all'amministratore di precisare i motivi di tale rifiuto visto che l'art. 1102 cod. civ. ti viene in aiuto.

  5. #4
    Non è collegato
    { 16 mi piace }
    Frequentatore Disoccupato
    Località
    alnord
    Messaggi
    272
    Reputazione
    0
    Se l'amministratore nicchia, fai realizzare sul muro esterno una nicchia con inserito l'armadietto metallico portacontatore (li vendono anche su intenet/Amazon):
    http://www.tecnogas.net/it/products/...-inox-aisi-304
    A questo punto l'azienda del gas non può rifiutare il posizionamento del contatore: le opere a valle dal passante di uscita, non richiedono nessun N.O. nè da parte dell'Azienda, nè da parte dei condomini, purchè eseguiti a norma di legge, ed in modo da non pregiudicare agli altri condomini di fare altrettanto.

    Più che citare lui per danni, dovresti citare i Condomini che, convocati in assemblea per deliberare a tal riguardo, deliberano contro il tuo diritto. L'amministratore sarebbe responsabile solo se rifiuta di convocare un'assemblea straordinaria, richiesta con il quorum di legge, o di inserire all'o.d.g. la tua richiesta in una assemblea già convocata.

    P.S. Ma il palazzo come è asservito? Ancora con le vecchie e pericolose bombole? Credo che queste siano vietate se la zona è servita da metano!

    Bisogna però vedere come è strutturato l'immobile: se è un vecchio edificio, magari sottoposto a vincolo delle BB.AA. senza idoneo posto comunicante col l'esterno, certo che è un pò difficile superare l'ostacolo: pensa ad un palazzo antico, con una facciata artistica barocca o Liberty, e con un androne rivestito in marmo e/o con dipinti ..... Come fai a passare/entrare con una conduttura del gas? E per la distribuzione interna dal contatore all'abitazione?

    Descrivi quindi meglio l'immobile, per una risposta più precisa!
    Ultima modifica di jadir; 07-02-2017 alle 11:00

  6. #5
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Citazione Originariamente Scritto da Coccolo Visualizza Messaggio
    La legge mi consente di utilizzare le parti comuni per allacciamento al gas per uso domestico con relativo contatore. L'amministratore si rifiuta di firmare documento richiesto dall'azienda del gas per il posizionamento del contatore. É leggittimo tale rifiuto? Posso citarlo per danni? Grazie
    Vi è un'anomalia nella richiesta che andrebbe fatta non all' amministratore ma all'assemblea in quanto il primo non ha potere decisionale ma deve attenersi alle delibere assembleari. Detto questo da ricerche fatte su Internet sembrerebbe che contro quanto previsto dall'art.1102 c.c. ci sarebbe il fatto che il contatore del gas anche una volta installato, non sarebbe di proprità del condomino ma resterebbe di proprietà dell'ente fornitore del gas, motivo per il quale lo stesso richiede autorizzazione ad installarlo su parti comuni in quanto la cosa costituirebbe a tutti gli effetti una servitù. Il ragionamento è fondato.
    Per ovviare la cosa rimangono diverse possibilità:
    1) valuta se il contatore che deve comunque essere posto in luogo aperto, possa essere installato in una tua parte privata
    2) se non è possibile chiedi all'azienda fornitrice se nel caso in cui comprassi un tuo armadio per custodire il contatore e lo posizionassi su di una parte comune la cosa sarebbe sufficiente a risolvere il problema dell' autorizzazione in quanto il contatore non sarebbe più posizionato su parte comune ma nell'armadio di tua proprietà che è un tuo diritto in base all'art.1102 avere posizionato su area comune.
    3) se non risolvi il problema dell'autorizzazione devi richiedere in base all'art.66 ( quindi con la firma di un altro condomino) un'assemblea straordinaria per potere discutere della cosa ed avere l'autorizzazione. Non vedo perché non dovrebbero acconsentire visto che il gas è una priorità per la vita. Se non dovessero acconsentire non ti rimane che adire a vie legali e questo glielo puoi fare presente, e sarà il giudice ad imporre la servitù se ne valuterà le stretta necessità e l'impossibilità di installare il contatore altrove
    In bocca al lupo

  7. #6
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Jadir é un complesso di seconde case montagna non vi é nessun problema per passaggio dei tubi ed estetica. Il metano é arrivato da 6 mesi e utilizziamo bombole gpl. Ti fai avere la norma che abolisce le bombole visto che vi è la possibilità di allacciarsi al metano. Grazie

  8. #7
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Citazione Originariamente Scritto da Coccolo Visualizza Messaggio
    Jadir é un complesso di seconde case montagna non vi é nessun problema per passaggio dei tubi ed estetica. Il metano é arrivato da 6 mesi e utilizziamo bombole gpl. Ti fai avere la norma che abolisce le bombole visto che vi è la possibilità di allacciarsi al metano. Grazie
    Non esiste nessuna norma che proibisca l'uso delle bombole neppure se possibile il collegamento alla rete del metano. La UNI 7131/1999 definisce le regole per l'utilizzo delle bombole gpl , regole che vanno rispettate ma null'altro.
    Vedi qui:

    https://avvocatomassaro.net/wp/le-bo...i-riferimento/

    Non conta nulla ne tuo caso l'estetica me appunto il posizionamento del contatore di proprietà di terzi su parte condominiale. Ma scusa il problema è per i tubi o per il contatore come scrivi nel post 1?
    L'amministratore si rifiuta di firmare documento richiesto dall'azienda del gas per il posizionamento del contatore.
    Ultima modifica di Maila67; 07-02-2017 alle 13:47

  9. #8
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Grazie, si rifiuta sia per il contatore e per all'accertamento dice che deve essere l'Assemblea a decidere quando il mio avvocato dice che non c'è bisogno di delibera. Come devo comportarmi? Che devo fare?

  10. #9
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Volevo dire all'acciamento

  11. #10
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Il mio consiglio te l'ho già dato nel post 5: l'avvocato probabilmente non tiene in considerazione che per l'appunto il contatore non è tuo ma del gestore del gas per cui di un terzo estraneo al condominio per il quale l'art.1102 non vale. la risposta dell' amministratore è corretta : è l'assemblea che deve dare l'autorizzazione. In realtà il problema è un altro: il gestore senza questa autorizzazione non ti monta il contatore e se il tuo avvocato dice che non serve in realtà non è così per due motivi: l'art. 1102 c.c. non conta e il gestore vuole l'autorizzazione
    Ultima modifica di Maila67; 07-02-2017 alle 14:36

  12. #11
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Sul modulo il gestore vuole la firma dell'amministratore e se il contorno lo faccio montare nella mia proprietà esclusiva posso sfruttare art 1102 per il passaggio tubi senza delibera?

  13. #12
    Non è collegato
    { 16 mi piace }
    Frequentatore Disoccupato
    Località
    alnord
    Messaggi
    272
    Reputazione
    0
    L'azienda gas non passerà nessun tubo in proprietà condominiale: sarebbe peggio!
    Vedi se il semplice armadietto esterno addossato, ma non incassato, è fattibile! In tal caso la proprietà comune non viene interessata.
    L'amministratore non può autorizzare se prima non c'è una delibera!
    Come ti ho detto prova a sentire tutti i condomini, magari vi riunite cinque minuti in andronbe, stilate un verbale e lo invii all'amministratore, se tutti siete d'accordo.
    Altrimenti si può tentare o la via del fatto compiuto (cassetta già incassata, per cui l'azienda deve solo posizionare il contatore dentro un contenitore di tua esclusiva proprietà) oppure contatore esterno adiacente al muro.
    Trattandosi di un bene primario, nessuno può opporsi: potrebbe anche invocarsi un provvedimento di urgenza da parte del giudice: magari un familiare possibilmente anziano e malato, può trasferire la residenza in quell'appartamento temporaneamente, per facilitare il provvedimento di urgenza!

  14. #13
    Non è collegato
    { 628 mi piace }
    Farronato Amministrazioni Geometra L'avatar di camillo50
    Località
    Romano d'Ezzelino (Vi)
    Messaggi
    6,573
    Reputazione
    97
    Citazione Originariamente Scritto da Maila67 Visualizza Messaggio
    V......... sembrerebbe che contro quanto previsto dall'art.1102 c.c. ci sarebbe il fatto che il contatore del gas anche una volta installato, non sarebbe di proprità del condomino ma resterebbe di proprietà dell'ente fornitore del gas, motivo per il quale lo stesso richiede autorizzazione ad installarlo su parti comuni in quanto la cosa costituirebbe a tutti gli effetti una servitù. Il ragionamento è fondato.
    Ciao
    identico ragionamento a questo punto andrebbe fatto per luce e acqua.

  15. #14
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Citazione Originariamente Scritto da camillo50 Visualizza Messaggio
    Ciao
    identico ragionamento a questo punto andrebbe fatto per luce e acqua.
    ciao
    Credo di si poi dipende anche dai gestori ma se in questo caso lo pretendono c'è poco da fare

  16. #15
    Non è collegato
    { 674 mi piace }
    Utente gold - L'avatar di Maila67
    Località
    mantova
    Messaggi
    3,596
    Reputazione
    53
    Citazione Originariamente Scritto da Coccolo Visualizza Messaggio
    Sul modulo il gestore vuole la firma dell'amministratore e se il contorno lo faccio montare nella mia proprietà esclusiva posso sfruttare art 1102 per il passaggio tubi senza delibera?
    Devi spiegarti meglio: il problema riguarda il contatore o le tubazioni? Secondo me il permesso ti serve solo per il contatore e solo per questo l'ente gestore ti chiede il consenso del condominio. Le tubazioni sono altra cosa perché sono tue e le puoi far passere su proprietà condominiale in base all'art.1102 già citato senza autorizzazione rispettando le regole e facendole installare da tecnici qualificati come stabilito dal D.M. 37/08. Il gestore vuole la firma dell' amministratore e lo stesso questa firma te la potrà fare solo dopo delibera assembleare

    - - - Aggiornato - - -

    Citazione Originariamente Scritto da jadir Visualizza Messaggio
    L'azienda gas non passerà nessun tubo in proprietà condominiale: sarebbe peggio!
    Vedi se il semplice armadietto esterno addossato, ma non incassato, è fattibile! In tal caso la proprietà comune non viene interessata.
    L'amministratore non può autorizzare se prima non c'è una delibera!
    Come ti ho detto prova a sentire tutti i condomini, magari vi riunite cinque minuti in andronbe, stilate un verbale e lo invii all'amministratore, se tutti siete d'accordo.
    Altrimenti si può tentare o la via del fatto compiuto (cassetta già incassata, per cui l'azienda deve solo posizionare il contatore dentro un contenitore di tua esclusiva proprietà) oppure contatore esterno adiacente al muro.
    Trattandosi di un bene primario, nessuno può opporsi: potrebbe anche invocarsi un provvedimento di urgenza da parte del giudice: magari un familiare possibilmente anziano e malato, può trasferire la residenza in quell'appartamento temporaneamente, per facilitare il provvedimento di urgenza!
    L'azienda non monta il contatore se non ha la firma dell' amministratore: questo è il problema.
    L' amministratore per potere firmare deve avere approvazione all'installazione da parte dell'assemblea regolarmente convocata: altrimenti nessuna delibera presa al di fuori dell'assemblea è valida e l'amministratore non è obbligato a tenerla in considerazione

  17. #16
    Non è collegato
    { 3 mi piace }
    Frequentatore Pensionato
    Località
    milano
    Messaggi
    166
    Reputazione
    0
    Maila hai centrato il problema !!!! a questo punto dovrò rimanere con la bombola a GPL quando a tre metri avrei l'allaccio al gas metano ma vi rendete conto? ci sarà una solouzione?

  18. #17
    Non è collegato
    { 2 mi piace }
    Frequentatore Altra libera prof.
    Località
    Palermo
    Messaggi
    265
    Reputazione
    5
    Janluc quindi anche tu hai il mio stesso problema! purtroppo non si può fare nulla!!! Ingiusto

+ Rispondi alla Discussione
Pagina 1 di 3 123 UltimaUltima

Dello stesso argomento


  1. se l'assemblea condominiale rifiuta di introdurre, secondo le nuove disposizioni legislative, la contabilizzazione di calore individuale cosa...
  2. Possiedo un locale, attualmente affittato ad una attività di ristorazione, pizzeria. L'attuale gestore, ha ceduto l'attività ad un altra società la...
  3. Buongiorno a tutti può un artigiano dopo aver fatto i lavori rifiutarsi di applicare iva agevolata al 10%? Spiego meglio la situazione: sono...
  4. Ho chiesto all'amministratore l'elenco dei condomini con la situazione dei pagamenti non per vedere chi paga o meno, ma solo per controllare il saldo...